Concorso per 1 assistente tecnico (trentino alto adige) COMUNE DI VERMIGLIO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 29 del 21-04-2016
Sintesi: COMUNE DI VERMIGLIO Concorso (Scad. 19 maggio 2016) BANDO di CONCORSO PUBBLICO per SOLI ESAMI per il CONFERIMENTO di n. 1 POSTO a TEMPO INDETERMINATO e TEMPO PARZIALE 31 ore settimanali di ASSISTENTE ...
Ente: COMUNE DI VERMIGLIO
Regione: TRENTINO ALTO ADIGE
Provincia: TRENTO
Comune: VERMIGLIO
Data di pubblicazione 21-04-2016
Data Scadenza bando 19-05-2016
Condividi

COMUNE DI VERMIGLIO

Concorso (Scad. 19 maggio 2016)

BANDO di CONCORSO PUBBLICO per SOLI ESAMI per il CONFERIMENTO di n. 1 POSTO a TEMPO INDETERMINATO e TEMPO PARZIALE 31 ore settimanali di ASSISTENTE TECNICO CAT. C livello BASE - 1^ posizione retributiva


IL SEGRETARIO COMUNALE
Vista la deliberazione della Giunta Comunale di Vermiglio n. 178 dd. 29.07.2015, relativa all’indizione di pubblico concorso per la copertura di n. 1 posto di Assistente Tecnico categoria C - livello base – 1^ posizione retributiva – 31 ore settimanali;
Visto il T.U.LL.RR. sull’ordinamento dei Comuni della Regione Autonoma Trentino - Alto Adige approvato con DPReg. 1 febbraio 2005 n. 3/L e s.m.;
Visto il T.U.LL.RR. sull’ordinamento del personale dei Comuni della Regione Autonoma Trentino - Alto Adige approvato con DPReg. 1 febbraio 2005 n. 2/L e s.m.;
Visto il vigente R.O.P.D. del Comune di Vermiglio, di riferimento per la procedura concorsuale di cui sopra;
Visto il vigente Regolamento per le assunzioni approvato con deliberazione consiliare n. 19 dd. 10.08.2012;
Visto il C.C.P.L. 20.10.2003, CCPL 2006-2009, come modificato dall’accordo dd. 12.01.2009 ss.mm.;
RENDE NOTO
che è indetto il concorso pubblico per soli esami per la copertura di n. 1 posto di Assistente Tecnico – categoria C – livello base – posizione retributiva 1^ - con rapporto di lavoro a tempo indeterminato a 31 ore settimanali.
Il trattamento economico annesso a detto posto è il seguente:
- Stipendio annuo iniziale Euro 13.212,00.-;
- Assegno annuo lordo Euro 2.424,00.-;
- Indennità integrativa speciale Euro 6.371,01.-;
- Indennità di vac. Contrattuale Euro 165,00.-;
- Tredicesima mensilità nella misura di legge;
- Retribuzione accessoria previste a norma dal vigente CCPL;
- Assegno per il nucleo familiare, se ed in quanto spettante, nella misura di legge.
Lo stipendio e gli assegni suddetti sono gravati delle ritenute previdenziali, assistenziali ed erariali a norma di legge e da rapportarsi all’impegno settimanale richiesto.
REQUISITI RICHIESTI PER L’AMMISSIONE AL PUBBLICO CONCORSO
Alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione della domanda di ammissione, gli aspiranti debbono essere in possesso dei seguenti requisiti:
1. cittadinanza italiana; tale requisito non è richiesto per i soggetti indicati nell’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni e nei casi previsti dallo stesso; per questi ultimi sarà inoltre richiesto il possesso dei requisiti di cui al DPCM 179/1994;
2. per i cittadini soggetti all’obbligo di leva essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo;
3. titolo di studio: diploma di scuola media superiore, attestante un percorso di studi di durata quinquennale attinente al posto: diploma di geometra oppure di perito edile. Saranno ritenuti validi ai fini dell’ammissione titoli di studio superiori qualora assorbano quelli dinanzi indicati, che presuppongono un approfondimento delle conoscenze tecniche e professionali richieste per l’acquisizione del titolo inferiore. Ai candidati che hanno conseguito il titolo di studi all’estero e ai candidati cittadini di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, è richiesto il titolo di studio equipollente a quello suindicato in base alle vigenti disposizioni di legge in materia.
