Concorso per 1 dottore di ricerca (calabria) UNIVERSITA' 'MEDITERRANEA' DI REGGIO CALABRIA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 90 del 16-11-2012
Sintesi: UNIVERSITA' «MEDITERRANEA» DI REGGIO CALABRIA CONCORSO   (scad.  3 dicembre 2012) Istituzione del XXVIII ciclo dei corsi della Scuola di dottorato di ricerca. ...
Ente: UNIVERSITA' 'MEDITERRANEA' DI REGGIO CALABRIA
Regione: CALABRIA
Provincia: REGGIO CALABRIA
Comune: REGGIO CALABRIA
Data di pubblicazione 16-11-2012
Data Scadenza bando 03-12-2012
Condividi

UNIVERSITA' «MEDITERRANEA» DI REGGIO CALABRIA

CONCORSO   (scad.  3 dicembre 2012)
Istituzione del XXVIII ciclo dei corsi della Scuola di  dottorato  di
  ricerca. 
 
 
                             IL RETTORE 
 
    Visto l'art. 4 della legge 3 luglio 1998, n. 210; 
    Visto il decreto ministeriale 30 aprile 1999, n. 224 «Regolamento
recante norme in materia di dottorato di ricerca»; 
    Visto l'art. 19 della legge 30 dicembre  2010,  n.  240,  recante
disposizioni in materia di «Dottorati di ricerca»; 
    Visto lo statuto di autonomia dell'Universita' di Reggio Calabria
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del  13
aprile 2012, n. 87; 
    Visto il  regolamento  dell'Universita'  Mediterranea  di  Reggio
Calabria in materia di  dottorato  di  ricerca  emanato  con  decreto
rettorale 28 luglio 1999, n. 301, e successive modifiche; 
    Vista la nota prot. 2241 del 20 febbraio 2012, trasmessa dal MIUR
relativamente alla ripartizione  delle  borse  aggiuntive  sul  Fondo
sostegno giovani  dei  dottorati  di  ricerca  dichiarati  idonei  al
finanziamento; 
    Visto il Piano operativo della regione Calabria, per  le  risorse
umane  -  piano  di  azione  2011/2013  per  l'intervento  rientrante
nell'azione D.5 «Mobilita'  internazionale  per  giovani  laureati  e
ricercatori» in coerenza con l'obiettivo M.2 - asse IV, approvato con
deliberazione della giunta regionale della Calabria  n.  227  del  20
maggio 2011; 
    Viste le linee guida  emanate  dalla  regione  Calabria  riferite
all'obiettivo  operativo  M.  2  dell'asse  IV  -  Capitale  umano  -
intervento D5 - «Mobilita'  internazionale  per  giovani  laureati  e
ricercatori» annualita' 2012 approvate con  decreto  dirigenziale  n.
12089 del 29 agosto 2012; 
    Vista la convenzione n.1322 del 4  settembre  2012,  sottoscritta
con la regione Calabria -  dipartimento  11  -  Cultura,  istruzione,
universita', ricerca, innovazione tecnologica,  alta  formazione  per
gli interventi cofinanziati dal Fondo sociale europeo nell'ambito del
Programma  operativo  regionale  (POR)  Calabria  2007/2013,  per  il
cofinanziamento di nove borse di  studio  biennali  di  dottorato  di
ricerca  di  durata  triennale  di   cui   sei   mesi   da   svolgere
obbligatoriamente all'estero; 
    Visto il regolamento (CE) n. 1081/2006 del 5 luglio 2006 relativo
al FSE e recante abrogazione del regolamento (CE) n. 1784/1999; 
    Visto il  regolamento  (CE)  n.  1083/2006  dell'11  luglio  2006
recante disposizioni generali sul  FESR,  sul  FSE  e  sul  Fondo  di
coesione e che abroga il regolamento (CE) n. 1260/1999; 
    Visto il regolamento (CE) n. 1828/2006 dell'8 dicembre  2006  che
stabilisce  modalita'  di  applicazione  del  regolamento   (CE)   n.
1083/2006 del Consiglio recante disposizioni generali sul  FESR,  sul
FSE e sul Fondo di coesione e del regolamento (CE) n.  1080/2006  del
Parlamento europeo e del Consiglio relativo al FESR; 
    Vista la legge n. 240 del 30 dicembre  2010,  in  particolare  le
disposizioni dell'art. 19 in materia di dottorato di ricerca; 
    Visto il decreto legislativo n.  196/2003  -  Codice  in  materia
protezione dei dati personali; 
    Visto il decreto legislativo n.  445/2000  -  Testo  unico  delle
disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione
amministrativa; 
    Visto il parere positivo espresso dalla scuola di  dottorato  che
nella seduta del 16 ottobre 2012; 
    Visti i  pareri  positivi  espressi  dal  nucleo  di  valutazione
interna, rispettivamente nelle sedute del 23 luglio  2012  e  del  25
ottobre 2012; 
    Preso atto della necessita' dell'emanazione di un unico bando  di
concorso al fine di soddisfare i requisiti obbligatori richiesti  per
l'attivazione dei corsi di dottorato, almeno  due  posti  con  borsa,
previsti dal decreto ministeriale n. 224 del 30 aprile 1999; 
    Visti i verbali  dei  dipartimenti  di  afferenza  dei  corsi  di
dottorato, come di seguito specificate, con i quali  si  impegnano  a
cofinanziare le somme necessarie al  raggiungimento  della  copertura
finanziaria dell'intera borsa di dottorato: dipartimento PAU delibera
n. 190 del 10 ottobre 2012, dipartimento DIMET delibera n. 163 del  3
ottobre 2012, dipartimento MEC MAT delibera n.  8  del  26  settembre
2012 e dipartimento STAFA delibera n. 147 del 17 ottobre 2012 con  la
quale tra l'altro citata la nota prot. n. 364 del 18 ottobre 2012  di
un docente  del  collegio  che  garantisce  il  50%  della  copertura
finanziaria di una borsa di studio; 
    Vista la nota prot. n. 750 del 16 ottobre 2012 del direttore  del
dipartimento SSGES con la quale garantisce la  copertura  finanziaria
necessaria per il  completamento  di  due  borse  di  dottorato,  con
ratifica del CdD alla prima convocazione utile; 
    Vista la nota prot. n. 13814 del 15 ottobre 2012  del  presidente
della «Cultura e innovazione» S.c.a.r.l., con la  quale  comunica  il
trasferimento all'Ateneo dell'importo complessivo  di  una  borsa  di
dottorato per il corso di dottorato in urbanistica; 
    Vista il decreto n. 22 del 26  ottobre  2012  del  direttore  del
dipartimento DASTEC con il quale garantisce la copertura  finanziaria
necessaria per il completamento della borsa di dottorato, e che sara'
sottoposto a ratifica del CdD alla prima convocazione utile; 
    Considerato che a seguito dell'attivazione del nuovo  statuto  di
Ateneo  sono  in  corso  di  costituzione  gli  OO.CC.  di  Ateneo  e
conseguentemente non e' possibile procedere  alla  loro  convocazione
entro la fine del mese di ottobre; 
    Considerata la necessita di procedere  all'emanazione  del  bando
anche ai fini di poter consentire la partecipazione  ai  coordinatori
dei corsi al bando MIUR per il finanziamento  delle  borse  «Sostegno
giovani» annualita'  2012  con  scadenza  delle  presentazioni  delle
proposte  entro  l'8  novembre  2012,  il  presente   decreto   sara'
sottoposto a ratifica degli OO.CC. alla prossima seduta utile; 
    Rilevata la  necessita'  di  assicurare  il  completamento  delle
procedure di selezione per l'ammissione  ai  corsi  di  dottorato  di
ricerca del XXVIII ciclo entro il 31 dicembre 2012; 
    Ritenuto di dover provvedere all'emanazione  del  bando  relativo
alla indizione dei pubblici concorsi per  l'ammissione  ai  corsi  di
dottorato di ricerca XXVIII  ciclo  con  sede  amministrativa  presso
l'Universita' Mediterranea di Reggio Calabria; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                             Istituzione 
 
