Concorso per 1 funzionario (toscana) REGIONE TOSCANA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 48 del 02-07-2014
Sintesi: REGIONE TOSCANA Concorso (Scad. 17 luglio 2014) AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI L’ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI N. 1 UNITA’ DI PERSONALE DI CATEGORIA D, PROFILO PROFESSIONALE D1 “FUNZIONARIO PROGRAMMAZIONE” ...
Ente: REGIONE TOSCANA
Regione: TOSCANA
Provincia: FIRENZE
Comune: FIRENZE
Data di pubblicazione 03-07-2014
Data Scadenza bando 17-07-2014
Condividi

REGIONE TOSCANA

Concorso (Scad. 17 luglio 2014)

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI L’ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO DI N. 1 UNITA’ DI PERSONALE DI CATEGORIA D, PROFILO PROFESSIONALE D1 “FUNZIONARIO PROGRAMMAZIONE” PROFILO DI RUOLO DI “FUNZIONARIO PROGRAMMAZIONE E VALUTAZIONE”, TRATTAMENTO ECONOMICO TABELLARE INIZIALE D1 PER IL PROGETTO “SUPPORTO PER L’ARCHIVIAZIONE INFORMATICA E L’IMPLEMENTAZIONE PORTALE WEB-GIS RELATIVO ALLE ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI CONTRIBUTI DI CUI AL FONDO PLURIENNALE PER LA PREVENZIONE DEL RISCHIO SISMICO, ISTITUITO CON L’ART. 11 DELLA L. 77/2009 CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE INDAGINI E STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA COMUNALE E ALLE ANALISI DELLA CONDIZIONE LIMITE PER L’EMERGENZA.”


ART. 1
Oggetto della selezione
La Regione Toscana indice una selezione pubblica, per soli titoli, per la formazione di una graduatoria da utilizzare per l’assunzione a tempo determinato per 12 mesi di n. 1 unità di personale di cat. D, profilo professionale D1 “Funzionario programmazione”/profilo di ruolo “Funzionario programmazione e valutazione”, trattamento economico tabellare iniziale D1, per la realizzazione del progetto “Supporto per l’archiviazione informatica e l’implementazione portale Web-Gis relativo alle attività di gestione dei contributi di cui al Fondo pluriennale per la prevenzione del rischio sismico, istituito con l’art. 11 della l. 77/2009, con particolare riferimento alle indagini e studi di Microzonazione Sismica Comunale e alle analisi della Condizione Limite per l’Emergenza” della Direzione Generale Politiche Ambientali, Energia e Cambiamenti Climatici.
Lo scopo organizzativo del profilo professionale “Funzionario programmazione”/profilo di ruolo “Funzionario programmazione e valutazione” riguarda lo svolgimento delle seguenti attività:
- Supporto e collaborazione con gli enti locali per la redazione degli studi di Microzonazione sismica e delle analisi della Condizione Limite per l’Emergenza;
- Acquisizione dei risultati relativi alle indagini e studi di MS e delle analisi CLE da parte degli enti;
- Verifica congruenza con gli “Standard di Rappresentazione e Archiviazione Informatica” redatti dal DPC (versione 3.0 Luglio 2013) ed eventuale omogeneizzazione;
- Conversione dei sistemi di riferimento cartografici, rappresentazione finale e vestizione grafica;
- Implementazione dei risultati prodotti all’interno del Portale Web-GIS per la Microzonazione Sismica - Supporto per l’inserimento dei risultati prodotti all’interno del sito web regionale inerente l’implementazione delle banche dati geologiche, geofisiche e geotecniche relative alle indagini sul terreno;
- Supporto nella gestione delle procedure informatiche di gestione dei contributi per interventi di prevenzione sismica su edifici pubblici e privati.
Il presente avviso stabilisce le modalità di partecipazione alla selezione e quelle di svolgimento della stessa. Per quanto non espressamente previsto, dalla legge regionale 8 gennaio 2009, n. 1,e dal regolamento regionale 24 marzo 2010, n. 33/R e dalla delibera giunta regionale n. 508/2010.