L’equipollenza dovrà risultare da idonea certificazione rilasciata dalle competenti autorità. La Commissione giudicatrice si avvarrà della facoltà di valutare l'eventuale assorbenza della laurea posseduta rispetto ai titoli previsti per l'accesso nel ROPD;
4. patente cat. B o superiore;
5. età non inferiore agli anni 18;
6. non essere escluso dall’elettorato attivo;
7. non essere dispensati, destituiti o licenziati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni e di non trovarsi in una delle cause di incompatibilità previste dalla vigente legislazione;
8. godimento dei diritti civili e politici;
9. immunità da condanne penali che, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge, ostino all’assunzione nei pubblici impieghi.
I cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea, diversi dall’Italia, possono partecipare al concorso, purché in possesso dei seguenti requisiti:
a. godimento dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza;
b. possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
c. adeguata conoscenza della lingua italiana.
L’amministrazione si riserva la facoltà di sottoporre gli aspiranti che avranno superato le prove d’esame prima dell’assunzione in servizio la visita medica di controllo al fine dell’accertamento dei requisiti di idoneità fisica.
E’ garantita la pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al posto di lavoro, ai sensi della legge 10.04.1991, n. 125.
Ai sensi dell’art. 3 della L. 12.03.1999 n. 68 e ss.mm. si precisa che per il posto a concorso non sono previste riserve a favore di soggetti disabili.
DOMANDA DI AMMISSIONE E DATA DI SCADENZA
La domanda di ammissione al concorso, da redigersi obbligatoriamente sull’apposito modulo ed in carta libera ai sensi dell'art. 1 L. 23.08.1988 n. 370, dovrà pervenire al Comune di Vermiglio – Piazza Giovanni XXIII n. 1 – 38029 Vermiglio (TN), unitamente a tutti i documenti previsti, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 19 maggio 2016
La domanda deve essere sottoscritta a pena di esclusione, dall’aspirante che vi provvederà in forma leggibile e per esteso, senza autenticazione ai sensi dell’art. 39 del DPR 28.12.2000 n. 445 allegando fotocopia fronte e retro di un documento d’identità in corso di validità ovvero firmando in presenza del dipendente addetto a ricevere la documentazione.
Il termine stabilito per la presentazione della domanda e dei documenti è perentorio e, pertanto, non verranno prese in considerazione quelle domande e documenti che per qualsiasi ragione, non esclusa la forza maggiore od il fatto di terzi, giungeranno in ritardo.
Le domande potranno essere fatte giungere a mezzo posta raccomandata, mediante consegna diretta o a mezzo PEC all’indirizzo comunevermiglio@pec.it. Per le due ultime modalità sopra indicate farà fede il timbro protocollo dell’Ente e rispettivamente le credenziali di recapito generate dal sistema ai sensi del codice dell’amministrazione digitale.
Si precisa, per le domande spedite a mezzo posta, che esse dovranno essere inviate mediante lettera raccomandata con ricevuta di ritorno e che ai fini dell’ammissione farà fede il timbro e la data dell’Ufficio Postale accettante.
L’Amministrazione non avrà responsabilità alcuna qualora il candidato non comunichi e/o non dichiari quanto richiesto dal bando né qualora si verifichino disguidi comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore, né per mancata restituzione dell’avviso di ricevimento in caso di spedizione per raccomandata.
L’Amministrazione si riserva la facoltà di revocare, prorogare, riaprire il presente bando di concorso, in presenza di motivi di pubblico interesse, dandone immediata comunicazione a ciascun concorrente.
Il candidato dovrà garantire l’esattezza dei dati relativi al proprio indirizzo e comunicare tempestivamente per iscritto con lettera raccomandata o mediante le modalità sopra indicate gli eventuali cambiamenti di indirizzo o di recapito telefonico avvenuti successivamente alla presentazione della domanda e per tutta la durata della procedura selettiva.
