Concorso-Riapertura per 1 direttore tecnico area tecnica, elaborazione dati (emilia romagna) 'ALMA MATER STUDIORUM' DI BOLOGNA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso-Riapertura

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso-Riapertura
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 13 del 14-02-2014
Sintesi: UNIVERSITA' «ALMA MATER STUDIORUM» DI BOLOGNA Concorso (Scad. 17 marzo 2014) Riapertura dei termini per la presentazione delle domande di ammissione al concorso pubblico, per titoli ed esami, per la ...
Ente: 'ALMA MATER STUDIORUM' DI BOLOGNA
Regione: EMILIA ROMAGNA
Provincia: BOLOGNA
Comune: BOLOGNA
Data di pubblicazione 14-02-2014
Data Scadenza bando 17-03-2014
Condividi

UNIVERSITA' «ALMA MATER STUDIORUM» DI BOLOGNA

Concorso (Scad. 17 marzo 2014)

Riapertura dei termini per la presentazione delle domande di ammissione al concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di categoria D, posizione economica 1, area tecnica, tecnico scientifica ed elaborazione dati, per le esigenze dell'Amministrazione generale con contestuale distacco alla Fondazione Zeri.

 
 
                            IL DIRIGENTE 
 
    Visto il Testo Unico delle disposizioni  concernenti  lo  statuto
degli impiegati civili dello Stato di cui al decreto  del  Presidente
della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3 e s.m.i., nonche' le  relative
norme di esecuzione; 
    Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241 e s.m.i., recante  norme  in
materia di diritto di  accesso  a  documenti  amministrativi,  ed  il
relativo regolamento di Ateneo di attuazione, adottato  con  d.r.  n.
378/12311 del 10 marzo 2008; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9  maggio  1994,
n. 487 e s.m.i., le cui norme  regolamentano  l'accesso  ai  pubblici
impieghi nella pubblica amministrazione e le modalita' di svolgimento
dei concorsi; 
    Visto il decreto del  Presidente  della  Repubblica  28  dicembre
2000, n. 445, recante il Testo Unico delle disposizioni legislative e
regolamentari in materia di documentazione amministrativa; 
    Visto il decreto legislativo 30 marzo  2001,  n.  165  e  s.m.i.,
recante  norme  generali  sull'ordinamento  alle   dipendenze   delle
Amministrazioni pubbliche; 
    Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 recante norme
sul trattamento dei dati personali  ed  il  Relativo  regolamento  di
Ateneo di attuazione, adottato con d.r. n.  271/09  del  23  febbraio
2009; 
    Visto il Contratto collettivo nazionale di lavoro  del  personale
tecnico-amministrativo del comparto Universita', sottoscritto in data
16 ottobre 2008; 
    Visto il Regolamento sull'accesso all'impiego presso l'Alma Mater
Studiorum  -  Universita'  di  Bologna   da   parte   del   personale
tecnico-amministrativo adottato con d.r. n.  190/732  del  17  giugno
2002, cosi' come modificato, da ultimo, con d.r. n. 460/18184 del  19
aprile 2010; 
    Vista la disposizione dirigenziale n. 3981 del 19 dicembre  2013,
pubblicata nella Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica  -  4ª  serie
speciale «Concorsi ed esami» n. 2 del 7 gennaio 2014, con la quale e'
stato indetto un concorso pubblico,  per  titoli  ed  esami,  per  la
copertura di n. 1 posto di categoria «D», posizione economica 1, area
tecnica, tecnico scientifica ed elaborazione dati,  per  le  esigenze
dell'Amministrazione  generale  di  questo  Ateneo  con   contestuale
distacco alla «Fondazione Zeri»; 
    Rilevato che il profilo professionale descritto nel citato  bando
di  concorso  rende  opportuno  garantire  la   partecipazione   alla
procedura anche ai soggetti in  possesso  delle  lauree  in:  Scienze
della mediazione linguistica (Classe 03 o L-12); Lettere (Classe 05 o
L-10), Lingue e  culture  moderne  (Classe  11  e  L-11);  Scienze  e
tecnologie delle arti figurative, della musica,  dello  spettacolo  e
della moda (Classe 23) e  Discipline  delle  arti  figurative,  della
musica,  dello  spettacolo  e  della  moda  (Classe  L-23);   Scienze
geografiche (Classe 30) e Geografia (L-6); Scienze  Storiche  (Classe
38) e Storia (L-42), conseguite secondo i nuovi ordinamenti, e  delle
Lauree  Specialistiche/Magistrali  in:  Linguistica  (Classe  44/S  e
LM-39); Lingue e letterature afroasiatiche (Classe 41/S) e  Lingue  e
letterature dell'Africa e dell'Asia (Classe LM-36); Lingue  straniere
per la comunicazione internazionale (Classe 43/S)  e  Lingue  moderne
per la comunicazione e la cooperazione (Classe LM-38); 
    Ritenuto     che     sussista     un     preminente     interesse
dell'amministrazione, nell'ottica di garantire lo svolgimento di  una
selezione adeguata alle esigenze di questo Ateneo, ad ammettere  alla
procedura anche i candidati in possesso dei suddetti titoli di studio
e  contestualmente  a  disporre  la   riapertura   dei   termini   di
presentazione delle domande di partecipazione al concorso; 
 