 
    1. E' istituito il XXVIII ciclo dei  corsi  facenti  parte  della
scuola di dottorato di  ricerca  aventi  sede  amministrativa  presso
l'Universita' degli studi Mediterranea di Reggio Calabria. 
    2. I corsi di dottorato  di  ricerca  hanno  durata  triennale  a
decorrere dal 1° novembre 2012 al 31  ottobre  2015.  L'inizio  delle
attivita' di frequenza del primo anno  e'  vincolata  dalla  data  di
espletamento delle  prove  di  ammissione,  pertanto  i  collegi  dei
docenti attiveranno delle attivita' intensive al fine  di  consentire
ai dottorandi ammessi il recupero del periodo pregresso. 
    3. Con il presente bando sono indette le  selezioni  pubbliche  a
trentasei posti complessivi (venti con borsa di studio e sedici senza
borsa), presso  l'Universita'  degli  studi  Mediterranea  di  Reggio
Calabria, ai fini dell'ammissione ai corsi di  dottorato  di  ricerca
come indicati nell'allegato A che costituisce  parte  integrante  del
presente bando. Il numero totale dei posti messi  a  concorso  e  dei
posti coperti da borsa di studio sono indicati nell'allegato A. 
    4. I posti con  borsa  di  studio  potranno  essere  aumentati  a
seguito  di  finanziamenti  che  si   rendessero   disponibili   dopo
l'emanazione del bando  e  prima  dell'inizio  dell'espletamento  dei
relativi concorsi, offerti da  altre  universita',  enti  pubblici  o
qualificate  strutture  produttive  private   purche'   la   relativa
convenzione venga sottoscritta entro il termine di  scadenza  per  la
presentazione delle domande. 

        
      
                               Art. 2 
 
 
          Tipologia di finanziamento delle borse di studio 
 
 
    Le borse di studio messe a bando sono finanziate da: 
    Universita' degli studi Mediterranea di Reggio Calabria; 
    MIUR fondo «Sostegno giovani»; 
    «Cultura e innovazione» S.c.a.r.l. di Crotone; 
    POR Calabria FSE - piano di azione  2011/2013,  per  l'intervento
rientrante nell'azione  D.5  «Mobilita'  internazionale  per  giovani
laureati e ricercatori» in coerenza con l'obiettivo  M.2  -  asse  IV
(vedi allegato B). 
    Le borse cofinanziate dal FSE  rientrano  nell'ambito  del  piano
regionale  per  le  risorse  umane  -  Piano  d'azione  2011/2013   -
intervento D.5  «Mobilita'  internazionale  per  giovani  laureati  e
ricercatori»  attuato  dal  dipartimento  11  «Cultura,   istruzione,
universita', ricerca, innovazione tecnologica, alta formazione» della
regione Calabria, con l'obiettivo di aumentare  e  istituzionalizzare
lo svolgimento di periodi di formazione  all'estero  nell'ambito  dei
corsi di dottorato  offerti  dalle  universita'  della  regione,  con
particolare riferimento a quelli nelle aree di interesse dei poli  di
innovazione regionali: 
    trasporti, logistica e trasformazione; 
    beni culturali; 
    tecnologie dell'informazione e delle telecomunicazioni; 
    filiere agroalimentari di qualita'; 
    tecnologie dei materiali e della produzione; 
    tecnologie della salute; 
    energie rinnovabili ed efficienza energetica; 
    tecnologie per la gestione sostenibile delle risorse ambientali; 
    risorse acquatiche e filiere alimentari della pesca. 
    A tale scopo, conformemente alle «Linee  guida»  annualita'  2012
per la realizzazione dell'intervento richiamate  nelle  premesse,  le
borse FSE prevedono un  periodo  obbligatorio  di  studio  all'estero
della durata di sei mesi  da  svolgersi  inderogabilmente  nel  primo
biennio del corso e ricadono per almeno l'80% dei posti negli  ambiti
individuati dal POR Calabria FSE 2007/2013 per la  realizzazione  dei
poli di innovazione regionali. 
    Per le borse FSE, il periodo  di  attuazione  dell'intervento  si
deve concludere entro il 31 dicembre 2014 e  comunque  non  oltre  il
termine massimo previsto per l'ammissibilita'  delle  spese  del  POR
Calabria FSE 2007/2013. 
    I requisiti per l'ammissione ai corsi di dottorato per  tipologia
di borsa sono dettagliati nell'articolo successivo. 
    Per ciascun corso (vedi allegato  A)  vengono  indicati  le  sedi
consorziate,  la  durata,  i  posti  complessivi  messi  a  concorso,
l'indicazione  del   numero   di   borse   disponibili,   i   settori
scientifico-disciplinari, la tipologia del titolo di studio richiesto
per la partecipazione al concorso ed  eventuali  ulteriori  requisiti
necessari per l'accesso e  gli  obiettivi  di  ciascun  corso  e  dei
rispettivi curricula. 

