Concorso-Riapertura per 1 ricercatore universitario (friuli venezia giulia) UNIVERSITA' DI UDINE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso-Riapertura

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso-Riapertura
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 25 del 29-03-2016
Sintesi: UNIVERSITA' DI UDINE Concorso (Scad. 28 aprile 2016) Modifica del bando e contestuale riapertura dei termini per la presentazione delle domande di partecipazione della procedura di selezione pubblica per il ...
Ente: UNIVERSITA' DI UDINE
Regione: FRIULI VENEZIA GIULIA
Provincia: UDINE
Comune: UDINE
Data di pubblicazione 29-03-2016
Data Scadenza bando 28-04-2016
Condividi

UNIVERSITA' DI UDINE

Concorso (Scad. 28 aprile 2016)

Modifica del bando e contestuale riapertura dei termini per la presentazione delle domande di partecipazione della procedura di selezione pubblica per il reclutamento di un ricercatore a tempo determinato presso il Dipartimento di Studi umanistici e del patrimonio culturale (gia' Dipartimento di Storia e Tutela dei beni culturali) per il settore concorsuale 10/A1 - Archeologia, ai sensi dell'articolo 24, comma 3, lettera a) della legge 30 dicembre 2010, n. 240.

 
 
                             IL RETTORE 
 
    Visto il D.R. n. 856 del 22 dicembre 2015, il cui avviso e' stato
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 5 IV  serie  speciale  del  19
gennaio 2016, con  cui  e'  stata  indetta  una  procedura  selezione
pubblica per il reclutamento di un ricercatore  a  tempo  determinato
presso il Dipartimento di storia e tutela dei beni culturali  per  il
settore concorsuale 10/A1 Archeologia, ai sensi dell'art.  24,  comma
3, lettera a) della legge 30 dicembre 2010, n. 240; 
    Considerato   che,    per    effetto    della    riorganizzazione
dipartimentale,  a  partire  dal   1   gennaio   2016   il   settore
scientifico-disciplinare   L-ANT/10   "Metodologie   della    ricerca
archeologica" e' assegnato al Dipartimento di studi umanistici e  del
patrimonio culturale, che, pertanto, e' la struttura  di  riferimento
per la procedura concorsuale avviata; 
    Vista la nota del 15 febbraio 2016 con  la  quale  la  Presidente
della Federazione archeologi  subacquei  evidenzia  alcune  possibili
criticita' del bando di concorso; 
    Visto il provvedimento del Direttore del  Dipartimento  di  studi
umanistici e del patrimonio culturale,  n.  9/2016  del  26  febbraio
2016, con il quale si individuano con maggiore chiarezza i  requisiti
per  l'ammissione  alla  valutazione  comparativa  a  modifica  e  in
sostituzione di quelli precedentemente deliberati dal  Consiglio  del
Dipartimento di storia  e  tutela  dei  beni  culturali  in  data  16
settembre 2015, al fine di consentire una piu' ampia possibilita'  di
selezionare professionalita' di alta competenza e rendere in tal modo
la procedura  concorsuale  piu'  aderente  ai  principi  della  Carta
europea dei ricercatori e del Codice di condotta per l'assunzione dei
ricercatori; 
    Ravvisata l'opportunita' di apportare alcune modifiche  al  testo
del  bando,  emanato  con  D.R.  n.  856  del  22  dicembre  2015  e,
contestualmente, riaprire i termini per consentire  la  presentazione
delle domande di partecipazione alla procedura, 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
    Per le motivazioni indicate in premessa l'art. 2 del D.R. n.  856
del 22/12/2015 e' cosi' modificato: 
 
