Concorso per 1 personale laureato con esperienza (piemonte) IRES - ISTITUTO RICERCHE ECONOMICO SOCIALI DEL PIEMONTE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 1
Fonte: DIR N. 83 del 18-11-2013
Sintesi: IRES - ISTITUTO RICERCHE ECONOMICO SOCIALI DEL PIEMONTE Concorso (Scad. 25 novembre 2013) Procedura di valutazione comparativa, per titoli e colloquio di valutazione, per il conferimento di n. 1 incarico di ...
Ente: IRES - ISTITUTO RICERCHE ECONOMICO SOCIALI DEL PIEMONTE
Regione: PIEMONTE
Provincia: TORINO
Comune: TORINO
Data di pubblicazione 19-11-2013
Data Scadenza bando 25-11-2013
Condividi

IRES - ISTITUTO RICERCHE ECONOMICO SOCIALI DEL PIEMONTE

Concorso (Scad. 25 novembre 2013)

Procedura di valutazione comparativa, per titoli e colloquio di valutazione, per il conferimento di n. 1 incarico di collaborazione coordinata e continuativa delle durata di 12 mesi ad esperto di ricerca per lo svolgimento dell’attività di studio e coordinamento in materia di economia sanitaria.


II Consiglio di Amministrazione dell’Istituto di Ricerche Economico Sociali (IRES) Piemonte, in esecuzione della deliberazione n 38/2013 del 30 ottobre 2013.
rende noto che è indetta, ai sensi dell’articolo 7 comma 6 e 6 bis del decreto legislativo n. 165/201 e s.m.i., procedura di valutazione comparativa, per titoli e colloquio di valutazione, per il conferimento di n. 1 incarico di collaborazione coordinata e continuativa delle durata di 12 mesi ad esperto di ricerca per lo svolgimento dell’attività di studio e coordinamento in materia di economia sanitaria.
Scadenza: 10 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte.
L’istituto garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ai sensi della legge n. 125/2001 e dall’art. 35 del d.lgs 135/2001 e s.m.i.
La procedura di valutazione comparativa è disciplinata dai seguenti articoli.
ARTICOLO 1
La procedura di valutazione comparativa, per titoli e colloquio di valutazione, è intesa a selezionare il candidato idoneo per il conferimento di incarico ad esperto di ricerca per lo svolgimento dell’attività di studio e coordinamento in materia di economia sanitaria.
ARTICOLO 2
Le domande di ammissione alla selezione, redatte in carta semplice, devono pervenire all'Istituto di Ricerche Economico Sociali in Via Nizza n. 18 Torino, nel termine perentorio di 10 giorni a decorrere dal giorno successivo la data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte. Qualora la scadenza coincida con un giorno festivo, il termine di presentazione delle domande si intende prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Le domande potranno essere consegnate a mano, Via Nizza n. 18 Torino III Piano, all’Ufficio Protocollo, dalle ore 9,00 alle 16,30 dal lunedì al giovedì ed il venerdì dalla 9,00 alle 13,00 (sulla busta dovrà essere indicato: “Domanda di partecipazione alla selezione comparativa per l’individuazione del candidato idoneo per l’incarico annuale ad esperto di ricerca per lo svolgimento dell’attività di studio e coordinamento in materia di economia sanitaria) ovvero, tramite invio con P.E.C. (posta elettronica certificata) all’indirizzo di posta certificata dell’Istituto - ires@pec.irespiemonte.it avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta e sottoscritta dal candidato, in formato PDF, ed indicare come oggetto la dicitura “Domanda di partecipazione alla selezione comparativa per l’individuazione del candidato idoneo per l’incarico annuale ad esperto di ricerca per lo svolgimento dell’attività di studio e coordinamento in materia di economia sanitaria.
Non verranno prese in considerazione le domande inviate da caselle di posta elettronica non certificata. La data di presentazione della domanda è comprovata dal gestore di posta certificata.
L'amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del mittente ovvero da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
La domanda deve essere firmata dal concorrente quale requisito essenziale, pena la nullità della stessa. La firma non deve essere autenticata.
Alla domanda dovrà essere allegato un curriculum formativo e professionale, da cui si possa evincere la capacità del collaboratore allo svolgimento della prestazione ed in particolare dovrà contenere le seguenti informazioni:
- dati anagrafici;
- descrizione del profilo professionale;
- titoli di studio;
- frequenza ad attività formative;
- le esperienze professionali.