        
      
                               Art. 3 
 
 
                Requisiti richiesti per l'ammissione 
 
 
    1. Per  concorrere  ai  posti  di  cui  all'allegato  A,  possono
presentare domanda di partecipazione al  concorso  di  ammissione  al
dottorato di ricerca, senza limiti d'eta' e di cittadinanza, coloro i
quali  siano  in  possesso  di  diploma  di  laurea  indicato   nelle
rispettive  tabelle  conseguito  secondo   l'ordinamento   previgente
all'entrata in vigore del decreto ministeriale n. 509/1999, di laurea
specialistica/magistrale specificate per ciascun corso  nell'allegato
A ovvero di titolo  equipollente  conseguito  presso  le  universita'
straniere. 
    I cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari  in  possesso
di un titolo accademico straniero, che non sia gia' stato  dichiarato
equipollente  ad  una  laurea  italiana,  dovranno   farne   espressa
richiesta nella domanda di partecipazione al concorso e  allegare  ad
essa tutti  i  documenti  tradotti  e  legalizzati  dalle  competenti
rappresentanze italiane secondo  le  norme  vigenti  in  materia  per
l'ammissione  di  studenti  stranieri  ai  corsi  di   laurea   delle
universita' italiane, utili a consentire al collegio dei  docenti  la
dichiarazione   di   equipollenza,   valida   unicamente   ai    fini
dell'ammissione al dottorato al quale intendono concorrere. 
    Per ciascun corso (vedi allegato  A)  vengono  indicati  le  sedi
consorziate,  la  durata,  i  posti  complessivi  messi  a  concorso,
l'indicazione  del   numero   di   borse   disponibili,   i   settori
scientifico-disciplinari, la tipologia del titolo di studio richiesto
per la partecipazione al concorso ed  eventuali  ulteriori  requisiti
necessari per l'accesso e  gli  obiettivi  di  ciascun  corso  e  dei
rispettivi curricula. 
    2. Per beneficiare delle borse finanziate dal  POR  Calabria  FSE
2007/2013 i candidati, oltre ad essere in possesso dei  requisiti  di
cui al comma 1, devono trovarsi nelle seguenti condizioni all'atto di
presentazione della domanda di ammissione al concorso: 
    a) disoccupati o inoccupati; 
    b) eta' con meno di trentasei anni compiuti; 
    c) residenti in Calabria. 
    E' fatto divieto per i  beneficiari  dell'intervento  del  cumulo
delle borse di studio e  di  redditi  di  qualsiasi  provenienza  che
possono determinare il venir meno dello  stato  di  disoccupazione  o
inoccupazione, come  definiti  dall'art.  4,  comma  a)  del  decreto
legislativo  n.  181  del  21  aprile  2000  modificato  con  decreto
legislativo n. 297 del 19 dicembre 2002 in relazione alla definizione
della soglia annuale di reddito, deve essere mantenuto per  tutta  la
durata della borsa,  pena  la  decadenza  e  il  rimborso  dei  ratei
percepiti. 
    3. All'atto della domanda, i candidati che intendono  beneficiare
delle borse FSE devono allo scopo: 
    attestare il possesso di tutti i requisiti,  compresi  quelli  di
cui al comma 2; 
    impegnarsi a rispettare le condizioni specifiche imposte dal  FSE
e dalle linee guida  dell'intervento  «Mobilita'  internazionale  per
giovani laureati e ricercatori» annualita' 2012 del POR Calabria  FSE
2007/2013, asse IV capitale umano, obiettivo operativo M2; 
    sottoscrivere   una   dichiarazione   di   impegno   a   recarsi,
inderogabilmente entro il primo biennio di corso, presso un  ente  di
ricerca estero per un periodo di almeno sei mesi, pena  la  decadenza
dalla fruizione della stessa borsa  e  rimborso  delle  risorse  gia'
erogate. 
    Tali dichiarazioni sono contenute nella domanda di iscrizione  al
concorso. 
    4. I candidati che non siano in possesso dei requisiti di cui  al
precedente comma 2, possono ovviamente  concorrere  all'accesso  alle
borse non cofinanziate dal FSE e ai posti senza borsa. 

