Concorso-MobilitÓ per 5 funzionari (lazio) MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso-MobilitÓ

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich´┐Ż ´┐Ż scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso-MobilitÓ
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 5
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 21 del 17-03-2015
Sintesi: MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLE RICERCA - DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE E LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE, FINANZIARIE E STRUMENTALI MobilitÓ (Scad. 16 aprile 2015) Avviso di mobilita' per il ...
Ente: MINISTERO DELL'ISTRUZIONE DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 17-03-2015
Data Scadenza bando 16-04-2015
Condividi

MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLE RICERCA - DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE E LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE, FINANZIARIE E STRUMENTALI

MobilitÓ (Scad. 16 aprile 2015)

Avviso di mobilita' per il reclutamento di cinque funzionari area III - F1 esperti nella gestione dei Fondi europei

 
 
                        IL DIRETTORE GENERALE 
 
    Visto il comma 18 dell'articolo unico  della  legge  27  dicembre
2013, n. 147, che, ai fini del rafforzamento  delle  strutture  della
Presidenza del Consiglio dei ministri, dei Ministeri  e  dell'Agenzia
per la coesione territoriale, di cui all'art. 10 del decreto-legge 31
agosto 2013, n. 101, convertito, con modificazioni,  dalla  legge  30
ottobre 2013, n. 125, preposte, per quanto di competenza, a  funzioni
di coordinamento, gestione, monitoraggio e controllo degli interventi
cofinanziati dai Fondi  strutturali  europei  anche  per  il  periodo
2014-2020, ha autorizzato, fermo restando l'obbligo  di  esperire  le
procedure di mobilita' previste dalla normativa vigente, l'assunzione
a tempo indeterminato di  un  contingente  di  personale  nel  numero
massimo di 120  unita'  altamente  qualificate,  eventualmente  anche
oltre i contingenti organici previsti dalla  normativa  vigente,  per
l'esercizio di  funzioni  di  carattere  specialistico,  appartenente
all'area terza; 
    Visto il decreto del Presidente del Consiglio  dei  ministri,  su
proposta del Ministro per la coesione territoriale, di  concerto  con
il Ministro dell'economia e delle finanze e con il  Ministro  per  la
pubblica amministrazione e la semplificazione, del 14 febbraio  2014,
con il quale, in attuazione del citato comma 18 articolo unico  della
legge n. 147 del 2013 sono stati definiti criteri e  modalita'  anche
per  quanto  riguarda  la  selezione  del   personale   mediante   la
Commissione per l'attuazione del progetto di  riqualificazione  delle
pubbliche   amministrazioni,   su   delega   delle    amministrazioni
interessate e la ripartizione del personale  tra  le  amministrazioni
stesse; 
    Visto il decreto legislativo 30 marzo 30 giugno 2003,  n.  196  e
successive modificazioni e integrazioni; 
    Visto il  decreto  legislativo  30  marzo  2001,  n.  165  ed  in
particolare, l'art. 30, riguardante il passaggio diretto di personale
tra amministrazioni  diverse  prima  dell'avvio  di  nuove  procedure
concorsuali e l'art.  34-bis,  recante  disposizioni  in  materia  di
mobilita' del personale; 
    Considerato che il personale da reclutare  ai  sensi  del  citato
comma 18 articolo unico della legge n. 147  del  2013  deve  svolgere
esclusivamente le funzioni per le quali e' stato assunto e  non  puo'
essere  destinato  ad  attivita'  diverse  da   quelle   direttamente
riferibili  all'impiego  dei   Fondi   strutturali   europei   e   al
monitoraggio degli interventi cofinanziati dai Fondi europei; 
    Visto l'art. 1, comma 47, della legge 30 dicembre  2004  n.  311,
secondo cui la mobilita', anche intercompartimentale, in  vigenza  di
disposizioni  che  stabiliscono  un  regime  di   limitazione   delle
assunzioni di personale a  tempo  indeterminato,  e'  consentita  tra
amministrazioni sottoposte al regime  di  limitazione,  nel  rispetto
delle disposizioni sulle dotazioni organiche; 
    Visto l'art. 14, comma 7, del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95,
convertito con modificazioni dalla legge 7 agosto 2012, n.  135,  che
esclude dal calcolo del  risparmio  utile  per  definire  l'ammontare
delle disponibilita' finanziarie da destinare alle  assunzioni  o  il
numero delle unita' sostituibili in relazione  alle  limitazioni  del
turn over le cessazioni dal servizio per processi di mobilita'; 
    Visti i Contratti Collettivi  Nazionale  di  Lavoro  vigenti  nel
comparto Ministeri; 
    Visto il decreto del Presidente del  Consiglio  dei  ministri  11
febbraio 2014, n. 98, recante il regolamento  di  organizzazione  del
Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca; 
    Visto  l'ordinamento  dei  profili  professionali  del  Ministero
dell'Istruzione, dell'Universita' e della Ricerca adottato  con  CCNI
n. 1 del 22 luglio 2010; 
    Considerato  che,  in  relazione  alla  dotazione  organica   del
personale ed al relativo fabbisogno per lo  svolgimento  di  funzioni
direttamente riferibili all'impiego dei Fondi strutturali  europei  e
al monitoraggio degli interventi cofinanziati dai Fondi  europei,  il
M.I.U.R. in applicazione dell'art. 30 del citato decreto  legislativo
30 marzo 2001, n. 165 intende destinare alle preventive procedure  di
mobilita'  n.  5  posti,  in  alternativa  alle  assunzioni  speciali
previste dalla norma; 
    Ritenuto  che  in  ragione  della  particolare   specializzazione
richiesta al personale da adibire alle predette funzioni  si  ritiene
di  destinare  il  seguente  bando  solo  alle  amministrazioni   che
impiegano fondi strutturali  europei  e  che  svolgono  attivita'  di
monitoraggio  appartenenti  al  Comparto  Ministeri,  amministrazioni
sottoposte a vincoli in materia di assunzione,  con  esclusione,  per
ragioni di  coerenza  e  ragionevolezza,  di  quelle  interessate  al
reclutamento speciale di cui al citato  decreto  del  Presidente  del
Consiglio  dei  ministri,  del  14   febbraio   2014,   fatta   salva
l'applicazione dell'art. 30, comma 2-bis, del d.lgs. n. 165 del 2001; 
    Ravvisata l'opportunita' di avviare, nei limiti dei posti vacanti
in organico, una procedura di mobilita' volontaria  per  l'immissione
in ruolo di personale; 
    Tenuto conto delle riunioni svoltesi presso il Dipartimento della
Funzione Pubblica; 
    Informate le Organizzazioni Sindacali; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                         Posti da ricoprire 
 
