Concorso-Abilitazione per 1 accompagnatore turistico (lombardia) PROVINCIA DI MILANO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso-Abilitazione

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso-Abilitazione
Tipologia Contratto Abilitazione
Posti Esame di abilitazione all'esercizio della professione
Fonte: DIR N. 90 del 11-12-2013
Sintesi: PROVINCIA DI MILANO Concorso (Scad. 19 dicembre 2013) Bando d’esame per l’anno 2013 per il conseguimento dell’abilitazione all’esercizio della professione di accompagnatore turistico IL DIRETTORE DEL ...
Ente: PROVINCIA DI MILANO
Regione: LOMBARDIA
Provincia: MILANO
Comune: MILANO
Data di pubblicazione 11-12-2013
Data Scadenza bando 19-12-2013
Condividi

PROVINCIA DI MILANO

Concorso (Scad. 19 dicembre 2013)

Bando d’esame per l’anno 2013 per il conseguimento dell’abilitazione all’esercizio della professione di accompagnatore turistico


IL DIRETTORE DEL SETTORE CULTURA TURISMO MODA ECCELLENZE
in esecuzione della l.r. n. 15 del 16 luglio 2007 e del d.lgs. n. 79 del 23 maggio 2011 «Nuovo Codice del turismo» INDICE le prove d’esame per l’abilitazione all’esercizio della professione di • Accompagnatore turistico La qualifica di accompagnatore turistico è attribuita a chi, per attività professionale, accompagna persone singole o gruppi di persone nei viaggi sul territorio nazionale o all’estero, cura l’attuazione del programma turistico predisposto dagli organizzatori, dà completa assistenza ai singoli o ai gruppi accompagnati, fornisce elementi significativi o notizie di interesse turistico sulle zone di transito al di fuori dell’ambito di competenza delle guide turistiche anche in occasione di semplici trasferte, arrivi e partenze di turisti.
1. PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE
La domanda di ammissione all’esame di abilitazione all’esercizio della professione di Accompagnatore Turistico, ai sensi della l.r. n. 15/07, redatta in carta libera, deve essere presentata entro il termine perentorio del 19 dicembre 2013 entro le ore 16,00.
Al presente bando possono partecipare tutti coloro che possiedono i requisiti previsti dalla vigente legge regionale senza alcun obbligo di residenza nella Regione Lombardia.
I modelli delle domande sono riportati negli allegati al presente Bando.
Le domande, comprensive dei relativi allegati, vanno inviate o consegnate a:
- Provincia di Milano - Settore Cultura Turismo Moda Eccellenze - Ufficio abilitazioni turistiche - viale Piceno, 60 - 20129 Milano con le seguenti modalità:
• a mezzo raccomandata A/R - farà fede il timbro e la data dell’ufficio postale di spedizione;
• a mano nei seguenti giorni e orari: dal lunedì al giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 14.30 alle ore 16.00 - il venerdì dalle ore 10,00 alle ore 12.00;
• a mezzo posta certificata (PEC) indirizzata a: protocollo@ pec.provincia.milano.it indicando come destinatario della comunicazione il Settore Cultura Turismo Moda Eccellenze - Servizio gestione funzioni relative a strutture ricettive, agenzie di viaggio e abilitazioni turistiche e nell’oggetto «Partecipazione all’esame di Accompagnatore Turistico» Si informa che alla consegna dell’iscrizione del Bando non potrà essere fornita alcuna indicazione in merito alla completezza della domanda. La validità della domanda verrà infatti valutata dalla Commissione d’esame.
Alla domanda deve essere allegata la ricevuta del versamento quale concorso spese pari a € 110,50 effettuato sul conto corrente n. 1009/22 - ABI 03069 - CAB 01775 intestato a: Provincia di Milano, Banca Intesa San Paolo - Piazza Oberdan, 4 - 20129 Milano - cod. IBAN IT 86 D030 6901 7750 0000 0100 922 - indicando la causale «Partecipazione esame Abilitazione Accompagnatore Turistico».
Non verrà effettuato alcun rimborso delle somme versate dai candidati che, per qualsiasi motivo, non sono ammessi o non partecipano alla prova d’esame.
La Provincia di Milano declina sin d’ora ogni responsabilità per l’eventuale dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato e di mancata, oppure tardiva comunicazione del cambiamento d’indirizzo indicato nella domanda, o per eventuali disguidi postali e telegrafici non imputabili a colpa dell’Amministrazione stessa.
La mancata dichiarazione relativa al possesso dei requisiti previsti, la mancata indicazione della lingua straniera per la quale si chiede l’abilitazione, il mancato versamento della quota quale concorso spese, la mancata sottoscrizione della domanda con i relativi allegati ed infine la verifica, ai sensi del t.u.
d.p.r. 445/2000, del mancato possesso dei titoli e dei requisiti autocertificati nella domanda di partecipazione, costituiscono motivo di esclusione dalla prova d’esame.
2. REQUISITI E PROVE CANDIDATI ALL’ABILITAZIONE DELLA PROFESSIONE
I candidati in possesso di diploma di scuola media superiore o diploma di laurea sono chiamati a sostenere sia la prova scritta che la prova orale secondo le modalità descritte nel presente bando.
Qualora il titolo di studio sia stato conseguito all’estero, lo stesso è ammesso previa presentazione di traduzione asseverata e certificazione da cui risulti l’equipollenza con il titolo sopra indicato.
Tali candidati presenteranno la domanda compilando il modello riportato all’Allegato 1.
CANDIDATI ALL’ESAME SUPPLETIVO DI LINGUA STRANIERA
I candidati già abilitati alla professione potranno richiedere di estendere l’abilitazione ad ulteriori lingue straniere. In tale caso i candidati sono chiamati a sostenere un colloquio nella/e lingua/e straniera/e per cui è richiesta l’abilitazione.
