Concorso per 1 operatore professionale sanitario infermiere (lazio) AZIENDA SANITARIA LOCALE ROMA 1

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: DIR N. 12 del 15-02-2017
Sintesi: AZIENDA SANITARIA LOCALE ROMA 1 Concorso (Scad. 11 marzo 2017) Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la formazione di una graduatoria da utilizzare in caso di assunzioni a tempo determinato per il profilo di ...
Ente: AZIENDA SANITARIA LOCALE ROMA 1
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 15-02-2017
Data Scadenza bando 11-03-2017
Condividi

AZIENDA SANITARIA LOCALE ROMA 1

Concorso (Scad. 11 marzo 2017)

Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la formazione di una graduatoria da utilizzare in caso di assunzioni a tempo determinato per il profilo di collaboratore professionale sanitario-INFERMIERE, cat. D della ASL Roma 1


E’ indetto avviso, per titoli e colloquio, per la formazione di una graduatoria da utilizzare in caso di assunzioni a tempo determinato per il profilo di collaboratore professionale sanitario-infermiere , cat. D della ASL Roma 1, tenuto conto della indisponibilità al conferimento di incarichi a tempo determinato da parte di candidati utilmente collocati in valide graduatorie concorsuali.
La graduatoria verrà utilizzata per il conferimento degli incarichi a tempo determinato di infermiere secondo le modalità indicate dalla Regione Lazio, con nota 416011 del 18.7.2014 e successive i.m. per poter procedere alla sostituzione di personale in maternità o per lunghe assenze, rimettendo ai Direttori Generali la valutazione in ordine alla necessità di sostituzione del personale di cui trattasi e ricorrendo in tale caso tutti i presupposti di cui alla richiamata nota e precisamente:
- la spesa rientri nel budget assegnato, trattandosi di sostituzione di dipendente in aspettativa senza assegni;
- la spesa stessa rispetti il vincolo del decremento dell’1,4% rispetto alla spesa sostenuta nel 2004, così come previsto dalla legge 311/04;
- l’Azienda abbia esperito infruttuosamente tutte le misure interne di organizzazione, atte a sopperire la carenza di cui trattasi;
- che la figura professionale sia assolutamente necessaria per il mantenimento dei LEA;
- che il contratto a tempo determinato venga conferito per tutta la durata di assenza della titolare del posto, così come previsto dalla legge 368/01;
Per la partecipazione alla selezione i candidati devono essere in possesso dei:
1) REQUISITI GENERALI E SPECIFICI DI AMMISSIONE
Per l’ammissione all’avviso gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti generali e specifici:
a) cittadinanza italiana o presso un paese membro U.E
b) idoneità fisica all’impiego;
c) godimento dei diritti politici;
I requisiti specifici di ammissione sono i seguenti:
1) diploma laurea Infermieristica appartenente alla classe SNT1 (professioni sanitarie infermieristiche) ovvero diploma universitario di infermiere conseguito ai sensi dell’art. 6, c.3 del D.lgs 502/92 e s.m.i., ovvero Diplomi conseguiti in base al precedente ordinamento e riconosciuti equipollenti – ai sensi delle vigenti disposizioni del DMS 27.7.2000 e s.m.i.- al diploma universitario ai fini dell’esercizio dell’attività professionale e dell’accesso ai pubblici uffici. Il titolo di studio conseguito all’estero deve aver ottenuto, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande all’avviso, il riconoscimento di equipollenza al titolo italiano rilasciato dalle competenti autorità.
2) Iscrizione all’Albo Professionale infermieri. L’iscrizione al corrispondente Albo professionale di uno dei paesi membri dell’Unione Europea consente la partecipazione all’avviso, fermo restando l’obbligo di iscriversi all’albo in Italia prima della assunzione in servizio.
I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione delle domande di ammissione.
A norma dell’art. 7 del D.lgs. 30 marzo 2001, n. 165 è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro. Con la partecipazione all’avviso è implicita da parte dei candidati l’accettazione senza riserve delle condizioni del presente bando L’Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare, modificare e revocare il presente bando a suo insindacabile giudizio.
2) MODALITA’ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA La domanda di partecipazione alla procedura di selezione deve essere indirizzata al Direttore Generale della ASL ROMA 1 – – SEDE OPERATIVA, Via Ariosto 3 00185 ROMA. La domanda dovrà PERVENIRE con una delle seguenti modalità: - a mezzo raccomandata del servizio postale; o mediante consegna a mano della domanda all’Ufficio Protocollo della ASL Roma 1 (entro le ore 12,00).
Il termine per la presentazione della domanda di partecipazione all’avviso scade il 30° giorno successivo a quello di pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale Regione Lazio. Qualora detto giorno sia festivo il termine è prorogato al giorno successivo non festivo. Non si terra conto delle domande che, per qualsiasi causa, perverranno alla ASL in data successiva al termine di scadenza, anche se inoltrate a mezzo del servizio postale: non fa, in tal caso, fede il timbro postale, ma l’acquisizione al protocollo generale aziendale. La ASL non tiene conto delle domande pervenute in difformità alle disposizioni di cui al presente avviso. Non è ammessa la presentazione di documenti dopo la scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di ammissione. L’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.
