Concorso per 1 direttore tecnico area tecnica, elaborazione dati (molise) UNIVERSITA' DEL MOLISE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 85 del 25-10-2011
Sintesi: UNIVERSITA' DEL MOLISE CONCORSO   (scad.  24 novembre 2011) Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di personale da inquadrare nella categoria D, posizione economica D1, area ...
Ente: UNIVERSITA' DEL MOLISE
Regione: MOLISE
Provincia: CAMPOBASSO
Comune: CAMPOBASSO
Data di pubblicazione 25-10-2011
Data Scadenza bando 24-11-2011
Condividi

UNIVERSITA' DEL MOLISE

CONCORSO   (scad.  24 novembre 2011)
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un  posto
  di personale da inquadrare nella categoria D,  posizione  economica
  D1, area tecnica, tecnico scientifica  ed  elaborazione  dati,  con
  rapporto  di  lavoro  a  tempo   determinato,   della   durata   di
  ventiquattro mesi. 
 
 
                             IL RETTORE 
 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957,
n. 3; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3  maggio  1957,
n. 686; 
    Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168,  istitutiva  del  Ministero
dell'universita' e della ricerca scientifica e tecnologica; 
    Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive  modificazioni
ed integrazioni; 
    Vista la legge 10 aprile 1991, n. 125; 
    Vista  la  legge  5  febbraio  1992,   n.   104,   e   successive
modificazioni ed integrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri  7
febbraio 1994, n. 174; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9  maggio  1994,
n. 487 e successive modificazioni ed integrazioni; 
    Vista la legge 15 maggio 1997, n. 127, e successive modificazioni
ed integrazioni; 
    Vista la legge 18 febbraio 1999, n. 28, ed in particolare  l'art.
19; 
    Vista la legge 12 marzo 1999, n. 68; 
    Visto il decreto del  Presidente  della  Repubblica  28  dicembre
2000, n. 445, e successive modificazioni ed integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e  successive
modificazioni ed integrazioni; 
    Visto il decreto legislativo 6 settembre 2001, n. 368; 
    Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196; 
    Vista la legge 23 dicembre 2005, n. 266, ed in particolare l'art.
1, comma 188,  che  stabilisce  che  sono  fatte  comunque  salve  le
assunzioni  a  tempo  determinato  e  la  stipula  di  contratti   di
collaborazione coordinata e continuativa per l'attuazione di progetti
di  ricerca  e  di  innovazione  tecnologica   ovvero   di   progetti
finalizzati al miglioramento  di  servizi  anche  didattici  per  gli
studenti,  i  cui  oneri  non  risultino  a  carico  dei  bilanci  di
funzionamento degli enti o del Fondo di finanziamento  degli  enti  o
del Fondo di finanziamento ordinario delle universita'; 
    Visto il decreto-legge 25 giugno 2008, n.  112,  convertito,  con
modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133; 
    Visto il decreto-legge n. 78/2010 che dispone che la norma di cui
all'art.  1,  comma  188,  della  legge  n.  266/2005,  continua   ad
applicarsi; 
    Visto il CCNL del comparto universita' sottoscritto il 16 ottobre
2008, ed in particolare l'art. 22 - assunzioni a tempo determinato; 
    Visto lo statuto dell'Universita' degli studi del Molise; 
    Visto   il   «regolamento   per   l'assunzione    di    personale
tecnico-amministrativo a tempo  determinato  per  lo  svolgimento  di
attivita' connesse a programmi di  ricerca  e  per  l'attivazione  di
infrastrutture tecniche complesse o per la realizzazione di specifici
progetti di miglioramento dei servizi offerti»  emanato  con  decreto
rettorale n. 850 del 26 maggio 2005; 
    Visto il «regolamento concernente  i  procedimenti  di  selezione
pubblica per l'assunzione di personale tecnico-amministrativo a tempo
indeterminato» emanato con decreto rettorale n.  89  del  30  gennaio
2009, per quanto applicabile; 
    Preso atto della delibera di giunta della regione Molise n.  1066
del 21 dicembre 2010 con la quale si approva il  cofinanziamento  del
progetto di ricerca «politiche del lavoro  per  l'integrazione  degli
immigrati  nel  Molise»  con  un  contributo  complessivo   di   euro
250.000,00 a valere sui fondi POR FSE 2007-2013; 
    Vista la delibera del comitato  di  gestione  del  Centro  Unimol
Management  del  3  febbraio  2011  con  la  quale  si   approva   il
cofinanziamento di cui  alla  delibera  di  giunta  n.  1066  del  21
dicembre 2010 e si propone la stipula della relativa convenzione; 
    Vista la delibera del consiglio di amministrazione  nella  seduta
del 16 marzo 2011 con la quale si  approva  il  progetto  di  ricerca
denominato «politiche del lavoro per l'integrazione  degli  immigrati
nel Molise», si nomina il prof.  Luca  Refrigeri  quale  responsabile
scientifico del progetto e si attribuisce al Centro Unimol Management
la gestione dello stesso; 
    Vista la convenzione stipulata in data  18  aprile  2011  con  la
quale la regione Molise  cofinanzia  l'Universita'  degli  studi  del
Molise per  la  realizzazione  del  progetto  di  ricerca  denominato
«politiche del lavoro per l'integrazione degli immigrati nel Molise»; 
    Visto il verbale del  comitato  di  gestione  del  Centro  Unimol
Management del 14 luglio 2011  con  la  quale  si  approva  il  piano
finanziario e il piano delle risorse umane; 
    Vista la delibera del consiglio di amministrazione  nella  seduta
del 21 luglio 2011  con  la  quale  si  autorizza,  tra  l'altro,  il
reclutamento di una unita'  di  personale,  da  inquadrare  nell'area
tecnica,  tecnico-scientifica  ed  elaborazione  dati,  categoria  D,
posizione economica D1, con rapporto di lavoro a  tempo  determinato,
per la durata di ventiquattro mesi, con  regime  di  orario  a  tempo
pieno (100%), per l'attuazione del progetto di  ricerca  affidato  al
Centro  Unimol  Management  denominato  «politiche  del  lavoro   per
l'integrazione degli immigrati nel Molise»; 
    Vista la nota prot. 22346-VII/1 del 12 ottobre 2011 con la  quale
il responsabile scientifico, prof. Luca Refrigeri, e il  responsabile
amministrativo,  dott.  Giuseppe  Centillo,  specificano  il  profilo
professionale dell'unita' lavorativa  necessaria  all'esecuzione  del
progetto; 
    Verificata la non sussistenza di graduatorie valide  di  concorsi
gia' espletati per figure professionali analoghe a quelle ricercate; 
    Ritenuto  di   dover   prevedere,   per   ciascuna   domanda   di
partecipazione, un versamento di 25 euro quale contributo  forfetario
per le spese relative  all'organizzazione  e  all'espletamento  della
selezione, in considerazione anche dell'eccessivo  carico  di  lavoro
svolto dal personale a cio' preposto in precedenti  selezioni  e  dei
relativi costi sostenuti; 
    Considerato  che  la  copertura  finanziaria   necessaria   grava
interamente ed esclusivamente  sui  fondi  esterni  del  progetto  di
ricerca citato che vengono erogati dalla regione  Molise  e  previsti
nel bilancio del Centro Unimol Management; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                          Numero dei posti 
 