L'Amministrazione si riserva la facoltà di procedere ad idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni sostitutive e delle autocertificazioni ai sensi del D.P.R. n. 445/2000.
Ai sensi dell'art. 7 del D. Lgs. n. 196/2003 e s.m.i., i dati forniti dai candidati sono raccolti presso il settore Amministrazione dell’IRES, per le finalità di gestione della selezione e saranno trattati anche successivamente per le finalità inerenti la gestione del rapporto di collaborazione.
La presentazione della domanda di partecipazione alla selezione di cui al presente avviso ha valenza di piena accettazione delle condizioni in esso riportate, di piena consapevolezza della natura autonoma del rapporto lavorativo, nonché di conoscenza e di accettazione delle norme dettate con il regolamento citato in premessa.
ARTICOL0 3
I candidati devono allegare alla domanda:
a) eventuali documenti comprovanti il diritto a preferenza in caso di parità di merito. Ove non allegati o non regolari, o se presentati oltre il termine di scadenza per la presentazione delle domande non verranno considerati per i rispettivi effetti (all. A);
b) un curriculum formativo e professionale, redatto su carta semplice, datato e firmato;
c) un elenco in carta semplice dei documenti e dei titoli presentati, datato e firmato;
d) fotocopia semplice di un documento di identità, in corso di validità.
ARTICOLO 4
La selezione di cui al presente avviso avverrà mediante la valutazione delle esperienze professionali e formative e l’effettuazione di un colloquio.
Il requisito di ammissione alla presente valutazione, a pena di esclusione, è il possesso del diploma di laurea vecchio ordinamento o diploma di laurea specialistica.
La Commissione, nominata dal Consiglio di Amministrazione e composta da tre esperti coadiuvata dal segretario verbalizzante, con motivata relazione formerà una graduatoria di merito sulla base della valutazione dei titoli presentati e delle esperienze maturate, nonché del colloquio, secondo i criteri di valutazione approvati dalla stessa commissione e nel rispetto di quanto previsto dall’articolo 7 del presente avviso.
ARTICOLO 5
Non vengono prese in considerazione le domande:
a) di coloro che non sono in possesso del diploma di laurea vecchio ordinamento o diploma di laurea specialistica.
b) non sottoscritte;
c) pervenute oltre il termine di 10 giorni a decorrere dal giorno successivo la data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte.
ARTICOLO 6
II diario e la sede del colloquio viene fissato dalla commissione e notificati mediante pubblicazione sul sito www.ires.piemonte.it, sezione - Amministrazione Trasparente- bandi e concorsi, con un termine minimo di preavviso di almeno 8 giorni a partire dal giorno 2 dicembre 2013. Verrà altresì notificato sul sito l'esclusione dalla selezione per mancata sottoscrizione e invio fuori termine della domanda.
Tale comunicazione ha valore di notifica e non seguiranno altre forme di comunicazione.
Al colloquio i candidati dovranno presentarsi muniti di documento d'identità valido a norma di legge.
L'assenza al colloquio è considerata rinuncia alla selezione.
ARTICOLO 7
La Commissione su un totale di 100 punti procede alla valutazione dei titoli così suddivisi:
a) Titoli punti 80;
b) Colloquio di valutazione 20;
a) Titoli per esperienze lavorative:
• Punteggio per esperienze lavorative nell'ultimo quadriennio precedente la data di scadenza del presente avviso - massimo 40 punti che verranno attribuiti nel seguente modo:
- 10 punti per ogni anno di esperienza lavorativa per lo svolgimento di attività di studio e di ricerca, in materia attinente la presente selezione se maturato presso la soppressa Agenzia regionale per i servizi sanitari;
- 7 punti per ogni anno di esperienza lavorativa per lo svolgimento di attività di studio e di ricerca, in materia attinente la presente selezione se maturato presso Istituti di ricerca, e presso l’Università;
- 5 punti per ogni anno di esperienza lavorativa se maturato presso altri enti pubblici e/o privati per lo svolgimento di attività di studio e di ricerca, in materia non attinente la presente selezione.
