Concorso-Riapertura per 1 direttore tecnico area tecnica, elaborazione dati (emilia romagna) 'ALMA MATER STUDIORUM' DI BOLOGNA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso-Riapertura

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso-Riapertura
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 99 del 17-12-2013
Sintesi: UNIVERSITA' «ALMA MATER STUDIORUM» DI BOLOGNA Concorso (Scad. 16 gennaio 2014) Modifica del concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di categoria D, posizione economica 1, area tecnica tecnico ...
Ente: 'ALMA MATER STUDIORUM' DI BOLOGNA
Regione: EMILIA ROMAGNA
Provincia: BOLOGNA
Comune: BOLOGNA
Data di pubblicazione 17-12-2013
Data Scadenza bando 16-01-2014
Condividi

UNIVERSITA' «ALMA MATER STUDIORUM» DI BOLOGNA

Concorso (Scad. 16 gennaio 2014)

Modifica del concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di categoria D, posizione economica 1, area tecnica tecnico scientifica ed elaborazione dati, per le esigenze dell'Area persone e organizzazione (APOS), indetto con D.D. 2990 del 2 ottobre 2013 e riapertura termini D.D. 3821 del 9 dicembre 2013.

 
                            IL DIRIGENTE 
 
    Visto il Testo Unico delle disposizioni  concernenti  lo  statuto
degli impiegati civili dello Stato di cui al d.P.R. 10 gennaio  1957,
n. 3 e s.m.i., nonche' le relative norme di esecuzione; 
    Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241 e s.m.i., recante  norme  in
materia di diritto di  accesso  a  documenti  amministrativi,  ed  il
relativo regolamento di Ateneo di attuazione, adottato  con  D.R.  n.
378/12311 del 10 marzo 2008; 
    Visto il d.P.R. 9 maggio 1994, n. 487  e  s.m.i.,  le  cui  norme
regolamentano  l'accesso  ai   pubblici   impieghi   nella   pubblica
amministrazione e le modalita' di svolgimento dei concorsi; 
    Visto il d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, recante il Testo  Unico
delle  disposizioni  legislative  e  regolamentari  in   materia   di
documentazione amministrativa; 
    Visto il d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165  e  s.m.i.,  recante  norme
generali  sull'ordinamento  alle  dipendenze  delle   Amministrazioni
pubbliche; 
    Visto il  d.lgs.  30  giugno  2003,  n.  196  recante  norme  sul
trattamento dei dati personali ed il Relativo regolamento  di  Ateneo
di attuazione, adottato con D.R. n. 271/09 del 23 febbraio 2009; 
    Visto il Contratto collettivo nazionale di lavoro  del  personale
tecnico-amministrativo del comparto Universita', sottoscritto in data
16 ottobre 2008; 
    Visto il Regolamento sull'accesso all'impiego presso l'Alma Mater
Studiorum  -  Universita'  di  Bologna   da   parte   del   personale
tecnico-amministrativo adottato con D.R. n.  190/732  del  17  giugno
2002, cosi' come modificato, da ultimo, con D.R. n. 460/18184 del  19
aprile 2010; 
    Vista la disposizione dirigenziale n. 2990 del  2  ottobre  2013,
pubblicata nella Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica  -  4ª  serie
speciale «Concorsi ed esami» n. 83 - del  18  ottobre  2013,  con  la
quale e' stato indetto  un  concorso  pubblico,  per  esami,  per  la
copertura di un posto di categoria D,  posizione  economica  1,  area
amministrativa  gestionale,  per  le  esigenze  dell'Area  Persone  e
Organizzazione (APOS) di questo Ateneo; 
    Considerato che l'art. 2 del bando indica, tra l'altro, come  una
delle condizioni per la partecipazione  alla  procedura  il  possesso
della laurea  specialistica  in  Sociologia  (89/S)  o  della  laurea
magistrale in Sociologia e Ricerca Sociale (Classe LM-88); 
    Considerato che, ai sensi della tabella di equiparazione allegata
al decreto interministeriale 9 luglio 2009 (pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica serie generale n. 233 del 7 ottobre 2009),
tali titoli sono dichiarati corrispondenti al diploma  di  laurea  in
scienze politiche conseguito secondo il vecchio ordinamento (ante  DM
n. 509/99); 
    Considerato altresi' che l'art. 2 del suddetto decreto stabilisce
che  "tenuto  conto  della  suddivisione  delle  lauree  del  vecchio
ordinamento in piu' percorsi indipendenti, qualora una  delle  citate
lauree trovi corrispondenza con piu' classi di lauree  specialistiche
o magistrali sara' compito dell'Ateneo che ha conferito il diploma di
laurea rilasciare, a chi ne fa richiesta, un certificato che  attesti
a quale singola classe e' equiparato il titolo di  studio  posseduto,
da allegare alle domande di partecipazione ai concorsi insieme con il
certificato di laurea"; 
    Valutato che nell'ottica  di  garantire  lo  svolgimento  di  una
selezione adeguata alle  esigenze  di  questo  Ateneo  ed  assicurare
altresi' la massima partecipazione agli aventi diritto,  sussiste  un
interesse di questa amministrazione  a  disporre  la  riapertura  dei
termini di presentazione delle domande di partecipazione al  concorso
allo scopo di ammettere alla procedura concorsuale anche i  candidati
in possesso del diploma di laurea  in  Scienze  Politiche  conseguito
secondo  il  vecchio  ordinamento  per  i  quali,  come  sopra   gia'
precisato, l'Ateneo  presso  cui  tale  titolo  e'  stato  conseguito
certifichi  l'equipollenza  ad  una  delle  lauree  specialistiche  o
magistrali indicate nel bando; 
 
