Concorso per 1 dirigente amministrativo (lombardia) AZIENDA OSPEDALIERA 'S. ANTONIO ABATE' DI GALLARATE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Mobilita'
Posti 1
Fonte: DIR N. 80 del 23-11-2011
Sintesi: AZIENDA OSPEDALIERA 'S. ANTONIO ABATE' DI GALLARATE Concorso (Scad. 12 dicembre 2011) Avviso pubblico di mobilità regionale ed interregionale tra Aziende ed Enti del comparto sanità ed intercompartimentale, per titoli ...
Ente: AZIENDA OSPEDALIERA 'S. ANTONIO ABATE' DI GALLARATE
Regione: LOMBARDIA
Provincia: VARESE
Comune: GALLARATE
Data di pubblicazione 24-11-2011
Data Scadenza bando 12-12-2011
Condividi

AZIENDA OSPEDALIERA 'S. ANTONIO ABATE' DI GALLARATE

Concorso (Scad. 12 dicembre 2011)

Avviso pubblico di mobilità regionale ed interregionale tra Aziende ed Enti del comparto sanità ed intercompartimentale, per titoli e colloquio, per la copertura di n. 1 posto di dirigente amministrativo - responsabile della struttura complessa: amministrazione del personale e sviluppo risorse umane


In esecuzione del decreto del Direttore Generale n. 67 del 28 ottobre 2011 è indetto avviso pubblico di mobilità regionale ed interregionale tra Aziende ed Enti del comparto Sanità ed intercompartimentale, per titoli e colloquio, ai sensi dell’art. 20 del CCNL 8 giugno 2000 – area dirigenza sanitaria, professionale, tecnica ed amministrativa del SSN e dell’art. 30 del d.lgs. n 165/2001 così come modificato dall’art. 40 del d.lgs. n. 150/2009, per la copertura dei seguenti posti:
• n. 1 posto di dirigente amministrativo responsabile della struttura complessa: amministrazione del personale e sviluppo risorse umane
REQUISITI DI AMMISSIONE:
Per partecipare alla procedura di mobilità è prescritto il possesso dei seguenti requisiti:
a) essere in servizio a tempo indeterminato presso Aziende o Enti del S.S.N. o in altra Pubblica Amministrazione;
b) essere inquadrato nel profilo professionale di Dirigente Amministrativo con una pregressa anzianità di servizio di almeno 5 anni nella qualifica dirigenziale;
c) aver superato il periodo di prova nel profilo professionale di cui sopra;
d) avere la piena idoneità fisica al posto da ricoprire senza alcuna limitazione;
e) non aver subito sanzioni disciplinari e non aver procedimenti in corso;
f) a norma dell’art. 53 del d.lgs. 165/2001 così come modificato ed intergrato dal d.lgs. 150/2009 si precisa che non potranno essere conferiti incarichi di direzione di strutture deputate alla gestione del personale a soggetti che rivestono o abbiano rivestito negli ultimi due anni cariche in partiti politici o in organizzazioni sindacali o che abbiano avuto negli ultimi due anni rapporti continuativi di collaborazione o di consulenza con le predette organizzazioni.
I requisiti sopra indicati devono essere posseduti, a pena d’esclusione, alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione delle domande di ammissione e permanere alla data dell’effettivo trasferimento.
PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
Gli interessati potranno inoltrare all’Amministrazione dell’Azienda Ospedaliera «S. Antonio Abate» – Largo Boito, 2 - Gallarate, domanda in carta libera formulata secondo lo schema allegato, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 12 dicembre 2011
Detto termine è perentorio e non si terrà conto delle domande, documenti e titoli che perverranno, qualunque ne sia la causa, dopo la scadenza, o che siano prive, anche in parte, dei requisiti richiesti.