 
    Presso  l'Universita'  degli  studi  del  Molise  e'  indetto  un
concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un  posto
di personale da inquadrare nell'area tecnica, tecnico-scientifica  ed
elaborazione dati, categoria D, posizione economica D1, con  rapporto
di lavoro a tempo determinato, della durata di ventiquattro mesi, con
regime di orario a tempo pieno (100%), per l'attuazione del  progetto
di ricerca del Centro Unimol  Management  denominato  «politiche  del
lavoro per l'integrazione degli immigrati nel Molise» (cod. 1/2011). 
    L'amministrazione procedera' a stipulare il contratto di lavoro a
tempo   determinato   dell'unita'   lavorativa    richiesta    previo
accertamento dell'effettiva erogazione dell'anticipazione  dei  fondi
prevista in convenzione. L'amministrazione si riserva di sospendere o
di risolvere il  contratto  qualora,  anche  dopo  la  stipula  dello
stesso,  venga  meno  l'erogazione  dei  fondi  esterni  connessi  al
progetto.  L'unita'  lavorativa  in  questione   dovra'   collaborare
esclusivamente  allo  svolgimento  delle  attivita'   connesse   alla
realizzazione del progetto. Alla scadenza del  termine  indicato  nel
contratto individuale, il rapporto di lavoro potra' essere  prorogato
o rinnovato nei termini di  legge,  in  relazione  alle  esigenze  di
realizzazione del progetto e  previa  verifica  della  disponibilita'
finanziaria dei fondi relativi al progetto medesimo. 

        
      