        
      
                               Art. 4 
 
 
                           Norme generali 
 
 
    1. I candidati devono  possedere,  all'atto  della  presentazione
della  domanda,  i  requisiti  richiesti  al  precedente  art.  3.  I
cittadini stranieri potranno chiedere, nella  domanda,  di  sostenere
l'esame scritto e orale  in  una  delle  seguenti  lingue:  italiano,
inglese, francese. 
    Ai sensi del comma 1 dell'art. 7 del  regolamento  di  Ateneo  in
materia di dottorato  di  ricerca  i  candidati  dovranno  essere  in
possesso della laurea, come richiesta nell'allegato A, o  conseguirla
prima  dell'espletamento  delle  prove  concorsuali.  In  tal   caso,
l'ammissione verra' disposta con riserva e il candidato sara'  tenuto
a presentare subito dopo aver conseguito la  laurea,  pena  decadenza
dal concorso,  autocertificazione  attestante  il  conseguimento  del
titolo che, comunque, dovra'  essere  conseguito  prima  della  prova
scritta del concorso. 
    L'attivita' di frequenza al primo anno  dei  corsi  di  dottorato
XXVIII ciclo avra' inizio entro e non oltre il 31 dicembre 2012. 
    2.  La  domanda  di   ammissione   al   concorso   va   compilata
esclusivamente  on  line  a  decorrere  dal  giorno  successivo  alla
pubblicazione del bando sul sito di Ateneo. Essa va  compilata  entro
le ore 12,00 del 3 dicembre 2012. 
    Per la compilazione della domanda, i candidati dovranno: 
    A)   collegarsi   al   portale   dei   servizi   agli    studenti
http://www.studenti.unirc.it/; 
    B)  registrarsi,  inserendo  i  dati  richiesti  dalla  procedura
telematica. Saranno richiesti una username e una password che  devono
essere ricordate per ogni procedura successiva; 
    C) compilare l'apposito modulo con i dati richiesti e sulla  base
delle indicazioni contenute nel presente bando di concorso; 
    D) versare il contributo per la  partecipazione  al  concorso  di
euro  62,92  secondo  le  seguenti  modalita':   accedere   al   link
http://www.unirc.it/area riservata.php?profilo=studente, stampare  la
distinta di pagamento (modulo MAV). Per l'accesso occorre  utilizzare
le credenziali gia' usato  sul  portale  dei  servizi  agli  studenti
(punto B). Il MAV e'  pagabile  presso  qualsiasi  istituto  bancario
senza alcuna commissione. 
    Non sono ammessi pagamenti ne' con bonifico bancario, ne'  presso
gli uffici postali; 
      E) spedire con raccomandata a/r (fara' fede il  timbro  postale
di partenza), o in alternativa consegnare a mano, entro il termine di
scadenza,  indicato  al  punto  2   del   presente   articolo,   pena
l'esclusione, presso l'ufficio protocollo  generale  di  Ateneo  sito
presso la cittadella universitaria torre 2, via  Salita  Melissari  -
Feo di Vito - 89124 Reggio Calabria, nei  giorni  e  negli  orari  di
apertura al pubblico del predetto  ufficio  (da  lunedi'  a  venerdi'
dalle ore 9,00 alle ore 12,00), la sotto indicata documentazione: 
    domanda di partecipazione alla prova  selettiva,  stampata  dalla
procedura telematica e sottoscritta in originale; 
    quietanza del pagamento del contributo di partecipazione; 
    fotocopia o autocertificazione del diploma di laurea (vedi art. 3
del presente  bando)  ai  sensi  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000; 
    fotocopia di un valido documento di riconoscimento con apposta la
firma del candidato. 
    L'amministrazione universitaria non ha alcuna responsabilita'  in
caso  di  dispersione  di  comunicazioni   dipendenti   da   inesatte
indicazioni della residenza e del recapito da  parte  dell'aspirante,
da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento degli stessi,  ne'
per  eventuali  disguidi  postali  o   telegrafici   non   imputabili
all'amministrazione stessa. 
    Nella domanda l'aspirante al concorso dovra' dichiarare sotto  la
propria responsabilita' sensi dall'art. 76 del decreto del Presidente
della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000: 
    a) le proprie generalita', la data e  il  luogo  di  nascita,  la
residenza  e  il  recapito   eletto   agli   effetti   del   concorso
(specificando  il  codice  di  avviamento   postale   e   il   numero
telefonico). Ai candidati non residenti in Italia  si  suggerisce  di
indicare un recapito  nel  territorio  dello  Stato  italiano,  o  di
indicare la  propria  ambasciata  in  Italia,  eletta  quale  proprio
domicilio; 
    b) l'esatta denominazione del corso e del curriculum cui  intende
partecipare; 
    c) di essere inoccupato o disoccupato o lavoratore; 
    d) la propria cittadinanza; 
    e) la propria residenza; 
    f) la laurea posseduta, nonche' la data  e  l'universita'  presso
cui e' stata conseguita, ovvero  il  titolo  equipollente  conseguito
presso una universita' straniera; 
    g) di essere in possesso di tutti i requisiti indicati all'art. 3
al comma 2, compresi quelli di cui ai punti a), b), c); 
    h) di impegnarsi a rispettare le  condizioni  specifiche  imposte
dal  FSE  e  dalle  linee   guida   dell'intervento   D5   «Mobilita'
internazionale per giovani laureati e ricercatori»  annualita'  2012,
nell'ambito del piano regionale per le risorse umane - piano d'azione
2011/2013 ed in particolare di impegnarsi a recarsi, inderogabilmente
entro il primo biennio di corso, presso un ente di ricerca estero per
un  periodo  obbligatorio  di  sei  mesi,  pena  la  decadenza  dalla
fruizione della stessa borsa e rimborso delle risorse gia' erogate; 
    i) di  impegnarsi  a  frequentare  a  tempo  pieno  il  corso  di
dottorato di ricerca secondo le modalita'  che  saranno  fissate  dal
collegio dei docenti; 
    j) la lingua straniera prescelta per l'accertamento linguistico; 
    k) per i soli cittadini  stranieri:  la  richiesta  di  sostenere
l'esame scritto e orale  in  una  delle  seguenti  lingue:  italiano,
inglese, francese; 
    l)  la  conoscenza  della  lingua  italiana  (per   i   cittadini
stranieri); 
    m) di impegnarsi  a  comunicare  tempestivamente  ogni  eventuale
cambiamento della propria residenza o del recapito; 
    n) alla domanda dovra' essere allegata fotocopia  firmata  di  un
valido documento  di  identita'.  I  cittadini  extracomunitari  alla
domanda di partecipazione  al  concorso  dovranno  allegare  tutti  i
titoli  tradotti  e  legalizzati  dalle   competenti   rappresentanze
italiane secondo le norme vigenti  in  materia  per  l'ammissione  di
studenti stranieri ai corsi di laurea delle universita' italiane. 
    I candidati portatori di handicap dovranno indicare nella domanda
l'ausilio necessario e la eventuale necessita'  di  tempi  aggiuntivi
per le prove concorsuali. 
    Non e' possibile la partecipazione a piu' di un curriculum  dello
stesso corso di dottorato. 
    Le domande di partecipazione al concorso non firmate  o  comunque
non complete non saranno prese in considerazione. 