DICHIARAZIONI CHE DEVONO ESSERE CONTENUTE NELLA DOMANDA
Per partecipare al concorso i candidati devono dichiarare nella domanda quanto appresso indicato, sotto la loro personale responsabilità, consapevoli sia delle sanzioni penali previste per il caso di dichiarazione mendace, così come stabilito dall’art. 76 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, sia della decadenza dai benefici eventualmente conseguiti con il provvedimento emanato sulla base delle dichiarazioni non veritiere (ammissione, idoneità, inserimento nella graduatoria, eventuale nomina), così come previsto dall’art. 46 e 47 del medesimo DPR, in materia di semplificazione delle certificazioni amministrative:
1) il cognome e nome, la data ed il luogo di nascita, codice fiscale e la precisa indicazione del domicilio e del numero telefonico;
2) il possesso della cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
3) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero il motivo della non iscrizione o della cancellazione dalle stesse;
4) il possesso di uno dei titoli di studio previsti dall'avviso, la votazione, la data e la Scuola presso la quale è stato conseguito. I candidati che hanno conseguito il titolo di studio all’estero dovranno allegare il titolo di studio tradotto e autenticato dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare italiana, indicando l’avvenuta equipollenza del proprio titolo di studio con quello italiano alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione al presente concorso;
5) la patente di guida posseduta e l’anno di conseguimento;
6) il godimento dei diritti civili e politici;
7) l'assenza di condanne e procedimenti penali in corso o le eventuali condanne riportate o i procedimenti penali in corso;
8) i servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni e/o privati e le cause di risoluzione dei precedenti rapporti di pubblico impiego;
9) l’idoneità fisica al servizio in montagna, con esenzione di difetti o imperfezioni che possano influire sul rendimento del servizio; i soggetti eventualmente appartenenti alla categoria di cui all’art. 3 della L. 05.02.1992 n. 104, ai sensi dell’art. 20 della citata legge, sono tenuti a specificare l’ausilio necessario in relazione al proprio handicap, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi per sostenere le prove d’esame, allegando a tal fine apposita certificazione della commissione medica competente per territorio;
10) la propria posizione rispetto agli obblighi di leva;
11) il preciso recapito dell’aspirante ai fini del concorso (anche diverso dal domicilio);
12) gli eventuali titoli comprovanti il diritto di precedenza alla nomina ai sensi della vigente normativa statale;
13) gli eventuali titoli che danno diritto alla preferenza, a parità di punteggio, nell’assunzione, ai sensi dell’art. 5, comma 4, del DPR09.05.1994, n. 487 (fra quelli indicati nell’allegato “A”);
14) di essere a conoscenza del fatto che la domanda di ammissione al concorso equivale ad accettazione delle condizioni del bando e di tutte le norme vigenti;;
15) il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/2003;
16) ogni altra notizia o informazione ritenuta utile ai fini del presente concorso.
I cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea, che intendono presentare domanda, devono inoltre indicare espressamente quanto segue:
· Godimento dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;
· Possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
· Adeguata conoscenza della lingua italiana;
· Equipollenza del titolo di studio a quello richiesto dal bando.
Dovranno essere rese note, con lettera raccomandata o PEC all’indirizzo comunevermiglio@pec.it, le variazioni ai suddetti dati che si verificassero fino all'esaurimento del concorso.
Non saranno ammessi al concorso i candidati che risulteranno in difetto dei requisiti prescritti dalla legge per l’accesso ai posti di pubblico impiego.
L’Amministrazione si riserva la facoltà di procedere ad idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive mediante l’acquisizione d’ufficio della relativa documentazione.
Non é richiesta l’autenticazione di firma sulle dichiarazioni di cui all’art. 47 del D.P.R. 445/2000 qualora la firma sia apposta in presenza dell’incaricato a ricevere la domanda oppure alla domanda di partecipazione sia allegata fotocopia semplice di un documento di identità in corso di validità del sottoscrittore.