                               Art. 2 
 
 
                  Requisiti generali di ammissione 
 
 
    Per  l'ammissione  alla  procedura  selettiva  e'  richiesto   il
possesso dei seguenti requisiti: 
      a) titolo di studio: diploma di laurea in economia e commercio,
filosofia,    giurisprudenza,     lettere,     pedagogia,     scienze
dell'educazione, scienze del servizio sociale, sociologia, storia,  o
equipollenti conseguito secondo le modalita' anteriori all'entrata in
vigore del decreto ministeriale n. 509/1999, 
ovvero 
      laurea  (L),  conseguita  secondo   le   modalita'   successive
all'entrata  in  vigore  del  decreto   ministeriale   n.   509/1999,
appartenente ad una delle seguenti classi: L-28  scienze  economiche,
L-29 filosofia, L-2 scienze dei servizi giuridici, L-5 lettere,  L-18
scienze dell'educazione e della  formazione,  L-6  servizio  sociale,
L-36 scienze sociologiche, L-38 scienze storiche, o equipollenti, 
ovvero 
      laurea  (L),  conseguita  secondo   le   modalita'   successive
all'entrata  in  vigore  del  decreto   ministeriale   n.   270/2004,
appartenente ad una delle seguenti classi: L-33  scienze  economiche,
L-5 filosofia, L-14 scienze dei servizi giuridici, L-10 lettere, L-19
scienze dell'educazione e della formazione,  L-39  servizio  sociale,
L-40 sociologia, L-42 storia, o equipollenti, 
ovvero 
      laurea  specialistica  (LS)  conseguita  secondo  le  modalita'
successive  all'entrata  in  vigore  del  decreto   ministeriale   n.
509/1999, appartenente ad una delle  seguenti  classi:  64/S  scienze
dell'economia, 96/S storia della filosofia, 22/S giurisprudenza, 16/S
filologia moderna, 65/S scienze dell'educazione degli adulti e  della
formazione,  89/S  sociologia,  93/S  storia  antica,   94/S   storia
contemporanea,  97/S  storia  medievale,  98/S  storia   moderna,   o
equipollenti, 
ovvero 
      laurea  magistrale  (LM)  conseguita  ai  sensi   del   decreto
ministeriale n. 270/2004 appartenente ad una delle  seguenti  classi:
LM-56  scienze  dell'economia,  LM-78  scienze  filosofiche,   LMG/01
giurisprudenza,    LM-14    filologia    moderna,    LM-57    scienze
dell'educazione degli  adulti  e  della  formazione  continua,  LM-85
scienze pedagogiche, LM-87 programmazione e gestione delle  politiche
e dei servizi sociali, LM-88  sociologia  e  ricerca  sociale,  LM-84
scienze storiche, o equipollenti. 
    Per i titoli di studio  conseguiti  all'estero  e'  richiesta  la
dichiarazione di equipollenza ai sensi della vigente normativa; 
    b) la cittadinanza italiana ovvero la cittadinanza di  uno  Stato
membro dell'Unione europea; 
    c) l'eta' non inferiore ai diciotto anni; 
    d) il godimento dei diritti civili e politici; 
    e)  il  non  aver  riportato  condanne  penali  e  il  non  avere
procedimenti  penali  in  corso;  l'idoneita'  fisica   al   servizio
continuativo ed incondizionato all'impiego; 
    g) l'assolvimento degli obblighi di leva militare; 
    h) il non essere stato  destituito  o  dispensato  da  precedente
impiego  presso  una   pubblica   amministrazione   per   persistente
insufficiente rendimento o dichiarati decaduti  per  aver  conseguito
l'impiego  mediante  produzione  di  documenti  falsi  o  viziati  da
invalidita' non sanabile. 
    Ai sensi dell'art. 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei
Ministri 7 febbraio 1994, n. 174,  i  cittadini  degli  Stati  membri
dell'Unione europea debbono: 
    a) possedere tutti  i  requisiti  richiesti  ai  cittadini  della
Repubblica, ad eccezione della cittadinanza italiana; 
    b)  godere  dei  diritti  civili  e  politici  nello   Stato   di
appartenenza o di provenienza; 
    c) avere un'adeguata conoscenza della lingua italiana. 
    Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data  di  scadenza
del termine utile per la presentazione della  domanda  di  ammissione
alla selezione. La mancanza anche di uno solo  dei  requisiti  stessi
comportera' l'esclusione dalla selezione  o,  comunque,  dall'accesso
all'impiego. 
    I candidati sono ammessi alla selezione  con  riserva.  Ai  sensi
dell'art. 3, comma 3, del decreto del Presidente della  Repubblica  9
maggio 1994, n. 487, modificato dall'art. 3, comma 2, del decreto del
Presidente della Repubblica 30 ottobre  1996,  n.  693,  l'esclusione
dalla selezione per difetto dei requisiti di ammissione  puo'  essere
disposta in ogni momento con provvedimento motivato del rettore. 
    L'Universita' degli studi del Molise garantisce  parita'  e  pari
opportunita' tra uomini e donne per l'accesso  al  lavoro  e  per  il
trattamento sul lavoro ai sensi della legge 10 aprile 1991, n. 125. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
                     Presentazione delle domande 
 