La presentazione della domanda può essere effettuata con le seguenti modalità:
• direttamente a cura dell’interessato con sottoscrizione apposta in presenza del dipendente addetto a ricevere la pratica;
• presentazione, anche tramite terza persona all’uopo delegata e munita di valido documento di riconoscimento o mediante servizio postale, unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità non scaduto, purché l’istanza pervenga al protocollo dell’ente entro il termine di scadenza sopra indicato;
• mediante posta elettronica certificata all’indirizzo: personale@ pec.aogallarate.it, a condizione che il candidato disponga di un indirizzo di posta elettronica certificata e che le documentazione allegata sia in formato.pdf. Si precisa che l’e-mail inviata da un dominio non certificato (per esempio da un normale indirizzo di posta elettronica) ad un indirizzo di PEC non assume valore legale di raccomandata con ricevuta di ritorno.
Con la presentazione della domanda è implicita da parte del candidato l’accettazione senza riserve di tutte le prescrizioni del presente avviso, di legge e di regolamento in vigore ed eventuali modificazioni che potranno essere disposte in futuro.
Ai sensi dell’art. 13 del d.l.vo 196/2003 i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso questa Azienda Ospedaliera per le finalità di gestione dell’avviso e trattati tramite supporti cartacei ed informatici e successivamente alla eventuale istituzione del contratto individuale di lavoro per finalità inerenti la gestione del rapporto stesso. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dall’avviso. L’interessato è titolare dei diritti nei confronti del titolare o del responsabile del trattamento ai sensi dell’articolo 7 del sopraccitato decreto legislativo.
Alla domanda devono essere allegati:
- documenti attestanti il possesso dei requisiti specifici soprarichiamati, incluso un certificato di servizio storico;
− ogni certificazione e titolo che ritengono opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria, tra cui: titoli di carriera, accademici e di studio, titoli scientifici, partecipazione a congressi, convegni o seminari, incarichi di insegnamento conferiti da enti pubblici, ecc.;
- curriculum formativo e professionale in formato europeo datato e firmato, che non può avere valore di autocertificazione di tutte le certificazioni relative al contenuto dello stesso;
- due copie di un elenco riassuntivo di tutti i documenti e titoli presentati (di cui una copia verrà restituita al candidato come ricevuta).
Si precisa che questa Amministrazione garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro (artt. 7 e 57 d.lgs. 165/01 – d.lgs. 198/06).
I titoli possono essere prodotti:
a) in originale;
b) mediante copia autenticata, mediante dichiarazione sostitutiva di certificazioni o mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà a norma degli artt. 18, 19, 20 e 21 del d.p.r. 445 del 28 dicembre 2000.
Le dichiarazioni sostitutive di cui al punto b) se presentate contestualmente all’istanza di partecipazione, devono essere sottoscritte dall’interessato in presenza del dipendente addetto o allegando una fotocopia di un documento di identità valido.
Al fine di accelerare il procedimento, gli interessati sono invitati ad allegare alla predetta dichiarazione una copia fotostatica, ancorché non autenticata, dei certificati oggetto della dichiarazione.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa. Se prodotte in copia autenticata ai sensi di legge ovvero presentate con dichiarazione di cui agli artt. 18/21 del d.p.r. 445/2000, riguardante la conoscenza del fatto che la copia delle stesse, è conforme all’originale.
Fermo restando quanto previsto dall’art. 76 del d.p.r. 445/2000, qualora dal controllo delle dichiarazioni sostitutive, di cui sopra, emerga la non veridicità del contenuto delle stesse, il dichiarante decadrà dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base delle dichiarazioni non veritiere.
Tutti i documenti prodotti dai candidati a corredo della domanda, a sensi della L. 23 agosto 1988, n. 370, non sono soggetti all’imposta di bollo.
Si rammenta che la sottoscrizione della domanda e delle dichiarazioni temporaneamente sostitutive consentiti ai sensi dell’art. 39 del d.p.r. 445 del 28 dicembre 2000, non sono soggette ad autenticazione.
AMMISSIBILITÀ E COMMISSIONE ESAMINATRICE
L’accertamento del possesso dei requisiti sarà effettuato dalla U.O. Amministrazione del Personale dell’Azienda.
Eventuali irregolarità della domanda, che non comportano l’esclusione dalla procedura, dovranno essere regolarizzate entro il termine stabilito dalla Struttura di cui sopra; la mancata regolarizzazione comporterà l’esclusione dalla procedura.