La Regione Toscana garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro. L’amministrazione regionale si riserva la facoltà di prorogare i termini, modificare, sospendere, revocare in qualsiasi momento con decreto motivato il presente avviso di selezione.
ART. 2
Requisiti per l’ammissione alle graduatorie
Per partecipare alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti che dovranno essere dichiarati nella domanda di partecipazione:
1. cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani, gli italiani non appartenenti alla Repubblica), ovvero cittadinanza di Stato membro della Unione Europea (U.E.), ovvero cittadinanza di uno Stato non appartenente alla U.E con permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria ai sensi delle vigenti norme di legge. I candidati non italiani devono dichiarare di avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana;
2. godimento dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza;
3. età non inferiore a quella prevista per l’iscrizione nelle liste elettorali (18 anni);
4. idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni inerenti l’impiego. Per gli appartenenti alle categorie riservatarie di cui alla Legge 68/1999 ad esclusione di orfani o vedove o equiparati, dovrà essere accertata la capacità lavorativa e che il grado di invalidità non sia di pregiudizio alla salute o all’incolumità dei compagni di lavoro od alla sicurezza degli impianti. E’ fatta salva la tutela per i portatori di handicap di cui alla Legge 104/1992;
5. non essere stati destituiti dall'impiego o licenziati oppure dispensati dall’impiego presso una pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento. Di non essere stati inoltre dichiarati decaduti da un impiego pubblico a seguito dell’accertamento che l’impiego stesso è stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
6. essere in possesso di uno dei seguenti diplomi di laurea con votazione finale non inferiore a 110/110:
- laurea specialistica (ex D.M. 509/1999) in Scienze geologiche (classe 86/S), Scienze geofisiche (classe 85/S) o laurea magistrale (ex D.M. 270/2004) in Scienze e tecnologie geologiche (classe LM-74), Scienze geofisiche (classe LM-79);
- laurea (ex D.M. 509/1999) in Scienze della Terra (classe 16) o laurea (ex D.M.
270/2004) in Scienze geologiche (classe L-34);
- diploma di laurea del vecchio ordinamento in Scienze geologiche;
- altro diploma di laurea la cui equipollenza, ai sensi della normativa vigente, abbia valenza unidirezionale nei confronti di uno dei precedenti diplomi;
7. essere in possesso di un’esperienza di lavoro presso un datore di lavoro pubblico o privato, con contratto di lavoro subordinato o con contratto di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co) o a progetto (co.co.pro.) o mediante incarico professionale, per un periodo di almeno 24 mesi anche non continuativi, maturata negli ultimi 5 anni dalla data di pubblicazione del presente avviso, nell’ambito dell’utilizzo delle applicazioni GIS;
8. non avere riportato condanne penali passate in giudicato né di avere procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione;
9. essere in regola con gli obblighi di leva, con l’indicazione dell’anno di congedo e dell’Ufficio che rilasciato il foglio di congedo (Distretto Militare, Capitaneria di Porto, ecc,).
Per i titoli di studio conseguiti all’estero è necessario che entro la data di scadenza del presente avviso sia stato emanato il provvedimento di equivalenza da parte delle autorità competenti.
I candidati che hanno conseguito il diploma di laurea all’estero con riconoscimento in Italia dovranno riportare il voto espresso in centodecimi.
Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di partecipazione alla selezione.
ART. 3
Domanda di partecipazione alle graduatorie
La domanda di partecipazione alla selezione deve essere redatta in carta semplice utilizzando, anche in copia fotostatica, l'apposito modulo (allegato A del presente avviso), compilato in tutte le sue parti, firmato ed inviato entro e non oltre il termine perentorio di 15 (quindici) giorni a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso di bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana (B.U.R.T.)..
La domanda dovrà essere trasmessa esclusivamente in via telematica con una delle seguenti modalità alternative:
A) mediante identificazione del candidato attraverso il sistema informatico regionale denominato Ap@ci, collegandosi al seguente indirizzo:
https://web.e.toscana.it/apaci/, selezionando il destinatario “Regione Toscana – Giunta”.