 
    La domanda di ammissione al concorso, redatta in  carta  semplice
secondo le indicazioni riportate nello schema  allegato  al  presente
bando,     reperibile     sul     sito     internet     all'indirizzo
www.unimol.it - sezione in primo piano / concorsi /  personale
tecnico-amministrativo / concorsi pubblici a tempo determinato,  deve
essere indirizzata al magnifico rettore dell'Universita' degli  studi
del Molise  -  settore  personale  tecnico-amministrativo  -  via  de
Sanctis - 86100  Campobasso,  e  fatta  pervenire  entro  il  termine
perentorio di trenta giorni, che  decorre  dal  giorno  successivo  a
quello della pubblicazione del bando nella Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica italiana - 4ª serie speciale «Concorsi ed  esami.  Qualora
tale termine scada in un giorno festivo, la scadenza slitta al  primo
giorno feriale utile. 
    La domanda di partecipazione al concorso dovra' pervenire,  entro
i termini sopra indicati, secondo una delle seguenti modalita': 
    mediante  consegna  a  mano  da  effettuarsi   presso   l'ufficio
protocollo e archivio di ateneo di questa Universita' -  II  edificio
polifunzionale, via De Sanctis - Campobasso, dalle ore 9.00 alle  ore
12.00 di ogni giorno  lavorativo,  escluso  il  sabato.  In  caso  di
consegna  a  mano  fa  fede  la  ricevuta   rilasciata   dall'ufficio
protocollo e archivio di ateneo; 
    mediante raccomandata con avviso di ricevimento. In tal  caso  fa
fede il timbro a data dell'ufficio postale accettante; 
    mediante  posta  elettronica  certificata   (PEC)   all'indirizzo
amministrazione@cert.unimol.it da un indirizzo di  posta  elettronica
certificata rilasciata personalmente al candidato da  un  gestore  di
PEC. Il messaggio di posta elettronica dovra' riportare come  oggetto
«domanda di partecipazione al concorso tempo determinato categoria  D
(cod. 1/2011)». Alle domande inviate per via telematica alla  casella
istituzionale di PEC dell'Universita' degli studi del Molise dovranno
essere obbligatoriamente allegati inoltre: 
    scansione   dell'originale   di   un    valido    documento    di
riconoscimento; 
    scansione della ricevuta del versamento di € 25,00 da effettuarsi
sul conto corrente postale intestato all'Universita' degli studi  del
Molise, come di seguito specificato; 
    scansione dei titoli ritenuti utili ai  fini  della  valutazione,
cosi' come previsto al successivo art. 7 del presente bando; 
    scansione dell'elenco, datato e sottoscritto,  dei  titoli  sopra
citati, cosi' come previsto al successivo art. 7 del presente bando. 
    Le domande che vengono presentate per via telematica alla casella
istituzionale di PEC ed i file allegati dovranno pervenire in formato
PDF. Saranno escluse le candidature inviate  da  indirizzi  di  posta
elettronica non certificata. 
    Ai  sensi  di  quanto  disposto  dall'art.  39  del  decreto  del
Presidente della  Repubblica  n.  445/2000  la  sottoscrizione  della
domanda non e' soggetta ad autenticazione. 
    L'amministrazione non assume responsabilita' in caso di eventuali
disguidi postali o telegrafici  o  comunque  imputabili  a  fatto  di
terzi, a caso fortuito o a forza maggiore. 
    La domanda deve essere redatta  secondo  lo  schema  allegato  al
bando di concorso, riportando tutte le indicazioni  che  i  candidati
sono tenuti a fornire secondo quanto stabilito nel successivo art.  4
del presente bando. Saranno  escluse  le  domande  non  sottoscritte,
quelle che, per qualsiasi causa, dovessero essere prodotte  oltre  il
termine di scadenza ovvero  in  difformita'  alle  modalita'  innanzi
specificate e quelle prive di una delle  dichiarazioni  previste  dal
successivo art. 4. 
    Alla domanda di ammissione il candidato deve allegare, a pena  di
esclusione, la ricevuta in originale del  versamento  di  € 25,00  da
effettuarsi  sul  conto  corrente  postale  n.   11424660   intestato
all'Universita' degli studi del Molise, quale  contributo  forfetario
per le spese relative  all'organizzazione  e  all'espletamento  della
selezione,  riportando  nella  causale  del  versamento  la  dicitura
«Concorso tempo determinato ad un posto categoria D  (cod.  1/2011)».
Il candidato e' escluso se  il  pagamento  della  predetta  somma  e'
effettuato oltre il termine di scadenza del bando. 
    In nessun  caso  l'amministrazione  procedera'  al  rimborso  del
versamento  effettuato   sul   conto   corrente   postale   intestato
all'Universita' degli studi del Molise quale contributo per le  spese
concorsuali. 
    Alla domanda di partecipazione deve inoltre  essere  allegata,  a
pena di esclusione, una fotocopia di un valido documento di identita'
(qualora le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorieta' e/o  la
domanda non siano sottoscritte in presenza del dipendente  addetto  a
riceverle, ai sensi dell'art. 38, comma  3,  decreto  del  Presidente
della Repubblica n. 445/2000). 

        
      
