Concorso per 1 direttore generale di azienda sanitaria ed ospedaliera (toscana) REGIONE TOSCANA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 100 del 23-12-2014
Sintesi: REGIONE TOSCANA Concorso (Scad. 31 dicembre 2014) Avviso per la formazione dell'elenco di idonei alla nomina a direttore generale delle aziende sanitarie e degli enti del servizio sanitario ...
Ente: REGIONE TOSCANA
Regione: TOSCANA
Provincia: FIRENZE
Comune: FIRENZE
Data di pubblicazione 23-12-2014
Data Scadenza bando 31-12-2014
Condividi

REGIONE TOSCANA

Concorso (Scad. 31 dicembre 2014)

Avviso per la formazione dell'elenco di idonei alla nomina a direttore generale delle aziende sanitarie e degli enti del servizio sanitario Toscano

 
    Ai  sensi  del  decreto  legislativo  n.  502/92  e  della  legge
regionale toscana n. 40/2005, la regione Toscana indice  un  pubblico
avviso per la formazione  di  un  elenco  di  idonei  alla  nomina  a
direttore generale delle aziende sanitarie e degli enti del  servizio
sanitario toscano. 
    I candidati interessati,  come  prescritto  dall'art.  3-bis  del
decreto legislativo n. 502/92 e dall'art.  37  comma  1  della  legge
regionale  n.  40/2005,  debbono  essere  in  possesso  dei  seguenti
requisiti: 
    a) laurea magistrale o diploma di laurea del vecchio ordinamento; 
    b) adeguata esperienza  dirigenziale,  almeno  quinquennale,  nel
campo delle strutture sanitarie o  settennale  negli  altri  settori,
maturata in posizione dirigenziale con  autonomia  gestionale  e  con
diretta responsabilita' delle risorse umane, tecniche o finanziarie; 
    c) eta' non superiore a 65 anni. 
    Inoltre, in ottemperanza a quanto stabilito dall'art. 5, comma 9,
del decreto-legge n. 95/2012 (cosi' come modificato dall'art.  6  del
decreto-legge n. 90/2014, successivamente convertito dalla  legge  n.
114/2014), i candidati interessati non devono trovarsi in  situazione
di collocamento in quiescenza. 
    La verifica del possesso dei requisiti di idoneita' dei candidati
e' effettuata da una Commissione nominata con decreto del  Presidente
della  Giunta  regionale  composta  dal  dirigente  responsabile  del
settore competente della direzione generale «Diritti di  cittadinanza
e coesione sociale», da un esperto  indicato  dall'Agenzia  nazionale
per i servizi sanitari regionali  e  da  un  esperto  indicato  dalla
Scuola superiore S. Anna di Pisa. La commissione avra' il compito  di
formare l'elenco dei candidati idonei in possesso dei requisiti sopra
elencati e che abbiano  presentato  regolare  domanda  ai  sensi  del
presente avviso. 
    Ai direttori generali si applicano le disposizioni previste dagli
articoli 37, 38 e 39 della legge regionale n. 40/2005. 
    Il rapporto di lavoro del direttore generale e' esclusivo  ed  e'
regolato da contratto di diritto privato, di durata non  inferiore  a
tre e non  superiore  a  cinque  anni,  rinnovabile,  a  norma  dello
specifico regolamento approvato con il  decreto  del  presidente  del
consiglio dei ministri n. 502/95 cosi' come  modificato  dal  decreto
del presidente del Consiglio dei ministri n. 319/2001. 
    La nomina a direttore generale non e' consentita per piu' di  tre
mandati consecutivi nello stesso incarico presso  la  stessa  azienda
sanitaria; la durata complessiva  dei  relativi  incarichi  non  puo'
comunque essere superiore a dieci anni. 
Modalita' di presentazione della domanda 
    I  candidati  devono  presentare,  secondo  lo  schema  allegato,
apposita domanda, redatta in carta  semplice,  dichiarando  sotto  la
propria responsabilita' ai sensi e per gli effetti degli articoli  46
e 47 del decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000 e  nella
consapevolezza delle sanzioni previste nei casi di  cui  all'art.  76
del medesimo DPR n. 445/2000: 
    1) nome e cognome; 
    2) data, comune di nascita e luogo di residenza; 
    3) laurea magistrale del nuovo ordinamento o  diploma  di  laurea
del vecchio ordinamento posseduto; 
    4) codice fiscale; 
    5) di aver svolto funzioni dirigenziali con autonomia  gestionale
e diretta responsabilita' delle risorse umane, tecniche o finanziarie
in posizione dirigenziale per almeno  cinque  anni  nel  campo  delle
