Concorso per 1 funzionario tecnico (trentino alto adige) PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 11 del 11-02-2015
Sintesi: PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Concorso (Scad. 11 marzo 2015) BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER ESAMI, PER LA COPERTURA DI UN POSTO A TEMPO INDETERMINATO NEL PROFILO PROFESSIONALE DI FUNZIONARIO IND. TECNICO – METEREOLOGO, ...
Ente: PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
Regione: TRENTINO ALTO ADIGE
Provincia: TRENTO
Comune: TRENTO
Data di pubblicazione 12-02-2015
Data Scadenza bando 11-03-2015
Condividi

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

Concorso (Scad. 11 marzo 2015)

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER ESAMI, PER LA COPERTURA DI UN POSTO A TEMPO INDETERMINATO NEL PROFILO PROFESSIONALE DI FUNZIONARIO IND. TECNICO – METEREOLOGO, CATEGORIA D, LIVELLO BASE, 1^ POSIZIONE RETRIBUTIVA DEL RUOLO UNICO DEL PERSONALE PROVINCIALE


FIGURA A CONCORSO E TRATTAMENTO ECONOMICO
In esecuzione della deliberazione della Giunta provinciale n. 92 di data 2 febbraio 2015 è indetto un concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto a tempo indeterminato nel profilo professionale di Funzionario ind. tecnico – metereologo categoria D, livello base, 1^ posizione retributiva del ruolo unico del personale provinciale.
DESCRIZIONE DELL’ATTIVITA’.
Si precisa che l’attività di previsione meteorologica si svolge con turnazioni coprendo tutti i giorni dell’anno secondo un calendario predisposto con adeguato anticipo dal competente Ufficio; ciascun turno dura mediamente 3 o 4 giorni, durante i quali il meteorologo è posto in reperibilità h 24 secondo le vigenti disposizioni contrattuali. In condizioni normali ciascun previsore svolge mediamente due turni al mese.
Di norma l’attività di previsione giornaliera inizia alle ore 6.00 e si completa nella tarda mattinata, in essa il previsore deve assicurare l’analisi dettagliata di tutti i dati messi a disposizione dall’amministrazione, che provengono dai modelli previsionali, dai satelliti e dalle stazioni di misura presenti sul territorio; parte dei dati vanno inoltre analizzati su specifici siti web internazionali.
Al di fuori dei turni di previsione o di situazioni di emergenza, ciascun meteorologo svolge la propria attività secondo il normale orario previsto dal contratto assicurando supporto a tutte le attività tecniche che, nel rispetto delle proprie competenze, consentono di approfondire e migliorare il lavoro complessivamente svolto dalla struttura di appartenenza.
TRATTAMENTO ECONOMICO
Il trattamento economico, ai sensi del vigente contratto collettivo provinciale di lavoro, è il seguente:
· stipendio base: € 16.248,00 annui lordi;
· assegno: € 3.360,00 annui lordi;
· indennità integrativa speciale: € 6.545,06 annui lordi;
· elemento aggiuntivo della retribuzione: € 732,00 annui lordi;
· indennità di vacanza contrattuale: € 201,60 annui lordi;
· tredicesima mensilità;
· assegno per il nucleo familiare se ed in quanto dovuto;
· eventuali ulteriori emolumenti previsti dalle vigenti disposizioni legislative o contrattuali, qualora spettanti.
AMMISSIONE AL CONCORSO - REQUISITI RICHIESTI
Per l’ammissione al concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
1. età non inferiore agli anni 18 compiuti alla data di scadenza di presentazione della domanda di partecipazione;
2. cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani, gli italiani non appartenenti alla Repubblica).
