Concorso UNIVERSITA' 'IUAV' DI VENEZIA Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 81 del 11-10-2013

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Posti 4
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 81 del 11-10-2013
Sintesi: UNIVERSITA' IUAV DI VENEZIA Concorso (Scad. 11 novembre 2013) Procedure pubbliche di selezione con valutazione comparativa per la copertura di quattro posti di ricercatore a tempo determinato (contratto junior) - ...
Ente: UNIVERSITA' 'IUAV' DI VENEZIA
Regione: VENETO
Provincia: VENEZIA
Comune: VENEZIA
Data di pubblicazione 11-10-2013
Data Scadenza bando 11-11-2013
Condividi

UNIVERSITA' IUAV DI VENEZIA

Concorso (Scad. 11 novembre 2013)

Procedure pubbliche di selezione con valutazione comparativa per la copertura di quattro posti di ricercatore a tempo determinato (contratto junior) - presso il Dipartimento di progettazione e pianificazione in ambienti complessi.

 
    E'  indetto  avviso  di  indizione  di  procedure  pubbliche   di
selezione con valutazione  comparativa  per  la  copertura  di  n.  4
(quattro) posti di ricercatore a tempo determinato ai sensi dell'art.
24, comma 3, lettera a) (contratto junior) della legge n.  240/2010 -
presso il dipartimento di progettazione e pianificazione in  ambienti
complessi dell'Universita' IUAV di Venezia 
    Sigla del bando: RIC TD 04-2013. 
    Posto n. 1) 
    Settore concorsuale 08/C1 - Design  e  progettazione  tecnologica
dell'architettura. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento per  il  profilo:
ICAR/13 - Disegno industriale. 
    Tipologia di contratto: tipologia a). 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo     della     ricerca:     Design      e      innovazioni
tecnico-scientifiche. 
    Tema  della  ricerca:  Il  progetto  di  ricerca  riguardera'  il
contributo che il design puo' offrire  all'innovazione  dei  prodotti
caratterizzanti la cultura materiale contemporanea, sia nelle fasi di
ricerca applicata e di trasferimento tecnologico, sia  in  quella  di
ricerca teorica, grazie all'applicazione delle  tecnologie  emergenti
(nanotecnologie,   sensori,   tagging,    tecnologie    elettroniche,
tecnologie dei materiali, tecnologie produttive ecc.). E' prevista su
questi temi anche una sperimentazione progettuale che si propone,  da
un lato, di aprire  nuovi  scenari  applicativi  per  le  innovazioni
tecnico-scientifiche, dall'altro, di proporre agli  scienziati  e  ai
tecnologi nuove priorita' per la loro ricerca. 
    Durata ricerca: 3 anni. 
    Pubblicazioni: Numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a 12. Tali pubblicazioni andranno presentate anche in formato pdf  su
supporto CD o DVD inserito nel plico della domanda. 
    Attivita' didattiche, didattiche integrative e di  servizio  agli
studenti previste 
    E' previsto  lo  svolgimento  di   attivita'   didattiche   anche
integrative e di servizio agli studenti, come saranno definite  dalla
programmazione  didattica  del  dipartimento   di   Progettazione   e
Pianificazione in Ambienti Complessi. In particolare e'  previsto  un
impegno nei laboratori di progetto del  prodotto  industriale  e  nei
corsi sull'innovazione nel design. 
    Posto n. 2) 
    Settore concorsuale 08/E2 - Restauro e storia dell'architettura 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento per  il  profilo:
ICAR/19 Restauro. 
    Tipologia di contratto: tipologia a). 
    Regime di impegno: tempo pieno 
    Titolo della ricerca: Alte maree  e  degrado  urbano:  Venezia  e
Shanghai a confronto - Water  levels  and  urban  decay:  Comparisons
between Venice and Shanghai 
    Tema  della  ricerca: Riscaldamento   globale,   effetto   serra,
innalzamento del livello marino: tutti  fattori  che,  siano  o  meno
causati dall'uomo in questo contesto non si indaga, mettono a rischio
in particolare tutte quei siti urbani che dal mare sono  nati  e  sul
mare vivono. Queste sono le considerazioni che  ci  hanno  indotto  a
mettere a confronto due citta', Venezia e Shanghai, la cui cultura  e
storia sono diverse quanto piu' non si potrebbe, ma che sono tuttavia
accomunate dal mare e che corrono forse gli stessi rischi. 