DOCUMENTI DA PRODURRE UNITAMENTE ALLA DOMANDA
Alla domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti:
1. la quietanza comprovante il pagamento della tassa di concorso di Euro 10,33.- (diceci/33), rilasciata dal Tesoriere comunale (Cassa Rurale Alta Valdisole e Peio), o ricevuta del versamento effettuato sul conto corrente bancario con codice IBAN IT 20 Z 08163 35010 000500507000 intestato al Comune di Vermiglio – Servizio Tesoreria – (quale comune capo consorzio) indicando obbligatoriamente la causale “Tassa concorso pubblico a n. 1 posto di Assistente tecnico Cat. C Base”, (tale tassa non è rimborsabile salvo il caso di pagamento senza presentazione della domanda o di errati doppi versamenti);
2. fotocopia semplice di un documento di identità in corso di validità (qualora le dichiarazioni contenute nella domanda non siano sottoscritte in presenza del dipendente addetto). Alla domanda potranno essere allegati i seguenti documenti:
· documento (è ammesso anche certificato) rilasciato dalla competente autorità scolastica comprovante il possesso del titolo di studio prescritto;
· eventuali documenti/certificazioni attestanti servizi resi presso pubbliche amministrazioni o ditte private;
· eventuali titoli (in originale o in copia autenticata) comprovanti il diritto di precedenza o di preferenza alla nomina.
Dovrà inoltre essere presentato elenco in duplice copia dei documenti eventualmente presentati.
Ai sensi del D.P.R. 28.312.2000 n. 445 in sostituzione dei documenti o certificati rilasciati dalle competenti autorità comprovanti il possesso dei titoli di studio e di servizio prescritti per l’ammissione alla procedura concorsuale, potranno essere presentate dichiarazioni sostitutive, anche formulate nel contesto della domanda.
Ai sensi della L. 23.08.1988, n. 370, le domande di concorso e gli atti e documenti allegati sono esenti dall’imposta di bollo.
PROGRAMMA D’ESAME
Il concorso è per soli esami.
La non partecipazione anche ad una sola prova d'esame comporta l'esclusione dal concorso.
Nel caso in cui al concorso risultino ammessi oltre cento aspiranti, prima delle prove di esame, la Commissione potrà effettuare un test di preselezione a risposta multipla sulle materie previste per la prova orale, finalizzato all’ammissione alle prove di un numero massimo di aspiranti pari a 50. In caso di parità di punteggio, come attribuito nel test di preselezione, tutti i candidati collocati al cinquantesimo posto verranno ammessi al concorso anche se complessivamente in numero superiore a 50.
Tale prova pre-selettiva non dà punteggio ai fini della graduatoria finale.
I candidati ammessi che abbiano superato l’eventuale test di preselezione saranno ammessi a sostenere una prova scritta ed una prova orale-pratica vertenti l’accertamento delle capacità e della preparazione tecnicoprofessionale dei candidati nell’espletamento del lavoro previsto dal profilo professionale di Tecnico Comunale in particolare sulle seguenti materie d’esame:
PROVA SCRITTA:
La prova scritta potrà consistere nella stesura di un tema, di una relazione, di uno o più pareri, di atti di valutazione e stima, di altri atti amministrativi o tecnici, oppure nella risposta di quesiti a domanda aperta o chiusa afferenti le materie della prova orale.
PROVA ORALE/PRATICA:
A. URBANISTICA-EDILIZA:
- Strumenti di pianificazione territoriale: nozioni di carattere generale su tipologie, contenuti, norme tecniche e procedimenti di formazione e di modifica.
- Piano Regolatore Generale del Comune di Vermiglio e suo regolamento edilizio: norme principali.
- Disciplina delle modificazioni del territorio: concessioni, Dia e Scia; esercizio dei poteri di deroga.
- Norme igienico - sanitarie di interesse edilizio ed agibilità.
- Disposizioni statali e provinciali di interesse edilizio (barriere architettoniche, parcheggi, sicurezza degli impianti, contenimento del consumo energetico, tutela dagli inquinamenti, etc.)
- Disciplina degli scarichi delle pubbliche fognature; tecniche di smaltimento delle acque bianche e nere e di depurazione delle acque nere.
B. LAVORI PUBBLICI
- Nozioni generali in materia di opere pubbliche d’interesse comunale.