I periodi di attività verranno valutati per le frazioni di anno in ragione mensile considerando, come mese intero, periodi continuativi di giorni trenta o frazioni superiori a quindici giorni.
Titoli di studio valutabili:
Valutazione titoli di studio massimo 40 punti di cui:
- master annuale 4 punti; biennale 8 punti;
- dottorato di ricerca punti 15;
- possesso dell’abilitazione all’esercizio di attività professionale punti 8;
- pubblicazioni, attinenti le materie oggetto dell’attività del progetto, da 0 a 10 punti;
- corsi di specializzazione complessivamente punti 5.
b) Il colloquio di valutazione 20 punti:
deve svolgersi in un’aula aperta al pubblico di capienza idonea ad assicurare la massima partecipazione e verte sull’approfondimento delle tematiche inerenti l’attività di studio e di ricerca relative alla selezione.
ARTICOLO 8
La Commissione, a conclusione della procedura di valutazione e dei colloqui, renderà noto il risultato dei giudizi complessivi per ciascun candidato e compilerà una graduatoria di merito che verrà affissa nei locali dell’Istituto.
La graduatoria finale è formulata sommando le votazioni conseguite nella valutazione dei titoli e nel colloquio ed è pubblicata sul sito Ufficiale dell’IRES. Dalla data di pubblicazione decorrono i termini per eventuali impugnative della medesima.
La Commissione esaminatrice trasmetterà i risultati della selezione al Settore Amministrazione/Organizzazione e con determina del Direttore verranno approvati gli atti della procedura, previa verifica della regolarità.
Il vincitore stipulerà il contratto di collaborazione coordinata continuativa in cui verranno precisate le condizioni del rapporto che si intende instaurare ai sensi della normativa vigente in materia, nel rispetto degli indirizzi per l’attribuzione di incarichi professionali approvati dal Consiglio di Amministrazione.
ARTICOLO 9
La collaborazione sarà espletata anche in via esclusiva senza vincoli di subordinazione, in piena autonomia, utilizzando eventualmente i locali e le attrezzature messe a disposizione dall’IRES ed in coordinamento con esso.
La durata della collaborazione è di n. 12 mesi, a decorrere dalla data stabilita dal contratto privato di collaborazione coordinata e continuativa, e si svolgerà senza alcun vincolo di orario.
Il compenso annuo lordo, comprensivo delle ritenute fiscali e previdenziali a carico del collaboratore, è di Euro 48.000,00.
Il pagamento dell'importo previsto per il contratto di collaborazione coordinata e continuativa avverrà in rate mensili di pari importo.
ARTICOLO 10
Del presente avviso di selezione viene data notizia mediante pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte e pubblicato sul sito web dell’Istituto, all’indirizzo internet www.ires.piemonte.it, sezione - Amministrazione Trasparente- bandi e concorsi.
Ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 5 della legge 7 agosto 1990, n. 241 e s.m.i, il Responsabile del procedimento è la dott.ssa Filomena Tallarico.
ALL. A A parità di merito i titoli di preferenza sono:
1) gli insigniti di medaglia al valore militare;
2) i mutilati e invalidi di guerra ex combattenti;
3) i mutilati e invalidi per fatto di guerra;
4) i mutilati e invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
5) gli orfani di guerra;
6) gli orfani dei caduti per fatto di guerra;
7) gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
8) i feriti in combattimento;
9) gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale di merito di guerra, nonché‚ i capi di famiglia numerosa;
10) i figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex combattenti;
11) i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra;
12) i figli dei mutilati e degli invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
13) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle e le fratelli vedovi o non sposati dei caduti di guerra;
14) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle e i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto di guerra;
15) i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle e le fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio nel settore pubblico o privato;
16) coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;
17) coloro che abbiano prestato lodevole servizio a qualunque titolo, per non meno di un anno nell'amministrazione che ha indetto la selezione;
18) i coniugati e i non coniugati con riguardo al numero dei figli a carico;
19) gli invalidi e i mutilati civili;
20) militari volontari delle forze armate congedati senza demerito al termine della ferma o rafferma.
A parità di merito e di titoli la preferenza la graduatoria è determinata:
a) dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che il candidato sia coniugato o meno;
b) dall'aver prestato lodevole servizio nelle amministrazioni pubbliche;
c) dalla minore età del candidato/a.