    Il  problema  dell'acqua  alta  diventa  di  anno  in  anno  piu'
drammatico:  l'umidita'  di  risalita  compromette  sempre   maggiori
porzioni di muratura e gli elementi architettonici a  essa  ancorati,
quali serramenti, metalli, sino alle  teste  delle  travi  dei  primi
solai e relativi tiranti in acciaio. Le barriere  tanto  tradizionali
che moderne sono sempre piu' insufficienti, perche' poste a quote che
ormai non sono piu' di sicurezza. 
    La sempre maggiore ampiezza  e  frequenza  dell'escursione  delle
maree  comporta  anche  modifiche  nella  composizione  dei  terreni,
poiche'  si  produce  una  dispersione  di  particellato  solido  con
abbassamento conseguente del suolo, cio' che puo' produrre  cedimenti
strutturali. Questi fenomeni di perdita  di  terreno  debbono  essere
analizzati con nuove indagini di laboratorio, in cui si controlli  la
permeabilita' dei terreni e delle fondazioni tramite  piezometri  che
registrino il livello dell'acqua. Cosi' il peggioramento dello  stato
di conservazione delle  fabbriche  cittadine,  generato  dall'aumento
della  quota  media  delle  maree,  potra'  essere   quantificato   e
analizzato per comprenderne l'estensione. 
    L'analisi  deve  essere  compiuta  su  alcuni  casi   di   studio
significativi, per  i  quali  sia  stata  eseguita  la  progettazione
esecutiva e possibilmente anche il  restauro,  con  misure,  prove  e
sondaggi  di  varia  natura  gia'  disponibili  (rilievi  metrici   e
topografici, sondaggi geotecnici, prove igrometriche e di  salinita',
carotaggi, magnetometrie, endoscopie, ecc.), da confrontare con nuove
indagini. 
    L'ultima fase della ricerca sara' la quantificazione del  degrado
di murature, tiranti e capo-chiave, per valutare il dissesto prodotto
dal mancato collegamento tra strutture orizzontali e verticali. 
    Naturalmente le fabbriche di Shangai sono assai piu'  recenti  di
quelle veneziane, ma pur  molti  dei  materiali  costruttivi  sono  i
medesimi o assai  simili.  Inoltre  un'indagine  sulle  reazioni  del
cemento armato all'umidita' di risalita potra'  offrire  interessanti
lezioni. 
    La ricerca si svolgera' assieme all'International Research Centre
for Architectural Heritage  Conservation  della  Shanghai  Jiao  Tong
University, con indagini, seminari e convegni in ambedue le  sedi.  A
conclusione dei lavori verranno predisposti i possibili  progetti  di
intervento e le tecniche relative. 
    Gli esiti della ricerca saranno pubblicati in cinese e inglese  a
cura della Shanghai Jiao Tong University Press. 
    Durata ricerca: 3 anni 
    Lingua straniera di cui e' richiesta la conoscenza: inglese 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a 12. Tali pubblicazioni andranno presentate anche in formato pdf  su
supporto CD o DVD inserito nel plico della domanda. 
    Attivita' di ricerca, didattiche,  didattiche  integrative  e  di
servizio agli studenti previste. 
    E' previsto  lo  svolgimento  di   attivita'   didattiche   anche
integrative e di servizio agli studenti, come saranno definite  dalla
programmazione  didattica  del  dipartimento   di   Progettazione   e
Pianificazione in Ambienti Complessi, nell'ambito della ricerca sopra
descritta; attivita' nei corsi di laurea di primo e  secondo  livello
ed  eventualmente  in  un  master,  particolarmente  nelle  attivita'
formative di carattere laboratoriale e nel tutoraggio di alcune  tesi
di laurea. 