Possono partecipare alla procedura selettiva i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea ovvero i familiari di cittadini dell'Unione europea, anche se cittadini di Stati terzi, purché siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente ed i cittadini di Paesi Terzi purché siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria (art. 38 D. Lgs. 30-03-2001, n. 165 così come modificato dalla L. 6 agosto 2013 n. 97) in possesso dei seguenti requisiti:
· godimento dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza (ovvero i motivi del mancato godimento);
· essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
· avere adeguata conoscenza della lingua italiana rapportata alla categoria e figura professionale a concorso;
3. idoneità fisica all’impiego, rapportata alle mansioni lavorative richieste dalla figura professionale a concorso. All’atto dell’assunzione, e comunque prima della scadenza del periodo di prova, l’Amministrazione ha facoltà di sottoporre a visita medica collegiale di controllo il concorrente, il quale può farsi assistere da un medico di fiducia assumendosi la relativa spesa;
4. immunità da condanne che comportino l’interdizione dai pubblici uffici perpetua o temporanea per il periodo dell’interdizione, incluse quelle, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti nel capo I del titolo II del libro secondo del codice penale (“Dei delitti dei Pubblici Ufficiali contro la Pubblica Amministrazione”) ai sensi dell’articolo 35 bis del D.Lgs. 165/2001;
5. non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo, né essere stati destituiti o dichiarati decaduti dall’impiego per aver conseguito l’assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile oppure per lo svolgimento di attività incompatibile con il rapporto di lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione;
6. di essere disponibile a raggiungere, in caso di assunzione, qualsiasi sede dell’Ente presso il quale si verrà assunti dislocata sul territorio provinciale e di essere consapevole della tipologia di attività legata alla previsioni metereologiche e della relativa turnistica, secondo quanto riportato nel bando di concorso;
7. per i cittadini soggetti all'obbligo di leva, essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo;
8. essere in possesso del diploma di laurea in fisica di durata almeno quadriennale;
9. avere una conoscenza, a livello intermedio, della lingua inglese, scritta e parlata, che sarà accertata in sede d’esame;
10. avere una conoscenza, a livello base, dei sistemi informativi geografici (GIS), del sistema GTS (Global Telecomunication System), dei formati GRIB, SYNOP, TEMP, BUFR, dei dati meteorologici EUMETSAT e dei sistemi operativi Unix Like (Linux in particolare) che sarà accertata in sede d’esame.
Non possono essere assunti coloro che negli ultimi cinque anni precedenti all’assunzione siano stati destituiti o licenziati da una pubblica amministrazione per giustificato motivo soggettivo o per giusta causa o siano incorsi nella risoluzione del rapporto di lavoro in applicazione dell’art. 32 quinques, del codice penale o per mancato superamento del periodo di prova nella medesima categoria e livello a cui si riferisce l’assunzione. Per i destinatari del contratto collettivo provinciale di lavoro, comparto autonomie locali, l’essere stati oggetto, negli ultimi tre anni precedenti ad un’eventuale assunzione a tempo determinato, di un parere negativo sul servizio prestato al termine di un rapporto di lavoro a tempo determinato, comporta l’impossibilità ad essere assunti a tempo determinato, per le stesse mansioni.
L’Amministrazione provinciale si riserva di provvedere all’accertamento dei suddetti requisiti e può disporre in ogni momento, con determinazione motivata della Sostituta Dirigente del Servizio per il Personale, l’esclusione dal concorso dei concorrenti in difetto dei requisiti prescritti.
L'esclusione verrà comunicata all'interessata/o.
Con la presentazione della domanda di partecipazione alla procedura, nelle forme di cui al D.P.R. 445/2000, il candidato si assume la responsabilità della veridicità di tutte le informazioni fornite nella domanda e negli eventuali documenti allegati, nonché della conformità all’originale delle copie degli eventuali documenti prodotti.
L’Amministrazione procederà a verifiche a campione e qualora dal controllo effettuato emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decadrà dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera; tale dichiarazione inoltre, quale “dichiarazione mendace”, sarà punita ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia.
Per informazioni rivolgersi all’Ufficio Concorsi e Mobilità – stanza 2.07 - della Provincia autonoma di Trento, Piazza Venezia n. 41 Palazzo Verdi - Trento (tel. 0461/496330).
Il Responsabile del procedimento è individuato nel dott. Francesco Cappelletti, Direttore dell’Ufficio Concorsi e mobilità.
MODALITA’ PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
Per essere ammessi al concorso gli aspiranti dovranno far pervenire alle competenti strutture provinciali (Ufficio Concorsi e Mobilità – stanza 2.07 - della Provincia autonoma di Trento, Piazza Venezia n. 41 Palazzo Verdi - Trento, Punto informativo e Sportelli di assistenza e informazione al pubblico), entro le ore 12.00 del giorno 11 marzo 2015 apposita domanda che dovrà essere redatta su carta semplice, seguendo il fac-simile allegato al presente bando e pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Trentino-Alto Adige contemporaneamente al presente bando, nonché disponibile sul sito internet della Provincia all’indirizzo www.concorsi.provincia.tn.it.