        
      
                               Art. 5 
 
 
                         Esami di ammissione 
 
 
    L'esame di ammissione al corso consiste in due prove, una scritta
ed una orale, intese ad accertare la preparazione, le capacita' e  le
attitudini del candidato alla ricerca scientifica. La prova orale  e'
comprensiva della verifica della conoscenza  della  lingua  straniera
indicata dal candidato. 

        
      
                               Art. 6 
 
 
                            Prove d'esame 
 
 
    Le prove di esame si svolgeranno presso l'Universita' degli studi
Mediterranea di Reggio Calabria, come specificato nell'allegato A. 
    Non saranno attivate da parte di questa Universita'  altre  forme
di avviso. 
    Per sostenere le prove  i  candidati  dovranno  esibire  uno  dei
seguenti documenti di riconoscimento: 
    a) tessera postale; 
    b) porto d'armi; 
    c) passaporto; 
    d) carta d'identita'; 
    e) patente di guida. 

        
      
                               Art. 7 
 
 
                      Commissioni esaminatrici 
 
 
    Le commissioni per gli esami di ammissione ai corsi di  dottorato
di  ricerca  saranno  costituite  e  nominate  secondo  le  procedure
previste dalla normativa vigente. 

        
      
                               Art. 8 
 
 
                        Attribuzione punteggi 
 
 
    In relazione alle qualita' accertate, la commissione esaminatrice
attribuisce ad ogni candidato fino ad un  massimo  di  60  punti  per
ciascuna delle due prove. 
    E' ammesso alla prova orale il  candidato  che  abbia  conseguito
nella prova scritta un punteggio non inferiore a 42/60. 
    Alla fine di ogni seduta dedicata alla prova orale la commissione
forma l'elenco dei candidati esaminati, con l'indicazione dei voti da
ciascuno riportati nella prova  stessa.  L'elenco,  sottoscritto  dal
presidente  e  dal  segretario  della  commissione,  e'  affisso  nel
medesimo giorno nell'albo della facolta' o  del  dipartimento  presso
cui si e' svolta la prova. 
    Al  termine  della  prova  d'esame  la  commissione   redige   la
graduatoria generale di merito sulla base dei punteggi  ottenuti  dai
candidati nelle singole prove. Da tale graduatoria generale deriva la
graduatoria dei candidati ammessi che  hanno  fatto  domanda  per  le
borse FSE. 
    Le commissioni sono tenute  a  graduare  tutti  i  candidati  con
punteggio differenziato, cosi' da evitare  situazioni  di  merito  ex
aequo. Nella eventualita' che i risultati delle prove scritte e orali
determinino una situazione di ex aequo le commissioni prenderanno  in
considerazione il punteggio di laurea e in caso di ulteriore  parita'
la minore eta'  anagrafica.  Le  borse  sono  assegnate  con  decreto
rettorale, sulla base di tale graduatoria generale di  merito  e,  in
particolare: 
    le borse FSE sono assegnate, secondo l'ordine di punteggio  nella
graduatoria generale,  ai  migliori  candidati  che  ne  hanno  fatto
domanda e che rispettano i requisiti di ammissione di cui all'art. 3,
comma 2 del presente bando; 
    le altre borse sono assegnate ai  candidati  utilmente  collocati
nella graduatoria di merito. Le  graduatorie  e  i  nominativi  degli
ammessi ai  corsi  di  dottorato  saranno  resi  noti  esclusivamente
mediante avviso pubblicato  sul  sito  web  dell'Ateneo  al  seguente
indirizzo: http://www.unirc.it/ ricerca/dottoratiesami.php
    Non saranno attivate da parte di questa Universita'  altre  forme
di avviso. 
    L'Ateneo  comunichera'  alla  regione  Calabria   l'esito   della
selezione, trasmettendo copia  della  documentazione  delle  relative
commissioni di selezione. 

        
      
                               Art. 9 
 
 
                         Ammissione ai corsi 
 
 
    I candidati sono ammessi ai corsi secondo l'ordine di graduatoria
fino alla concorrenza del numero dei posti messi a concorso per  ogni
corso di dottorato, previo rispetto dei requisiti  di  ammissione  di
cui all'art. 3 del presente bando. 
    I candidati ammessi al corso decadono qualora  non  esprimano  la
loro  accettazione  scritta  entro  quindici  giorni  dalla  data  di
pubblicazione su  internet  dell'esito  del  concorso.  In  tal  caso
subentra il candidato secondo l'ordine della graduatoria. Nel caso di
rinunzie espresse in  forma  scritta,  dopo  i  tre  mesi  successivi
all'inizio del  corso,  non  si  potra'  attingere  alla  graduatoria
generale di merito. 
    In caso di utile collocamento in piu' graduatorie,  il  candidato
deve esercitare l'opzione per un solo corso di dottorato. 
    I cittadini  extracomunitari  residenti  all'estero  che  abbiano
superato le prove d'esame, sono ammessi al dottorato, senza borsa  di
studio, in soprannumero nel limite della meta'  dei  posti  istituiti
con arrotondamento all'unita' per eccesso e sono tenuti al versamento
delle tasse e contributi di cui all'art. 13 del presente bando. 
    I titolari di assegni, che abbiano  superato  le  prove  d'esame,
sono ammessi al corso di dottorato in soprannumero,  senza  borsa  di
studio, nel limite del numero complessivo dei posti messi a concorso,
a condizione che il  corso  di  dottorato  riguardi  la  stessa  area
scientifico-disciplinare della ricerca per la quale sono  destinatari
di assegni. I titolari di assegni ammessi ai corsi non hanno  diritto
a fruire della borsa di studio, neppure nel caso in cui il  dottorato
prosegua oltre il periodo di godimento dell'assegno di ricerca e sono
tenuti al versamento delle tasse e contributi di cui all'art. 13  del
presente bando. 
    Gli  assegnisti  sono  tenuti  a  precisare  nella   domanda   di
partecipazione al concorso la posizione di assegnista. 
    I candidati dipendenti pubblici o privati sono tenuti a precisare
nella domanda di partecipazione la posizione di lavoratore. 