                               Art. 4 
 
 
              Dichiarazioni da formulare nella domanda 
 
 
    Nella domanda di  partecipazione  alla  procedura  selettiva,  il
candidato deve dichiarare, sotto la propria responsabilita' ai  sensi
del decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000 e  successive
modificazioni ed integrazioni, a pena di esclusione: 
    a) cognome, nome e codice fiscale; 
    b) luogo e  data  di  nascita,  la  residenza  con  l'indicazione
completa dell'indirizzo e dell'eventuale recapito telefonico; 
    c) il preciso recapito cui indirizzare le comunicazioni  relative
alla  selezione,  impegnandosi   a   segnalare   tempestivamente   le
variazioni che dovessero intervenire successivamente; 
    d) il possesso  del  titolo  di  studio  richiesto  dall'art.  2,
lettera a) del presente bando, con l'indicazione dell'anno in cui  e'
stato conseguito, del voto e dell'istituzione universitaria che lo ha
rilasciato. Il candidato  che  ha  conseguito  il  titolo  di  studio
all'estero deve dichiararne l'equipollenza  ai  sensi  della  vigente
normativa; 
    e) il possesso della cittadinanza italiana, ovvero il titolo  che
da' luogo all'equiparazione, o di uno degli Stati membri  dell'Unione
europea; 
    f)  (se  e'  cittadino  italiano)  il  comune  nelle  cui   liste
elettorali e' iscritto, ovvero i motivi della  mancata  iscrizione  o
della cancellazione dalle liste medesime; 
    g)  di  non  aver  riportato  condanne  penali  e  di  non   aver
procedimenti penali in corso; in caso contrario indicare le  condanne
riportate, la data della sentenza e l'autorita' giudiziaria che  l'ha
emessa, anche se e'  stata  concessa  amnistia,  perdono  giudiziale,
condono,  indulto,  non  menzione  e  anche  se  nulla  risulti   dal
casellario giudiziale; 
    h)  i  servizi   prestati   come   impiegato   presso   pubbliche
amministrazioni e le cause di risoluzione di precedente  rapporto  di
impiego; 
    i) di non  essere  stato  destituito  o  dispensato  dall'impiego
presso una pubblica amministrazione e di non essere stato  dichiarato
decaduto da altro impiego  statale  per  averlo  conseguito  mediante
produzione di documenti falsi o viziati da invalidita'  non  sanabile
(la presente  dichiarazione  deve  essere  resa  solo  da  chi  abbia
prestato servizio presso pubbliche amministrazioni); 
    j) la posizione nei riguardi degli obblighi  militari  (congedato
per  fine  ferma,  esonerato,  dispensato,  militesente,   riformato,
rivedibile, di godere di rinvio per motivi  di  studio,  di  prestare
servizio  militare  e  di  essere  in  attesa   di   congedo);   tale
dichiarazione deve essere resa solo dai candidati di sesso maschile; 
    k) l'eventuale appartenenza ad una o  piu'  categorie  che  danno
luogo, a parita'  di  merito,  a  preferenza  e  precedenza,  di  cui
all'art. 5 del decreto del Presidente della Repubblica  n.  487/1994.
Per avvalersi di tali titoli, il candidato, a pena di esclusione  dal
beneficio, dovra' indicarli  nella  domanda  di  partecipazione  alla
selezione; 
    l) di avere l'idoneita' fisica all'impiego; 
    m) la lingua straniera scelta tra inglese, francese,  spagnolo  o
arabo ai fini dell'espletamento della prova orale. 
    I  cittadini  degli  Stati  membri  dell'Unione  europea  debbono
inoltre dichiarare il possesso dei requisiti previsti dall'art. 3 del
decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 febbraio 1994, n.
174, come specificati nel precedente art. 2. 
    I  candidati  con  cittadinanza  non  italiana  sono   tenuti   a
presentare la domanda in lingua italiana, con le  predette  modalita'
ed entro il termine stabilito nel precedente art. 3. 
    I candidati portatori di handicap  ai  sensi  dell'art.  3  della
legge 5 febbraio 1992, n. 104, potranno richiedere nella  domanda  di
partecipazione alla selezione i benefici previsti dall'art. 20  della
medesima legge. Dovranno pertanto specificare l'ausilio necessario in
relazione al proprio  handicap,  nonche'  l'eventuale  necessita'  di
tempi aggiuntivi  per  l'espletamento  delle  prove  da  documentarsi
entrambi a mezzo di idoneo  certificato  rilasciato  dalla  struttura
sanitaria pubblica competente per territorio, ai sensi degli articoli
4 e 20 della legge n. 104/1992. 
    Nella  domanda  di  partecipazione,  il  candidato  deve  inoltre
dichiarare l'eventuale appartenenza ad una o piu' categorie che danno
luogo, a parita'  di  merito,  a  preferenza  e  precedenza,  di  cui
all'art. 5 del decreto del Presidente della Repubblica  n.  487/1994.
La  mancata  dichiarazione  del  possesso  di  eventuali  titoli   di
preferenza e/o di precedenza, posseduti alla  data  di  scadenza  del
termine utile per la presentazione della  domanda  di  ammissione  al
concorso, non costituisce  motivo  di  esclusione  dal  concorso,  ma
preclude la possibilita' di produrre i predetti  titoli  in  caso  di
superamento della prova orale, secondo quanto  previsto  dall'art.  8
del presente bando. 
    Il   candidato   dovra'   inoltre   dichiarare   di   autorizzare
l'Universita' degli studi del Molise al trattamento dei  propri  dati
personali ai fini della gestione dell'attivita' concorsuale, ai sensi
delle disposizioni del decreto legislativo n. 196/2003,  ed  ai  fini
del diritto di accesso agli  atti  del  procedimento  concorsuale  ai
sensi della normativa vigente. 
    L'amministrazione si  riserva  di  effettuare  idonei  controlli,
anche a campione, oltre che in tutti i casi in  cui  sorgono  fondati
dubbi, sulla veridicita' delle dichiarazioni sostitutive. Qualora dal
controllo sopra indicato emerga  la  non  veridicita'  del  contenuto
delle dichiarazioni, il dichiarante decade dai benefici eventualmente
conseguenti al provvedimento emanato sulla base  della  dichiarazione
non veritiera,  fermo  restando  quanto  previsto  dall'art.  76  del
decreto del Presidente della Repubblica 28  dicembre  2000,  n.  445,
sulle responsabilita' penali. 
    L'amministrazione non assume alcuna responsabilita'  in  caso  di
irreperibilita'  del  destinatario  o  dispersione  di  comunicazioni
dipendente  da   inesatta   indicazione   del   recapito   da   parte
dell'aspirante  o  da  mancata  oppure  tardiva   comunicazione   del
cambiamento del recapito indicato nella domanda,  ne'  per  eventuali
disguidi   postali   o   telegrafici   non   imputabili    a    colpa
dell'amministrazione stessa. 
    Alla  domanda  di  partecipazione  al  concorso  devono   essere,
inoltre, allegati i titoli ritenuti utili ai fini della  valutazione,
con le modalita' previste al successivo art. 7 del presente bando. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
                      Commissione esaminatrice 
 