strutture sanitarie o per almeno sette anni negli altri settori; 
    6) la professione svolta attualmente; 
    7) di non essere collocato in quiescenza; 
    8)  indirizzo  al   quale   devono   essere   inviate   eventuali
comunicazioni, se diverso  da  quello  di  residenza,  e  i  recapiti
telefonici e e-mail presso i quali possono essere contattati; 
    9) di non incorrere in alcuna  delle  cause  di  inconferibilita'
dell'incarico previste dall'art. 3, comma 11 del decreto  legislativo
n. 502/92 e successive modifiche ed integrazioni e dagli articoli  3,
5 e 8 del decreto legislativo n. 39/2013, o in alcuna delle cause  di
incompatibilita' di cui agli articoli 10 e 14  dello  stesso  decreto
legislativo n. 39/2013; 
    10) di autorizzare, ai sensi del decreto legislativo n. 196/2003,
la  Giunta  regionale  al  trattamento,  alla  comunicazione  e  alla
diffusione  dei   dati   personali   per   le   finalita'   collegate
all'inserimento nell'elenco e alla nomina a direttore generale  delle
aziende e degli enti del sistema sanitario toscano e,  comunque,  nei
termini e con le modalita' stabilite per legge o per regolamento  per
la loro conoscibilita' e pubblicita'. 
    Ai sensi dell'art. 38 del decreto del Presidente della Repubblica
n. 445/2000, alla domanda  deve  essere  allegata  la  fotocopia  non
autenticata di un documento d'identita' del candidato. 
    A pena di inammissibilita' della domanda,  devono  alla  medesima
essere allegati: 
      1) il curriculum, datato  e  firmato,  predisposto  secondo  il
formato europeo in cui si evidenzi, in particolare, il  possesso  dei
requisiti prescritti  dall'art.  3-bis  del  decreto  legislativo  n.
502/92 e dall'art. 37, comma 1 della legge regionale n. 40/2005; 
    2) la scheda  riassuntiva  redatta  secondo  lo  schema  allegato
(parti A, B, C e D) datata e firmata. 
    Nel  rispetto  del  principio   della   trasparenza   dell'azione
amministrativa, i nominativi dei candidati che, a seguito di  domanda
presentata  in  risposta  del  presente  avviso,   saranno   inseriti
nell'elenco di idonei alla nomina di direttore  generale,  nonche'  i
relativi curricula, saranno pubblicati  sul  sito  web  della  Giunta
regionale, in apposita sezione dedicata agli elenchi degli  aspiranti
direttori del SSR e alla nomina degli stessi. 
    A tal fine si richiede che il candidato invii  in  allegato  alla
domanda un'ulteriore copia del curriculum. Trattandosi di  una  copia
del  curriculum  destinata  alla  pubblicazione  su  pagina  web,  e'
necessario il rispetto della normativa vigente in materia di  privacy
(art. 11 del  decreto  legislativo  n.  196/2003)  e  in  materia  di
accessibilita' alle fonti di informazione (legge n. 4/2004).  A  tale
fine si precisa che: 
    i  dati  personali  contenuti  nel  curriculum  devono  risultare
pertinenti  e   non   eccedenti   rispetto   alle   finalita'   della
pubblicazione  (non  devono  essere  presenti,  ad  esempio,  i  dati
riguardanti  la  residenza,  numeri  telefonici  ed  indirizzi   mail
privati, il codice fiscale); 
      il curriculum, tenuto conto che le pubblicazione online  devono
avvenire nel rispetto dei requisiti  tecnici  di  accessibilita'  per
risultare fruibili anche da persone con disabilita', non deve  essere
prodotto come documento-immagine (vale a dire documento realizzato  a
seguito di scansioni digitali di documenti cartacei).  Il  candidato,
pertanto, dovra' inviare  la  copia  del  curriculum  destinata  alla
pubblicazione   su   web   dopo   aver   provveduto   ad    opportuna
digitalizzazione del testo. 
    Ai  candidati  esclusi  dall'elenco  per  inammissibilita'  della
domanda presentata (mancanza della  documentazione  richiesta  e  dei
requisiti prescritti  dall'art.  3-bis  del  decreto  legislativo  n.
502/92 e dall'art. 37, comma 1 della legge regionale  n.  40/2005)  o
per non ricevibilita' della stessa (domanda presentata con  modalita'
diverse da quelle richieste dal presente avviso e/o  pervenuta  oltre
la scadenza  del  termine  di  presentazione  previsto  dal  presente
avviso) sara' data comunicazione scritta in merito. 