                              Dispone: 
 
                               Art. 1 
 
    La  disposizione  dirigenziale  n.  2990  del  2  ottobre   2013,
pubblicata nella Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica  -  4ª  serie
speciale «Concorsi ed  esami»  n.  83  -  del  18  ottobre  2013,  e'
modificata nella parte relativa ai «Requisiti per  l'ammissione  alla
selezione» (Art. 2). In particolare,  tra  i  titoli  equipollenti  a
quelli che consentono  l'ammissione  alla  procedura  concorsuale  e'
aggiunto il diploma di laurea in Scienze politiche conseguito secondo
il vecchio ordinamento, per il quale l'Ateneo che  ha  rilasciato  il
titolo sia in grado di  certificare,  a  richiesta  dell'interessato,
l'equipollenza  con  almeno  una  delle   lauree   specialistiche   o
magistrali indicate nello stesso articolo. 
    La nuova  formulazione  dell'art.  2,  punto  2  e'  pertanto  la
seguente: 
      «2) essere in possesso di uno tra i seguenti titoli di studio: 
        Nuovo ordinamento: 
          a)  Laurea:  Scienze  dell'educazione  e  della  formazione
(Classe L-19 o 18), Scienze e tecniche psicologiche  (Classe  L-24  o
34), Scienze sociologiche (Classe 36), Scienze del  servizio  sociale
(Classe L-39 o 06), Sociologia (Classe L-40); 
          b) Laurea specialistica/magistrale: Scienze dell'educazione
degli adulti e della formazione continua  (Classe  LM-57  o  65/S)  o
Scienze pedagogiche (Classe LM-85 o 87/S), Psicologia (Classe LM-51 o
58/S), Pubblicita' e comunicazione d'impresa (Classe  59/S),  Scienze
della comunicazione sociale e istituzionale  (Classe  67/S),  Scienze
della comunicazione pubblica, d'impresa e pubblicita' (Classe LM-59),
Programmazione e gestione dei servizi educativi e  formativi  (Classe
56/S),  Programmazione  e  gestione  dei  servizi  educativi  (Classe
LM-50), Scienze  dell'educazione  degli  adulti  e  della  formazione
continua (Classe LM-57 o 65/S), Scienze pedagogiche (LM-85  o  87/S),
Teorie e metodologie dell'E-learning e della Media Education  (Classe
LM-93), Sociologia (Classe 89/S),  Metodi  per  la  ricerca  empirica
nelle scienze sociali (Classe 49/S),  Sociologia  e  ricerca  sociale
(Classe LM-88); 
        Vecchio ordinamento: 
          Diploma  di  laurea  in  Pedagogia,  Psicologia,  Relazioni
pubbliche,  Scienze  dell'amministrazione,  Scienze  dell'educazione,
Scienze  della  comunicazione,  Scienze  della  formazione  primaria,
Servizio sociale, Sociologia e Scienze  politiche,  laddove  l'Ateneo
che ha rilasciato il titolo  di  studio,  in  base  dall'art.  2  del
decreto interministeriale 9 luglio 2009  (pubblicato  nella  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica serie generale n. 233 del 7 ottobre 2009),
dichiari  l'equipollenza  ad  una  delle  laurea   specialistiche   o
magistrali sopra specificate. 
    Saranno  inoltre  ammessi   i   titoli   di   studio   dichiarati
equipollenti dalla normativa vigente. 
    I candidati che hanno conseguito il titolo di studio  all'estero,
nei casi in cui non sia intervenuta una diversa disciplina a  livello
comunitario, dovranno dichiarare nella domanda  i  dati  relativi  al
provvedimento di equipollenza (rilasciato ai sensi dell'art.  38  del
d.lgs . n. 165/2001) o quelli relativi al riconoscimento accademico. 
    In mancanza del provvedimento di equipollenza o di riconoscimento
accademico,  potra'  essere,   dichiarata   in   domanda   l'avvenuta
presentazione della richiesta degli stessi. In quest'ultimo  caso,  i
candidati saranno ammessi al concorso con riserva, fermo restando che
l'equipollenza o il riconoscimento  del  titolo  di  studio  dovranno
obbligatoriamente essere posseduti al momento dell'assunzione. 
                               Art. 2 
 
    I termini per la presentazione delle  domande  di  ammissione  al
concorso pubblico, per  esami,  per  la  copertura  di  un  posto  di
categoria D, posizione economica 1, area  amministrativa  gestionale,
per le esigenze dell'Area Persone e Organizzazione (APOS)  di  questo
Ateneo, indetto con disposizione dirigenziale n. 2990 del  2  ottobre
2013, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica - 4ª serie
speciale «Concorsi ed esami» n.  83  -  del  18  ottobre  2013,  sono
riaperti per  la  durata  di  trenta  giorni  decorrenti  dal  giorno
successivo a quello  di  pubblicazione  della  presente  disposizione
dirigenziale nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica. 
                               Art. 3 
 
    Resta ferma la validita' delle domande pervenute a questo  Ateneo
entro i termini stabiliti dalla suddetta  disposizione  dirigenziale,
nonche' tutte le altre disposizioni in essa contenute. 
      Bologna, 9 dicembre 2013 
 
                                                  Il dirigente: Menna