La domanda spedita a mezzo posta dovrà essere inviata mediante RACCOMANDATA (PREFERIBILMENTE, A TUTELA DELL’ISCRITTO, CON AVVISO DI RICEVIMENTO) o con altre modalità di spedizione, aventi le medesime caratteristiche; solamente in questo caso, ai fini dell'ammissione, farà fede la data apposta (e non l’ora) dall'ufficio di spedizione accettante.
Per la domanda presentata direttamente o inoltrata per posta prioritaria o altre forme differenti dalla raccomandata (con eventuale avviso di ricevimento) la data di acquisizione della istanza sarà stabilita e comprovata dalla data indicata nella ricevuta sottoscritta dal personale di questa Amministrazione addetto al ricevimento o da quello degli sportelli di assistenza e informazione al pubblico o dal timbro a data apposto a cura del protocollo generale della Provincia.
La domanda potrà anche essere inviata via fax (al numero 0461/496379) entro la data di scadenze dei termini per la presentazione della domanda (tuttavia, al fine di agevolare le operazioni di controllo da parte dell’Amministrazione, è preferibile che la stessa pervenga all’Ufficio Concorsi e mobilità entro il giorno antecedente la data di scadenza).
La/Il candidata/o avrà cura di conservare la ricevuta attestante il ricevimento da parte dell'Amministrazione della domanda di partecipazione o la ricevuta del fax da cui risulti che lo stesso è stato inviato nei tempi sopra indicati.
La domanda, firmata e scansionata, con allegata scansione del documento d’identità in corso di validità, potrà essere inviata anche mediante posta elettronica o Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo serv.personale@pec.provincia.tn.it (farà fede esclusivamente la data di spedizione risultante dal sistema di Posta Elettronica Certificata).
La domanda ed eventuali allegati dovranno essere solamente in formato PDF o JPEG.
N.B.: IL FORMATO ZIP NON È AMMESSO.
Nella domanda, redatta in carta semplice, l'aspirante dovrà dichiarare, sotto la propria personale responsabilità, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000 e consapevole della decadenza dagli eventuali benefici ottenuti e delle sanzioni penali previste rispettivamente dagli artt. 75 e 76 del citato decreto, per le ipotesi di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi:
- le complete generalità (nome, cognome, data e luogo di nascita, il codice fiscale; le coniugate dovranno indicare il cognome da nubili);
- di essere di età non inferiore agli anni 18;
- di essere in possesso della cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica) ovvero:
di essere cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea ovvero di essere familiare di cittadino dell'Unione europea, anche se cittadino di Stato terzo, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente ovvero di essere cittadino di Paesi Terzi titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o titolare dello status di rifugiato o dello status di protezione sussidiaria (art.38 D. Lgs. 30-03-2001, n. 165 così come modificato dalla L.
6 Agosto 2013 n. 97), in possesso dei seguenti requisiti:
· godimento dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza ovvero i motivi del mancato godimento;
· essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
· avere adeguata conoscenza della lingua italiana rapportata alla categoria e figura professionale a concorso;
- l’idoneità fisica all’impiego rapportata alle mansioni lavorative richieste dalla figura professionale a concorso;
- le eventuali condanne penali o le applicazioni della pena su richiesta di parte (patteggiamento), incluse quelle, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti nel capo I del titolo II del libro secondo del codice penale (“Dei delitti dei Pubblici Ufficiali contro la Pubblica Amministrazione”) ai sensi dell’articolo 35 bis del D.Lgs. 165/2001 oppure di non aver riportato condanne penali e di non essere stato destinatario di provvedimenti che riguardano l’applicazione di misure di sicurezza e di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa (comprese quelle con il beneficio della non menzione) e di essere a conoscenza o meno di eventuali procedimenti penali pendenti;
- il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste elettorali medesime;
- di non essere stato destituito, licenziato o dichiarato decaduto dall’impiego presso pubbliche amministrazioni per aver conseguito l'assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile oppure per lo svolgimento di attività incompatibile con il rapporto di lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione;
- di essere consapevole del fatto che, con riferimento agli ultimi cinque anni precedenti all’eventuale assunzione, l’essere stati destituiti o licenziati da una Pubblica Amministrazione per giustificato motivo soggettivo o per giusta causa o l’essere incorsi nella risoluzione del rapporto di lavoro in applicazione dell’art. 32 quinques, del codice penale o per mancato superamento del periodo di prova nella medesima categoria e livello a cui si riferisce l’assunzione, comporta l’impossibilità ad essere assunti;
