Concorso per 8 dottori di ricerca (lombardia) UNIVERSITA' VITA-SALUTE SAN RAFFAELE DI MILANO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 8
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 87 del 06-11-2012
Sintesi: UNIVERSITA' VITA-SALUTE SAN RAFFAELE DI MILANO CONCORSO   (scad.  6 dicembre 2012) Bando di concorso per l'ammissione alla Scuola internazionale di dottorato di ricerca in medicina molecolare. (Decreto rettorale ...
Ente: UNIVERSITA' VITA-SALUTE SAN RAFFAELE DI MILANO
Regione: LOMBARDIA
Provincia: MILANO
Comune: MILANO
Data di pubblicazione 07-11-2012
Data Scadenza bando 06-12-2012
Condividi

UNIVERSITA' VITA-SALUTE SAN RAFFAELE DI MILANO

CONCORSO   (scad.  6 dicembre 2012)
Bando di concorso per  l'ammissione  alla  Scuola  internazionale  di
  dottorato di ricerca in medicina molecolare. (Decreto rettorale  n.
  3594).  
 
 
                             IL RETTORE 
 
    Visto lo statuto dell'Universita'  Vita-Salute  San  Raffaele  di
Milano approvato con decreto del Ministro  dell'Universita'  e  della
Ricerca Scientifica e Tecnologica del  2  agosto  1996  e  successive
modificazioni e integrazioni; 
    Visto l'art. 4 della legge 3 luglio 1998, n. 210; 
    Visto il decreto ministeriale 30 aprile 1999, n. 224, regolamento
recante norme in materia di dottorato di ricerca; 
    Visto l'art. 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240; 
    Vista la nota MIUR, prot. 640 del 14 marzo 2011; 
    Vista la nota MIUR, prot. 2550 del 18 gennaio 2012; 
    Visto  il  Regolamento  dei  Corsi  di   Dottorato   di   Ricerca
dell'Universita' Vita-Salute San  Raffaele  di  Milano,  emanato  con
decreto  rettorale  n.  303  del  3  settembre  2001   e   successive
modificazioni e integrazioni; 
    Visto il provvedimento del Presidente n. 39 del  23  maggio  2011
con il quale si istituisce la Scuola Internazionale di  Dottorato  di
Ricerca in Medicina Molecolare. 
    Visto il Regolamento delle Scuole di Dottorato di ricerca emanato
con decreto rettorale n. 3454 del 19 luglio 2011; 
    Viste  le  delibere   dei   competenti   organi   accademici   ed
amministrativi; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                             Istituzione 
 
 
    Al  fine  di  attivare  un  progetto  di  formazione  di  giovani
ricercatori  di  alto  profilo  scientifico  e   favorire   il   loro
inserimento nelle diverse componenti accademiche ed  industriali  nel
sistema  della  ricerca  nazionale  e  internazionale,  l'Universita'
Vita-Salute San Raffaele attiva, per l'anno accademico 2012-2013,  il
XXVIII ciclo dei Corsi di Dottorato  di  Ricerca  tutti  incardinati
presso la Scuola Internazionale di Dottorato di Ricerca  in  Medicina
Molecolare (di seguito: Scuola), ed aventi sede amministrativa presso
la stessa Universita' Vita-Salute San Raffaele. 
    Tale Scuola e' costituita dai seguenti Programmi: 
      Biologia Cellulare e Molecolare; 
      Biologia e Bioterapia del Cancro; 
      Immunologia di Base e Applicata; 
      Medicina Preventiva e Predittiva; 
      Neurologia Sperimentale; 
      Neuroscienze. 
    Il presente bando e' indetto presso l'Universita' Vita-Salute San
Raffaele di Milano per l'ammissione ai seguenti programmi: 
      Biologia Cellulare e Molecolare; 
      Neurologia Sperimentale. 
    E'  pertanto  indetto,  presso  l'Universita'   Vita-Salute   San
Raffaele di Milano, pubblico concorso per l'ammissione alla Scuola di
durata triennale. 
    Sono messi a concorso complessivi 8 posti di cui: 
      4 borse a progetto; 
      4 posizioni senza borsa. 
    Per borse a progetto si intende che la borsa  viene  erogata  per
svolgere uno specifico progetto di ricerca (come indicato a seguire). 
    Qualora si rendessero disponibili nuove borse e posizioni  per  i
Programmi precedentemente  elencati,  l'Universita'  Vita-Salute  San
Raffaele provvedera' ad emettere un nuovo Bando. 
    I posti e le borse di studio sono  distribuiti  come  di  seguito
indicato. 
Dottorato di Ricerca Internazionale in Medicina Molecolare. 
    Direttore della Scuola di Dottorato: Prof. Fabio Grohovaz. 
    Programma: Biologia Cellulare e Molecolare. 
    Coordinatore del Programma: Prof. Ivan de Curtis. 
    Posti: 2 di cui 
      Posizioni senza borsa: 1; 
      Borse a progetto: 1. 
    La borsa viene erogata per lo svolgimento di uno dei due progetti
di seguito indicati, a scelta del candidato risultato vincitore: 
      Progetto  1:  An  "epigenetic  therapy"  approach  to   silence
dominant mutations; 
      Progetto 2: Exploring the role of TEMs in the bone marrow niche
during hematopoietic reconstitution, 
da svolgersi presso l'unita' di Tecnologie di Trasferimento Genico  e
nuove Strategie di Terapia Genica. 
    Programma: Neurologia Sperimentale. 
    Coordinatore del Programma: Prof. Giancarlo Comi Posti: 6 di cui: 
      Posizioni senza borsa: 3; 
      Borse a progetto: 3. 
    Le borse sono  erogate  per  lo  svolgimento  di  uno  dei  sette
progetti di  seguito  indicati,  a  scelta  dei  candidati  risultati
vincitori: 
      Progetto 1: In vivo preclinical  Imaging  da  svolgersi  presso
l'unita' di Neurologia: 
      Progetto 2: A role  for  astrocytes  in  CNS  demyelination  da
svolgersi presso l'unita' di Neuroimmunologia; 
      Progetto 3: Myeloid microvesicles: reading the message  in  the
bottle da svolgersi presso l'unita' di Neuroimmunologia Clinica; 
      Progetto 4: Functional and strucrtural in  vivo  assessment  of
demyelination,  remyelination,  axonal  loss  da   svolgersi   presso
l'unita' di Experimental Neurophysiology; 
      Progetto  5:  Pharmacogenomics  of  Interferon   treatment   in
Multiple sclerosis  da  svolgersi  presso  l'unita'  di  Genetics  of
Neurological Complex Disorder; 
      Progetto  6:  The  influence  of  Microglia  to  the   neuronal
functioning (TIM) da svolgersi presso l'unita' di Neuroimmunologia; 
      Progetto  7:  Defining  the  peripheral  nerve  environment  in
Amyotrophic  Lateral  Sclerosis  da  svolgersi  presso  l'unita'   di
Neuropatologia. 