        
      
                               Art. 10 
 
 
                      Documentazione iscrizione 
 
 
    I candidati ammessi alla frequenza del corso,  entro  il  termine
perentorio di quindici giorni a decorrere  dal  giorno  successivo  a
quello di pubblicazione sul sito di Ateneo dell'esito  del  concorso,
devono completare l'iscrizione presentando presso il servizio ricerca
pubblica e alta formazione, la documentazione reperibile al  seguente
link: http://www.unirc.it/ricerca/modulistica.php,  come  di  seguito
specificato: 
      a) i candidati ammessi ai corsi di dottorato con borsa: 
        1)  domanda  di  iscrizione  (vedi  documento   «domanda   di
iscrizione»); 
        2) quietanza del pagamento modulo MAV del contributo di 10,33
euro   (stampando   dall'apposita   pagina   di   accesso   al   link
http://www.unirc.it/areariservata.php?profilo=studente  del  sito  di
Ateneo la distinta di pagamento modulo  MAV).  Saranno  richiesti  la
username e la password che e' gia' stata utilizzata per il versamento
del  contributo  per  la  partecipazione  al  concorso.   Dopo   aver
effettuato il login, utilizzando il modulo di  autenticazione,  sara'
possibile accedere ai servizi web e scaricare il MAV, selezionare  la
causale: pagamento contributo iscrizione corso dottorato con borsa; 
    3) autocertificazione diploma di laurea (ai  sensi  dell'art.  76
del decreto del Presidente della Repubblica n. 445  del  28  dicembre
2000); 
    4) due fotografie formato tessera su sfondo bianco; 
    5) fotocopia (firmata) del documento di identita'; 
    6) fotocopia del codice fiscale o tessera sanitaria; 
    7)   scheda   fiscale   (vedi    documento    «scheda    fiscale»
http://www.unirc.it/ricerca/modulistica.php); 
    8) fotocopia  modello  INPS  attestante  l'avvenuta  costituzione
della posizione contributiva; 
    9)  autocertificazione   (vedi   documento   «autocertificazione»
http://www.unirc.it/ricerca/modulistica.php); 
    10)  dichiarazione  ai  sensi  dell'art.  76  del   decreto   del
Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 contenente le
seguenti indicazioni: 
    di non avere gia' conseguito titolo di dottore di ricerca; 
    di non avere gia' usufruito, anche parzialmente, di una borsa  di
studio di dottorato; 
    di non cumulare la borsa stessa  con  altre  borse  di  studio  a
qualsiasi  titolo  conferite,  tranne  che  con  quelle  concesse  da
istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare,  con  soggiorni
all'estero, l'attivita' di ricerca del dottorando; 
    di essere a conoscenza che in caso di rinunzia  o  di  esclusione
dovra' restituire tutti i ratei della borsa percepiti; 
    di effettuare all'atto di iscrizione di ciascun anno il pagamento
di euro 10,33 come indicato nella modulistica all'uopo predisposta; 
    di impegnarsi a frequentare a tempo pieno il corso  di  dottorato
di ricerca secondo le modalita' che saranno fissate dal collegio  dei
docenti; 
    (solo per i vincitori di borsa POR FSE) di impegnarsi a svolgere,
inderogabilmente  entro  il  primo  biennio  di  corso,  il   periodo
obbligatorio  di  sei  mesi  all'estero,  pena  l'esclusione  e   con
l'obbligo del rimborso della borsa di studio percepita; 
    di autorizzare alla comunicazione e diffusione di dati personali; 
      b) i candidati ammessi ai corsi di dottorato senza borsa: 
    1)  domanda   di   iscrizione   (vedi   documento   «domanda   di
iscrizione»); 
    2) quietanza del pagamento della  prima  rata  di  iscrizione  di
255,65 euro  (stampando  dall'apposita  pagina  di  accesso  al  link
http://www.unirc.it/areariservata.php?profilo=studente  del  sito  di
Ateneo la distinta di pagamento modulo  MAV).  Saranno  richiesti  la
username e la password che e' gia' stata utilizzata per il versamento
del  contributo  per  la  partecipazione  al  concorso.   Dopo   aver
completato il login, utilizzando il modulo di  autenticazione,  sara'
possibile  accedere  ai  servizi  web  e  scaricare  il  modulo  MAV,
selezionare  la  causale:  pagamento  prima  rata  iscrizione   corso
dottorato senza borsa. La seconda rata, da  effettuare  entro  il  30
giugno 2013, sara' determinata  in  base  alle  fasce  di  reddito  e
relativi contributi universitari secondo quanto indicato al punto 6.7
del Manifesto degli studi anno accademico 2012/2013; 
    3) quietanza del pagamento della tassa regionale per  il  diritto
allo studio utilizzando le stesse modalita' descritte sopra al  punto
2)  e  utilizzando  il  modulo  di  autenticazione,  sara'  possibile
accedere ai servizi web e scaricare il  modulo  MAV,  selezionare  la
causale: pagamento della tassa regionale per il diritto  allo  studio
pari ad euro 141,00; 
    4) autocertificazione diploma di laurea (ai  sensi  dell'art.  76
del decreto del Presidente della Repubblica n. 445  del  28  dicembre
2000); 
    5) due fotografie formato tessera su sfondo bianco; 
    6) fotocopia (firmata) del documento di identita'; 
    7) fotocopia del codice fiscale o tessera sanitaria; 
    8) certificazione ISEE redditi 2011 con allegata la dichiarazione
sostitutiva di cui al decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 109, pena
la collocazione nella massima fascia contributiva; 
    9) documentazione, in caso  di  richiesta  di  esonero  totale  o
parziale, secondo quanto previsto nel punti 5.1 del  Manifesto  degli
studi anno accademico 2012-2013; 
    10)  dichiarazione  ai  sensi  dell'art.  76  del   decreto   del
Presidente della Repubblica n. 445 del 28 dicembre 2000 contenente le
seguenti indicazioni: 
    di non avere gia' conseguito titolo di dottore di ricerca; 
    di effettuare all'atto di iscrizione di ciascun anno il pagamento
delle tasse per l'iscrizione come indicato nella modulistica all'uopo
predisposta; 
    di impegnarsi a frequentare a tempo pieno il corso  di  dottorato
di ricerca secondo le modalita' che saranno fissate dal collegio  dei
docenti; 
    di autorizzare alla comunicazione e diffusione di dati personali. 
    Coloro che non avranno  provveduto  a  regolarizzare  la  propria
iscrizione entro i termini sopraindicati considerati rinunciatari e i
posti vacanti saranno assegnati ai candidati idonei secondo  l'ordine
della graduatoria. 