 
    La commissione  esaminatrice  del  concorso  sara'  nominata  con
decreto del rettore e composta ai sensi delle disposizioni  contenute
nell'art.  5  del   regolamento   per   l'assunzione   di   personale
tecnico-amministrativo a tempo  determinato  per  lo  svolgimento  di
attivita' connesse a programmi di  ricerca  e  per  l'attivazione  di
infrastrutture tecniche complesse o per la realizzazione di specifici
progetti di miglioramento dei servizi  offerti  emanato  con  decreto
rettorale n. 850 del 26 maggio 2005. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
                            Prove d'esame 
 
 
    Le prove d'esame consisteranno in due prove scritte, di  cui  una
anche a contenuto teorico-pratico, e una prova orale. 
    La prima prova scritta consistera' in test o quesiti  a  risposta
multipla  o  sintetica  o  in  un  elaborato  teso  a  verificare  le
conoscenze inerenti i seguenti argomenti: la  normativa  italiana  ed
europea in materia di immigrazione, il fenomeno  migratorio  inerente
l'Italia nella storia e nell'attualita'; il  dibattito  contemporaneo
inerente la societa'  multiculturale  con  specifico  riferimento  ai
modelli  socio-culturali  di   accoglienza   e   integrazione   degli
immigrati. 
    La seconda prova scritta consistera' in test o quesiti a risposta
multipla o sintetica o in un  elaborato  volto  alla  verifica  delle
conoscenze e competenze specifiche inerenti i seguenti argomenti:  la
normativa in materia di lavoro, con specifico  riferimento  a  quella
per gli stranieri, i modelli di  integrazione  sociale  ed  economico
degli stranieri in Europa e in Italia. 
    La prova orale consistera' in un colloquio avente ad  oggetto  le
materie delle prove  scritte,  la  legislazione  universitaria  e  il
contratto collettivo nazionale di lavoro del compatto universita', la
normativa nazionale in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e la
traduzione a vista di un brano da una lingua straniera  all'italiano,
scelta dal candidato tra inglese, francese, spagnolo e arabo. 
    La prima prova scritta si svolgera'  presso  l'Universita'  degli
studi del Molise,  II  edificio  polifunzionale,  via  de  Sanctis  -
Campobasso, il giorno 1° dicembre 2011 alle ore  10.00.  I  candidati
dovranno  presentarsi  alle   ore   9,00   per   le   operazioni   di
identificazione, muniti di penna biro di colore nero o blu. 
    La seconda prova scritta si svolgera' presso l'Universita'  degli
studi del Molise,  II  edificio  polifunzionale,  via  de  Sanctis  -
Campobasso, il giorno 2 dicembre 2011 alle  ore  10.00.  I  candidati
dovranno  presentarsi  alle   ore   9.00   per   le   operazioni   di
identificazione, muniti di penna biro di colore nero o blu. 
    Eventuali modifiche in ordine al giorno, ora o luogo delle  prove
verranno rese note sul sito internet www.unimol.it sezione  in
primo piano / concorsi / personale tecnico-amministrativo /  concorsi
pubblici a tempo determinato) almeno cinque giorni prima  dell'inizio
della prova stessa. 
    Saranno ammessi a  sostenere  la  prova  orale  i  candidati  che
abbiano riportato in ciascuna prova scritta una votazione  di  almeno
21/30. 
    La prova orale si svolgera' presso l'Universita' degli studi  del
Molise, II edificio polifunzionale, via de Sanctis -  Campobasso,  il
giorno 13 dicembre 2011 alle ore 10.00. 
    L'elenco dei candidati ammessi alla prova orale sara'  reso  noto
sul sito internet http://www.unimol.it - sezione  in  primo  piano  /
concorsi / personale tecnico-amministrativo  /  concorsi  pubblici  a
tempo determinato) entro il giorno 7 dicembre  2011  e  nello  stesso
giorno saranno rese note eventuali modifiche in ordine al giorno, ora
o luogo di svolgimento della prova orale. 
    La prova orale si intende superata con  il  punteggio  di  almeno
21/30. Al termine della prova orale la commissione formera'  l'elenco
dei candidati esaminati  con  l'indicazione  del  voto  riportato  da
ciascuno di essi e curera' l'affissione di tale elenco all'albo della
sede di esame. 
    L'avviso in ordine alle date delle prove concorsuali, come  sopra
riportato, ha valore di  notifica  a  tutti  gli  effetti  di  legge,
pertanto i candidati ai quali non sia stata  comunicata  l'esclusione
dalla procedura concorsuale sono tenuti a presentarsi  nel  giorno  e
presso la sede di esame indicata muniti, con esclusione di altri,  di
uno dei seguenti documenti di riconoscimento: 
    a) fotografia recente applicata su carta  legale,  con  la  firma
dell'aspirante autenticata dal sindaco o da un notaio; 
    b) tessera di riconoscimento personale, se  il  candidato  e'  un
dipendente statale; 
    c) tessera postale o porto d'arme  o  patente  automobilistica  o
passaporto o carta d'identita'. 
    La  mancata  presentazione   alle   prove   d'esame   comportera'
l'esclusione dalla procedura  concorsuale.  L'assenza  del  candidato
sara' considerata come rinuncia  alla  prova,  qualunque  ne  sia  la
causa. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
                               Titoli 
 
