REGIONE CAMPANIA Selezione per l'istituzione dell'elenco unico regionale degli idonei alla nomina a direttore generale di aziende sanitarie ed aziende ospedaliere.

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 70 del 03-09-2010
Sintesi: REGIONE CAMPANIA CONCORSO   (scad.  18 ottobre 2010) Selezione per l'istituzione dell'elenco unico regionale degli idonei alla nomina a direttore generale di aziende sanitarie ed aziende ospedaliere. ...
Ente: REGIONE CAMPANIA
Regione: CAMPANIA
Provincia: NAPOLI
Comune: NAPOLI
Data di pubblicazione 07-09-2010
Data Scadenza bando 18-10-2010
Condividi

REGIONE CAMPANIA


CONCORSO   (scad.  18 ottobre 2010)

Selezione per l'istituzione dell'elenco unico regionale degli  idonei
  alla nomina a direttore generale di aziende  sanitarie  ed  aziende
  ospedaliere. 

 
    Con delibera di giunta regionale n. 575 del  2  agosto  2010  per
l'istituzione dell'elenco unico regionale degli idonei alla nomina di
direttore generale di aziende sanitarie ed aziende ospedaliere  della
regione Campania  (ai  sensi  e  per  gli  effetti  dell'art.  1  del
decreto-legge 27 agosto 1994, n. 512, convertito in legge 17  ottobre
1994, n. 590, e del decreto legislativo n. 229 del 19 giugno 1999  di
modifica del decreto legislativo n. 502/1992). 
 
                               Art. 1 
 
 
    1.  Possono  partecipare   alla   selezione   per   l'inserimento
nell'elenco unico regionale degli idonei alla  nomina  dei  direttori
generali delle aziende sanitarie ed aziende ospedaliere della regione
Campania tutti gli interessati che  presentino  apposita  domanda  in
conformita' al presente avviso pubblico e che siano in  possesso  dei
seguenti requisiti di legge: 
    a) diploma di laurea del vecchio ordinamento, o diploma di laurea
magistrale per il nuovo ordinamento; 
    b) specifici  e  documentati  requisiti  coerenti  rispetto  alle
funzioni  da  svolgere  ed  attestanti  qualificata   formazione   ed
attivita'   professionale,   con   esperienza   dirigenziale   almeno
quinquennale di direzione tecnica o amministrativa in  enti,  aziende
strutture pubbliche o private in posizione dirigenziale con autonomia
gestionale e diretta responsabilita' delle risorse umane, tecniche  o
finanziarie,  svolta  nei  dieci  anni  precedenti  la  pubblicazione
dell'avviso.  Il  possesso  di  tali  requisiti  deve  risultare  dal
curriculum vitae e dalla scheda allegata,  con  espressa  indicazione
delle date di inizio e fine degli incarichi - giorno, mese, anno - da
redigersi nelle forme di dichiarazione sostitutiva di  certificazione
ai sensi dell'art.46 del decreto del Presidente della  Repubblica  n.
445/2000. 
    2.  Saranno  presi  in  considerazione  i  seguenti  criteri   di
valutazione del possesso del requisito della  qualificata  esperienza
dirigenziale quinquennale che dovranno essere adeguatamente riportati
dall'interessato nella scheda allegata al presente avviso: 
    a)  saranno  presi   in   considerazione   solo   gli   incarichi
dirigenziali esercitati in base a rapporto di lavoro dipendente e non
le esperienze lavorative relative ad  attivita'  libero-professionali
ne' quelle di mera consulenza; 
    b) saranno prese in considerazione  esclusivamente  le  attivita'
svolte in qualita' di amministratore delegato con incarichi operativi
in societa' pubbliche o private; 
    c) non saranno prese in considerazione le  attivita'  relative  a
funzioni  di  mero  studio,  docenza  anche  universitaria,  ricerca,
ispezione, nonche' le attivita' finanziarie di mera partecipazione; 
    d)  sara'  considerata  «qualificata»  l'attivita'  di  direzione
tecnica  o  amministrativa  se  esercitata  con  riguardo  all'intera
organizzazione dell'ente, azienda, struttura ed organismo, ovvero  ad
una  delle  articolazioni  organizzative  degli  stessi,  secondo   i
rispettivi  ordinamenti,  precisando  che  l'attivita'  debba  essere
comunque   contraddistinta   da   autonomia   decisionale,    diretta
responsabilita'  delle  risorse  umane,  tecniche  o  finanziarie   e
responsabilita'  verso  l'esterno  e  con  almeno  cinquanta  persone
direttamente  gestite  o,  alternativamente,   con   un   budget   di
riferimento di almeno cinque milioni di euro, incluso anche il  costo
del personale; per le strutture amministrative una direzione  formale
di struttura complessa all'interno di una macrostruttura (  direzione
ASL o A.O., presidio, distretto o dipartimento  di  prevenzione,  con
almeno un budget di venti milioni di euro) con almeno  dieci  persone
direttamente gestite; 
    e)  sara'  considerata  valida  anche  l'esperienza  dirigenziale
maturata in aziende o enti aventi sedi all'estero, purche' sussistano
i requisiti di cui alle lettere da a) a d). 
    3.  Al  fine  di   verificare   la   permanenza   dei   requisiti
professionali richiesti dall'art. 3-bis del  decreto  legislativo  n.
502/1992 e quanti hanno interesse, gia' inseriti negli elenchi  degli
idonei  approvati  con  separati  provvedimenti   regionali,   devono
presentare domanda di partecipazione alla  selezione  in  conformita'
del presente avviso pubblico. 
    4. La mancata presentazione della domanda  di  partecipazione  da
parte di coloro che sono gia' inseriti  negli  elenchi  degli  idonei
approvati con separati provvedimenti regionali, nonche' da  parte  di
coloro che gia' ricoprono la  carica  di  direttore  generale,  sara'
considerata quale  rinuncia  all'inserimento  nell'istituendo  elenco
unico regionale degli idonei alla nomina di direttore generale. 
    5. I requisiti prescritti  per  l'inserimento  nell'elenco  unico
regionale degli idonei  alla  nomina  dei  direttori  generali  delle
aziende sanitarie  ed  aziende  ospedaliere  della  regione  Campania
devono essere posseduti alla data di  scadenza  del  termine  per  la
presentazione delle domande. 
      