        
      
                               Art. 2 
 
 
                       Requisiti di ammissione 
 
 
    Possono presentare  domanda  di  partecipazione  al  concorso  di
ammissione alla Scuola di  Dottorato  di  Ricerca  Internazionale  in
Medicina Molecolare, senza limitazioni di eta' e cittadinanza, coloro
che siano in possesso di laurea secondo il vecchio ordinamento  o  di
laurea  specialistica  secondo  il  nuovo  ordinamento  (in   seguito
denominata  "laurea")  o  di  analogo  titolo  accademico  conseguito
all'estero, preventivamente riconosciuto dalle autorita' accademiche,
anche nell'ambito di  accordi  interuniversitari  di  cooperazione  e
mobilita'. 
    Come da regolamento dell'Universita', e' consentita  l'iscrizione
sub condicione ai laureandi, purche' conseguano il  titolo  entro  la
data di svolgimento della prima prova di ammissione. 
    I cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari, in  possesso
di un titolo accademico straniero, che non sia gia' stato  dichiarato
equipollente ad una laurea italiana,  dovranno,  unicamente  ai  fini
dell'ammissione al dottorato al  quale  intendono  concorrere,  farne
espressa richiesta alla Commissione  Giudicatrice  nella  domanda  di
partecipazione al concorso e corredare la domanda stessa dei seguenti
documenti: 
    1)  titolo  di  studio  con  l'elenco  degli  esami  sostenuti  e
l'indicazione  dei  voti  conseguiti  tradotto  e  legalizzato  dalla
rappresentanza italiana (Ambasciata o Consolato) nel Paese ove si  e'
conseguito il titolo; 
    2) "dichiarazione di valore in loco" da  richiedere  alla  stessa
rappresentanza. 
    Nel caso in cui il candidato sia impossibilitato a presentare  la
documentazione  di  cui  al  punto  2)  assieme  alla  documentazione
richiesta per l'ammissione al presente concorso o qualora presenti la
documentazione  al  punto  1)  in  lingua  inglese,  la   Commissione
Giudicatrice ha la facolta' di decidere o meno, l'ammissibilita' "con
riserva" del candidato/a alla valutazione dei titoli. 
    I candidati ammessi alle  prove  concorsuali  "con  riserva",  se
vincitori di concorso, dovranno consegnare il titolo di  studio  come
da punto 1) e la "dichiarazione di valore in loco" entro  il  termine
perentorio di immatricolazione, pena la decadenza. 
    Qualora la documentazione presentata renda impossibile dichiarare
il titolo straniero utile, il candidato vincitore "con riserva" sara'
considerato non ammissibile e quindi decadra'. 
    Per l'accesso al concorso e' richiesta una buona conoscenza della
lingua inglese per tutti i candidati. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
                  Domande di ammissione al concorso 
 