 
    1. E' indetta una procedura di mobilita' ai  sensi  dell'art.  30
del decreto legislativo n. 165/2001  finalizzata  all'immissione  nei
ruoli del personale del Ministero dell'Istruzione, dell'Universita' e
della Ricerca - di seguito M.I.U.R. - di 5 unita' di area  funzionale
terza,  posizione  economica  F1,  da  inquadrare  come   funzionario
amministrativo contabile. 
    2. I funzionari dovranno essere in possesso di  competenze  nella
gestione delle operazioni a valere  sui  Fondi  Strutturali  Europei,
accanto  alle  ordinarie   competenze   in   tema   di   procedimento
amministrativo. Dovranno inoltre possedere ulteriori e  complementari
competenze in tema di analisi  ampia  dei  dati,  secondo  logiche  e
tecniche di Opendata, unitamente al corretto utilizzo di tecniche  di
comunicazione attraverso social  network,  idonee  a  assicurare  una
gestione  aperta  e  partecipata  delle  iniziative  rientranti   nei
Programmi Operativi Nazionali. Dovranno infine  possedere  competenze
su procedure di selezione e concorsuali, procedure negoziali, appalti
e  contratti  pubblici,  sistemi   di   gestione   e   di   controllo
giuridico-contabile, programmazione e gestione finanziaria, controlli
amministrativi e contabili, monitoraggio. 
                               Art. 2 
 
