Concorso per 1 direttore generale (piemonte) S.C.R. PIEMONTE S.P.A. SOCIETA' DI COMMITTENZA DELLA REGIONE PIEMONTE - TORINO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 1
Fonte: DIR N. 33 del 30-04-2014
Sintesi: S.C.R. PIEMONTE S.P.A. SOCIETA' DI COMMITTENZA DELLA REGIONE PIEMONTE - TORINO Concorso (Scad. 16 maggio 2014) Avviso pubblico della procedura per il conferimento dell’incarico a tempo determinato di Direttore Generale ...
Ente: S.C.R. PIEMONTE S.P.A. SOCIETA' DI COMMITTENZA DELLA REGIONE PIEMONTE - TORINO
Regione: PIEMONTE
Provincia: TORINO
Comune: TORINO
Data di pubblicazione 02-05-2014
Data Scadenza bando 16-05-2014
Condividi

S.C.R. PIEMONTE S.P.A. SOCIETA' DI COMMITTENZA DELLA REGIONE PIEMONTE - TORINO

Concorso (Scad. 16 maggio 2014)

Avviso pubblico della procedura per il conferimento dell’incarico a tempo determinato di Direttore Generale di SCR Piemonte S.p.A.


Premessa
La Società di Committenza Regione Piemonte S.p.A. (SCR Piemonte), istituita con Legge Regionale 6 agosto 2007, n. 19, intende avviare una procedura per l’individuazione di candidati in relazione al conferimento di un incarico a tempo determinato per la funzione di Direttore Generale, nel rispetto di quanto stabilito all’art. 15 dello Statuto societario.
Il presente avviso è finalizzato a sollecitare e raccogliere le dichiarazioni di interesse da parte di soggetti qualificati.
Secondo quanto previsto dal citato art. 15 dello Statuto di SCR Piemonte, il Direttore Generale è nominato con provvedimento del Consiglio di Gestione e, ai sensi del medesimo articolo dello Statuto, viene scelto fra coloro che abbiano adeguati requisiti tecnico-professionali coerenti con il ruolo da svolgere.
Le funzioni di Direttore Generale sono incompatibili con l’esercizio di qualunque altro impiego, commercio, industria o professione, salva l’autorizzazione a tale esercizio da parte del Consiglio di Sorveglianza di SCR Piemonte; in ogni caso, al Direttore Generale è inibita ogni attività che confligga con l’interesse di SCR Piemonte.
Funzioni
L’incarico ha ad oggetto la funzione di Direttore Generale di SCR Piemonte, al quale sono affidati i compiti e le responsabilità previsti dalla legge e dallo Statuto; l’incarico, in particolare, si sostanzia nel coordinamento dell'attività tecnica nei settori di attività prioritaria della Società, nel rispetto delle deliberazioni del Consiglio di Gestione, nonché nell’esercizio delle funzioni e dei poteri eventualmente delegati dal Presidente del Consiglio di Gestione.
Il Direttore Generale assiste alle riunioni del Consiglio di Gestione e del Consiglio di Sorveglianza della Società.