 
    La domanda di ammissione  al  concorso,  indirizzata  al  Rettore
dell'Universita' "Vita-Salute San Raffaele"  di  Milano,  e'  redatta
mediante compilazione  dell'apposito  modulo  elettronico  reperibile
alla pagina  http://www.unisr.it/form/phd2  o  sul  sito  web  della
Scuola di Dottorato (http://www.unisr.it/phd e www.unisr.it/phd/eng). 
    Il Modulo, debitamente compilato in  tutte  le  sue  parti,  deve
essere stampato in carta  libera,  firmato  e  inoltrato  a:  Ufficio
Dottorati di Ricerca  -  Universita'  Vita-Salute  San  Raffaele  via
Olgettina, 58 - 20132 Milano, Italy - tel +39 02 2643 5332 o  +39  02
2643 4842 - fax +39 02 2643 3809, direttamente o a mezzo raccomandata
con avviso di ricevimento ovvero  tramite  corriere  autorizzato  con
ricevuta di ricevimento tassativamente entro 30  gg.  dalla  data  di
pubblicazione del bando in Gazzetta Ufficiale. Sempre entro lo stesso
termine  perentorio,  deve  avvenire  la  compilazione   del   modulo
elettronico sul sito web. 
    Per il rispetto del  termine  relativo  all'invio  della  domanda
fara' fede la  data  del  timbro  dell'Ufficio  postale  (ovvero  del
corriere autorizzato) accettante. 
    Non saranno prese  in  considerazione  le  domande  presentate  o
spedite dopo il termine di scadenza di cui sopra. 
    Del pari, non saranno prese in considerazione: 
      le domande inviate solo ed esclusivamente per  il  tramite  del
sito web, per le quali deve  obbligatoriamente  seguire  -  entro  il
termine di scadenza di cui sopra -  l'invio  in  forma  cartacea  del
modulo elettronico stampato e firmato e degli ulteriori documenti  da
allegarsi; 
      le domande in cui la compilazione del modulo sul sito  web  non
risulti completa in tutte le sue parti. 
    Nella  domanda   (http://www.unisr.it/form/phd2)   il   candidato
inserisce un dettagliato curriculum vitae e una descrizione delle sue
attuali attivita' di ricerca e degli interessi di  ricerca  e  dovra'
dichiarare sotto la propria responsabilita': 
      1) cognome e nome, codice fiscale per i  cittadini  italiani  o
stranieri residenti in  Italia  o  il  numero  di  passaporto  per  i
cittadini non italiani, data e luogo di nascita, residenza,  telefono
e indirizzo e-mail; 
      2) il Programma di dottorato cui intende partecipare ovvero  se
intende partecipare a entrambi Programmi,  questi  vanno  specificati
nella domanda stessa; qualora si presenti  domanda  per  piu'  di  un
Programma, il modulo elettronico deve essere compilato una sola volta
selezionando contemporaneamente  i  Programmi  ai  quali  si  intende
applicare mentre e' obbligatorio inserire,  nel  modulo  elettronico,
due dissertazioni sui propri  interessi  di  ricerca,  uno  per  ogni
Programma selezionato, dando evidenza in ogni dissertazione  a  quale
Programma si riferisce; 
      3) la propria cittadinanza; 
      4)  la  laurea  posseduta,   la   data   di   conseguimento   e
l'Universita'  presso  cui  e'  stata  conseguita  ovvero  il  titolo
accademico conseguito presso un'Universita' straniera. Se  il  titolo
straniero e' gia' stato dichiarato equipollente il  candidato  dovra'
indicare gli estremi del provvedimento di equipollenza; 
      5) la buona conoscenza della lingua inglese; 
      6) di impegnarsi a comunicare  tempestivamente  ogni  eventuale
cambiamento della  propria  residenza  o  del  recapito  eletto  agli
effetti del concorso; 
      7) di impegnarsi a frequentare con pieno impegno  le  attivita'
formative e di ricerca previste per lo svolgimento dei  dottorati  di
ricerca della Scuola Internazionale in Medicina Molecolare; 
      8) di impegnarsi  a  frequentare  attivita'  formative  e/o  di
ricerca presso gli istituti  scientifici  o  i  laboratori  previsti,
anche in ambito internazionale. 
    I candidati dovranno altresi' indicare nella domanda fino  a  due
nominativi di referenti di cui all'art. 5, lettera  c)  del  presente
bando. Si rammenta che le  lettere  di  referenza  pervenute  saranno
rilevanti al fine della valutazione. 
    La  domanda  di  ammissione  (modulo  elettronico)  puo'   essere
compilata in lingua italiana o in lingua inglese indistintamente. 
    I candidati che presentano  domanda  di  ammissione  al  concorso
devono allegare alla domanda, cioe' alla  copia  firmata  del  modulo
elettronico: 
      l'autocertificazione  di  laurea  triennale  (allegato  2)  con
l'indicazione della votazione conseguita; 
      l'autocertificazione  (allegato  2)  di  laurea  (magistrale  o
specialistica) con l'indicazione della votazione conseguita; 
      copia di un documento di identita' valido. 
    Potranno inoltre allegare fino a due  lettere  di  referenze  (in
busta chiusa e firmata dal referente stesso) da parte di personalita'
autorevoli del mondo scientifico e/o accademico le quali,  in  virtu'
dei propri compiti istituzionali, abbiano avuto modo di conoscere  le
qualita' scientifiche del candidato (secondo il modello Allegato  1).
In alternativa, tali lettere potranno essere inviate direttamente dai
referenti  all'Ufficio  Dottorato  dell'Universita'  Vita-Salute  San
Raffaele entro il termine di scadenza previsto al presente art. 3 per
la presentazione delle domande di ammissione. 
    I candidati in possesso di titolo accademico straniero non ancora
dichiarato equipollente alla laurea dovranno allegare alla domanda  i
documenti  utili  a  consentire  alla  Commissione  Giudicatrice   la
dichiarazione di equipollenza, cosi' come  previsto  all'art.  2  del
presente bando. 
    La documentazione presentata non sara' restituita, se non  dietro
richiesta dell'avente diritto da presentarsi in forma scritta entro 1
anno dalla data  di  scadenza  per  la  presentazione  della  domanda
riportata sul presente bando. 
    Gli aventi diritto potranno avvalersi delle disposizioni previste
dal decreto del Presidente della Repubblica n.  445/00  e  successive
modificazioni e integrazioni in materia di dichiarazioni  sostitutive
utilizzando l'Allegato 2 qualora attestino altre circostanze  di  cui
agli art. 46 e 47 del decreto  del  Presidente  della  Repubblica  n.
445/00. 
    Ai sensi dell'art. 20,  legge  n.  5  febbraio  1992,  n.  104  e
successive modificazioni ed integrazioni, i  candidati  portatori  di
handicap nella domanda di partecipazione al concorso devono  avanzare
specifica  richiesta  con  riguardo  all'ausilio  necessario  nonche'
all'eventuale necessita' di  tempi  aggiuntivi  per  l'  espletamento
delle prove. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
                         Programma formativo 
 