        
      
                               Art. 2 
 
 
    1.  Coloro  che  intendono  partecipare  all'avviso  per   essere
inseriti nell'elenco unico regionale  degli  idonei  alla  nomina  di
direttori generali delle aziende  sanitarie  ed  aziende  ospedaliere
della regione Campania, ivi comprese  le  persone  gia'  inserite  in
precedenti elenchi approvati,  devono  presentare  apposita  domanda,
utilizzando lo  schema  allegato,  indirizzata  al  presidente  della
giunta regionale della  Campania,  entro  45  giorni  dalla  data  di
pubblicazione del presente  avviso  nella  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica italiana, a pena di inammissibilita'. 
    2. Le domande presentate prima della data  di  pubblicazione  del
presente avviso nella Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica  saranno
considerate inammissibili. 
    3. Le domande possono essere consegnate direttamente, a mano,  al
protocollo  dell'Area  generale  di  coordinamento  -  Gabinetto  del
presidente della giunta regionale, via S. Lucia n. 81 - 80132 Napoli,
o  essere  spedite  per  mezzo  del  servizio  postale,  allo  stesso
indirizzo,  esclusivamente,   a   pena   di   inammissibilita',   con
raccomandata con avviso di ricevimento. 
    4. Nel caso di  utilizzo  del  servizio  postale  sara'  ritenuta
valida la data di spedizione. 
    5. Sul plico contenente la domanda di partecipazione al  presente
avviso pubblico dovra' essere espressamente e chiaramente indicata la
seguente dicitura: «Domanda per  avviso  pubblico  di  selezione  per
l'istituzione dell'elenco unico regionale degli idonei alla nomina di
direttore generale di aziende sanitarie ed aziende ospedaliere  della
regione Campania». 
    6. La domanda deve essere redatta in carta semplice con  allegata
copia del documento di riconoscimento in corso di validita'. 
    7. La domanda, redatta ai sensi  dell'art.  46  del  decreto  del
Presidente  della  Repubblica  n.   445/2000,   deve   contenere   la
dichiarazione relativa alle generalita' del candidato, data  e  luogo
di nascita e quello di residenza, nonche'  la  dichiarazione  di  non
trovarsi  in  alcuna   delle   condizioni   di   ineleggibilita'   ed
incompatibilita' di cui ai commi 9  e  11  dell'art.  3  del  decreto
legislativo n. 502/1992 e successive modifiche. 
    8. Alla domanda deve essere allegata la dichiarazione sostitutiva
del possesso dei requisiti per la partecipazione all'avviso ai  sensi
dell'art. 47 decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000, con
specifica indicazione degli stessi, nonche': 
    a) il curriculum professionale del candidato; 
    b) il  questionario  allegato  al  presente  avviso,  debitamente
compilato; 
    c)  la  scheda  contenente  i  dati  attestanti  l'esperienza  di
direzione (va compilata una scheda per ciascuna esperienza  maturata,
anche se acquisita presso lo stesso ente o impresa); 
    d) dichiarazione espressa di consenso al trattamento dei dati. 
    9. Alla domanda puo' essere allegato qualunque altro documento  o
titolo ritenuto utile ai fini della valutazione. 
      

