Avviso MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 97 del 12-12-2014

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Avviso

Nota Bene: trattandosi di 'Avviso' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilitÓ di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarÓ visibile nella banca dati.



Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich´┐Ż ´┐Ż scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Avviso
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 97 del 12-12-2014
Sintesi: MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Avviso Modifica del bando di reclutamento, per il 2015, di 1.748 volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nella Marina ...
Ente: MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 12-12-2014
Condividi

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE

Avviso

Modifica del bando di reclutamento, per il 2015, di 1.748 volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nella Marina Militare

 
 
                     IL VICE DIRETTORE GENERALE 
 
 
                           di concerto con 
 
 
                     IL VICE COMANDANTE GENERALE 
                DEL CORPO DELLE CAPITANERIE DI PORTO 
 
    Visto il decreto legislativo 15 marzo 2010,  n.  66,  concernente
"Codice  dell'Ordinamento  Militare"   e   successive   modifiche   e
integrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15  marzo  2010,
n. 90, recante  "Testo  Unico  delle  disposizioni  regolamentari  in
materia  di  Ordinamento   Militare"   e   successive   modifiche   e
integrazioni; 
    Visto il decreto interdirigenziale n.  180  del  12  agosto  2014
emanato dalla Direzione Generale per il Personale Militare (DGPM)  di
concerto con il Comando  Generale  del  Corpo  delle  Capitanerie  di
Porto, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - 4¬ serie speciale  -  n.
67 del 29 agosto 2014, con il quale e' stato indetto, per il 2015, un
bando di reclutamento di 1.748 volontari in ferma  prefissata  di  un
anno (VFP 1) nella Marina Militare; 
    Visto il foglio n. M_D MSTAT 0073593 del 24  novembre  2014,  con
cui lo Stato Maggiore della Marina  ha  chiesto  di  modificare,  nei
termini ivi indicati, il bando di reclutamento; 
    Ritenute condivisibili le proposte  di  modifica  avanzate  dallo
Stato Maggiore della Marina; 
    Tenuto  conto  che  l'art.  1,  comma  5   del   citato   decreto
interdirigenziale n. 180 del 12 agosto 2014 prevede  la  possibilita'
di apportare modifiche al bando di reclutamento; 
    Visto il decreto ministeriale 16 gennaio 2013 -  registrato  alla
Corte dei conti il 1░ marzo 2013, registro n.  1,  foglio  n.  390  -
concernente, tra l'altro, struttura  ordinativa  e  competenze  della
DGPM; 
    Visto l'art. 1 del decreto dirigenziale n. 607 del 3 giugno  2013
emanato dal Comando Generale del Corpo delle  Capitanerie  di  Porto,
con cui all'Ammiraglio Ispettore (CP)  Stefano  VIGNANI,  quale  Vice
Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di  Porto,  e'  stata
attribuita la delega all'adozione, di concerto con autorita' di  pari
rango della DGPM,  di  taluni  atti  di  gestione  amministrativa  in
materia di  reclutamento  del  personale  militare  del  Corpo  delle
Capitanerie di Porto; 
    Visti gli articoli 1 e 2 del decreto dirigenziale del  31  maggio
2013  emanato  dalla  DGPM,  con  cui  al  dirigente   dr.   Concezio
BERARDINELLI, quale Vice Direttore  Generale  della  DGPM,  e'  stata
attribuita la delega all'adozione, anche di concerto con autorita' di
pari rango del Corpo delle Capitanerie di Porto, di  taluni  atti  di
gestione amministrativa in  materia  di  reclutamento  del  personale
delle Forze Armate e dell'Arma dei Carabinieri; 
    Visto l'art. 4, comma 1 del decreto dirigenziale  del  31  maggio
2013  emanato  dalla  DGPM,  ai  sensi  del   quale,   in   caso   di
assenza/impedimento del suddetto Vice Direttore Generale,  ovvero  in
caso di assenza  di  conferimento  di  tale  incarico,  gli  atti  di
gestione amministrativa di cui  al  medesimo  decreto  sono  adottati
dall'Ammiraglio di Divisione Pierluigi ROSATI, quale  Vice  Direttore