 
    Il bando prevede borse e posizioni senza  borsa  nell'ambito  dei
seguenti Programmi della Scuola: 
A) Programma: Neurologia Sperimentale. 
    Tematica Generale: Medicina Molecolare. 
    Tematiche  specialistiche:  neuropatologia,   neuroepidemiologia,
neurologia clinica, neuro immunologia, neuroimaging, neuro  genetica,
neurofisiologia sperimentale, neuro embriologia, psichiatria,  trials
clinici. 
    Obiettivi e finalita': 
    L'obiettivo del dottorato e' di fornire agli iscritti  competenze
di  elevato  livello  e  qualificazione,  adeguate  all'esercizio  di
attivita' di ricerca e  professionali  nell'ambito  della  neurologia
sperimentale. Per neurologia sperimentale  si  intende  l'insieme  di
attivita' di laboratorio e cliniche che consentono di mettere a punto
e validare nuove strategie  terapeutiche.  Il  dottorato  prevede  la
formazione di esperti sia nell'ambito della ricerca di base che della
ricerca clinica. Elemento comune della formazione sono: la conoscenza
di  elementi  di  anatomia  e  fisiologia  del  sistema  nervoso,  di
statistica, di  neuroepidemiologia,  dei  meccanismi  di  base  delle
principali patologie  neurologiche,  dei  principi  che  regolano  la
sperimentazione clinica sotto il profilo metodologico e dei  principi
di terapia delle  principali  patologie  neurologiche.  I  dottorandi
dovranno acquisire conoscenze specifiche in una o piu' discipline  di
base o cliniche attraverso la frequenza  dei  relativi  laboratori  e
reparti di degenza. 
    La formazione si sviluppera' nelle seguenti linee fondamentali: 
      1) Comprensione dei meccanismi di danno  e  di  recupero  nelle
patologie neurologiche e psichiatriche; 
      2) validazioni di misure cliniche e paracliniche  da  impiegare
nei trials clinici e nel monitoraggio delle nuove terapie; 
      3)  ricerca  e  validazione  di  nuove   terapie   eziologiche,
sintomatiche e riabilitative a  livello  sperimentale,  preclinico  e
clinico; 
    Ambito della formazione: 
      Malattie infiammatorie del sistema nervoso: Sclerosi  multipla;
Neuropatie disimmuni; 
      Malattie  neurodegenerative:  Demenze;   SLA;   Disordini   del
movimento; 
      Malattie  neuromuscolari:  Vasculopatie  cerebrali;   Neoplasie
cerebrali, Epilessia; Psicosi. 
B) Programma: Biologia Cellulare e Molecolare. 
    Tematica Generale: Medicina Molecolare; 
    Tematiche   specialistiche:    biologia    cellulare,    biologia
molecolare,  biochimica,  genetica,   epigenetica,   biologia   dello
sviluppo. 
    Obiettivi e finalita': 
    Questo Programma di Dottorato si basa sullo studio  dei  processi
molecolari e cellulari alla base del funzionamento degli organismi in
condizioni fisiologiche e patologiche.  Il  corso  e'  finalizzato  a
preparare gli studenti ad una  carriera  nella  ricerca  in  biologia
cellulare, molecolare e dello sviluppo. Durante il corso gli studenti
partecipano ad eventi  formativi  nelle  seguenti  aree:  biochimica,
biologia molecolare, biologia  cellulare,  genetica,  biologia  dello
sviluppo e statistica, e svolgono un progetto di ricerca in  uno  dei
laboratori partecipanti. Il piano  completo  dell'offerta  formativa,
inclusi i laboratori partecipanti, e' disponibile sul  sito  internet
del Programma (http://www.unisr.it). 