- Nozioni generali sulla sicurezza nei cantieri.
- Adempimenti amministrativi per la gestione di informative e rapporti con autorità nazionali e provinciali.
C. ALTRE MATERIE
- Nozioni di topografia e cartografia.
- Nozioni di informatica di base e di gestione computerizzata del disegno edile e topografico, con particolare riguardo alla gestione informatizzata del territorio.
- Operazioni catastali e tavolari.
- Igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro: norme principali.
- Normativa provinciale e nazionale in materia di contratti di servizi e forniture; adempimenti correlati.
- Principali norme tecniche concernenti la qualità delle acque destinate al consumo umano e interventi per il miglioramento qualitativo e la protezione delle acque stesse.
La prova orale potrà essere impostata anche sull’esame di documenti, e/o utilizzo di strumenti.
La valutazione della prova scritta è espressa con punteggio numerico motivato.
Il punteggio finale è determinato sommando i voti complessivi riportati nelle singole prove d’esame.
DATA DI SVOLGIMENTO DELLA PROVA
Per essere ammessi a sostenere le prove d’esame, i concorrenti dovranno essere muniti di un documento di riconoscimento rilasciato da una pubblica amministrazione in corso di validità.
I candidati convocati che non si presenteranno a sostenere una qualsiasi delle prove nella data, nell’ora e nella sede stabilita, saranno dichiarati rinunciatari e quindi esclusi dal concorso, qualunque sia la causa dell’assenza anche se non dipendente dalla volontà del singolo aspirante.
Le prove d’esame avranno luogo nelle seguenti giornate:
1. EVENTUALE TEST DI PRESELEZIONE: presso il Centro di formazione professionale (ENAIP) di Ossana – Via di S. Antonio n. 1 – Frazione Cusiano, 38026 OSSANA (TN) il giorno 28 maggio 2016 alle ore 10,30. La decisione di effettuare o non effettuare il test di preselezione sarà presa dalla commissione giudicatrice entro il giorno martedì 24 maggio e pubblicata all’albo del Comune di Vermiglio e sul sito internet del Comune di Vermiglio http://www.comune.vermiglio.tn.it/Amministrazione-Trasparente/Bandi-di-concorso, entro il giorno 24 maggio 2016 unitamente all’elenco dei candidati ammessi a partire dalle ore 15.00.
Detta comunicazione tiene luogo alla comunicazione specifica individuale.
Qualora il numero dei candidati fosse elevato, dal giorno 24 maggio 2016, sul sito internet del Comune di Vermiglio (www.comune.vermiglio.tn.it) verrà pubblicata la diversa sede di esame e/o i diversi orari di effettuazione delle prove.
2. PROVA SCRITTA: presso il Centro di formazione professionale (ENAIP) di Ossana – Via di S. Antonio n. 1 – Frazione Cusiano, 38026 OSSANA (TN) il giorno 11 giugno 2016 alle ore 10,00. Detta comunicazione tiene luogo alla comunicazione specifica individuale.
L’elenco dei candidati che avranno superato il test di preselezione e che potranno accedere alle successive fasi concorsuali sarà pubblicato sul sito internet del Comune di Vermiglio, http://www.comune.vermiglio.tn.it/Amministrazione-Trasparente/Bandi-di-concorso entro il 01 giugno 2016. PROVA ORALE/PRATICA: presso il Municipio di Vermiglio – P.zza Giovanni XXIII n. 1 – 38029 VERMIGLIO TN il giorno 23 giugno 2016 con inizio ad ore 09,00. Saranno ammessi allo svolgimento della prova orale i soli candidati che abbiano superato con esito positivo la prova scritta. L’elenco dei candidati ammessi sarà esposto all’albo del Comune di Vermiglio entro il giorno 20 giugno 2016. Detto elenco sarà altresì consultabile a partire dal giorno 20 giugno 2016 sul sito internet del Comune di Vermiglio (http://www.comune.vermiglio.tn.it/Amministrazione-Trasparente/Bandi-di-concorso). Detta comunicazione tiene luogo alla comunicazione specifica individuale. Nel caso di elevato numero di concorrenti ammessi potrà essere stabilito un calendario di effettuazione delle prove su più giornate con secondo giorno della prova il 24 giugno 2016 a partire dalle ore 09.00: in tal caso l’elenco dei candidati e relativo giorno e orario della prova verrà stabilito dalla Commissione giudicatrice mediante estrazione a sorte della lettera alfabetica con pubblicazione all’albo del Comune di Vermiglio e sul sito del Comune di Vermiglio (http://www.comune.vermiglio.tn.it/Amministrazione-Trasparente/Bandi-di-concorso) entro il giorno 20 giugno 2016.