Requisiti e criteri di selezione
La selezione dei candidati interessati all’assunzione dell’incarico è riservata a coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:
1) cittadinanza italiana o degli Stati membri dell’Unione Europea nei limiti e con le modalità indicate dall'art. 38 del D.Lgs. n. 165/2001 e dal DPCM n. 174/1994;
2) godimento dei diritti civili e politici;
3) assenza delle cause di inconferibilità di incarichi di cui al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39, applicabili al caso di specie;
4) assenza delle situazioni di inconferibilità di cui all’art. 11.3 dello Statuto di SCR Piemonte;
5) possesso del diploma di laurea (vecchio ordinamento) o laurea specialistica (nuovo ordinamento) ad indirizzo tecnico, giuridico o economico;
6) aver maturato un'esperienza complessiva di almeno un quinquennio, attraverso l'esercizio di attività di amministrazione o di controllo o di compiti direttivi presso enti ed organismi di diritto pubblico o imprese pubbliche o private, ovvero di direzione tecnica con responsabilità economichefinanziarie presso enti pubblici e/o amministrazioni pubbliche operanti nei settori di cui all'art. 1 della L.R. n. 19/2007;
7) aver maturato esperienza con funzioni apicali nella gestione di organizzazioni complesse in ambiti analoghi ad SCR per dimensione o materie trattate. Tale esperienza potrà essere desumibile da indicatori quali la descrizione dell’attività effettivamente svolta, il volume/valore delle attività/incarichi gestiti, il budget gestito, il numero di dipendenti coordinati;
Sarà inoltre valutato il possesso dei seguenti requisiti:
a) conseguimento di una particolare specializzazione professionale, culturale e scientifica desumibile dalla formazione universitaria e postuniversitaria, da pubblicazioni scientifiche o da concrete esperienze di lavoro maturate per almeno un quinquennio, presso organismi ed enti pubblici o privati o aziende pubbliche o private;
b) comprovata gestione diretta di relazioni con il vertice apicale di Enti Locali, Enti sanitari ed, in generale, di pubbliche amministrazioni;
c) esperienza specifica in materia di appalti pubblici ai sensi del D.Lgs 163/2006;
d) approfondita conoscenza del complesso delle norme pubbliche, anche a livello regionale, in materia di organizzazione, informatizzazione e trasparenza amministrativa;
e) comprovata esperienza in azioni di sviluppo organizzativo e di miglioramento di processi e procedure lavorative;
f) capacità di gestione e motivazione delle risorse umane;
g) altre esperienze professionali distintive a livello nazionale e/o internazionale, conformi al profilo richiesto.
Modalità di presentazione della dichiarazione di interesse
La dichiarazione di interesse, corredata da dettagliato curriculum vitae in formato europeo debitamente sottoscritto e copia di un documento d’identità, deve essere indirizzata a SCR Piemonte S.p.A., avere il seguente oggetto: “Incarico di Direttore Generale di SCR Piemonte S.p.A.” ed essere recapitata in uno dei seguenti modi:
- raccomandata a.r., al seguente indirizzo ed all’attenzione del Responsabile del Procedimento: Corso Marconi n. 10, 10125 Torino;
- posta elettronica certificata (PEC), al seguente indirizzo PEC ed all’attenzione del Responsabile del Procedimento: presidenza@cert.scr.piemonte.it
- consegna a mano presso l’Ufficio Segreteria Societaria in Corso Marconi n. 10, 10125 Torino.
Le dichiarazioni di interesse dovranno pervenire, in ogni caso, entro e non oltre le ore 12.00 di venerdì 16 maggio 2014.
SCR Piemonte non assume alcuna responsabilità per la mancata ricezione della domanda derivante da eventuali disguidi o ritardi imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. In caso di trasmissione a mezzo raccomandata a.r. NON farà fede il timbro postale.
La dichiarazione di interesse, redatta su carta semplice, è rilasciata dal candidato sotto la propria responsabilità, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, e deve contenere:
1) il nome ed il cognome;
2) la data, il luogo di nascita, la residenza ed il codice fiscale;
3) il possesso della cittadinanza italiana o di altro Stato dell’U.E.;
4) il godimento dei diritti civili e politici e l’indicazione del comune nelle cui liste elettorali il candidato è iscritto, ovvero i motivi della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
5) l’assenza delle cause di inconferibilità di incarichi di cui al D.Lgs. 8 aprile 2013, n. 39, applicabili al caso di specie, e l’assenza delle situazioni di inconferibilità di cui all’art. 11.3 dello Statuto di SCR Piemonte, ovvero le eventuali condanne penali riportate o, comunque, ogni altra situazione di rilievo ai fini dell’applicazione delle predette disposizioni normative e statutarie;
6) l’assenza di procedimenti penali pendenti, ovvero specificazione dei procedimenti pendenti e della natura dei medesimi;
7) i titoli di studio posseduti, con l’indicazione della data, della sede e della denominazione dell’istituto o degli istituti presso i quali i titoli sono stati conseguiti;
8) l’eventuale iscrizione ad un Albo professionale;
9) gli eventuali incarichi svolti o in corso di svolgimento;
10) il domicilio, la PEC o la posta elettronica ordinaria, presso i quali deve, ad ogni effetto, essere fatta ogni necessaria comunicazione.