        
      
                               Art. 5 
 
 
           Procedura di Ammissione al Dottorato di Ricerca 
 
 
    L'ammissione ad uno dei due Programmi di Dottorato  della  Scuola
avviene previo superamento di una valutazione comparativa  articolata
in due fasi. 
    Ai  fini  della  graduatoria  finale,  che  sara'   espressa   in
centesimi, potranno essere attribuiti fino ad un massimo di 60  punti
ai titoli presentati  (inclusa  la  dissertazione  scritta)  ed  alle
referenze del candidato e fino ad un massimo di 40 punti alla seconda
fase di valutazione. 
5.1. Prima fase di valutazione. 
    Tale fase non e' pubblica e riguarda  la  valutazione  effettuata
dalla Commissione: 
      a. dei titoli presentati come sopra indicato e precisamente: 
        curriculum vitae inserito nel modulo elettronico; 
        tipo  di   laurea   vecchio   ordinamento   o   triennale   e
specialistica, votazione finale di laurea (compresa la triennale); 
        eventuali   pubblicazioni   su   riviste   internazionali   e
presentazioni di abstract a congressi; 
      b. della dissertazione scritta, anch'essa inserita  nel  modulo
elettronico, come previsto all'art. 3 del presente bando, relativa ai
propri interessi di  ricerca,  che  potra'  essere  svolta  anche  in
inglese. 
      c.  delle  lettere   di   referenza,   trasmesse   direttamente
all'Ufficio Dottorati dell'Universita' Vita-Salute  San  Raffaele  di
Milano da parte di personalita' autorevoli del mondo scientifico  e/o
accademico, elencate dal candidato nella domanda  di  ammissione,  le
quali, in virtu' dei propri compiti istituzionali, abbiano avuto modo
di conoscere le qualita' scientifiche del candidato (come da  modello
Allegato 1). Dette lettere di  referenza  dovranno  essere  trasmesse
entro il termine di scadenza previsto all'art. 3 del  presente  bando
per la presentazione delle domande di ammissione. 
    Sulla  base  della  documentazione   ricevuta,   le   Commissioni
Giudicatrici  procederanno  con  la  prima  fase  della   valutazione
comparativa dei titoli  dei  candidati,  sulla  base  di  criteri  di
valutazione preliminarmente stabiliti. 
    Le Commissioni Giudicatrici predisporranno quindi una graduatoria
degli ammessi alla seconda fase. 
    Saranno  ammessi  solo  i  candidati  che  avranno  ottenuto   un
punteggio maggiore o uguale al 60% del punteggio massimo attribuibile
per la valutazione titoli (60 punti). 
    Le graduatorie degli ammessi alla seconda  fase  della  selezione
con la Commissione  Giudicatrice,  saranno  rese  pubbliche  mediante
affissione nella bacheca  della  Segreteria  PostLauream,  e/o  nella
bacheca delle Facolta',  nell'Albo  d'Ateneo  on-line  e/o  sul  sito
internet      dell'Universita'       (http://www.unisr.it/phd       e
www.unisr.it/phd/eng), non meno di  sette  giorni  prima  della  data
fissata per la seconda fase della selezione stessa. La  pubblicazione
nelle  bacheche,  sui  siti  e/o  albi  ha  valore  di  comunicazione
ufficiale a tutti gli effetti. 
    Al momento della pubblicazione  della  graduatoria  verra'  anche
inviata, a  mero  scopo  informativo,  un'apposita  comunicazione  ai
candidati che potranno accedere alla  seconda  fase  di  valutazione,
tramite e-mail all'indirizzo di posta elettronica indicato in fase di
presentazione della domanda. Il mancato  ricevimento  della  suddetta
e-mail non potra' essere opposto rispetto alla mancata partecipazione
alle successive fasi di valutazione. 
    A partire dal giorno di  pubblicazione  della  graduatoria  degli
ammessi alla seconda fase e comunque non oltre al giorno  antecedente
a  quello  fissato  per  i  colloqui,  ogni  candidato  deve  fornire
all'Ufficio   Dottorati   (in   forma   cartacea    o    elettronica:
segreteria.dottorati@unisr.it), per ogni Programma a  cui  partecipa,
l'elenco, in ordine di preferenza, dei progetti fra  quelli  proposti
per le "borse a progetto. 
    I candidati che non invieranno entro i termini prestabiliti detta
comunicazione decadranno automaticamente. 
5.2. Seconda fase di valutazione. 
    Questa fase di valutazione consiste in un  colloquio  scientifico
ed attitudinale con la Commissione Giudicatrice secondo i criteri  di
valutazione stabiliti preliminarmente dalle Commissioni Giudicatrici.
Il colloquio  riguardera',  oltre  che  la  conoscenza  della  lingua
inglese, la preparazione generale e specifica dei candidati,  nonche'
la loro motivazione ad intraprendere il Programma di dottorato ed  il
successivo percorso professionale di ricerca. 
    Al termine  della  seconda  fase  di  valutazione,  ognuna  delle
Commissioni Giudicatrici stilera' una graduatoria finale  sulla  base
di una valutazione comparativa. 
    I candidati ammessi al colloquio in piu' di un Programma potranno
sostenere tutti i colloqui ai quali sono stati ammessi. 
    I candidati dovranno presentarsi al colloquio muniti di  uno  dei
seguenti documenti di riconoscimento: carta d'identita',  patente  di
guida, passaporto o eventuali altri documenti  previsti  dalla  legge
purche' muniti di  fotografia  e  di  timbro  o  di  altra  segnatura
equivalente, rilasciati da un'amministrazione dello Stato. 
    Saranno considerati non  idonei  i  candidati  con  un  punteggio
finale inferiore  al  60%  del  punteggio  totale  attribuibile  (100
punti). 
    In caso di pari merito  prevale,  ai  fini  dell'attribuzione  di
borse  di  studio,  la   valutazione   della   situazione   economica
determinata ai sensi del decreto del  Presidente  del  Consiglio  dei
Ministri  30.04.1997  e  successive  modifiche  e,  ai   fini   della
graduatoria, l'inferiore eta' anagrafica. 
    Le graduatorie saranno rese pubbliche, entro  due  settimane  dal
termine della  procedura  di  selezione,  mediante  affissione  nella
bacheca  della  Segreteria  Post-Lauream,  e/o  nella  bacheca  delle
Facolta',  nell'Albo  d'Ateneo  on-line   e/o   sul   sito   internet
dell'Universita' (http://www.unisr.it/phd e www.unisr.it/phd/eng). 
    La pubblicazione nella bacheca sui siti e/o albi le modalita'  di
iscrizione riportate hanno valore di comunicazione ufficiale a  tutti
gli effetti. 
5.3. Assegnazione delle borse e delle posizioni senza borsa. 
    L'attribuzione  avviene  sulla   base   della   posizione   nella
graduatoria finale e delle preferenze dichiarate dai candidati. 
    I candidati dovranno accettare  formalmente  la  loro  iscrizione
entro 10  giorni  a  decorrere  dalla  data  di  pubblicazione  della
graduatoria. 
    Decorsi i termini utili per l'iscrizione,  i  candidati  che  non
avranno  ottemperato  a   quanto   richiesto,   saranno   considerati
rinunciatari e si procedera' al subentro di altri  candidati  secondo
l'ordine della graduatoria, tra quelli che hanno raggiunto la  soglia
di idoneita'. 
    Per i  candidati  subentrati,  i  10  giorni  per  l'accettazione
formale decorreranno dalla data della pubblicazione della graduatoria
aggiornata con le rinunce. 
    Al momento della pubblicazione  delle  graduatorie  verra'  anche
inviata, a mero  scopo  informativo,  un'apposita  comunicazione,  ai
candidati vincitori di una delle posizioni  messe  a  bando,  tramite
e-mail  all'indirizzo  di  posta  elettronica  indicato  in  fase  di
presentazione della domanda. Il mancato  ricevimento  della  suddetta
e-mail non potra' essere opposto rispetto alla mancata partecipazione
alle successive fasi di valutazione. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
               Commissioni giudicatrici per l'accesso 
 