        
      
                               Art. 11 
 
 
                     Trattamento dati personali 
 
 
    L'Universita' degli studi  Mediterranea  di  Reggio  Calabria  in
attuazione del decreto legislativo n. 196/2003 «Codice in materia  di
protezione dei dati personali»,  si  impegna  ad  utilizzare  i  dati
personali forniti dal candidato per  l'espletamento  delle  procedure
concorsuali e per fini istituzionali. La partecipazione  al  concorso
comporta  nel  rispetto  dei  principi  di  cui  alla  citata   legge
espressione di tacito consenso a che i dati personali  dei  candidati
vengono pubblicati sul sito Internet dell'Universita' Mediterranea di
Reggio Calabria. 

        
      
                               Art. 12 
 
 
                           Borse di studio 
 
 
    Le borse di  studio  di  euro  13.638,47  annui  al  lordo  delle
ritenute a carico del percipiente,  vengono  assegnate  ai  candidati
italiani e comunitari utilmente  collocati  in  graduatoria,  secondo
l'ordine definito dalla graduatoria stessa, per l'intera  durata  del
corso. 
    Le  borse  di  studio  sono  incompatibili,  pena  la   decadenza
dell'assegnatario dal godimento della borsa stessa  a  decorrere  dal
verificarsi delle incompatibilita' con: 
    a) lavoro dipendente, anche a tempo determinato, fatta  salva  la
possibilita' che il borsista venga collocato dal datore di lavoro  in
aspettativa senza assegni; 
    b) attivita' di industria e commercio; 
    c) attivita' libero-professionale e di consulenza esterna  svolta
con caratteristiche di abitualita' e sistematicita'; 
    d) altra attivita' che richieda l'apertura di partita IVA; 
    e) contratti stipulati con l'Universita' Mediterranea  di  Reggio
Calabria a qualunque titolo.  Per  eventuali  periodi  di  formazione
all'estero, ove autorizzati, l'importo della  borsa  e'  incrementato
del 50%. 
    Le borse di studio non sono cumulabili  con  altre  borse  ed  e'
fatto divieto per i beneficiari del cumulo di  redditi  di  qualsiasi
provenienza che possono determinare il  venir  meno  dello  stato  di
disoccupazione o inoccupazione, come definiti dall'art. 4,  comma  a)
del decreto legislativo n. 181 del  21  aprile  2000  modificato  con
decreto legislativo n. 297 del 19 dicembre  2002  in  relazione  alla
definizione della soglia annuale di reddito,  deve  essere  mantenuto
per tutta la durata della borsa, pena la decadenza e il rimborso  dei
ratei percepiti. 
    I titolari di  borse  di  studio  di  cui  al  presente  articolo
conferite dall'Universita'  Mediterranea  di  Reggio  Calabria,  sono
esonerati dal versamento delle tasse e contributi per l'accesso e  la
frequenza ai corsi. Chi abbia usufruito di una borsa di studio per un
corso di dottorato anche per un  solo  anno,  non  puo'  chiedere  di
fruirne una seconda volta. 

        
      