 
                       Requisiti di ammissione 
 
 
    1. Per l'ammissione alla procedura di cui al precedente art. 1 e'
richiesto il possesso dei seguenti requisiti: 
      Essere dipendente di ruolo  e  a  tempo  indeterminato  di  una
pubblica amministrazione di cui all'art.  1,  comma  2,  del  decreto
legislativo  30  marzo  2001,  n.  165  e  successive  modificazioni,
assoggettata  a  vincolo  assunzionale,  inquadrato  nell'Area   III,
posizione economica F1, del Comparto Ministeri  o  Area  e  posizione
economica equivalente di altro comparto. La dichiarazione  di  essere
assoggettata  a   vincoli   assunzionali   deve   essere   rilasciata
dall'Amministrazione di provenienza del dipendente  e  allegata  alla
domanda di partecipazione. 
      Essere in possesso di diploma di laurea in una delle discipline
di cui  all'allegato  elenco  n.  1,  conseguita  con  votazione  non
inferiore a 105/110. Alla  procedura  selettiva  possono  partecipare
anche coloro che sono in possesso  di  titolo  di  studio  conseguito
all'estero o di titolo  estero  conseguito  in  Italia,  riconosciuto
equipollente, secondo la vigente normativa. 
      Essere in godimento dei diritti politici. 
      Avere una esperienza professionale di almeno 5 anni, di cui due
continuativi,  nelle  aree  individuate  dall'art.  1,  comma  2  del
presente bando, documentata dal curriculum vitae, in formato europeo,
da allegare all'istanza di partecipazione. 
    2.  I  requisiti  di  ammissione  alla  procedura  devono  essere
posseduti  alla  data  di  scadenza  del   termine   utile   per   la
presentazione delle domande. 
    3. L'Amministrazione si riserva di  verificare  il  possesso  dei
requisiti dichiarati dai candidati nella domanda e puo' disporre,  in
ogni momento, l'esclusione dalla procedura. 
                               Art. 3 
 
 
          Presentazione delle domande, termine e modalita' 
 
 
    1. La domanda di ammissione alla procedura,  predisposta  secondo
il modello allegato,  deve  essere  compilata  ed  inviata  con  PEC,
unitamente  a  un  dettagliato  e  aggiornato  curriculum  vitae,  al
seguente    indirizzo    di    posta     elettronica     certificata:
dgruf@postacert.istruzione.it. 
    2. La trasmissione della domanda deve essere effettuata entro  il
trentesimo giorno  dall'avvenuta  pubblicazione  del  presente  bando
nella Gazzetta Ufficiale Concorsi ed Esami. 
    3. Non sono prese in considerazione le domande di mobilita'  gia'
inoltrate prima della pubblicazione del presente bando. 
    4. Ai sensi  del  decreto  del  Presidente  della  Repubblica  28
dicembre  2000,  n.  445  le  dichiarazioni  rese  nella  domanda  di
ammissione  hanno  valore  di   autocertificazione.   Nel   caso   di
dichiarazioni  mendaci  si  applicano  le  sanzioni  penali  previste
dall'art. 76 del citato decreto. 
                               Art. 4 
 
 
             Criteri per la formazione delle graduatorie 
 
 
    1. L'amministrazione, previa istituzione di  una  Commissione  di
valutazione composta da tre dirigenti di seconda fascia, di  cui  uno
con funzioni da presidente, e da  un  dipendente  di  Area  III,  con
funzioni di segretario, formulera' una graduatoria che  terra'  conto
dei seguenti criteri di valutazione: 
      Voto di laurea: da 105 a 108, punti 2; da 108 a 110,  punti  4;
110 e lode, punti 5; 
      Titoli post-lauream: dottorato  o  specializzazione  triennale,
punti 3 (max. punti 3); master di  secondo  livello,  punti  2  (max.
punti 2); master di 1 livello, punti 1 (max pt. 1); 
      Conoscenza  certificata  di  lingue  straniere:  3  punti   per
ciascuna lingua, fino a un massimo di 9 punti; 
      Esperienza professionale: fino a 5 anni, 5 punti. Per ogni anno
di esperienza successivo al 5░, 2 punti, fino  a  un  massimo  di  15
punti. 
    2. Ad esito della valutazione dei  titoli,  l'amministrazione  si
riserva la facolta' di effettuare un colloquio con i 10 candidati che
abbiano ottenuto il punteggio piu' alto. 
    3. La partecipazione ai lavori della Commissione  di  valutazione
non da' titolo a compensi, a gettoni di partecipazione, ad indennita'
di alcun tipo. 
    4. Il decreto di approvazione delle graduatorie verra' pubblicato
nella   rete   Internet   ed   Intranet   dell'Amministrazione;    la
pubblicazione ha valore di notifica nei confronti degli interessati. 
                               Art. 5 
 