La dichiarazione di interesse deve contenere in forma completa le dichiarazioni prescritte e dovrà essere sottoscritta dal candidato.
Il curriculum vitae a corredo della dichiarazione di interesse dovrà riportare ogni informazione utile in ragione dei requisiti e dei criteri di professionalità, esperienza e competenza, sopra stabiliti e, in particolare, dovrà contenere:
a) le competenze tecnico-professionali acquisite nell’effettivo svolgimento di significative attività in ruoli apicali;
b) la casistica trattata in termini di volume e complessità nei precedenti incarichi e rapporti di lavoro;
c) i ruoli e le responsabilità rivestiti, l’ammontare del budget gestito e gli scenari organizzativi nei quali il candidato ha operato;
d) la posizione funzionale del candidato nelle strutture e sue competenze con indicazione di eventuali specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni direttive;
e) gli eventuali particolari risultati ottenuti nelle esperienze professionali precedenti. Informativa trattamento dei dati (ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs.196/2003)
I dati personali dichiarati dai candidati, ai sensi del D.Lgs.30 giugno 2003, n. 196, saranno trattati esclusivamente per le finalità inerenti alla presente procedura.
A tal fine la presentazione della dichiarazione di interesse costituisce autorizzazione al trattamento dei dati personali.
Per l’eventuale candidato prescelto, i relativi dati saranno trattati anche successivamente all’instaurazione del rapporto, per le finalità inerenti la gestione del rapporto medesimo.
Procedura di selezione
L’istruttoria per la scelta del Direttore Generale è affidata ad una Società di Selezione, appositamente nominata ed individuata con separato atto, che esaminerà le dichiarazioni di interesse ed i curricula pervenuti sulla base dei requisiti e criteri sopra stabiliti.
La Società di Selezione ha facoltà di convocare i candidati in possesso dei requisiti per un colloquio finalizzato ad integrare la conoscenza degli elementi professionali dichiarati nel curriculum vitae, anche al fine di valutarne le attitudini, le capacità ed i requisiti professionali, nonché di verificarne le competenze.
Le risultanze dell’istruttoria saranno rassegnate al Consiglio di Gestione di SCR Piemonte che, se del caso, anche a seguito di un eventuale ulteriore colloquio con i candidati, designerà con propria delibera e, all’esito delle necessarie verifiche, nominerà il Direttore Generale.
Conferimento dell’incarico
L’incarico sarà conferito dal Consiglio di Gestione di SCR Piemonte.
Il rapporto di lavoro è a tempo pieno ed è regolato, anche per quanto concerne il trattamento economico, da un contratto di lavoro di diritto privato di durata non superiore a tre anni, rinnovabili, regolato dal C.C.N.L. dei Dirigenti di Aziende del Terziario, della Distribuzione e dei Servizi.
Nel caso fossero selezionati pubblici dipendenti, inoltre, verrà richiesto, secondo i rispettivi ordinamenti, il collocamento fuori ruolo o l’aspettativa.
Per la determinazione del trattamento economico si fa riferimento al predetto C.C.N.L., oltre che alla normativa vigente, nonché, comunque, a quanto previsto dall’art. 15 dello Statuto societario.
Disposizioni finali
SCR Piemonte si riserva la facoltà di prorogare, prima della scadenza, il termine per la presentazione delle dichiarazioni di interesse, nonché di riaprire il termine, modificare, sospendere o revocare la procedura per ragioni di pubblico interesse, ovvero di non darvi corso in tutto o in parte, a seguito di sopravvenuti vincoli legislativi e/o finanziari, della variazione delle esigenze organizzative di SCR Piemonte.
Al termine della procedura i candidati potranno richiedere la restituzione della documentazione presentata a corredo della dichiarazione di interesse, mediante invio a mezzo PEC o ritiro presso la sede di SCR Piemonte.
Informazioni
Per ulteriori informazioni o chiarimenti rivolgersi al Responsabile del Procedimento, Dott.ssa Patrizia GAMERRO, mail patrizia.gamerro@scr.piemonte.it, numero telefonico: 011-6548320.
Torino, 18 aprile 2014
Il Presidente del Consiglio di Gestione
Andrea Martino