Concorso per 1 direttore sanitario di presidio ospedaliero (lombardia) REGIONE LOMBARDIA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 74 del 25-09-2015
Sintesi: REGIONE LOMBARDIA Concorso (Scad. 26 ottobre 2015) Avviso per l'aggiornamento dell'elenco degli idonei alla nomina di direttore sanitario delle Strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private - anno ...
Ente: REGIONE LOMBARDIA
Regione: LOMBARDIA
Provincia: MILANO
Comune: MILANO
Data di pubblicazione 25-09-2015
Data Scadenza bando 26-10-2015
Condividi

REGIONE LOMBARDIA

Concorso (Scad. 26 ottobre 2015)

Avviso per l'aggiornamento dell'elenco degli idonei alla nomina di direttore sanitario delle Strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private - anno 2015

 
                        LA REGIONE LOMBARDIA 
                          GIUNTA REGIONALE 
                      DIREZIONE GENERALE SALUTE 
 
                                  e 
 
                    DIREZIONE GENERALE FAMIGLIA, 
       SOLIDARIETA' SOCIALE, VOLONTARIATO E PARI OPPORTUNITA' 
 
    Da' avviso che intende procedere all'aggiornamento dell'elenco di
idonei cui attingere per  la  nomina  di  Direttore  Sanitario  delle
strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private; 
    Comunica a tutti  gli  interessati  che  deve  essere  presentata
apposita istanza, come da fac-simile di domanda allegato. 
    A tal proposito si precisa quanto segue: 
    devono presentare la  candidatura  i  soggetti  interessati  e  i
direttori  sanitari  in  carica  -  qualora  interessati  -  che  non
risultano inseriti nell'elenco ordinario vigente; 
    non devono presentare la candidatura  e  saranno  automaticamente
inseriti nell'elenco degli  idonei  coloro  che  sono  gia'  inseriti
nell'elenco ordinario vigente compresi i direttori sanitari in carica
che sono stati inseriti in tale elenco; 
    Gli interessati devono essere in possesso dei requisiti di cui al
d.lgs. 502/92 e alla l.r. 33/2009, come modificata dalla l.r 23/2015,
che di seguito si elencano: 
    1. Laurea in Medicina e Chirurgia; 
    2. Diploma di specializzazione; 
    3. non aver compiuto il sessantacinquesimo anno di eta'; 
    4.  un'adeguata  esperienza  dirigenziale  almeno   quinquennale,
caratterizzata da  autonomia  gestionale  e  diretta  responsabilita'
delle risorse  umane,  tecniche  o  finanziarie  presso  la  pubblica
amministrazione, strutture sanitarie  e  sociosanitarie  pubbliche  o
private; 
    5. l'adeguata attivita'  dirigenziale  almeno  quinquennale  deve
essere stata svolta, ai sensi dell'art. 1 del  D.P.R.  484/1997,  nei
sette anni precedenti; 
    tali requisiti verranno valutati secondo i criteri declinati  dal
presente avviso. 
    Il possesso dei requisiti e titoli di  idoneita'  deve  evincersi
dal   curriculum   vitae    in    formato    europeo,    sottoscritto
dall'interessato, con espressa indicazione delle  date  di  inizio  e
fine degli incarichi - giorno, mese, anno - da redigersi nelle  forme
di dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell'art.  46
del D.P.R. 445/2000 e deve sussistere, a  pena  di  esclusione,  alla
data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale; 
    Si precisa  che  per  strutture  sanitarie  e  sociosanitarie  si
intendono tutte le strutture pubbliche o private che operano in campo
sanitario e sociosanitario quali, a titolo meramente esemplificativo,
le aziende sanitarie locali, le aziende  ospedaliere,  i  Policlinici
universitari,  gli  istituti  di  ricovero   e   cura   a   carattere
scientifico, gli enti ed istituti di cui all'articolo 4, commi  12  e
13, del decreto legislativo 30 dicembre  1992,  n.  502 e  successive
modificazioni, l'azienda regionale emergenza  urgenza,  gli  Istituti
Zooprofilattici Sperimentali,  le  strutture  sanitarie  pubbliche  e
private accreditate che svolgono attivita' di  ricovero  e  cura,  le
strutture ambulatoriali, le strutture  psichiatriche,  i  servizi  di
medicina di laboratorio,  le  strutture  sociosanitarie  che  erogano
prestazioni sanitarie in regime residenziale; 
    I criteri di valutazione del possesso del requisito dell'adeguata
esperienza dirigenziale  che  dovra'  essere  comprovato  a  pena  di
esclusione dall'interessato nel curriculum vitae sono i seguenti: 
    ai  fini  del  calcolo  dell'anzianita'  minima   richiesta   per
l'esperienza  dirigenziale  saranno  cumulate  tutte  le   esperienze
dirigenziali con i requisiti  di  cui  al  presente  provvedimento  a
prescindere dal settore di provenienza; 
    saranno prese in considerazione solo le  attivita'  professionali
esercitate in  posizione  dirigenziale  per  un  periodo,  anche  non
continuativo, di almeno cinque anni, anche nell'ipotesi in  cui  tali
attivita' siano cessate; 
    saranno  presi  in  considerazione  gli  incarichi   dirigenziali
esercitati in base a rapporto di  lavoro  dipendente  e  a  forme  di
lavoro  flessibile   (collaborazione   coordinata   e   continuativa,