I candidati ammessi alla procedura saranno sottoposti a colloquio valutativo da parte di apposita Commissione che sarà costituita da:
1. Presidente: Direttore Amministrativo o suo delegato;
2. Componente: Direttore del Dipartimento amministrativo o Direttore di struttura complessa dell’area di riferimento in servizio presso il S.S.R.;
3. Componente: Dirigente del S.S.R. della medesima area di riferimento, possibilmente esterno individuato dalla Direzione Aziendale;
4. Segretario verbalizzante.
Il colloquio sarà finalizzato alla valutazione della professionalità in possesso dell’aspirante con riferimento all’esperienza di lavoro maturata nell’ultimo quinquennio nell’area a selezione, al patrimonio di conoscenze acquisite e applicate, alla capacità di soluzione di problemi operativi, al grado di motivazione personale, all’iniziativa e predisposizione al lavoro di equipe, al fine di verificarne la rispondenza alle esigenze aziendali rispetto al posto da ricoprire.
VALUTAZIONE TITOLI E COLLOQUIO
La Commissione dispone complessivamente di 40 punti così ripartiti:
- punti 20 per la valutazione dei titoli
- punti 20 per l’esame colloquio
I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:
• titoli di carriera punti 10
• titoli accademici e di studio punti 3
• pubblicazioni e titoli scientifici punti 3
• curriculum formativo e professionale punti 4
Il superamento del colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 14/20.
GRADUATORIA
La graduatoria di merito è formulata dalla Commissione Esaminatrice secondo l’ordine dei punti complessivi ottenuti da ciascun candidato nella valutazione dei titoli e nel colloquio.
Nel caso in cui 2 o più candidati ottengano, a conclusione delle operazioni di valutazione dei titoli, pari punteggio, verrà data la precedenza al candidato più giovane (L. 127/1997 e succ. modif. con L. 191/1998)
L’utilizzo della graduatoria, che avrà validità di 1 anno, è rimesso all’insindacabile giudizio dell’amministrazione.
COSTITUZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO
L’assunzione del vincitore della procedura di mobilità avverrà nel rispetto delle norme vigenti al momento dell’assunzione e sarà in ogni caso subordinata al rilascio da parte dell’Amministrazione di appartenenza del nulla-osta al trasferimento.
I vincitori dovranno presentare all’Azienda Ospedaliera, prima della stipulazione del contratto individuale, la documentazione comprovante il possesso dei requisiti nonché i titoli prescritti per il profilo professionale ricoperto.
La nomina decorrerà agli effetti giuridici ed economici dalla data di effettivo inizio del servizio.
Con l’assunzione in servizio è implicita l’accettazione senza riserve, di tutte le disposizioni che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico dei dipendenti di questa Amministrazione.
Il personale trasferito per mobilità è esonerato dall’obbligo del periodo di prova in quanto già superato presso l’Amministrazione di provenienza.
Decadrà dall’impiego chi l’abbia conseguito mediante la presentazione di documenti falsi o viziati di invalidità non sanabile.
Nel termine di 30 giorni, il vincitore dell’avviso dovrà dichiarare di non avere altri rapporti di impiego pubblico o privato e di non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate dall’art. 53 del d.lgs. n. 165/2001.
In caso contrario, unitamente ai documenti, dovrà essere presentata una dichiarazione di opzione per questa Azienda.
L’Azienda declina sin d’ora ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte dell’aspirante o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambio di indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali disguidi postali o telegrafici, non imputabili a colpa dell’Azienda stessa.
Per quanto non espressamente previsto dal presente avviso si rinvia alle norme legislative in vigore.
Questa amministrazione si riserva la facoltà, a suo insindacabilegiudizio, di prorogare, modificare o revocare il presente avviso.
Ulteriori informazioni potranno essere fornite a cura dell’U.O. Amministrazione del Personale – Settore Concorsi – ( 0331- 751541 indirizzo mail: personale.concorsi@aogallarate.it
Gallarate, 28 ottobre 2011
Il direttore amministrativo
Mauro Caruggi