    Posto n. 3) 
    Settore  concorsuale  08/F1 -  Pianificazione   e   progettazione
urbanistica e territoriale. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento per  il  profilo:
ICAR/20 Tecnica e Pianificazione Urbanistica e ICAR/21 Urbanistica 
    Tipologia di contratto: tipologia a) 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo  della  ricerca:  Lo  spazio   collettivo   nella   citta'
dell'individualita' e dell'interculturalita' 
    Tema  della  ricerca:  Il  progetto  di   ricerca   riguarda   la
progettazione   dello   spazio   collettivo   nella   citta'    della
globalizzazione caratterizzata da un lato  da  una  sempre  crescente
individualizzazione dei rapporti e dall'altra da una sempre  maggiore
presenza di culture differenti. 
    La ricerca si fonda  su  un  lavoro  di  sistematizzazione  della
riflessione  apparsa  sul  tema  della  progettazione  dello   spazio
collettivo negli ultimi anni nella letteratura specializzata. 
    La ricerca valutera' una serie di  casi  studio  -  in  Italia  e
all'estero - esemplificativi di interventi realizzati e/o  progettati
sullo e per lo spazio collettivo, con  l'obiettivo  di  coniugare  la
diversita' di domande che nella citta' contemporanea si riversa sullo
spazio  collettivo,  svolgendo  la  riflessione  sia  da   un   punto
progettuale che da quello dei soggetti e degli  operatori  coinvolti,
al fine di  mettere  in  luce  le  molteplici  sfaccettature  che  un
intervento sullo spazio collettivo richiede/mette in moto. 
    La ricerca portera' alla  definizione  di  criteri  e  metodi  di
progettazione urbanistica per il recupero e  la  rivitalizzazione  di
spazi urbani da destinare  all'incontro  e  allo  scambio  fino  alla
progettazione di spazi collettivi nuovi, in grado di complementare le
caratteristiche di individualita' e interculturalita' che  la  citta'
va sempre piu' assumendo. 
    Durata ricerca: 3 anni. 
    Lingua straniera di cui e' richiesta la conoscenza: inglese 
    Pubblicazioni: Il candidato puo'  presentare  un  massimo  di  12
pubblicazioni.  Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  anche   in
formato pdf su supporto CD o DVD inserito nel plico della domanda. 
    Attivita' di ricerca, didattiche,  didattiche  integrative  e  di
servizio agli studenti previste 
    Il  destinatario  del  contratto  di  ricerca  sara'  chiamato  a
condurre attivita' didattica e  didattica  integrativa  da  svolgersi
nell'ambito  della  programmazione  didattica  del  dipartimento   di
Progettazione e Pianificazione in Ambienti Complessi, particolarmente
nelle attivita' formative di carattere laboratoriale. 
    Posto n. 4) 
    Settore  concorsuale  08/A3 -   Infrastrutture   e   sistemi   di
trasporto. Estimo e valutazione. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento per  il  profilo:
ICAR/22 Estimo 
    Tipologia di contratto: tipologia a) 
    Regime di impegno: tempo definito 
    Titolo della ricerca: «Il partenariato pubblico  privato  per  la
rigenerazione della citta': strumenti di  intervento  e  tecniche  di
valutazione dei progetti» 
    Tema della ricerca: L'ipotesi della ricerca e' che l'allestimento
di adeguate forme partenariali  tra  il  settore  pubblico  e  quello
privato sia  una  strada  obbligata  da  percorrere  per  raggiungere
l'obiettivo della rigenerazione urbana. Il punto  di  partenza  della
ricerca e' quindi la rappresentazione delle esigenze di rigenerazione
urbana che oggi si pongono,  con  diretto  riferimento  alla  realta'
italiana, in quanto quadro esigenziale multidimensionale rispetto  al
quale dovranno essere commisurati gli strumenti di partenariato e  le
tecniche di valutazione dei progetti. 
    Il cuore  della  ricerca  e'  quindi  costituito  da  due  ambiti
tematici. Per quanto riguarda gli strumenti, si tratta di  sviluppare
una analisi critica delle potenzialita' e dei limiti degli  strumenti
vigenti, anche  alla  luce  di  analisi  di  esperienze  applicative.