Generale della DGPM, 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
    L'art. 11, comma 3 del decreto interdirigenziale n.  180  del  12
agosto 2014 e' cosi sostituito: 
    "I candidati devono presentarsi agli  accertamenti  psico-fisici,
pena l'esclusione dal reclutamento, con: 
      a) documento di riconoscimento  in  corso  di  validita',  come
definito al precedente art. 3, comma 4, lettera a); 
      b) se in possesso di titolo di  studio  conseguito  all'estero:
copia conforme dell'attestazione di equipollenza  del  titolo  stesso
rilasciata da un ufficio  scolastico  regionale  o  provinciale,  con
l'indicazione del giudizio sintetico o della votazione; 
      c) originale o copia conforme dei seguenti  esami  ematochimici
ed esami strumentali, corredati di referto, rilasciati  da  struttura
sanitaria pubblica o privata accreditata con  il  Servizio  Sanitario
Nazionale (SSN) in data  non  anteriore  a  tre  mesi  precedenti  la
visita, a eccezione di quello riguardante il gruppo sanguigno: 
        - emocromo completo; 
        - VES; 
        - glicemia; 
        - creatininemia; 
        - trigliceridemia; 
        - colesterolemia: 
        - bilirubinemia totale e frazionata; 
        - gamma GT; 
        - transaminasemia (GOT e GPT); 
        - attestazione del gruppo sanguigno; 
      d)  originale  dell'attestazione  che   l'eventuale   struttura
sanitaria privata di cui viene prodotto il referto e accreditata  con
il SSN; 
      e)  certificato  di  stato  di  buona  salute  che  attesti  la
presenza/assenza di pregresse  manifestazioni  emolitiche,  di  gravi
manifestazioni   immunoallergiche,   di    gravi    intolleranze    e
idiosincrasie a farmaci o alimenti, rilasciato dal proprio medico  in
data non  anteriore  a  sei  mesi  precedenti  la  visita  e  redatto
conformemente all'allegato A al presente bando; 
      f) originale  o  copia  conforme  del  referto,  rilasciato  da
struttura sanitaria pubblica o privata accreditata con il SSN in data
non anteriore a tre mesi precedenti la visita, dell'analisi  completa
delle urine con esame del sedimento; 
      g) originale  o  copia  conforme  del  referto,  rilasciato  da
struttura sanitaria pubblica o privata accreditata con il SSN in data
non anteriore a tre mesi precedenti la visita, dell'esame dei markers
virali anti HAV, HbsAg, anti HBs, anti HBc e anti HCV; 
      h) referto rilasciato da struttura sanitaria pubblica o privata
accreditata con il SSN in data non anteriore a tre mesi precedenti la
visita, attestante l'esito del test di accertamento della positivita'
per anticorpi per HIV; 
      i) referto rilasciato da struttura sanitaria pubblica o privata
accreditata con il SSN in data non anteriore a tre mesi precedenti la
visita, attestante l'esito del  dosaggio  quantitativo  del  glucosio
6-fosfato-deidrogenasi; 
      j) se concorrenti di sesso femminile: 
        - originale o copia conforme del referto di ecografia pelvica
eseguita presso struttura sanitaria pubblica  o  privata  accreditata
con il SSN in data non anteriore a tre mesi precedenti la visita; 
        -  originale  o  copia  conforme  del  referto  del  test  di
gravidanza - in quanto lo stato di gravidanza costituisce  temporaneo
impedimento all'accertamento dell'idoneita' al servizio militare  (ai
sensi dell'art.  580,  comma  2  del  decreto  del  Presidente  della
Repubblica  15  marzo  2010,  n.  90)  -  eseguito  presso  struttura
sanitaria pubblica o privata accreditata  con  il  SSN  in  data  non
anteriore a cinque giorni lavorativi precedenti la visita. 
    I candidati, se ne sono  in  possesso,  potranno  produrre  anche
eventuali esami radiografici del torace. 
    La commissione per gli accertamenti psico-fisici,  presa  visione
della documentazione sanitaria elencata nel presente comma, rinviera'
i candidati a data successiva ove rilevi cause di incompletezza nella
documentazione sanitaria presentata relativa a: 
      - esami ematochimici di cui alla lettera c); 
      - markers virali di cui alla lettera g)." 
                               Art. 2 
 