In fase di invio della comunicazione è necessario compilare il campo oggetto con la seguente dicitura: DOMANDA DI SELEZIONE S.P. 72/14.
Per le domande inviate tramite Ap@ci fa fede la data di invio.
Deve essere altresì allegata la fotocopia non autenticata di un documento di identità o riconoscimento valido del sottoscrittore scansionato elettronicamente;
B) trasmessa dal soggetto mediante la propria casella di posta elettronica certificata (PEC), purché le relative credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare anche per via telematica e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in un suo allegato, all’indirizzo:
regionetoscana@postacert.toscana.it In fase di invio della comunicazione è necessario compilare il campo oggetto con la seguente dicitura: DOMANDA DI SELEZIONE S.P. 72/14 Per la domanda, allegata al messaggio di posta elettronica certificata, si consiglia di utilizzare il formato PDF.
Le domande trasmesse prima del termine di cui sopra od oltre il termine di scadenza sopra indicato, o presentate con modalità diverse da quelle telematiche previste dal bando sono irricevibili.
Il candidato deve indicare in modo esatto il suo recapito e comunicare tempestivamente l’eventuale cambio di indirizzo rispetto a quello indicato nella domanda (o in via telematica mediante posta elettronica certificata o mediante il sistema informatico regionale denominato Ap@ci o mediante raccomandata A/R).
L’Amministrazione non assume nessuna responsabilità per quanto riguarda la dispersione di comunicazioni dovuta ad inadempienze del candidato.
L’Amministrazione non assume inoltre nessuna responsabilità per eventuali disguidi o ritardi o problemi tecnici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
Nella domanda di partecipazione i candidati devono indicare sotto la propria responsabilità:
1. il nome e cognome, la data e luogo di nascita, il luogo di residenza;
2. di possedere la cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica) o di uno Stato membro dell’Unione Europea (U.E.), ovvero la cittadinanza di uno Stato non appartenente alla U.E. con permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria.
I candidati non italiani devono inoltre dichiarare di avere una adeguata conoscenza della lingua italiana;
3. di avere il godimento dei diritti politici negli stati di appartenenza;
4. di non essere stati destituiti dall’impiego o licenziati ovvero dispensati dall’impiego presso una pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento. Di non essere stati inoltre dichiarati decaduti da un pubblico impiego a seguito dell’accertamento che l’impiego stesso è stato conseguito mediante la produzione di documenti farsi o viziati da invalidità non sanabile. Nei casi di destituzione, licenziamento o dispensa dall’impiego devono essere espressamente indicate le cause e le circostanze del provvedimento;
5. il riferimento alla selezione a cui intendono partecipare;
6. di essere in possesso di uno dei titoli di studio di cui all’art. 2, punto 6 del presente avviso, con l’indicazione della data, del luogo di conseguimento, dell’università che lo ha rilasciato e della votazione conseguita;
7. di essere in possesso del requisito di cui all’art. 2 punto 7 del presente avviso, con l’indicazione dei soggetti che detengono le informazioni necessarie al controllo di veridicità del possesso del requisito medesimo;
8. di non aver riportato condanne penali passate in giudicato né di avere procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione;
9. di essere in regola con gli obblighi di leva, con l’indicazione dell’anno di congedo e dell’ufficio che ha rilasciato il foglio di congedo (Distretto Militare, Capitaneria di Porto ecc.);
10. di essere a conoscenza della necessità di possedere il requisito di cui all’art 2, punto 4. dell’avviso (idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni inerenti l’impiego);
11. l’eventuale possesso dei titoli che conferiscono preferenza a parità di punteggio ai sensi della vigente normativa, con specificazione dei titoli stessi (vedi art. 4 dell’avviso);
12. l’indirizzo di domicilio presso il quale devono pervenire le comunicazioni relative alla selezione con esatta indicazione del numero di C.A.P. e del recapito telefonico, nonché l’indirizzo e-mail. I candidati sono tenuti a comunicare tempestivamente l’eventuale variazione esclusivamente per iscritto, mediante raccomandata A.R.
ovvero con le modalità di trasmissione telematica qualificate di cui all’art. 3, lettera B);
13. che le dichiarazioni rese nella domanda di partecipazione alla selezione sono documentabili.