 
    Il Rettore, sentito il parere del Coordinatore  del  Programma  e
del Direttore della Scuola, all'uopo delegati dal Collegio Docenti in
sua  rappresentanza,  nomina  con  proprio  decreto  le   Commissioni
incaricate della  valutazione  comparativa  dei  candidati,  composte
secondo  le  modalita'  previste  dalla  normativa  vigente   e   dai
regolamenti  dell'Universita'  Vita-Salute  San  Raffaele  di  Milano
concernenti le Scuole di Dottorato e i Dottorati di Ricerca. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
                  Modalita' di iscrizione ai corsi 
 
 
    I   concorrenti   risultati   vincitori    dovranno    presentare
direttamente o far pervenire, tramite  servizio  postale  o  corriere
autorizzato,  a:  Ufficio  Dottorati   di   Ricerca   -   Universita'
Vita-Salute San Raffaele, via Olgettina, 58 - 20132 Milano, Italia  -
tel +39 02 2643 5332 o +39 02 2643 4842 - fax  +  39  02  2643  3809,
entro i termini indicati  nel  presente  bando  e  sulle  graduatorie
pubblicate nella bacheca  sull'albo  d'Ateneo  on  line  e  sul  sito
internet dell'Universita', la sottoelencata documentazione  in  carta
libera: 
      lettera di accettazione formale della posizione vinta; 
      domanda di iscrizione al primo anno del corso di dottorato; 
      ricevuta del  pagamento  dei  contributi  per  l'accesso  e  la
frequenza (vedi art.11); 
      fotocopia di un documento di identita' non scaduto. 
    Con la compilazione della domanda il vincitore dichiara: 
      di non essere iscritto/a e di impegnarsi a  non  iscriversi  ad
altro  corso  di  diploma,  di  laurea  o  di  dottorato,  corso   di
perfezionamento, per tutta la durata del corso suindicato; 
      di non essere iscritto/a ad una scuola di  specializzazione  e,
in caso affermativo, di impegnarsi a sospenderne la  frequenza  prima
dell'inizio del corso; 
      di avere/non avere gia' usufruito in precedenza di altra  borsa
di studio per un corso di dottorato; 
      di non cumulare la borsa di studio con altra borsa a  qualsiasi
titolo conferita  tranne  che  con  quelle  concesse  da  istituzioni
nazionali o straniere utili ad integrare, con  soggiorni  all'estero,
l'attivita' di ricerca del dottorando. 
    Relativamente alle prerogative del pubblico dipendente ammesso ai
Programmi della Scuola di Dottorato si rinvia alla normativa  vigente
e al Regolamento dei Corsi di Dottorato dell'Universita'  Vita-Salute
San Raffaele. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
                     Modalita' di conseguimento 
                  del titolo di dottore di ricerca 
 