 
    L'art. 11, comma 5 del decreto interdirigenziale n.  180  del  12
agosto 2014 e' cosi' sostituito: 
    "Al termine degli  accertamenti  psico-fisici  i  candidati,  per
essere giudicati idonei, dovranno essere riconosciuti esenti: 
      a)  dalle  imperfezioni/infermita'  di  cui  al   decreto   del
Presidente della Repubblica 15 marzo  2010,  n.  90  e  alle  vigenti
direttive tecniche emanate con il decreto del Ministro della difesa 4
giugno 2014; 
      b) da altre patologie ritenute incompatibili con l'espletamento
del servizio quale VFP 1; 
      c) da patologie per le quali  e'  prevista  l'attribuzione  dei
coefficienti  3  o  4  nelle  caratteristiche  somato-funzionali  del
profilo sanitario, secondo le vigenti direttive sul profilo sanitario
di cui al decreto del Ministro della difesa 4  giugno  2014.  Saranno
comunque giudicati idonei  i  candidati  affetti  da  enzimopatia  da
deficit, anche  parziale,  di  glucosio  6-fosfato-deidrogenasi,  con
attribuzione  del   coefficiente   3   o   4   nella   caratteristica
somato-funzionale AV-EI.". 
                               Art. 3 
 
 
    L'art. 12, comma 1 del decreto interdirigenziale n.  180  del  12
agosto 2014 e' cosi' sostituito: 
    "I candidati sono, altresi', sottoposti, a cura della commissione
di  cui  all'art.  8,  comma  1,  lettera   c),   agli   accertamenti
attitudinali, consistenti nello svolgimento di  una  serie  di  prove
(test di ragionamento ed eventuale colloquio attitudinale),  volte  a
valutare oggettivamente il possesso dei requisiti necessari  al  fine
di un positivo inserimento nella Forza Armata nello specifico  ruolo.
Tale valutazione sara' svolta  in  base  alle  modalita'  specificate
nelle    direttive    della    Forza    Armata    vigenti    all'atto
dell'effettuazione degli accertamenti attitudinali.". 
                               Art. 4 
 
 
    L'art. 12, comma 4 del decreto interdirigenziale n.  180  del  12
agosto 2014 e cosi' sostituito: 
    "La commissione comunichera' seduta stante  a  ciascun  candidato
l'esito degli accertamenti attitudinali, sottoponendo alla  lirma  di
ognuno il verbale contenente uno dei seguenti giudizi: 
      "idoneo quale VFP 1 nella Marina Militare"; 
      "inidoneo quale VFP 1 nella Marina Militare". 
    Il  giudizio  riportato  negli   accertamenti   attitudinali   e'
definitivo e, nel caso  di  inidoneita',  comporta  l'esclusione  dal
concorso. 
    Inoltre, ai candidati che nella domanda di  partecipazione  hanno
espresso  gradimento  per  l'assegnazione,  nel  CEMM,   alle   Forze
speciali, la  commissione  comunichera'  l'esito  degli  accertamenti
attitudinali sottoponendo loro il verbale contenente uno dei seguenti
giudizi: 
      "idoneo all'impiego nelle Forze speciali"; 
      "inidoneo all'impiego nelle Forze speciali". 
    I candidati risultati idonei agli accertamenti attitudinali quali
VFP 1 ma inidonei all'impiego nelle Forze speciali saranno  assegnati
ad altra categoria/specialita'/abilitazione.". 
                               Art. 5 
 
 
    L'art. 15, comma 3 del decreto interdirigenziale n.  180  del  12
agosto 2014 e' cosi' sostituito: 
    "I candidati dovranno presentare, entro il termine e  secondo  le
modalita' loro indicate  nella  convocazione,  a  pena  di  decadenza
dall'arruolamento,   l'autocertificazione,   redatta    conformemente
all'allegato B al presente  bando,  attestante  il  mantenimento  dei
requisiti dichiarati nella domanda di partecipazione. Tale  documento
sara' acquisito e inserito nel fascicolo personale dell'interessato a
cura di Mariscuola Taranto. 
    I  candidati  vincitori   dovranno,   inoltre,   produrre   copia
autenticata del diploma di istruzione secondaria di primo grado.". 
    Il presente decreto sara' sottoposto al controllo ai sensi  della
normativa  vigente  e  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale   della
Repubblica italiana. 
      Roma, 25 novembre 2014 
 
                                           Amm. Div. Pierluigi Rosati 
Amm. Isp. (CP) Stefano Vignani