                             Articolo 2 
 
 
       Requisiti per l'ammissione alla valutazione comparativa 
 
    Sono ammessi a partecipare alla procedura i cittadini italiani  e
stranieri, in possesso di almeno uno  dei  seguenti  requisiti  negli
ambiti disciplinari e di ricerca: 
      titolo di dottore di ricerca o titolo equivalente; 
      laurea magistrale o equivalente  unitamente  ad  un  curriculum
scientifico-professionale idoneo allo  svolgimento  di  attivita'  di
ricerca. 
    Ai sensi dell'art. 6, comma 2, del  Regolamento  di  Ateneo  sono
richiesti i seguenti ulteriori requisiti: 
      comprovato svolgimento di  attivita'  di  ricerca  e  didattica
nell'ambito   disciplinare   L-ANT/10   Metodologie   della   ricerca
archeologica; 
      conoscenza  approfondita  delle   problematiche   inerenti   le
metodologie della  ricerca  archeologica,  in  particolare  subacquea
fluviale. 
    La verifica dei requisiti sopra  citati  viene  effettuata  dalla
commissione giudicatrice. 
    Non sono ammessi a partecipare alle valutazioni comparative: 
      i professori  universitari  di  prima  e  seconda  fascia  e  i
ricercatori assunti  a  tempo  indeterminato  presso  le  Universita'
italiane, ancorche' cessati dal servizio; 
      i soggetti i quali abbiano usufruito di contratti  in  qualita'
di assegnista di ricerca e di  ricercatore  a  tempo  determinato  ai
sensi degli articoli 22 e 24 della L.  240/2010  presso  l'Ateneo  di
Udine  o  presso  altri  atenei  italiani,  statali,  non  statali  o
telematici, nonche' gli enti di cui al comma 1 dell'art. 22 della  L.
240/2010, per un periodo che, sommato alla durata complessiva di  tre
anni prevista dal contratto messo a bando, superi complessivamente  i
12 anni, anche non continuativi. Ai fini della  durata  dei  predetti
rapporti  non  rilevano  i  periodi  trascorsi  in  aspettativa   per
maternita' o per motivi di salute secondo la normativa vigente; 
      coloro che abbiano un grado di parentela o di  affinita',  fino
al quarto grado compreso, o siano legati da rapporto di coniugio  con
un professore o ricercatore a  tempo  indeterminato  appartenente  al
Dipartimento che effettuera' la chiamata del vincitore  (Dipartimento
di studi umanistici e del patrimonio culturale;  elenco  consultabile
al                                                               link
http://www.uniud.it/it/ateneo-uniud/concorsi-bandi-uniud/concorsi/ban
 di-docenti-ricercatori/ricercatori-tempo-determinato-uniud),   ovvero
con il rettore, il direttore generale o un componente  del  Consiglio
di                    amministrazione                     dell'Ateneo
(http://www.uniud.it/ateneo/organizzazione/organi/composizione.htm); 
      coloro che siano esclusi dal godimento  dei  diritti  civili  e
politici; 
      coloro che siano stati  destituiti  o  dispensati  dall'impiego
presso una Pubblica  Amministrazione  per  persistente  insufficiente
rendimento; 
      coloro che siano stati dichiarati  decaduti  da  altro  impiego
statale, ai sensi dell'art. 127 lettera  d)  del  D.P.R.  10  gennaio
1957, n. 3. 
    I requisiti prescritti  devono  essere  posseduti  alla  data  di
scadenza del termine utile per  la  presentazione  delle  domande  di
ammissione alla procedura. 
    I candidati sono ammessi alla valutazione comparativa con riserva
e l'esclusione dalla procedura per mancanza dei requisiti  prescritti
e'  disposta  con  decreto  motivato   del   Rettore   e   notificata
all'interessato. 
    Questa Amministrazione garantisce parita' e pari opportunita' tra
uomini e donne per l'accesso ed il trattamento sul lavoro. 
                               Art. 2 
 
 
    I termini di scadenza  per  la  presentazione  delle  domande  di
partecipazione  alla  procedura  di   selezione   pubblica   per   il
reclutamento  di  un  ricercatore  a  tempo  determinato  presso   il
Dipartimento di studi umanistici e del patrimonio  culturale  per  il
settore concorsuale 10/A1 Archeologia, ai sensi dell'art.  24,  comma
3, lettera a) della legge 30.12.2010, n. 240, indetta con D.R. n. 856
del 22 dicembre 2015, sono riaperti per un periodo di  trenta  giorni
decorrenti dal  giorno  successivo  a  quello  di  pubblicazione  del
presente provvedimento  nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica
italiana. 
                               Art. 3 
 
 
    Restano acquisite le domande  valide  pervenute  ai  sensi  della
procedura indetta con D.R. n. 856 del 22 dicembre 2015, con  facolta'
dei candidati  di  modificarle  o  integrarle  nei  termini  indicati
nell'art. 2. 
                               Art. 4 
 
 
    Il Dipartimento di storia e tutela dei beni culturali,  non  piu'
attivo dal 1 gennaio 2016 e menzionato nel D.R. 856 del 22  dicembre
2015, e' sostituito  dal  Dipartimento  di  studi  umanistici  e  del
patrimonio culturale. 
                               Art. 5 
 
 
    I modelli di domanda sono  modificati  in  conformita'  a  quanto
previsto dal presente provvedimento. 
                               Art. 6 
 
 
    Restano invariate le restanti disposizioni di cui al citato  D.R.
856 del 22 dicembre 2015. 
                               Art. 7 
 
 
    Il presente provvedimento e' pubblicato nella Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana, nel sito web dell'Ateneo all'indirizzo: 
      http://www.uniud.it/it/ateneo-uniud/concorsi-bandi-uniud/bandi-
 docenti-ricercatori/ricercatori-tempo-determinato-uniud 
    e in quelli del  Ministero  dell'istruzione,  dell'universita'  e
della ricerca e dell'Unione europea. 
    Gli schemi di domanda per i cittadini italiani e  stranieri  sono
pubblicati nel sito web dell'Ateneo all'indirizzo sopra indicato. 
    L'Amministrazione universitaria non assume alcuna responsabilita'
per eventuale mancato oppure  tardivo  recapito  delle  comunicazioni
relative  al  concorso  per  cause  non  imputabili  a  colpa   grave
dell'Amministrazione stessa ma a disguidi  postali  o  telematici,  a
fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. 
      Udine, 15 marzo 2016 
 
                                                  Il rettore: De Toni