 
    Il Dottorando puo' sostenere l'esame finale per il  conseguimento
del titolo  dopo  la  scadenza  del  termine  legale  di  durata  del
Dottorato, pari a 3 anni  e  in  ogni  caso  tale  termine  non  puo'
superare il 2 anno di prolungamento del Dottorato stesso. 
    Il dottorando, per poter richiedere di sostenere  l'esame  finale
di dottorato (discussione della Tesi),  deve  produrre  un  lavoro  a
primo nome pubblicato o accettato  da  una  rivista  indicizzata.  Su
motivata richiesta dello Studente,  supportata  dai  supervisori  del
progetto, il 
    Coordinatore di Programma ha la facolta' di ammettere alla  prova
finale, in deroga a questo requisito, un  Dottorando  il  cui  lavoro
sperimentale abbia raggiunto piena completezza, ma  possa  richiedere
dati aggiuntivi per consentire  la  sottomissione  a  una  rivista  a
elevato impatto scientifico. 
    Ai fini del conseguimento del  titolo,  il  dottorando  sosterra'
approfondito seminario pubblico di presentazione  dei  risultati  del
progetto a cui seguira' una sessione ristretta di discussione  avente
per tema la tesi  finale,  previamente  esaminata  e  valutata  dalla
Commissione Giudicatrice. 
    La Commissione Giudicatrice per l'esame finale  e'  nominata  dal
Rettore dell'Universita' Vita-Salute San Raffaele di Milano,  sentito
il Coordinatore del Programma in rappresentanza del Collegio Docenti,
ed e' composta da 3 membri scelti  tra  i  professori  e  ricercatori
universitari di ruolo, specificamente  qualificati  nelle  discipline
attinenti alle aree alle quali si riferisce il corso. Almeno 2 membri
della Commissione  Giudicatrice  devono  appartenere  a  Universita',
anche straniere, non partecipanti al dottorato e  non  devono  essere
componenti del Collegio  dei  Docenti.  La  Commissione  puo'  essere
integrata  da  non  piu'  di  2  esperti   esterni   all'Universita',
appartenenti a  strutture  di  ricerca  pubbliche  e  private,  anche
straniere. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
                  Obblighi e diritti dei dottorandi 
 
 
    La  Scuola  prevede  annualmente  un  piano  formativo  per  ogni
Programma, costituito da corsi di insegnamento (teorici e/o pratici),
lezioni e  attivita'  seminariali  tenuti  da  esperti  del  settore,
interni o esterni al Collegio dei Docenti. 
    Salvo restando i diritti in capo  ai  dottorandi  previsti  dalle
norme vigenti, questi ultimi saranno coinvolti con pieno impegno  nel
progetto di ricerca assegnato e  sono  tenuti  a  frequentare  corsi,
seminari e workshop sulla base  delle  indicazioni  fornite  da  ogni
singolo Programma. La partecipazione e  frequenza  a  tali  attivita'
verra' certificata con le modalita' specificate di volta in volta. 
    Nel caso uno studente non abbia seguito con profitto le attivita'
didattico-formative o di ricerca correlate  al  suo  progetto,  fatti
salvi impedimenti personali che siano stati di  ostacolo  al  normale
svolgimento dell'attivita', il Comitato  Direttivo  della  Scuola  di
Dottorato, sentito l'interessato e consultata la sezione tematica  di
afferenza  del  Collegio  dei  Docenti,  puo'  proporre  al   rettore
dell'Universita' Vita-Salute San Raffaele  di  Milano,  con  delibera
motivata, che lo stesso sia temporaneamente sospeso dal corso  o  che
ne venga escluso con conseguente  perdita  parziale  o  totale  della
borsa di studio in godimento. 
    I  dottorandi  dovranno  presentare  annualmente  una   relazione
scritta sullo stato di  avanzamento  del  progetto  di  ricerca  loro
assegnato e discutere pubblicamente tale relazione. 
    Agli studenti e'  data  l'opportunita'  di  svolgere  periodi  di
frequenza di attivita'  formative  e/o  di  ricerca  presso  Istituti
Scientifici o  laboratori  stranieri  o  internazionali,  secondo  le
modalita' e i tempi stabiliti dal "Director of Studies" tenendo conto
del piano formativo elaborato dalla sezione tematica di afferenza del
Collegio dei Docenti. 
    Sara' compito del Coordinatore illustrare ai dottorandi diritti e
doveri. 