REDAZIONE E VALIDITA’ DELLA GRADUATORIA
I concorrenti saranno giudicati in base alle prove d’esame da un’apposita Commissione Giudicatrice nominata dalla Giunta comunale di Vermiglio in ottemperanza a quanto previsto dal Regolamento per le procedure di assunzione del personale del Comune stesso. Tra i concorrenti che abbiano conseguito una valutazione superiore a quella minima stabilita dalla Commissione stessa per l’idoneità al concorso, verrà stilata la graduatoria finale di merito tenendo conto delle preferenze (commi 4 e 5 dell’art. 5 del DPR 09.05.1994 n. 487) e delle eventuali precedenze stabilite dalle vigenti disposizioni di legge. Qualora sussistano ulteriori parità, anche dopo l’applicazione del citato DPR 487/94, è preferito il candidato più giovane secondo quanto previsto dalla Legge 191/98.
Ai sensi dell’art. del DPReg 01.02.2005, n. 2/L, la graduatoria di merito formata avrà durata triennale a decorrere dalla data di approvazione della stessa e potrà essere utilizzata per la copertura di posti, con la medesima figura professionale, categoria, livello e posizione retributiva, sia a tempo pieno che a part-time, di ruolo e non di ruolo, che si dovessero rendere comunque disponibili nell’arco di validità triennale della stessa, fatta eccezione per i posti istituiti o trasformati successivamente all’indizione del concorso medesimo.
I nominativi degli idonei risultanti dalla graduatoria durante il periodo della sua validità potranno essere messi a disposizione delle Amministrazioni Pubbliche che ne facciano richiesta per assunzioni temporanee, purché ci sia il consenso delle persone interessate.
NOMINA DEL VINCITORE E DOCUMENTAZIONE DA PRODURRE IN CASO DI NOMINA
La nomina dei vincitori del concorso sarà disposta in base alla graduatoria di merito formata dalla Commissione giudicatrice ed approvata dall’Organo competente, previa verifica dell’effettivo possesso dei requisiti richiesti per il posto a concorso (accertamento della regolarità dei documenti prodotti e veridicità dei dati autocertificati tramite acquisizione d’ufficio della documentazione).
La nomina in ruolo dei vincitori è subordinata alla normativa in materia di assunzioni nel pubblico impiego vigente alla data di stipula del contratto individuale di lavoro.
Il concorrente al quale spetta la nomina, sarà invitato dall’Amministrazione a presentare nel termine di 30 giorni dalla comunicazione d’invito, a pena di decadenza:
1. Originale o copia autentica del titolo di studio, ovvero il documento rilasciato dalle competenti autorità scolastiche in sostituzione di esso (qualora non già allegati alla domanda);
2. Eventuali documenti necessari a dimostrare i titoli che a norma delle vigenti leggi conferiscono diritto di precedenza o preferenza della nomina;
3. Eventuale documentazione comprovante la posizione nei riguardi degli obblighi di leva.
Per tutti i certificati sopra indicati eccetto quelli di cui al punto n. 1 sono applicabili le semplificazioni sulle dichiarazioni sostitutive di certificazioni e dell’atto di notorietà previste dagli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000.
L’Amministrazione, prima della nomina, acquisirà d’ufficio il certificato generale del Casellario giudiziale.
Qualora in sede di verifica della documentazione acquisita d’ufficio risultasse che il concorrente a cui spetta la nomina non sia in possesso dei requisiti per la stessa o per la partecipazione al concorso, si procederà alla sua esclusione ed alla successiva verifica dei requisiti degli altri idonei seguendo la graduatoria. Resta fermo quanto previsto dall’art. 76 del Testo Unico approvato con DPR 28.12.2000 n. 445, relativamente alla responsabilità di carattere penale.