La domanda di partecipazione alla selezione, compilata secondo lo schema allegato al bando, deve essere sottoscritta con firma digitale dal candidato ovvero sottoscritta con firma autografa, per esteso ed in modo leggibile (non è soggetta ad autenticazione), quindi scansionata elettronicamente prima dell’inoltro all’indirizzo elettronico con le modalità di cui sopra.
La domanda di partecipazione è da considerarsi regolarmente sottoscritta e le dichiarazioni valide quando:
A) inviata tramite il sistema informatico regionale denominato Ap@ci, l’autore sia identificato dal sistema informatico con l’uso della carta di identità elettronica o della carta nazionale dei servizi;
B) inviata tramite posta elettronica certificata, l’autore è identificato dal sistema informatico attraverso credenziali di accesso rilasciate previa identificazione del titolare secondo le modalità previste dalla legge7.
Alla domanda dovrà essere allegata copia fotostatica non autenticata di un documento di identità o riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore.
Non è sanabile e comporta l’esclusione dalla selezione:
a) l’omissione della firma a sottoscrizione della domanda come sopra indicato;
b) la mancanza di fotocopia del documento di identità nel caso di trasmissione con modalità di cui alla lett. A);
c) l’omissione di una delle dichiarazioni riportate dal punto 1) al punto 9) a meno che non siano desumibili dalla domanda stessa o dalla documentazione eventualmente allegata.
L’Amministrazione si riserva di procedere all’eventuale ammissione del candidato nei suddetti casi a) e b), qualora, per la tipologia di strumento telematico di trasmissione utilizzato, il candidato risulti identificabile in modo certo. L’Amministrazione si riserva in ogni caso, a suo insindacabile giudizio, la possibilità di consentire la regolarizzazione dei dati omessi dal candidato di cui ai suddetti punti a) e b) qualora i tempi tecnici di svolgimento della selezione lo consentano.
Le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda di ammissione, hanno valore di dichiarazione sostitutiva di certificazione o di atto di notorietà.
Per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, si applicano le sanzioni penali di cui all’art. 76 del D.P.R.
445/2000.
L’ammissione dei candidati alla prova di esame è effettuata sulla base dei dati dichiarati nella domanda di partecipazione.
La nomina dei vincitori è subordinata alla successiva verifica dell’effettivo possesso dei requisiti, secondo quanto previsto dal successivo art. 6.
L’Amministrazione si riserva comunque la possibilità di verificare l’effettivo possesso dei requisiti anche antecedentemente allo svolgimento della prova di esame, ammettendo alla stessa solo i candidati in possesso di tutti i requisiti richiesti.
In ogni caso l’Amministrazione si riserva la facoltà di effettuare in qualunque momento della procedura di selezione, anche successivo all’espletamento della prova d’esame, con provvedimento motivato, l’esclusione dalla selezione dei candidati per difetto dei requisiti prescritti dall’avviso ovvero per mancata dichiarazione degli stessi nella domanda di partecipazione.
L’Amministrazione potrà scegliere di effettuare le comunicazioni inerenti la selezione o al domicilio fisico o al domicilio di posta elettronica certificata o di posta elettronica semplice registrato nella procedura Ap@aci dal candidato.
ART. 4
Formazione e pubblicazione della graduatoria
L’ordine della graduatoria è determinato dal punteggio corrispondente alla votazione conseguita nel titolo di studio (voto di laurea).
Nel caso di diploma di laurea vecchio ordinamento o laurea specialistica o magistrale (nuovo ordinamento) sarà attribuito un punteggio aggiuntivo di punti 2.
Nel caso di possesso di un diploma di Dottorato di Ricerca nel settore delle applicazioni GIS e/o nel settore della Microzonazione Sismica, sarà attribuito un punteggio aggiuntivo di punti 3.