contratti a progetto...) purche' queste ultime abbiano comportato  un
impegno minimo di venti ore  settimanali  relativamente  allo  stesso
incarico; 
    in tutti i casi, le mansioni effettivamente svolte devono  essere
riconducibili ad incarichi  dirigenziali  formalmente  conferiti  con
l'attribuzione della relativa qualifica; 
    non  saranno  prese  in  considerazione  le  attivita'  di   mera
consulenza; 
    saranno prese  in  considerazione,  per  le  esperienze  maturate
all'interno di organi collegiali di  amministrazione,  esclusivamente
le attivita'  svolte  in  qualita'  di  amministratore  delegato  con
incarichi operativi; 
    non saranno prese  in  considerazione  le  attivita'  relative  a
funzioni  di  mero  studio,  docenza  anche  universitaria,  ricerca,
ispezione nonche' le attivita' finanziarie di mera partecipazione; 
    sara'   considerata   qualificata   l'attivita'   di    direzione
tecnico-sanitaria   se    esercitata    con    riguardo    all'intera
organizzazione dell'ente, azienda, struttura ed organismo, ovvero  ad
una  delle  principali  articolazioni  organizzative  degli   stessi,
secondo i rispettivi ordinamenti, precisando  che  l'attivita'  debba
essere comunque  contraddistinta  da  autonomia  gestionale,  diretta
responsabilita'  delle  risorse  umane,  tecniche  o  finanziarie   e
responsabilita' verso l'esterno; 
    per la definizione di strutture sanitarie si rimanda all'art.  2,
comma 1, lett. a) del D.P.R. 484/1997; 
    per l'esperienza maturata all'interno di  strutture  sanitarie  e
sociosanitarie pubbliche saranno prese in considerazione: 
    A.  le  attivita'  svolte  in  qualita'  di  direttore  generale,
direttore sanitario e direttore sociale, ove presenti  gli  ulteriori
requisiti previsti dalla normativa vigente e dal presente avviso; 
    B. gli incarichi di direzione di almeno una struttura semplice; 
    sara' considerata valida anche l'esperienza dirigenziale maturata
in aziende o enti aventi sede all'estero; 
    Alla domanda dovra' essere allegata, a  pena  di  esclusione,  la
seguente documentazione: 
      1. curriculum vitae in formato europeo del candidato da cui  si
evince il possesso dei requisiti e dei titoli di idoneita' richiesti,
sottoscritto dall'interessato, con espressa indicazione delle date di
inizio e fine degli incarichi - giorno, mese,  anno  -  da  redigersi
nelle forme di dichiarazione sostitutiva di certificazione  ai  sensi
dell'art. 46 del D.P.R. 445/2000  che  deve  sussistere,  a  pena  di
esclusione, alla data di  pubblicazione  del  presente  avviso  nella
Gazzetta Ufficiale; 
      2. copia fotostatica non autenticata di un proprio documento di
identita' in corso di validita'. 
    Le candidature devono essere presentate, con i relativi allegati,
entro il termine perentorio del 30 giorno  dalla  pubblicazione  del
presente avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana al
protocollo della Regione Lombardia, Direzione Generale Salute,  P.zza
Citta' di Lombardia n. 1 - 20124 Milano o  spedite  con  raccomandata
con  avviso  di  ricevimento   oppure   tramite   Pec   all'indirizzo
sanita@pec.regione.lombardia.it 
    Non verranno prese in considerazione le domande che per qualunque
motivo saranno presentate a  mano  o  spedite  con  raccomandata  con
avviso di ricevimento oltre il  termine  perentorio  del  30  giorno
dalla data  di  pubblicazione  del  presente  avviso  nella  G.U.  In
quest'ultimo caso fa fede  il  timbro  a  data  dell'ufficio  postale
accettante. 
    Non saranno ritenute ammissibili: 
      le candidature prive del curriculum vitae in  formato  europeo,
debitamente sottoscritto  e  redatto  nelle  forme  di  dichiarazione
sostitutiva di certificazione ai sensi dell'art. 46 del DPR 445/2000; 
    le candidature prive della copia del documento  di  identita'  in
corso di validita' (documento  per  il  quale  non  siano  scaduti  i
termini di validita' dalla data del rilascio o documento  convalidato
con apposito  timbro  del  Comune)  richiesto  ai  sensi  del  D.P.R.
445/2000; 
    Si precisa inoltre che: 
    l'inserimento  nell'elenco  non  fara'  sorgere  in   capo   agli
interessati alcun diritto a ricevere comunicazioni personali relative
all'avvio di successive procedure o in caso di mancata  presentazione
della domanda nei termini di volta in volta indicati; 
    l'iscrizione nell'elenco degli idonei e' condizione necessaria ma
non sufficiente ai fini della  nomina,  tenuto  conto  delle  vigenti
disposizioni in tema di inconferibilita' dell'incarico; 
    Si precisa, infine, che  nell'ambito  del  procedimento  potranno
essere richiesti ai candidati  eventuali  chiarimenti.  La  richiesta
sara' trasmessa tramite  fax  al  numero  indicato  nella  domanda  o
tramite Pec all'indirizzo indicato nella medesima domanda. La mancata
risposta entro i termini  indicati  nella  richiesta  di  chiarimenti
comporta l'esclusione dall'elenco.