ASSUNZIONE IN SERVIZIO
Entro il termine di 30 giorni previsto per la presentazione della documentazione, l’interessato dovrà sottoscrivere il contratto individuale di lavoro unitamente alla dichiarazione di accettazione del nuovo posto in organico del Comune di Vermiglio. Contestualmente dovrà poter dichiarare di non trovarsi, alla data di assunzione in servizio, in alcuna posizione di incompatibilità prevista dalle vigenti leggi (di non aver accettato o aver assunto cariche in società costituite a fine di lucro, di non esercitare il commercio, l’industria e qualsiasi altra professione).
Il rapporto di lavoro si costituirà all’atto della sottoscrizione del contratto individuale di lavoro contestualmente all’ammissione in servizio e nei termini previsti dalla normativa vigente e dal presente bando.
Il nominato che, senza giustificato motivo non assuma servizio entro il termine assegnatogli, decade dalla nomina. Tuttavia possono essere prese in considerazione richieste di proroga da parte dell’interessato qualora siano determinate da cause di comprovata forza maggiore o da circostanza di carattere eccezionale da valutarsi discrezionalmente dall’Amministrazione la quale, ove le esigenze di servizio lo permettano, fissa il termine definitivo, decorso inutilmente il quale fa luogo la dichiarazione di dimissione.
L’assunzione diverrà definitiva dopo l’esperimento del periodo di prova stabilito dal vigente CCPL. Per quanto non previsto dal presente bando si fa riferimento alle disposizioni contenute nella L.R. 28.10.1998 n. 10 e ss.mm. e nel TULLRR sull’Ordinamento dei Comuni della Regione approvato con DPReg. 01.02.2005 n. 3 e s.m., nel TULLRR sull’Ordinamento del Personale dei Comuni della Regione approvato con DPReg. 01.02.2005 n. 2/L e s.m., nei vigenti Contratti Collettivi provinciale di lavoro e nel ROPD dei diversi Enti interessati alla procedura.
Per eventuali chiarimenti e spiegazioni gli interessati potranno rivolgersi alla Segreteria del Comune di Vermiglio, presso Municipio di Vermiglio - P.zza Giovanni XXIII n. 1 – 38029 Vermiglio (TN) Tel. 0463/758137 in orario di ufficio; PEC comunevermiglio@pec.it.
Copia del presente bando è disponibile presso il medesimo Ufficio, inclusi i fac-simile per le domande.
TRATTAMENTO DATI PERSONALI
Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso l’Ufficio del Segretario consorziale per le finalità di gestione del Concorso e saranno trattati presso banca dati automatizzata del Comune di Vermiglio anche successivamente all'instaurazione del rapporto di lavoro medesimo.
Il conferimento di tali dati, ai sensi del D.P.G.R. 19.05.1999 n. 3/L e del vigente Regolamento del Personale Dipendente, è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l'esclusione dal Concorso.
Il trattamento riguarda anche dati sensibili e/o giudiziari ai sensi dei citati D.P.G.R. 19.05.1999 n. 3/L e del vigente Regolamento Organico nonché della Legge 12.03.1999 n. 68.
La graduatoria del presente Concorso e le informazioni di cui sopra potranno essere comunicate ad altre Amministrazioni pubbliche o altri Enti o Aziende a partecipazione pubblica che ne facessero esplicita richiesta al Comune di Vermiglio, ai fini di assunzioni con rapporto di lavoro a tempo determinato.
Il Titolare del trattamento è il Comune di Vermiglio.
Il responsabile del trattamento è il Segretario comunale.
Ognuno può esercitare i diritti riconosciuti dall'art. 7 della Legge sopracitata.
Il Responsabile designato per l'esercizio dei diritti dell'interessato è il Segretario comunale – con ubicazione Vermiglio, p.zza Giovanni XXIII, n. 1.
Vermiglio, lì 14.04.2016
IL SEGRETARIO COMUNALE
dott. Giorgio Osele