Tali candidati presenteranno la domanda compilando il modello riportato all’Allegato 2.
I requisiti ed i titoli previsti dal bando debbono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione delle domande.
3. PROVE D’ESAME E RISULTATI
Sono abilitati all’esercizio della professione di accompagnatore turistico i candidati che abbiano conseguito l’idoneità nelle prove d’esame previste.
PROVA SCRITTA
La prova scritta consiste nello svolgimento di un test che prevede domande a risposta multipla da svolgere anche, eventualmente, avvalendosi di strumenti informatici messi a disposizione dei candidati.
Ai sensi dell’art. 72 della legge regionale 15/07, le domande riguarderanno le seguenti materie: geografia turistica italiana, europea ed extra-europea; legislazione, tecnica ed organizzazione turistica; tecnica dei trasporti.
Per l’ammissione alla prova orale il candidato deve conseguire un giudizio di «idoneità» nella prova scritta.
PROVA ORALE
La prova orale consiste in un colloquio in lingua italiana, che ai sensi dell’art. 72 della legge regionale 15/07, verterà su:
• geografia turistica italiana, europea ed extra-europea;
• legislazione, tecnica ed organizzazione turistica;
• tecnica dei trasporti;
• nozioni di tecnica valutaria e doganale;
• elementi di legislazione turistica;
• compiti e norme di esercizio dell’attività professionale.
E’ inoltre previsto un colloquio nella/e lingua/e indicata/e dal candidato.
L’esito finale della prova orale è espresso con giudizio di «idoneità » o «non idoneità».
4. VALUTAZIONI IDONEITÀ PROVA SCRITTA
Il giudizio di idoneità nella prova scritta si ottiene raggiungendo il punteggio minimo fissato dalla Commissione d’esame che sarà comunicato ai candidati nella lettera di convocazione al test.
IDONEITÀ PROVA ORALE
Il giudizio di idoneità nella prova orale si raggiunge ottenendo sia l’idoneità nel colloquio nella lingua straniera sia l’idoneità nel colloquio relativo alle altre materie orali.
L’idoneità nel colloquio in lingua straniera si ottiene dimostrando sia capacità di interagire con scioltezza e spontaneità rendendo possibile un’interazione naturale con i parlanti nativi senza sforzo per l’interlocutore, sia capacità di spiegare un punto di vista su un argomento fornendo i pro e i contro delle varie opzioni.
Qualora il candidato richieda il colloquio in più lingue straniere è sufficiente per ottenere l’abilitazione che sia raggiunta l’idoneità in una sola di queste.
L’idoneità nel colloquio relativo alle altre materie orali si ottiene raggiungendo l’idoneità nel complesso delle materie.
5. COMUNICAZIONI
I candidati riceveranno all’indirizzo fornito una raccomandata a/r di convocazione alla prova o per coloro che l’hanno  indicata la convocazione verrà trasmessa alla propria casella di posta certificata PEC; ogni altra informazione nonché i più opportuni aggiornamenti saranno reperibili sul sito web della Provincia www.visitamilano.it/turismo/operatori.
6. TESSERINO PERSONALE DI RICONOSCIMENTO
Ai candidati risultati idonei, la Provincia di Milano rilascerà un tesserino personale di riconoscimento con le modalità che saranno comunicate.
7. INFORMATIVA AI SENSI DEL D.LGS. 196/03
Informativa ai sensi dell’articolo 13 del t.u. 196/03 in materia di protezione dei dati personali I dati personali raccolti mediante il presente modulo e tutti quelli che risulteranno necessari per istruire e dare attuazione alla sua richiesta saranno trattati solo per tali scopi.
Il conferimento dei dati è obbligatorio. In loro assenza non è possibile assolvere a quanto richiesto.
I dati saranno trattati su supporto informatico e cartaceo. Ai dati hanno accesso i dipendenti della Provincia di Milano che sono stati nominati incaricati del trattamento.
I dati non sono comunicati a terzi o diffusi.
Si rammenta che ai sensi dell’art. 7 del t.u. 196/03, l’interessato ha diritto ad avere conferma dell’esistenza di dati che lo riguardano, di rettificarli o aggiornarli, di cancellarli o di opporsi per motivi legittimi al loro trattamento.
Titolare dei dati è la Provincia di Milano, nella persona del Presidente pro tempore. Il Responsabile del trattamento dei dati personali è il Dirigente del Settore Cultura, turismo, moda, eccellenze, dott. Claudio Martino.
Si ricorda che le dichiarazioni sostitutive sono rilasciate dal richiedente consapevole che ai sensi dell’articolo 76 del t.u. 445/00: «chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti dal presente t.u. è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia».
Qualora dai controlli effettuati dalla Provincia di Milano in base all’art. 71 del t.u. 445/00 dovesse emergere la non veridicità del contenuto della dichiarazione, «il dichiarante decade immediatamente dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera» (art. 75 t.u. 445/00).
Ulteriori informazioni saranno pubblicate sul sito www.visitamilano.it/turismo/operatori
Ogni informazione può essere richiesta a:
Provincia di Milano Settore Cultura, Turismo, Moda, Eccellenze V.le Piceno, 60 – 20129 Milano tel. 02 77403083 – 02 77405933 tramite il sito internet http://www.visitamilano.it/turismo/operatori all’indirizzo di posta elettronica:
operatoriturismo@provincia.milano.it all’indirizzo di posta certificata protocollo@pec.provincia.milano.it Milano, 22 novembre 2013
Il direttore del settore turismo
Claudio Martino