                              Dispone: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
    La disposizione  dirigenziale  n.  3981  del  19  dicembre  2013,
pubblicata nella Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica  -  4ª  serie
speciale «Concorsi ed esami» n. 2 del 7 gennaio 2014,  e'  modificata
nella parte relativa ai «Requisiti per l'ammissione  alla  selezione»
(Art. 2). 
    La nuova  formulazione  dell'art.  2,  punto  2  e'  pertanto  la
seguente: 
      «a) Vecchio ordinamento: 
        Diploma di  laurea  in:  Conservazione  dei  Beni  Culturali;
Storia e Conservazione dei Beni Culturali; Lettere;  Storia;  Scienze
della Cultura; Lingue e civilta' orientali;  Storia  e  conservazione
dei beni architettonici e  ambientali;  Lingua  e  cultura  italiana;
Materie letterarie; Discipline  delle  arti,  della  musica  e  dello
spettacolo; Musicologia. 
      b) Nuovo ordinamento: 
        Lauree: 
        Scienze della mediazione  linguistica  (Classe  03  o  L-12);
Lettere (Classe 05 o L-10); Lingue e culture  moderne  (Classe  11  e
L-11); Scienze dei beni culturali (Classe 13) e Beni culturali (L-1);
Scienze e tecnologie  delle  arti  figurative,  della  musica,  dello
spettacolo  e  della  moda  (Classe  23)  e  Discipline  delle   arti
figurative, della musica, dello spettacolo e della moda (Classe L-3);
Scienze geografiche (Classe 30) e Geografia (L-6);  Scienze  Storiche
(Classe 38) e Storia (L-42), Tecnologie per  la  conservazione  e  il
restauro dei beni culturali (Classe 41 e L-43). 
        Lauree specialistiche: 
        1/S Antropologia culturale ed Etnologia; 2/S Archeologia; 5/S
Archivistica  e  biblioteconomia;   10/S   Conservazione   dei   beni
architettonici e ambientali; 11/S Conservazione dei beni  scientifici
e della civilta'  industriale;  12/S  Conservazione  e  restauro  del
patrimonio  storico   artistico;   15/S   Filologia   e   letterature
dell'antichita';  16/S  Filologia  moderna;  21/S   Geografia;   24/S
Informatica per le discipline  umanistiche;  40/S  Lingua  e  cultura
italiana;  41/S  Lingue  e  letterature  afroasiatiche;  43/S  Lingue
straniere per la comunicazione internazionale; 44/S Linguistica; 51/S
Musicologia e beni  musicali;  72/S  Scienze  delle  religioni;  73/S
Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale; 93/S Storia
antica; 94/S Storia contemporanea; 95/S Storia dell'arte; 97/S Storia
medievale; 98/S Storia moderna. 
        Lauree magistrali: 
        LM-1 Antropologia culturale ed Etnologia;  LM-2  Archeologia;
LM-5 Archivistica e Biblioteconomia;  LM-10  Conservazione  dei  beni
architettonici e ambientali; LM-11 Conservazione e Restauro dei  Beni
Culturali; LM-14 Filologia moderna; LM-15  Filologia,  letterature  e
storia dell'antichita'; LM-36  Lingue  e  letterature  dell'Africa  e
dell'Asia;  LM-38  Lingue  moderne  per   la   comunicazione   e   la
cooperazione; LM-39 Linguistica; LM- 43 Metodologie informatiche  per
le discipline umanistiche; LM-45 Musicologia e beni culturali;  LM-64
Scienze delle religioni; LM-65 Scienze dello spettacolo e  produzione
multimediale; LM-80  Scienze  geografiche;  LM-84  Scienze  Storiche;
LM-89 Storia dell'arte. 
    Saranno  inoltre  ammessi   i   titoli   di   studio   dichiarati
equipollenti dalla normativa vigente. 
    I candidati che hanno conseguito il titolo di studio  all'estero,
nei casi in cui non sia intervenuta una diversa disciplina a  livello
comunitario, dovranno dichiarare nella domanda  i  dati  relativi  al
provvedimento di equipollenza (rilasciato ai sensi dell'art.  38  del
d.lgs. 165/2001) o quelli relativi al riconoscimento accademico. 
    In mancanza del provvedimento di equipollenza o di riconoscimento
accademico,  potra'  essere,   dichiarata   in   domanda   l'avvenuta
presentazione della richiesta degli stessi. In quest'ultimo  caso,  i
candidati saranno ammessi al concorso con riserva, fermo restando che
l'equipollenza o il riconoscimento  del  titolo  di  studio  dovranno
obbligatoriamente essere posseduti al momento dell'assunzione.». 
                               Art. 2 
 