- di essere consapevole del fatto che, per i destinatari del Contratto Collettivo Provinciale di Lavoro, comparto Autonomie Locali, l’essere stati oggetto, negli ultimi tre anni precedenti ad un’eventuale assunzione a tempo determinato, di un parere negativo sul servizio prestato al termine di un rapporto di lavoro a tempo determinato, comporta l’impossibilità ad essere assunti a tempo determinato, per le stesse mansioni;
- per i cittadini soggetti all’obbligo di leva: essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo;
- l’eventuale appartenenza alla categoria di soggetti di cui all’art. 3 della L.P. 10 settembre 2003 n. 8 o di cui all'art. 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, nonché la richiesta, per l’espletamento delle prove, di eventuali ausili in relazione all’handicap o ai disturbi specifici di apprendimento e/o necessità di tempi aggiuntivi per sostenere la prova d'esame. I candidati dovranno allegare - in originale o in copia autenticata – certificazione datata relativa allo specifico handicap rilasciata dalla Commissione medica competente per territorio. Per quanto attiene l’indicazione precisa dei tempi aggiuntivi e degli ausili di cui il candidato dovesse, eventualmente, avere bisogno sarà necessario allegare un certificato medico;
- l'eventuale appartenenza alle categorie di cui all'allegato A) al presente bando;
- l’eventuale possesso di titoli di preferenza, a parità di valutazione, di cui all’allegato B) al presente bando;
- il titolo di studio posseduto (specificando istituto e data di rilascio). La mancata dichiarazione al riguardo sarà equiparata ad assenza di titolo di studio richiesto per l’accesso e perciò comporterà l’esclusione.
I candidati che hanno conseguito il titolo di studio all’estero dovranno allegare la traduzione del titolo autenticata dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare italiana nonché la documentazione relativa all’equipollenza al corrispondente titolo italiano. In alternativa al decreto di equipollenza potrà essere presentata copia della richiesta dello stesso comunque entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso. In quest’ultimo caso i candidati saranno ammessi con riserva. L’equipollenza del titolo di studio deve comunque essere posseduta al momento dell’assunzione;
- di essere disponibile a raggiungere, in caso di assunzione, qualsiasi sede dell’Ente presso il quale si verrà assunti dislocata sul territorio provinciale, nonché di aver preso visione della tipologia di attività legata alla previsioni metereologiche e della relativa turnistica, secondo quanto riportato nel bando di concorso sotto la voce “descrizione dell’attività”;
- il comune di residenza, l’esatto indirizzo (comprensivo del codice di avviamento postale), l’eventuale diverso recapito presso il quale devono essere inviate tutte le comunicazioni relative al concorso, i recapiti telefonici e l’indirizzo di posta elettronica.
LA DOMANDA DOVRÀ ESSERE FIRMATA DAL CONCORRENTE A PENA DI ESCLUSIONE.
Nel caso in cui dalle dichiarazioni emergano incongruenze, dubbi od incertezze, l’Amministrazione si riserva di chiedere chiarimenti e documenti da produrre entro il termine perentorio indicato dall’Amministrazione stessa.
Tutti i requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso nonché alla data dell’eventuale assunzione, eccetto per i titoli di preferenza, che devono essere posseduti unicamente alla data di scadenza di presentazione della domanda.
La/Il candidata/o è tenuta/o, in ogni caso, a comunicare tempestivamente all’Amministrazione provinciale qualsiasi variazione dei dati dichiarati nella domanda di partecipazione al concorso.
L'Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte della/del candidata/o oppure da una mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell'indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali, telegrafici, via fax o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, recante disposizioni a tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento di dati personali, i dati forniti dalla/dal candidata/o tramite l'istanza formeranno oggetto di trattamento nel rispetto della normativa suddetta e degli obblighi di riservatezza, per provvedere agli adempimenti connessi all'attività concorsuale, così come illustrato nella nota informativa di cui in allegato.
Non rientra nel diritto alla riservatezza della/del candidata/o, la pubblicazione del proprio nominativo nella lista degli iscritti e dei voti riportati in ogni singola prova. Pertanto, la/il candidata/o non potrà chiedere di essere tolta/o dai predetti elenchi.