Nel caso di possesso di un Master Universitario (di I o II livello) nel settore delle applicazioni GIS con almeno 200 ore di lezione/stage ovvero di un attestato di frequenza di un corso di formazione nel settore delle applicazioni GIS con almeno 200 ore di lezione/stage, sarà attribuito un punteggio aggiuntivo di punti 3.
A parità di punteggio si terrà conto dei titoli di preferenza in ordine di priorità, così come stabiliti dall’art. 10 del Regolamento regionale n. 33/R del 24.03.2010, che sono:
a) gli insigniti di medaglia al valore militare;
b) i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
c) i mutilati ed invalidi per fatto di guerra;
d) i mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
e) gli orfani di guerra;
f) gli orfani dei caduti per fatto di guerra;
g) gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
h) i feriti in combattimento;
i) gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale di merito di guerra, nonché i capi di famiglia numerosa;
l) i figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex combattenti;
m)i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra;
n) i figli dei mutilati e degli invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
o) i genitori vedovi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti di guerra;
p) i genitori vedovi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto di guerra;
q) i genitori vedovi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
r) coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;
s) coloro che abbiano prestato servizio a qualunque titolo, senza aver riportato sanzioni disciplinari, per non meno di un anno nell’amministrazione che ha indetto la selezione;
t) i coniugati e i non coniugati con riguardo al numero dei figli a carico;
u) gli invalidi ed i mutilati civili;
v) i militari volontari delle Forze armate congedati senza demerito al termine della ferma o rafferma.
A parità di merito e di titoli la preferenza è determinata:
a) dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che il candidato sia coniugato o meno;
b) dall’aver prestato senza aver riportato sanzioni disciplinari servizio nelle amministrazioni pubbliche; c) dalla più giovane età.
Il dirigente competente, con proprio decreto, riconosciuta la regolarità del procedimento, approva la graduatoria applicando gli eventuali diritti di preferenza.
I titoli di preferenza dovranno essere espressamente indicati in domanda, pena la loro non valutabilità in sede di approvazione della graduatoria definitiva.
Il decreto di approvazione della graduatoria è pubblicato sul B.U.R.T..
Entro e non oltre 15 giorni dalla data di pubblicazione delle graduatorie, gli interessati potranno presentare eventuali osservazioni in ordine ad errori materiali riscontrati.
Decorso tale termine le graduatorie sono definitive.
Da tale data decorrono i tempi per eventuali impugnative.
La pubblicazione sul BURT del decreto che approva la graduatoria e definisce l’elenco degli esclusi sostituisce a tutti gli effetti la comunicazione personale a tutti gli interessati prevista dalla L. 241/90 nonché dalla legge regionale 20.01.1995, n. 9.
ART. 5
Utilizzo delle graduatorie
La graduatoria resta aperta per tre anni a decorrere dalla data del provvedimento di approvazione.
La graduatoria è utilizzata per l’instaurazione di rapporti di lavoro a tempo determinato finalizzati alla realizzazione del progetto “Supporto per l’archiviazione informatica e l’implementazione portale Web-Gis relativo alle attività di gestione dei contributi di cui al Fondo pluriennale per la prevenzione del rischio sismico, istituito con l’art. 11 della l. 77/2009, con particolare riferimento alle indagini e studi di Microzonazione Sismica Comunale e alle analisi della Condizione Limite per l’Emergenza” della Direzione Generale Politiche Ambientali, Energia e Cambiamenti Climatici.
Le assunzioni sono fatte secondo l’ordine di graduatoria.
L’Amministrazione si riserva altresì di riutilizzare la graduatoria ex novo qualora la stessa venga esaurita ferma restando la validità della stessa di cui al primo comma. E’ fatto divieto di procedere all’assunzione a tempo determinato dello stesso soggetto dalla medesima graduatoria per più di una volta.
Ai sensi della vigente normativa regionale, qualora esista - per il profilo professionale oggetto del presente avviso - graduatoria di idonei di pubblico concorso regionale, le assunzioni sono effettuate attingendo prioritariamente da tale graduatoria.