    La domanda, indirizzata al Presidente della  Giunta  regionale  -
Direzione generale «Diritti di cittadinanza  e  coesione  sociale»  -
Settore «Ricerca, innovazione e risorse umane», via Taddeo Alderotti,
26/N - 50139 Firenze, deve pervenire entro e non oltre il  giorno  31
dicembre  2014  e  deve  essere  presentata  esclusivamente  in   via
telematica attraverso le seguenti modalita': 
    tramite propria casella di posta  elettronica  certificata  (PEC)
all'indirizzo   regionetoscana@postacert.toscana.it.   A   pena    di
inammissibilita' della domanda, si  precisa  che  il  candidato  puo'
utilizzare esclusivamente un indirizzo PEC personale; 
    trasmissione tramite interfaccia web Ap@ci (1) , registrandosi al
seguente  indirizzo:  https://web.e.toscana.it/apaci  e  selezionando
come Ente Pubblico destinatario «Regione Toscana Giunta». 
    Le comunicazioni devono  avere  nel  campo  oggetto  la  seguente
dicitura: «Domanda  per  l'inserimento  nell'elenco  di  idonei  alla
nomina a direttore generale». 
    I documenti devono essere inviati tutti in formato PDF. 
    La comunicazione,  contenente  la  domanda  e  la  documentazione
allegata  (curriculum,  scheda  riassuntiva,   eventuali   titoli   e
pubblicazioni e fotocopia documento d'identita'), inviata con  queste
modalita' verra' registrata all'interno  del  sistema  di  protocollo
della  Regione  Toscana  e  ne  sostituisce   l'invio   tradizionale,
sostituendo, di fatto, la raccomandata A.R. Fa fede la data di invio. 
    Le domande  inviate  attraverso  qualsiasi  mezzo  diverso  dalla
trasmissione telematica come sopra  specificata  saranno  considerate
non ricevibili. 
    Il candidato e' invitato a verificare  l'effettiva  ricezione  da
parte dell'Amministrazione controllando la  casella  «consegnato»  in
caso di Ap@ci e l'arrivo della ricevuta di avvenuta consegna in  caso
di posta elettronica certificata. 
    Ogni eventuale comunicazione inerente il  presente  avviso  sara'
inviata  esclusivamente  o   all'indirizzo   di   posta   elettronica
certificata mittente o all'indirizzo di  posta  elettronica  indicato
dal candidato all'interno della procedura Ap@ci. 
    Per ogni eventuale  informazione  in  ordine  alle  modalita'  di
presentazione della domanda e' possibile rivolgersi, dal  lunedi'  al
venerdi' (orario 9 - 13), ai numeri telefonici 055/4383358-3997. 
    Ai sensi degli articoli  11  e  13  del  decreto  legislativo  n.
196/2003, il trattamento dei dati relativi a coloro che presenteranno
domanda di inserimento nell'elenco di riserva  oggetto  del  presente
avviso sara'  improntato  ai  principi  di  correttezza,  liceita'  e
trasparenza, tutelando la riservatezza e i diritti degli interessati.
L'utilizzo dei  dati  suddetti  ha  come  finalita'  gli  adempimenti
riguardanti la nomina a direttore generale delle aziende sanitarie  e
degli enti del servizio sanitario toscano. I dati saranno gestiti  in
maniera  informatizzata  e  manuale  esclusivamente   dal   personale
responsabile e incaricato del trattamento stesso.  Nel  rispetto  del
principio della trasparenza dell'azione amministrativa  i  nominativi
di coloro che saranno inseriti nell'elenco di riserva di idonei  alla
nomina a direttore generale e i loro curricula saranno pubblicati sul
sito web della Giunta regionale, in apposita  sezione  dedicata  agli
elenchi degli aspiranti direttori del SSR e alla nomina degli stessi.
Il titolare del trattamento e'  la  Giunta  regionale  della  Regione
Toscana  e  il  responsabile  del   trattamento   e'   il   dirigente
responsabile del settore "Ricerca, innovazione e risorse umane" della
direzione generale "Diritti di cittadinanza e coesione sociale". 
    Tutti i diritti previsti dall'art. 7 del decreto  legislativo  n.
196/03 competono a coloro che presenteranno domanda. 
 

(1) Ap@ci e' il sistema web che  consente  di  inviare  comunicazioni
    telematiche alla Pubblica Amministrazione Toscana. Attraverso  la
    procedura sara' possibile inviare la  documentazione  in  formato
    digitale,  avere  conferma  dell'avvenuta  consegna  e   ricevere
    l'informazione    dell'avvenuta    protocollazione    da    parte
    dell'Amministrazione