 
                       Inquadramenti in ruolo 
 
 
    1. I dipendenti utilmente  collocati  nella  graduatoria  saranno
inquadrati nei ruoli del  personale  amministrativo  MIUR -  Comparto
Ministeri - nell'area funzionale terza, profilo giuridico funzionario
amministrativo-contabile, fascia retributiva F1 e  saranno  assegnati
negli uffici dell'Amministrazione Centrale, sede di Roma; 
    2. L'inquadramento e' subordinato all'acquisizione: 
      del  formale  assenso  preventivo  al  trasferimento  da  parte
dell'amministrazione di appartenenza; 
      della   comunicazione,   da   parte   dell'amministrazione   di
appartenenza, circa l'inesistenza di  procedimenti  disciplinari  e/o
penali in corso. 
    3. La mancata acquisizione anche di uno soltanto  degli  elementi
richiesti  al  comma  precedente  del  presente  articolo,  determina
l'impossibilita'  di  perfezionare  positivamente  la   procedura   e
comporta la facolta' di attivare lo scorrimento delle graduatorie. 
                               Art. 6 
 
 
                     Validita' delle graduatorie 
 
 
    1. Le graduatorie resteranno valide per la  durata  di  un  anno,
decorrente dalla data dell'approvazione della graduatoria. 
                               Art. 7 
 
 
                   Trattamento dei dati personali 
 
 
    1. Titolare del trattamento dei  dati  personali,  ai  sensi  del
d.lgs. n. 196/2003, e' la - Direzione generale per le risorse umane e
finanziarie del Ministero. 
    2. I dati personali contenuti nella domanda  o  comunque  forniti
dal  candidato  saranno  trattati  esclusivamente  per  le  finalita'
connesse  all'espletamento  della   procedura   ed   alla   eventuale
successiva stipula e gestione del contratto  individuale  di  lavoro.
Rispetto a tali dati gli interessati potranno  esercitare  i  diritti
previsti dal citato decreto legislativo. 
                               Art. 8 
 
 
                            Norma finale 
 
 
    1. L'amministrazione si riserva  la  facolta',  per  sopravvenute
ragioni di interesse pubblico, di non dare corso  alla  procedura  di
mobilita' senza che per i concorrenti insorga alcun diritto o pretesa
all'inquadramento   nei   ruoli   del   Ministero    dell'Istruzione,
dell'Universita' e della Ricerca. 
      Roma, 6 marzo 2015 
 
                                         Il direttore generale: Greco 
                                                           Allegato 1 
 
Diplomi di laurea richiesti (o diplomi equipollenti) per  il  profilo
di Funzionario amministrativo - contabile, III Area, F 1 
 
-   Giurisprudenza:   DL   vecchio    Ordinamento;    classi    nuovi
ordinamenti:22/S, LMG/01; 
 
-  Scienze  politiche:   DL   vecchio   Ordinamento;   classi   nuovi
ordinamenti:70/S, LM-62; 
 
-  Economia  e  Commercio:  DL  vecchio  Ordinamento;  classi   nuovi
ordinamenti: 64/S; LM-56; 
 
- Scienze economico-aziendali: DL vecchio Ordinamento;  classi  nuovi
ordinamenti: 84/S, LM- 77; 
 
- Finanza: DL vecchio  Ordinamento;  classi  nuovi  ordinamenti:19/S,
LM-16; 
 
-  Ingegneria  gestionale:  DL  vecchio  Ordinamento;  classi   nuovi
ordinamenti: 34/S, LM -31; 
 
- Scienze della Pubblica  Amministrazione:  DL  vecchio  Ordinamento;
classi nuovi ordinamenti: 
 
71/S, LM-63; 
 
- Studi Europei: DL vecchio Ordinamento;  classi  nuovi  ordinamenti:
99/S, LM-90.