 
    I titoli devono  essere  posseduti  alla  data  di  scadenza  del
termine di presentazione della domanda di partecipazione al  concorso
ed allegati  alla  domanda  stessa  con  le  seguenti  modalita':  in
originale;  in  copia  autenticata;  in  fotocopia  non   autenticata
d'insieme  alla  dichiarazione  sostitutiva  di  atto  di  notorieta'
(allegato B), che attesti la conformita'  all'originale  della  copia
dell'atto in possesso del candidato  o  del  documento  rilasciato  o
conservato da una pubblica  amministrazione;  mediante  dichiarazione
sostitutiva di certificazioni (allegato A) prodotta  in  sostituzione
dei titoli stessi. 
    Agli atti e documenti redatti in  lingua  straniera  deve  essere
allegata una traduzione in lingua italiana  certificata  conforme  al
testo originale dalle competenti autorita' diplomatiche  o  consolari
oppure da un traduttore ufficiale. 
    Ai predetti  titoli  non  puo'  essere  attribuito  un  punteggio
complessivo superiore a 10. 
    Le categorie di titoli valutabili ed il relativo punteggio sono i
seguenti: 
    a) titoli connessi ad attivita'  lavorativa  prestata:  punteggio
massimo attribuibile 5; 
    b) titoli di studio: punteggio massimo attribuibile 3; 
    c) titoli vari: punteggio massimo attribuibile 2. 
    In caso di presentazione dei titoli il candidato  deve,  inoltre,
allegare alla domanda l'elenco degli stessi  che  intende  sottoporre
alla valutazione della commissione. 
    Sono valutabili esclusivamente i titoli presentati dal  candidato
con le modalita' previste dal presente articolo. 
    La valutazione dei titoli e' effettuata dopo  le  prove  scritte,
limitatamente ai candidati presenti alle stesse, e prima di procedere
alla valutazione dei relativi elaborati, tenendo conto dei criteri di
attribuzione dei punteggi  all'interno  delle  singole  categorie  di
titoli valutabili. 
    Al termine della procedura  selettiva,  decorsi  sessanta  giorni
dalla   pubblicazione   della    graduatoria    all'albo    ufficiale
dell'Universita', questa amministrazione  provvede  a  restituire  ai
candidati che  ne  abbiano  fatto  espressa  richiesta,  i  documenti
allegati alla domanda. I documenti dovranno essere ritirati presso il
settore personale tecnico-amministrativo dall'interessato o da un suo
delegato entro trenta giorni  dalla  scadenza  del  predetto  termine
decorso il quale i titoli non saranno piu' restituiti. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
       Formazione della graduatoria ed approvazione degli atti 
 
 
    Al termine delle prove  di  esame,  la  commissione  esaminatrice
forma la graduatoria  di  merito  secondo  l'ordine  decrescente  del
punteggio complessivo, sulla base della somma della  media  dei  voti
riportati nelle prove scritte e del voto ottenuto in quella orale.  A
tale somma si aggiunge il punteggio attribuito ai titoli. 
    Per la formazione della graduatoria finale saranno  osservate,  a
parita'  di  punteggio,  le  disposizioni  vigenti  in   materia   di
preferenza e precedenza. 
    A tal  fine,  i  candidati  che  avranno  superato  il  colloquio
dovranno far pervenire, di propria iniziativa, al  magnifico  rettore
dell'Universita'  degli   studi   del   Molise,   settore   personale
tecnico-amministrativo,  entro  il  termine  perentorio  di  quindici
giorni dall'espletamento della prova orale, i documenti, in originale
o in copia autentica, attestanti il possesso dei titoli di preferenza
e/o di precedenza, di cui all'art. 5 del decreto del Presidente della
Repubblica n. 487/1994, valutabili a parita' di merito e a parita' di
titoli, gia' indicati nella domanda di partecipazione alla selezione. 
    La  copia  autentica   puo'   essere   sostituita   da   apposita
dichiarazione sostitutiva dell'atto  di  notorieta',  resa  ai  sensi
dell'art. 19 del decreto del Presidente della Repubblica 28  dicembre
2000, n. 445, come integrato dall'art.  15  della  legge  16  gennaio
2003, n. 3, che attesti  la  conformita'  all'originale  della  copia
dell'atto in possesso del candidato  o  del  documento  rilasciato  o
conservato da una pubblica amministrazione. 
    Tale documentazione  dovra'  pervenire,  entro  i  termini  sopra
indicati, secondo  una  delle  modalita'  indicate  nell'art.  3  del
presente bando di concorso. 
    A parita' di merito e di titoli, la preferenza e' determinata: 
    1) dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che
il candidato sia coniugato o meno; 
    2) dall'aver prestato  lodevole  servizio  nelle  amministrazioni
pubbliche; 
    3) ai sensi dell'art. 3, comma 7, della legge n. 15 maggio  1997,
n. 127, come modificato dall'art. 2 della legge 16  giugno  1998,  n.
191,  se  due  o  piu'  candidati  ottengono,  a  conclusione   delle
operazioni di valutazione dei titoli  e  delle  prove  di  esame,  lo
stesso punteggio, e' preferito il candidato piu' giovane d'eta'. 
    La   graduatoria   finale,   previa   approvazione   degli   atti
concorsuali, sara'  affissa  all'albo  ufficiale  di  Ateneo  on-line
all'indirizzo  www.albo.unimol.it  e   pubblicata   sul   sito
internet all'indirizzo www.unimol.it - sezione in primo  piano
/ concorsi / personale tecnico-amministrativo / concorsi  pubblici  a
tempo determinato.  Della  avvenuta  affissione  sara'  data  notizia
mediante avviso nella Gazzetta Ufficiale della  Repubblica  italiana.
Dal giorno successivo  a  quello  del  suddetto  avviso  decorrono  i
termini per eventuali impugnative. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
                       Assunzione in servizio 
 