I contenuti del bando e le modalità con le quali viene espletato il concorso sono conformi, compatibilmente con la figura richiesta, al D.P.P. n. 22-102/Leg. di data 12 ottobre 2007 e ss. mm.
avente ad oggetto “Regolamento per l’accesso all’impiego presso la Provincia autonoma di Trento e per la costituzione, il funzionamento e la corresponsione dei compensi delle commissioni esaminatrici (articoli 37 e 39 della Legge Provinciale 3 aprile 1997 n. 7”) e alle altre disposizioni di legge o di regolamento vigenti in materia.
Il presente bando è emanato nel rispetto delle pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro, ai sensi del D.Lgs. 11 aprile 2006, n. 198 “Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell'articolo 6 della L. 28 novembre 2005, n. 246”.
Alla domanda dovrà essere allegata la fotocopia semplice di un documento d’identità (fronte e retro) in corso di validità (qualora le dichiarazioni contenute nella domanda non siano sottoscritte alla presenza della/del dipendente addetta/o) e la ricevuta del versamento di Euro 25,00.=, con la causale “tassa concorso pubblico Funzionario ind. tecnico - metereologo”, effettuato in uno dei seguenti modi:
- ricevuta del versamento sul conto corrente postale n. 295386 intestato alla Provincia autonoma di Trento - Servizio Tesoreria, presso UniCredit S.p.a. - Agenzia Trento - Via Galilei 1, 38122 Trento;
- quietanza del versamento effettuato direttamente al Tesoriere della P.A.T. (Unicredit S.p.a.) sul conto di tesoreria n. 400 intestato alla Provincia autonoma di Trento, presso il tesoriere capofila della P.A.T.-Unicredit - Agenzia Trento - Via Galilei 1, 38122 Trento (CAB 1820; ABI 2008);
- bonifico bancario sul conto di tesoreria intestato alla Provincia autonoma di Trento, presso il tesoriere capofila della P.A.T.-Unicredit - Agenzia Trento - Via Galilei 1, 38122 Trento, indicando le seguenti coordinate bancarie:
codice IBAN:
PAESE CIN.EUR CIN ABI CAB N. CONTO IT 12 S 02008 01820 000003774828 e, in aggiunta, per i bonifici dall'estero:
codice BIC: UNCRITM10HV.
In caso d’utilizzo del bonifico on line occorrerà allegare la ricevuta di conferma dell’operazione e non il semplice ordine di bonifico.
Si precisa che la suddetta tassa non potrà in nessun caso essere rimborsata.
PROGRAMMA D’ESAME Gli esami consistono in due prove scritte ed una prova orale.
PROVE SCRITTE Le prove scritte, ciascuna consistente nello svolgimento di un tema e/o in test a risposta multipla predeterminata e/o in una serie di quesiti a risposta sintetica, verteranno su uno o più dei seguenti argomenti:
· Meteorologia e fisica dell’atmosfera;
· Climatologia e analisi dei dati;
· Osservazioni meteorologiche e stazioni di misura;
· Principi di telerilevamento (radar e satelliti meteo);
· Previsioni meteorologiche.
· Conoscenza della lingua inglese scritta e parlata a livello intermedio;
· Conoscenze informatiche di base dei sistemi informativi geografici (GIS), del sistema GTS (Global Telecomunication System), dei formati GRIB, SYNOP, TEMP, BUFR, dei dati meteorologici EUMETSAT e dei sistemi operativi Unix Like (Linux in particolare).
Ciascuna prova scritta si intenderà superata se la/il candidata/o avrà riportato una votazione di almeno 18/30.
Alle predette prove ciascun aspirante dovrà presentarsi con un valido documento di identificazione, provvisto di fotografia. La mancata presentazione della/del candidata/o alla sede di esame o la presentazione in ritardo comporterà l'esclusione dal concorso, qualunque ne sia la causa che l'ha determinata, anche se indipendente dalla volontà della/del singola/o concorrente.
Alle prove scritte non è consentito il possesso e la consultazione di alcun testo, appunto o manoscritto. E’ precluso l’utilizzo di telefoni cellulari, agende elettroniche ed ogni altro strumento informatico personale, pena l’esclusione dal concorso.