        
      
                               Art. 3 
 
 
    1. Il rapporto di lavoro del direttore generale  e'  esclusivo  e
regolato da contratto di diritto privato di durata  non  inferiore  a
tre anni e non superiore a cinque  anni,  rinnovabile,  stipulato  ai
sensi delle norme del titolo III del libro V c.c. 
    2. Non possono essere nominati direttori generali gli idonei: 
    a) nei cui confronti la regione Campania o  altra  regione  della
Repubblica italiana abbia disposto la risoluzione  di  un  precedente
contratto per lo stesso tipo di incarico ai sensi dei  cammi  6  e  7
dell'art.  3-bis  del  decreto  legislativo   n.   502/1992   e   sue
integrazioni; 
    b) che abbiano svolto  lo  stesso  incarico  per  due  quinquenni
consecutivi  nella  medesima  azienda  sanitaria  locale  o   azienda
ospedaliera (art. 18, comma e-bis, lettera  a),  legge  regionale  n.
32/1994); 
    c) che abbiano occupato tale incarico in azienda sanitaria locale
o azienda ospedaliera incorsa nelle  sanzioni  previste  dall'art.  3
della legge regionale n. 24/2005 (art. 18, comma e-bis,  lettera  b),
legge regionale n. 32/1994). 
    3. Non possono, inoltre, essere nominati direttori  generali  gli
idonei  che  si  trovano  nelle  condizioni  di   ineleggibilita'   e
incompatibilita' di  cui  all'art.  3,  commi  9  e  11  del  decreto
legislativo n. 502/1992 e successive integrazioni. 
    4. Non possono essere nominati direttori generali gli idonei  che
si trovano nelle condizioni  di  ineleggibilita'  e  incompatibilita'
previste dall'art. 4, legge regionale n. 17 del 7 agosto 1996. 
    5. I direttori generali, oltre  che  per  il  sopravvenire  delle
condizioni di cui ai nn. 2, 3 e 4 del presente articolo, decadono  in
presenza delle cause di cui all'art. 18, comma 7, lettere  a),  b)  e
c), della legge regionale n. 32/1994. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
    1. La giunta regionale procedera' alla pubblicazione dei  dati  e
delle notizie degli aspiranti previo consenso degli  interessati,  da
allegare  alla  domanda  di  partecipazione  ai  sensi  del   decreto
legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 e successive  modificazioni  ed
integrazioni. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
    1. L'accertamento del possesso dei  requisiti  per  l'inserimento
nell'elenco unico regionale  sara'  effettuato  da  una  commissione,
nominata dal presidente della giunta regionale, che al termine  delle
operazioni di  verifica  provvedera'  a  predisporre  l'elenco  degli
idonei  da  sottoporre  alla  successiva  approvazione  della  giunta
regionale. 
    Le funzioni di segretario della commissione saranno svolte da  un
funzionario dell'Assessorato alla sanita', settore programmazione. 
    2. Dalla data di pubblicazione  nel  B.U.R.C.  dell'elenco  unico
regionale degli idonei alla nomina di direttore generale  di  aziende
sanitarie della regione Campania sono caducati i  precedenti  elenchi
degli idonei a tale  carica,  approvati  con  separati  provvedimenti
regionali. 
      
 
                        Il presidente della giunta regionale: Caldoro