        
      
                               Art. 10 
 
 
                           Borse di studio 
 
 
    Le borse di studio verranno assegnate secondo  l'ordine  definito
dalla graduatoria di merito formulata dalla Commissione Giudicatrice.
A parita' di merito nella graduatoria prevale  la  valutazione  della
situazione economica determinata ai sensi del decreto del  Presidente
del Consiglio dei Ministri 30.04.1997 e successive  modifiche  e,  ai
fini della graduatoria, l'inferiore eta' anagrafica. 
    L'importo annuale della borsa di studio  e'  di  Euro  18.000,00,
assoggettabile  al  contributo  previdenziale  I.N.P.S.  a   gestione
separata secondo la normativa vigente. 
    L'importo della borsa sara'  aumentato  del  50%  per  i  periodi
trascorsi all'estero durante i tre anni di corso. 
    Le borse di studio non possono essere cumulate con altre borse di
studio a qualunque titolo conferite tranne che con quelle concesse da
istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare,  con  soggiorni
all'estero, l'attivita' di ricerca del dottorando. 
    Inoltre la borsa non e' cumulabile con gli assegni di ricerca. 
    La borsa di studio decorre dall'effettivo inizio della frequenza. 
    Il  pagamento  della  borsa  viene  effettuato  in  rate  mensili
posticipate. 
    Chi abbia fruito di una borsa di studio per un corso di dottorato
non puo' chiedere di fruirne una seconda volta. 
    I benefici (borse di studio  regionali  per  i  dottorandi  senza
borsa) previsti dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri
9 aprile 2001 - Uniformita' di trattamento  sul  diritto  agli  studi
universitari, ai sensi dell'art. 4 della legge 2  dicembre  1991,  n.
390, verranno attuati in conformita' a quanto verra' deliberato dalla
regione Lombardia. 
    Le borse di studio sono esenti  dall'Imposta  sul  Reddito  delle
Persone Fisiche (IRPEF) cosi' come previsto dall'art  4  della  legge
476 del 13 agosto 1984. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
                      Contributi per l'accesso 
                       e la frequenza ai corsi 
 
 
    Tutti i dottorandi sono tenuti annualmente al versamento di  Euro
300,00 per  l'assicurazione  infortuni  e  responsabilita'  civile  e
l'imposta di bollo. Inoltre, sono tenuti a versare la tassa regionale
prevista dal Decreto del Presidente  del  Consiglio  dei  Ministri  9
aprile 2001, il cui  importo  e'  di  Euro  140,00  salvo  successive
modifiche ed integrazioni comunicate dalla Regione Lombardia. 
    I contributi per l'accesso e la frequenza ai corsi  sono  pari  a
800 Euro da non richiedersi ai dottorandi titolari di borse di studio
conferite  dall'Universita'  su  fondi  ripartiti  dei  decreti   del
ministero di cui all'art. 4,  comma  3,  legge  1998,  n.  210,  come
indicato dall'art. 7, comma 1, lettera c), decreto  ministeriale  224
del 30 aprile 1999. 
    Tali    contributi    potranno    subire    modifiche    all'atto
dell'iscrizione agli anni successivi di dottorato. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
 
    Ai sensi  del  decreto  legislativo  n.196/03,  l'Universita'  si
impegna  a  rispettare  il  carattere  riservato  delle  informazioni
fornite dai candidati: tutti i dati forniti saranno trattati solo per
le finalita' connesse  e  strumentali  al  concorso  e  all'eventuale
gestione  del  rapporto  con  l'Universita',   nel   rispetto   delle
disposizioni vigenti. 
    I candidati godono dei diritti di cui al  citato  decreto  tra  i
quali figura il diritto di accesso ai dati che li riguardano, nonche'
alcuni diritti complementari tra cui il diritto di  far  rettificare,
aggiornare, completare o cancellare  i  dati  erronei,  incompleti  o
raccolti in termini non conformi alla legge, nonche' di  opporsi  per
motivi legittimi al loro trattamento. 

        
      
                               Art. 13 
 
 
                        Norme di riferimento 
 
 
    Per tutto cio' che non e'  previsto  nel  presente  bando  si  fa
riferimento all'art. 4 della legge n. 210 del  3/7/1998,  al  decreto
ministeriale n.  224  del  30/4/1999  -  Regolamento  in  materia  di
Dottorato di ricerca pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.  162  del
13/07/1999,  al  Regolamento  dei  Corsi  di  Dottorato  di   Ricerca
dell'Universita' Vita-Salute San  Raffaele  e  al  Regolamento  delle
Scuole di Dottorato, nonche' alle vigenti disposizioni legislative  e
regolamentari in materia di dottorato di ricerca e  di  dichiarazioni
sostitutive. 
    Il presente  bando  di  concorso  e'  pubblicato  sulla  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica  Italiana,  affisso  nella  bacheca  della
Segreteria Post-Lauream, e/o nella bacheca delle Facolta',  nell'Albo
d'Ateneo   on-line   e/o   sul   sito    internet    dell'Universita'
(http://www.unisr.it/phd e www.unisr.it/phd/eng). 

        
      
                               Art. 14 
 
 
                    Responsabile del procedimento 
 
 
    Ai sensi della legge n.  7  agosto  1990,  n.  241  e  successive
modificazioni  ed  integrazioni,  il  responsabile  del  procedimento
amministrativo attinente al concorso e' il dott.  Uber  Delvecchio  -
Servizi alla Didattica e agli Studenti - Universita' Vita-Salute  San
Raffaele, via Olgettina, 58 - 20132 Milano. 
 
      Milano, 24 ottobre 2012 
 
                                                    Il Rettore: Scala