DIARIO PROVE SCRITTE
Il diario e la sede delle prove scritte nonché il termine per la conclusione della procedura del concorso verranno pubblicati il giorno 6 marzo 2015 all’Albo della Provincia in Piazza Dante n. 15, a Trento nonché sul sito internet della Provincia autonoma di Trento all'indirizzo www.concorsi.provincia.tn.it almeno venti giorni prima delle prove stesse.
La pubblicazione nel sito internet della Provincia autonoma di Trento della sede, dei giorni e dell'ora di svolgimento delle prove scritte avrà valore di notifica a tutti gli effetti e nei confronti di tutti i candidati, ai quali, non sarà quindi data alcuna comunicazione personale.
L’esito delle prove scritte sarà pubblicato all’Albo della Provincia autonoma di Trento nonché sul sito internet della Provincia autonoma di Trento www.concorsi.provincia.tn.it. Ai candidati che non avranno superato le prove non verrà data, pertanto, ulteriore comunicazione.
NOTA BENE
Si sottolinea che ai fini della convocazione, la pubblicazione sul sito internet ha valore di notifica a tutti gli effetti alla/al candidata/o, alla/al quale pertanto non sarà inviato alcun ulteriore avviso.
PROVA ORALE
Alla prova orale saranno ammessi i candidati che avranno ottenuto un punteggio pari o superiore ai 18/30 in ciascuna delle due prove scritte.
La prova orale verterà sulle seguenti materie:
- Materie delle prove scritte.
- Ordinamento statutario della Provincia autonoma di Trento (comprensivo di quanto previsto dalla L.P. n. 2 del 5 marzo 2003 e dalla L.P. n. 3 del 5 marzo 2003);
La prova orale si intenderà superata se la/il candidata/o avrà ottenuto la votazione di almeno 18/30.
La prova orale si svolgerà in un’aula aperta al pubblico. Al termine di ogni seduta dedicata alla prova orale, la commissione esaminatrice formerà l’elenco delle/dei candidate/i esaminate/i, con l’indicazione del voto da ciascuna/o riportato che sarà affisso nella sede d’esame nonché pubblicato sul sito internet della Provincia autonoma di Trento.
L'avviso per la presentazione alla prova orale sarà dato ai singoli candidati almeno 20 giorni prima dell’effettuazione della stessa mediante raccomandata A.R. Tale termine decorre dalla consegna delle raccomandate, da parte dell'Amministrazione, al servizio postale. L'Amministrazione non assume responsabilità per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
COMPILAZIONE DELLA GRADUATORIA DEL CONCORSO
Alla valutazione delle prove provvederà la Commissione esaminatrice nominata con deliberazione della Giunta provinciale, ai sensi dell’art. 14 del D.P.P. n. 22-102/Leg. di data 12 ottobre 2007 e s.m. (tale provvedimento sarà pubblicato sul sito Internet www.concorsi.provincia.tn.it.) che formerà, in base all’esito delle prove d’esame, la graduatoria di merito secondo l'ordine del punteggio complessivo conseguito dalla/dal candidata/o idonea/o.
Il punteggio finale sarà dato dalla somma della media dei voti conseguiti nelle due prove scritte con la votazione conseguita nella prova orale.
A norma dell’art. 40 della legge provinciale 3 aprile 1997, n. 7 e dell’articolo 25 del D.P.P. n. 22 - 102/Leg. di data 12 ottobre 2007, la Giunta provinciale procederà all’approvazione dell'operato della Commissione esaminatrice e della graduatoria di merito, osservate le eventuali precedenze e preferenze di legge di cui agli allegati A) e B) del presente bando di concorso dichiarate nella domanda di partecipazione (le precedenze all'assunzione vengono applicate dalla Provincia autonoma di Trento solo qualora la stessa Amministrazione si trovi nella necessità di coprire la quota percentuale rispettivamente del 7 e dell'1 per cento delle categorie elencate nell'Allegato A), nonché alla dichiarazione della/del vincitrice/tore.
Saranno poi adottate, con determinazione della Sostituta Dirigente del Servizio per il Personale, le disposizioni relative all’assunzione della/del vincitrice/tore mediante sottoscrizione del contratto individuale di lavoro, secondo la normativa vigente.