                               Art. 13 
 
 
                              Obblighi 
 
 
    Gli iscritti ai corsi di dottorato  di  ricerca  sono  tenuti  al
versamento delle tasse e dei contributi  di  entita'  pari  a  quelle
versate dagli studenti iscritti ai corsi di laurea con le modalita' e
i criteri previsti dal  decreto  del  Presidente  del  Consiglio  dei
Ministri 9 aprile 2001, con esclusione dei titolari di borse  di  cui
all'art.12 del presente bando i quali dovranno effettuare al  momento
di iscrizione un versamento di  euro  10,33  stampando  dall'apposita
pagina    di     accesso     al     link     http://www.unirc.it/area
riservata.php?profilo=studente del sito  di  Ateneo  la  distinta  di
pagamento (modulo MAV). 
    I  dottorandi  senza  borsa  all'atto  di   iscrizione   all'anno
accademico 2011/2012 sono tenuti al versamento delle seguenti tasse e
contributi: 
    1) prima rata di euro 255,80 stampando  dall'apposita  pagina  di
accesso          al           link           http://www.unirc.it/area
riservata.php?profilo=studente del sito  di  Ateneo  la  distinta  di
pagamento (modulo MAV); 
    2) tassa regionale per il diritto  allo  studio  di  euro  101,00
utilizzando le stesse modalita' descritte al punto 1). 
    Il pagamento della seconda rata, dovra' effettuarsi non oltre  il
30 giugno di ciascun anno di  corso.  L'importo  della  seconda  rata
sara' determinato sulla base  dello  scaglione  di  ISEE  (Indicatore
della situazione economica equivalente) a  cui  il  nucleo  familiare
dello studente appartiene. 
    Gli iscritti ai corsi di dottorato di ricerca non possono  essere
contemporaneamente iscritti ad altro corso  universitario  (corso  di
laurea di primo e secondo livello, scuola di specializzazione,  altro
corso  di  dottorato,  corsi  di  perfezionamento,  altro  corso   di
dottorato di ricerca, master universitari primo e secondo livello). 
    I dottorandi hanno l'obbligo di frequentare  tutte  le  attivita'
previste dal corso di dottorato  secondo  le  modalita'  fissate  dal
collegio dei docenti, di presentare le relazioni orali o scritte e di
attenersi a quanto legittimamente richiesto dal collegio dei docenti. 
    Alla fine di ogni anno, e nel corso dell'anno  se  stabilito  dal
collegio dei docenti, i dottorandi hanno l'obbligo di presentare  una
particolareggiata relazione sull'attivita' e le  ricerche  svolte  al
collegio dei docenti, che ne curera' la conservazione e  che,  previa
valutazione dell'assiduita' e operosita' dimostrata  dal  dottorando,
ne disporra' l'ammissione all'anno successivo o l'esclusione. 
    Per le borse cofinanziate dal POR Calabria FSE 2007/2013, per  il
piano d'azione 2011/2013 - intervento  D5  «Mobilita'  internazionale
per giovani laureati  e  ricercatori»,  i  dottorandi  hanno  inoltre
l'obbligo: 
    di recarsi inderogabilmente entro  il  primo  biennio  di  corso,
presso un ente di ricerca estero per il periodo obbligatorio  di  sei
mesi, pena la decadenza dalla fruizione della stessa  e  restituzione
di quanto percepito durante l'intero corso di dottorato; 
    di produrre una relazione (con cadenza semestrale e annuale)  sui
contenuti e sull'andamento del percorso formativo  controfirmata  dal
direttore della scuola o dal coordinatore del dottorato  e  eventuale
ulteriore documentazione ritenuta necessaria dagli  uffici  regionali
per le esigenze di monitoraggio e rendicontazione dell'intervento. La
relazione  corredata  da  time-sheet  semestrali  e   annuali,   deve
documentare la coerenza  del  percorso  formativo  con  lo  specifico
curriculum finanziato dal FSE; 
    di riportare esplicitamente la fonte di finanziamento su tutti  i
documenti  e  le  pubblicazioni,  in   particolare   se   di   natura
tecnico-scientifica, cosi' come indicato dall'art. 5.6  delle  «Linee
guida» annualita' 2012 richiamate in premessa. 

        
      
                               Art. 14 
 
 
                        Conseguimento titolo 
 
 
    Il  titolo  di  dottore  di  ricerca,  rilasciato   dal   Rettore
dell'Universita'  Mediterranea  di  Reggio  Calabria,   si   consegue
all'atto del superamento dell'esame finale a conclusione del corso ed
e' subordinato alla presentazione di  una  dissertazione  scritta  di
rilevante valore scientifico. 
    Nella tesi finale i dottorandi beneficiari delle borse sui  fondi
POR Calabria FSE 2007/2013 dovranno inserire il  logo  della  regione
Calabria, della Repubblica italiana e  dell'Unione  europea,  facendo
esplicito riferimento al contributo del Fondo sociale europeo  e  del
dipartimento 11 «Cultura -  istruzione  -  universita'  -  ricerca  -
innovazione tecnologica - alta formazione» della regione. 

        
      
                               Art. 15 
 
 
        Programma operativo regione Calabria - FSE 2007/2013 
 
 
    Il presente bando e' cofinanziato dal programma operativo regione
Calabria  2007-2013  e  pertanto  e'  sottoposto  al  rispetto  della
normativa ministeriale vigente in materia di dottorato di  ricerca  e
dei regolamenti comunitari e delle norme nazionali per gli interventi
cofinanziati dal Fondo sociale europeo. Questi ultimi in  particolare
come definiti dal programma operativo Calabria -  FSE  2007-  2013  -
asse IV capitale  umano  -  obiettivo  operativo  M.2  «Sostenere  la
realizzazione di percorsi individuali di alta formazione per  giovani
laureati e ricercatori presso  organismi  di  riconosciuto  prestigio
nazionale e internazionale» e dal  piano  regionale  per  le  risorse
umane  -  piano  d'azione  2011/2013  -  intervento   D5   «Mobilita'
internazionale  per  giovani  laureati  e  ricercatori»  attuato  dal
dipartimento   11   «Cultura,   istruzione,   universita',   ricerca,
innovazione tecnologica, alta formazione» della regione Calabria. 

        
      
                               Art. 16 
 
 
                             Pubblicita' 
 
 
    Per quanto non previsto nel presente bando si fa riferimento alle
disposizioni legislative e regolamentari in materia di  dottorato  di
ricerca. 
    Il presente bando e' stato sottoposto e approvato  dalla  regione
Calabria che ne ha  verificato  la  conformita'  del  rispetto  delle
normative del FSE e secondo quanto fissato dalla convenzione e  dalle
linee guida. 
    Il presente bando sara' inviato al Ministero  dell'universita'  e
della ricerca scientifica e  tecnologica  e  sara'  pubblicato  nella
Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica   italiana.   Inoltre   sara',
pubblicato sul sito  dell'Universita'  degli  studi  Mediterranea  di
Reggio Calabria:  http://www.unirc.it  e  su  quello  della  regione
Calabria: http://www.regione.Calabria.it/istruzione 
      Reggio Calabria, 29 ottobre 2012 
 
                                               Il Rettore: Giovannini