 
    Il primo comma dell'art. 9  della  disposizione  dirigenziale  n.
3981 del 19 dicembre 2013, e' modificato come segue: 
      «Il    giorno    17     marzo     2014     sul     sito     web
http://www.unibo.it/Portale/Personale/Concorsi/default.htm      sara'
pubblicato il diario della prova scritta  o  il  diario  della  prova
scritta e della prova orale o un eventuale  rinvio  dovuto  a  motivi
organizzativi, nel rispetto  dei  termini  di  convocazione  previsti
dalla normativa vigente. 
      Tale avviso avra' valore di  notifica  per  tutti  i  candidati
partecipanti   alla   selezione,   senza   bisogno    di    ulteriore
comunicazione.». 
                               Art. 3 
 
 
    I termini per la presentazione delle  domande  di  ammissione  al
concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un  posto
di   categoria   D,   posizione   economica    1,    area    tecnica,
tecnicoscientifica   ed   elaborazione   dati,   per   le    esigenze
dell'Amministrazione  Generale  di  questo  Ateneo  con   contestuale
distacco alla «Fondazione Zeri»,  sono  riaperti  per  la  durata  di
trenta  giorni  decorrenti  dal  giorno  successivo   a   quello   di
pubblicazione della presente disposizione dirigenziale nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica. 
                               Art. 4 
 
 
    Resta ferma la validita' delle domande pervenute a questo  Ateneo
entro i termini stabiliti dalla suddetta  disposizione  dirigenziale,
nonche' tutte le altre disposizioni in essa contenute. 
      Bologna, 4 febbraio 2014 
 
                                                  Il dirigente: Menna