La graduatoria risultante dalla selezione potrà essere utilizzata per ulteriori assunzioni di personale a tempo determinato qualora si renda necessario avvalersi di unità di personale in possesso delle competenze oggetto della presente selezione.
ART. 6
Accertamento dei requisiti
Ai fini dell’assunzione, dovranno essere riconfermate le dichiarazioni rese nella domanda di partecipazione alla selezione, qualora siano scaduti i termini di validità delle stesse.
La riconferma deve avvenire attraverso la sottoscrizione di un apposito modulo.
L’interessato dovrà produrre direttamente la documentazione comprovante la veridicità delle dichiarazioni rese nella domanda di partecipazione al concorso, se questa non viene fornita all’Amministrazione dai soggetti privati titolari delle informazioni.
Nel caso in cui dalle verifiche effettuate emergano delle difformità rispetto a quanto dichiarato dal candidato, si provvederà all’esclusione del medesimo dalla graduatoria qualora venga a mancare uno dei requisiti di accesso, o a rettificare la sua posizione in graduatoria qualora la difformità si riferisca a titoli di preferenza valutati, ovvero nel caso in cui sia stato già sottoscritto il contratto di lavoro, il dichiarante decade dall’impiego.
Nel caso di dichiarazioni mendaci, gli eventuali reati saranno penalmente perseguiti.
ART. 7
Stato giuridico e trattamento economico
L’assunzione dei candidati in possesso dei requisiti e risultati idonei alla eventuale verifica dell’idoneità, avviene mediante stipula di contratto individuale di lavoro a tempo determinato, pieno o parziale. L’efficacia del contratto individuale è subordinata al superamento di un periodo di prova ai sensi dell’art. 7 comma 9 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per il personale del Comparto Regioni - Autonomie locali successivo a quello del 1° aprile 1999.
Il trattamento economico spettante al personale assunto è quello previsto per la categoria D, trattamento economico tabellare iniziale D1, dal C.C.N.L. del comparto Regioni – Autonomie Locali in vigore alla data di stipulazione del contratto individuale di lavoro.
ART. 8
Informativa ex art.13 Codice in materia di protezione dei dati personali
Il Codice in materia di protezione dei dati personali,17 prevede la tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali.
Secondo quanto previsto dalla normativa, tale trattamento sarà improntato ai principi di correttezza, liceità e trasparenza.
Ai candidati competono tutti i diritti previsti dall’art. 7 del Codice.
L’utilizzo dei dati che riguardano il candidato ha come finalità la gestione delle procedure concorsuali per la costituzione e gestione delle graduatorie di idoneità per l’assunzione a tempo determinato presso l’ente Regione Toscana.
Il conferimento dei dati è pertanto obbligatorio, il loro mancato conferimento non dà luogo alla instaurazione del rapporto di lavoro con l’Amministrazione regionale toscana.
La gestione dei dati è informatizzata e manuale.
I dati saranno trattati dal personale del Settore “Organizzazione, reclutamento, assistenza normativa”, espressamente incaricato, e comunicati ad altri uffici della Regione Toscana competenti per la gestione del rapporto di lavoro, al momento dell’instaurazione di tale rapporto.
Il titolare del trattamento è: Regione Toscana - Giunta Regionale.
Il responsabile del trattamento è il responsabile del Settore “Organizzazione, reclutamento, assistenza normativa” - Direzione generale Organizzazione.
Il responsabile del procedimento della selezione è individuato nel dirigente responsabile del Settore “Organizzazione, reclutamento, assistenza normativa” - Direzione generale Organizzazione.
Il presente bando è disponibile presso l’Ufficio Relazione col Pubblico della Giunta Regionale (Firenze, Via di Novoli, 26), aperto il lunedì, mercoledì, giovedì dalle ore 9.00 alle ore 18.00 e il martedì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.30.
E’ inoltre disponibile all’indirizzo internet www.regione.toscana.it nella sezione “Concorsi e avvisi sul personale” – “Bandi a tempo determinato”.