Concorso per 1 revisore contabile (lazio) MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 78 del 05-10-2012
Sintesi: MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI CONCORSO   (scad.  5 novembre 2012) Avviso pubblico per la presentazione delle domande per l'inserimento nell'elenco dei revisori dei conti ...
Ente: MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 05-10-2012
Data Scadenza bando 05-11-2012
Condividi

MINISTERO DELL'INTERNO DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI

CONCORSO   (scad.  5 novembre 2012)
Avviso pubblico per la presentazione delle domande per  l'inserimento
  nell'elenco dei revisori dei conti degli enti locali per la fase di
  prima  applicazione  del  decreto  del  Ministro  dell'interno   15
  febbraio 2012, n. 23, riferito ai soli enti  locali  della  Regione
  Sardegna. 
 
    Si rende noto che,  dalla  data  di  pubblicazione  del  presente
avviso nella Gazzetta Ufficiale della repubblica italiana, i soggetti
interessati, residenti nel territorio della regione Sardegna, possono
presentare domanda per l'inserimento  nell'elenco  dei  revisori  dei
conti degli enti  locali,  previsto  dal  regolamento  approvato  con
decreto del Ministro dell'interno 15 febbraio 2012, n. 23, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 67 del 20 marzo 2012. 
    Le domande concernono l'inserimento  nell'elenco,  riferito  alla
sezione della regione Sardegna, per la  fase  di  prima  applicazione
delle disposizioni del predetto decreto. 
    Si rammenta che e' richiesto il possesso, alla data  di  scadenza
del termine utile per la presentazione delle domande,  dei  requisiti
gia' indicati dall'art. 4 del predetto regolamento. 
    Il requisito relativo allo svolgimento di precedenti incarichi di
revisore dei conti presso enti locali,  richiesto  per  l'inserimento
nelle fasce 2 e 3  dell'elenco,  si  riferisce  ad  incarichi  svolti
presso enti locali, come individuati ai sensi dell'art. 2,  comma  1,
del decreto legislativo 18 agosto 2000,  n.  267  (comuni,  province,
citta' metropolitane, comunita' montane, comunita' isolane, e  unioni
di comuni). 
    Il requisito relativo  al  conseguimento  di  crediti  formativi,
richiesto   per    l'inserimento    nell'elenco,    deve    riferirsi
esclusivamente alla partecipazione  a  corsi  e/o  seminari  o  altri
eventi formativi che vertono  su  argomenti  strettamente  rientranti
nella    materia    di    contabilita'    pubblica     e     gestione
economico-finanziaria degli enti locali. 
    In caso  di  soggetto  iscritto  sia  al  Registro  dei  revisori
contabili  che  all'Ordine  dei  dottori  commercialisti  ed  esperti
contabili, si  terra'  conto,  ai  fini  del  possesso  del  relativo
requisito, dell'iscrizione con maggiore anzianita'. 
    Il termine utile per la presentazione delle  domande  e'  fissato
perentoriamente entro e non oltre trenta giorni successivi  a  quello
di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica italiana. A tal fine,  si  fa  riferimento  alla  data  di
trasmissione della domanda che dovra'  avvenire,  come  si  dira'  in
seguito, per posta elettronica certificata e sottoscrizione con firma
digitale. Se il predetto termine scade in giorno festivo,  lo  stesso
e' prorogato al giorno seguente non festivo. 
    Le  domande  vanno  presentate  al   Ministero   dell'interno   -
Dipartimento per gli affari interni e territoriali esclusivamente per
via telematica con la compilazione di apposito modello  contenente  i
dati  anagrafici  e  la  dichiarazione  del  possesso  dei   previsti
requisiti. 
    La compilazione del modello deve avvenire con accesso  alla  home
page del sito internet della Direzione centrale della finanza  locale
raggiungibile     all'indirizzo:     http://finanzalocale.interno.it,
attraverso la selezione del link denominato : Elenco  revisori  enti
locali". Una volta  conclusa  la  compilazione  del  modello,  sara'
possibile generare un file riassuntivo delle domanda, in formato xml,
che  il  richiedente  dovra'  sottoscrivere  con  firma  digitale   e
trasmettere dalla casella di posta elettronica  certificata  indicata
al momento dell'accesso al sistema. 
    Dopo   l'avvenuta   trasmissione,   i   richiedenti   riceveranno
comunicazione,   sulla   propria   casella   di   posta   elettronica
certificata, circa il buon esito della stessa o l'eventuale messaggio
di errore. La sola ricevuta di invio  della  domanda,  tramite  posta
elettronica certificata, non e' sufficiente a comprovare la  regolare
trasmissione, per la quale e' necessario aver  ricevuto  la  predetta
comunicazione di buon esito della stessa. 
    Per  ulteriori  dettagli,  si  rimanda  alla  istruzioni  guidate
presenti sul predetto sito internet anche in forma audio-video. 
    Nella compilazione della domanda sara' richiesto di dichiarare il
possesso dei requisiti previsti, sotto la propria responsabilita'  ai
sensi degli articoli  46  e  47  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 e  con  la  consapevolezza  delle
sanzioni penali in caso di dichiarazioni  mendaci  e  dei  poteri  di
controllo di questa Amministrazione, previsti dagli articolo 76 e  71
dello stesso decreto del Presidente della Repubblica n. 445 del 2000. 
    Dall'elenco formato a seguito della procedura di cui al  presente
avviso saranno estratti i nominativi dei  revisori  per  la  fase  di
prima applicazione del decreto del Ministro dell'interno, ossia  fino
alla data  del  28  febbraio  2013,  attraverso  il  procedimento  di
estrazione previsto dall'art. 5 del citato decreto 15 febbraio  2012,
n. 23 e provvedendo, per ciascun componente dell'organo di  revisione
da rinnovare all'estrazione dei nominativi designati e  ed  eventuali
subentranti in ordine di estrazione. 
    Pertanto, nel caso di organo di revisione collegiale, i primi tre
nominativi estratti saranno designati  per  la  nomina  ed,  in  caso
eventuale   rinuncia   o   impedimento   ad   assumere    l'incarico,
subentreranno gli altri nominativi estratti nell'ordine  generale  di
estrazione, ossia dal quarto al nono estratto.