La graduatoria finale di merito sarà pubblicata all’Albo della Provincia autonoma di Trento di Piazza Dante n. 15, sul Bollettino Ufficiale della Regione Trentino – Alto Adige nonché sul sito Internet www.concorsi.provincia.tn.it/concorsi_indeterminato/-Graduatorie. Dalla data di pubblicazione di detto avviso all’albo ufficiale di Piazza Dante n. 15 decorrerà il termine per eventuali impugnative.
La graduatoria avrà validità per un periodo di tre anni successivi alla data di approvazione.
PRESENTAZIONE DEI DOCUMENTI PER L’ASSUNZIONE
Ove siano trascorsi più di sei mesi dalla data di presentazione della domanda di partecipazione al concorso, gli eventuali assunti dovranno presentare, a propria scelta, entro 30 giorni dalla data di ricevimento di apposito invito, a pena di decadenza e salvo giustificato motivo, o l’autocertificazione in carta semplice, o la documentazione, in carta semplice, in originale o in copia autenticata, relativamente al possesso, anche alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso, dei seguenti requisiti prescritti dal bando di concorso:
- cittadinanza;
- godimento dei diritti politici;
- posizione in ordine agli obblighi di leva;
- assenza di condanne penali interdicenti l’assunzione.
Dovranno altresì dichiarare, con riferimento ai 5 anni precedenti all’eventuale assunzione, di non essere stati destituiti o licenziati da una pubblica amministrazione per giustificato motivo soggettivo o per giusta causa, non essere incorsi nella risoluzione del rapporto di lavoro in applicazione dell’articolo 32 quinques, del codice penale o per mancato superamento del periodo di prova nell’ambito del rapporto di lavoro a tempo indeterminato per la medesima categoria e livello cui si riferisce l’assunzione.
L’Amministrazione ha la facoltà di sottoporre la/il candidata/o a visita medica collegiale di controllo, al fine di attestare l’idoneità fisica al servizio continuativo ed incondizionato all'impiego e l’esenzione da imperfezioni che possono influire sul rendimento. Alla visita medica verranno sottoposti anche gli appartenenti alle categorie di cui alla legge n. 68/1999, i quali devono non aver perduto ogni capacità lavorativa e, per la natura ed il grado della loro invalidità, non devono essere di danno alla salute ed alla incolumità dei compagni di lavoro ed alla sicurezza degli impianti.
ASSUNZIONE IN SERVIZIO
Nel medesimo termine di trenta giorni, previsto per la presentazione dell’eventuale documentazione a corredo della domanda, l'interessato dovrà, inoltre, sottoscrivere il contratto individuale di lavoro, unitamente alla dichiarazione d'insussistenza di cause d'incompatibilità e al codice di comportamento e assumere effettivo servizio.
L’assunzione diventerà definitiva dopo il periodo di prova di sei mesi ai sensi dell’art. 24 del vigente Contratto Collettivo di Lavoro per il personale provinciale.
Entro i tre anni successivi alla data di approvazione della graduatoria le eventuali ulteriori assunzioni, disposte tenuto conto del relativo ordine di graduatoria potranno essere effettuate solamente in caso di disponibilità di posti relativi alla figura professionale a concorso. Chi, pur inserito nella graduatoria, rifiuti un’eventuale assunzione a tempo indeterminato, viene escluso dalla graduatoria stessa.
La stessa graduatoria potrà essere utilizzata anche per eventuali assunzioni a tempo determinato. Per tali assunzioni si farà riferimento alle disposizioni di legge e a quelle previste nel contratto collettivo provinciale di lavoro vigenti al momento dell’assunzione.
Nel caso di assunzione, ai sensi dell’art. 9 bis della L.P. n. 7/97 “il dipendente assunto potrà essere temporaneamente assegnato presso imprese private sulla base dei protocolli d’intesa tra la Giunta provinciale e le associazioni di categoria. Le modalità di esercizio dell’assegnazione temporanea e i criteri di scelta dei dipendenti interessati saranno definiti nei contratti collettivi del comparto “Autonomie locali”.
CESSAZIONE DAL SERVIZIO
In caso di cessazione dal servizio, ai sensi dell’art. 53 comma 16-ter del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i., è fatto divieto di prestare attività lavorativa (a titolo di lavoro subordinato o autonomo) per i tre anni successivi alla cessazione del rapporto di pubblico impiego, presso i soggetti privati destinatari dell'attività della pubblica amministrazione svolta attraverso i medesimi poteri negli ultimi tre anni di servizio.
Trento, lì 2 febbraio 2015