L'ambito relativo alle tecniche di valutazione dei progetti si lega a
quello degli strumenti, e comprende  sia  le  valutazioni  di  natura
economico-finanziaria che quelle di natura multicriteriale. Anche  in
questo caso, con diretto  riferimento  all'approccio  partenariale  e
sulla base  di  concreti  casi  di  studio,  saranno  evidenziate  le
potenzialita'  ed  i  limiti  delle  tecniche  di  valutazione  della
fattibilita' dei progetti. 
    L'analisi della situazione italiana di cui  al  precedente  punto
sara' completata  con  elementi  comparativi  tratti  dall'esperienza
europea. Al riguardo saranno approfondite alcune  esperienze  europee
qualificabili come buone pratiche. 
    Lo  sbocco  della  ricerca  ha  carattere  progettuale.  Essa  si
prefigge infatti di prospettare e verificare le misure da assumere in
ambito urbanistico (premialita',  compensazioni,  ecc.),  finanziario
(sovvenzioni,   investimenti   pubblici   complementari,   ecc.    ),
tecnologico (efficienza  energetica,  ecc.),  fiscale  (agevolazioni,
ecc.), procedurale (semplificazioni,  unificazioni  delle  procedure,
ecc.), per incrementare  l'efficacia  delle  forme  partenariali.  La
capacita' del partenariato, rafforzato da tali misure, di  perseguire
gli obiettivi di rigenerazione urbana sara' verificata con  l'ausilio
delle appropriate tecniche di valutazione. 
    Durata ricerca: 3 anni. 
    Lingua straniera di cui e' richiesta la conoscenza: inglese. 
    Pubblicazioni: Numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a 12. Tali pubblicazioni andranno presentate anche in formato pdf  su
supporto CD o DVD inserito nel plico della domanda. 
    Attivita' di ricerca, didattiche,  didattiche  integrative  e  di
servizio agli studenti previste 
    E'  previsto  lo  svolgimento  di  attivita'   didattiche   anche
integrative e di servizio agli studenti, come saranno definite  dalla
programmazione  didattica  del  dipartimento   di   Progettazione   e
Pianificazione in Ambienti Complessi, con riferimento alle  tematiche
della valutazione di piani, programmi e progetti. 
    Le domande di partecipazione  alle  selezioni  pubbliche  per  il
conferimento dei contratti per la copertura dei 4 (quattro) posti  di
ricercatore a tempo determinato sopra  descritti,  redatte  in  carta
libera, devono essere indirizzate al Rettore dell'Universita' Iuav di
Venezia, Santa Croce, 191 - Tolentini - 30135 Venezia,  e  presentate
con le modalita' previste dal bando entro  e  non  oltre  il  termine
perentorio di 30 giorni dalla pubblicazione del presente avviso sulla
Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana -  4ª  serie  speciale -
concorsi ed esami. 
    Il testo integrale del bando,  con  allegato  il  modulo  per  la
compilazione della domanda e con l'indicazione dei requisiti e  delle
modalita'  di  partecipazione  alle  procedure   di   selezione   con
valutazione   comparativa,   e'   pubblicato    all'Albo    Ufficiale
dell'Universita' Iuav di Venezia, e disponibile  per  via  telematica
sul  sito  concorsi  e  gare/concorsi   per   personale   docente   e
ricercatore,                reperibile                 all'indirizzo:
http://www.iuav.it/Lavora-con/CONCORSI1/personale-/index.htm 
    Sigla del bando: RIC TD 04-2013 
    Responsabile del  procedimento  di  valutazione  comparativa  del
presente bando e' la responsabile del Servizio  Concorsi  e  Carriere
del Personale docente e ricercatore: Leda Falena. 
    Ogni  informazione  circa  la  suddetta  procedura  puo'   essere
richiesta   al   Servizio    suindicato    ai    numeri    telefonici
041/2571713-1850-1786,        fax        041/2571810,         e-mail:
personale.docente@iuav.it