 
    Il candidato dichiarato vincitore sara' invitato a  stipulare  il
contratto di lavoro individuale a tempo determinato, per  un  periodo
di ventiquattro mesi, con regime di orario a tempo pieno  (100%),  in
conformita' a quanto previsto dal CCNL del comparto universita'. 
    Il rapporto di lavoro si risolve automaticamente,  senza  diritto
di preavviso,  alla  scadenza  del  termine  indicato  nel  contratto
individuale, salvo rinnovo o proroga in relazione  alle  esigenze  di
realizzazione del progetto e  previa  verifica  della  disponibilita'
finanziaria dei fondi relativi al progetto medesimo. 
    In nessun caso il rapporto di lavoro  a  tempo  determinato  puo'
trasformarsi  in  rapporto  di  lavoro  a  tempo  indeterminato.   Il
candidato dichiarato vincitore sara'  invitato  entro  trenta  giorni
dall'assunzione a produrre la documentazione attestante  i  requisiti
dichiarati nella domanda e richiesti dalla normativa vigente. 
    Trascorsi  inutilmente  i  trenta  giorni,  e  fatta   salva   la
possibilita' di una proroga a richiesta dell'interessato nel caso  di
comprovato impedimento,  non  si  da'  luogo  alla  stipulazione  del
contratto,  ovvero  si  provvede,  per  i  rapporti  gia'  instaurati
all'immediata   risoluzione   dei   medesimi.   Comporta,    inoltre,
l'immediata risoluzione del rapporto di lavoro la mancata  assunzione
in servizio nel termine stabilito, salvo  comprovati  e  giustificati
motivi di impedimento. 

        
      
                               Art. 10 
 
 
                    Responsabile del procedimento 
 
 
    Ai sensi della legge 7 agosto 1990, n. 241, il  responsabile  del
procedimento concorsuale di cui al presente bando e' il  responsabile
del  settore  personale   tecnico-amministrativo,   dott.   Francesco
Sanginario. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
 
    I dati personali  trasmessi  dai  candidati  con  la  domanda  di
partecipazione alla selezione, ai sensi dell'art. 11 e  visto  l'art.
13 del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196,  saranno  trattati
per  le  finalita'  di   gestione   della   procedura   selettiva   e
dell'eventuale procedimento di assunzione in servizio.  In  qualsiasi
momento gli interessati potranno esercitare i diritti di cui all'art.
7  della  legge  n.  196/2003  nei  confronti  del  titolare   o   al
responsabile, anche per il tramite di un incaricato  del  trattamento
dei dati personali. 
    Titolare del trattamento dei dati e'  l'Universita'  degli  studi
del Molise nella persona del rettore, domiciliato per  la  carica  in
Campobasso, via De Sanctis. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
                         Diritto di accesso 
 
 
    Ai  candidati  e'  garantito   il   diritto   di   accesso   alla
documentazione inerente il procedimento di selezione, ai sensi  della
normativa vigente in materia. 

        
      
                               Art. 13 
 
 
                            Norme finali 
 
 
    Per quanto non espressamente disciplinato dal  presente  bando  e
dal   citato    regolamento    per    l'assunzione    di    personale
tecnico-amministrativo a tempo  determinato  per  lo  svolgimento  di
attivita' connesse a programmi di  ricerca  e  per  l'attivazione  di
infrastrutture tecniche complesse o per la realizzazione di specifici
progetti di miglioramento dei servizi offerti,  emanato  con  decreto
rettorale n. 850 del 26 maggio 2005, valgono  le  norme  generali  in
materia di accesso ai pubblici impieghi, nonche'  le  norme  generali
che disciplinano lo svolgimento dei concorsi e delle altre  forme  di
assunzione nei pubblici impieghi ed in particolare le norme contenute
nel vigente contratto collettivo nazionale  di  lavoro  del  comparto
universita'. 
    L'Universita'  degli  studi  del  Molise  si   riserva,   a   suo
insindacabile giudizio,  di  revocare,  modificare  o  sospendere  il
presente  bando  per  motivi  di  opportunita'  o  per   sopraggiunte
disposizioni normative o di contrattazione collettiva di comparto. 
    Il presente bando sara' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica   italiana,   all'albo   ufficiale   di   Ateneo   on-line
all'indirizzo  www.albo.unimol.it  e   pubblicato   sul   sito
internet all'indirizzo /www.unimol.it - sezione in primo  piano
/ concorsi / personale tecnico-amministrativo / concorsi  pubblici  a
tempo determinato. 
      Campobasso, 12 ottobre 2011 
 
                                                  Il rettore: Cannata