L’amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del candidato o da mancata o tardiva comunicazione di variazione dell’indirizzo indicato nella domanda, né da eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili all’Amministrazione stessa.
3) DOMANDA DI AMMISSIONE. Nella domanda, il candidato sotto la responsabilità, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/200 e consapevole delle sanzioni penali richiamate dall’art. 76 del DPR medesimo, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, deve dichiarare: 1) il proprio nome cognome, la data, il luogo di nascita e la residenza; 2) il possesso della cittadinanza italiana, ovvero di un Paese dell’Unione Europea; 3) il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; 4) le eventuali condanne penali riportate ( in caso negativo dichiarare espressamente l’assenza) o i procedimenti penali eventualmente pendenti; 5) i titoli di studio posseduti ed i requisiti specifici di ammissione richiesti dal bando; 6) l’idoneità fisica all’impiego; 7) la posizione nei riguardi degli obblighi militari; 8) i servizi prestati come dipendente presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di cessazione dei precedenti rapporti di pubblico impiego. Devono essere indicate eventuali interruzioni del rapporto di lavoro(aspettativa senza assegni, sospensione cautelare, etc) 9) le condizioni/titoli che conferiscono diritto ad usufruire di riserve, precedenze, o preferenze della nomina; 10) il domicilio, completo di numero di telefono, presso il quale deve essere, ad ogni effetto, fatta ogni comunicazione. 11) di manifestare il proprio consenso affinchè i dati personali forniti possano essere trattati, nel rispetto del D.lgs. 30 giugno 2003, n196 (Codice in materia di protezione dei dati personali, per gli adempimenti connessi alla procedura concorsuale. La mancanza anche di una sola delle indicazioni tra quelle sopra riportate determina l’esclusione dall’avviso. La domanda deve essere firmata: ai sensi dell’art. 39, comma 1, DPR 445/2000 non è richiesta l’autentica della firma.
La mancata sottoscrizione della domanda di partecipazione determina l’esclusione dall’avviso. I concorrenti devono dichiarare i titoli ritenuti utili agli effetti delle valutazioni di merito effettuate dalla Commissione esaminatrice con riferimento al presente avviso, allegando apposito curriculum formativo e professionale
– Pubblicazioni e titoli scientifici. Le pubblicazioni, edite a stampa, vanno prodotte in originale o copia autenticata o autocertifica a norma di Legge. Qualora il candidato produca titoli in fotocopia, la conformità originale può essere dichiarata solo mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 19 e 47 del DPR 445/2000.
Inoltre alla domanda deve essere allegato: - la fotocopia (fronte e retro) di un documento di identità in corso di validità; - l’elenco, datato e firmato, dei documenti presentati; - un curriculum formativo/professionale, datato e firmato. Il candidato dovra' allegare, obbligatoriamente a pena di esclusione, alla domanda di partecipazione anche la ricevuta dell'avvenuto versamento d
el previsto contributo di euro 10,00 ( dieci/00), che potra' essere versata nelle seguenti modalita': -bonifico bancario iban . IT34H0200805135000400002076 UNICREDIT- BANCA DI ROMA in entrambi i casi la causale dovra' essere la seguente : " contributo di partecipazione all'avviso pubblico per COLLABORATORE PROFESSIONALE SANITARIO INFERMIERE, CAT. D Asl Roma 1" NON SARANNO PRESE IN CONSIDERAZIONE DICHIARAZIONI GENERICHE O INCOMPLETE. GLI INTERESSATI SONO TENUTI A SPECIFICARE CON ESATTEZZA TUTTI GLI ELEMENTI ED I DATI NECESSARI PER UNA CORRETTA VALUTAZIONE.
4) DICHIARAZIONI SOSTITUTIVE: Ai sensi di quanto disposto dall’art. 40 del DPR 445/2000, come modificato dall’art. 15 della L.183/2010, le certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della Pubblica Amministrazione e i gestori di pubblici servizi certificati e gli atti di notorietà sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni di cui agli articoli 46 e 47 del DPR medesimo. Il candidato deve avvalersi, pertanto, delle suddette dichiarazioni sostitutive previste dal DPR 445/2000 (nei casi e con le modalità stabilite dagli art. 46 – dichiarazione sostitutiva di certificazione – e 47 – dichiarazione sostitutiva di atto notorio). Si ricorda infine che le dichiarazioni sostitutive di cui a DPR 455/2000 devono contenere, a pena di non valutazione, tutte le informazioni atte a consentire una corretta/esaustiva valutazione delle attestazioni nelle medesime indicate. La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà (art. 47 DPR 445/2000), a pena di non validità, deve essere presentata unitamente a copia fotostatica (fronte e retro) di un documento di identità in corso di validità. La conformità della copia di un documento all’originale può essere dichiarata solo mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà resa ai sensi degli art. 19 e 47 del DPR445/2000. L’amministrazione della ASL si riserva la facoltà di verificare la veridicità e l’autenticità della attestazioni prodotte. Qualora dal controllo effettuato dall’Amministrazione emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
5) EVENTUALE PRESELEZIONE E CONVOCAZIONE CANDIDATI Al fine di garantire una gestione rapida dell’avviso, in caso della ricezione di un elevato numero di domande, la ASL si riserva la facoltà di effettuare una preselezione predisposta direttamente dall’Ente o con l’ausilio di aziende specializzate in selezione di personale.
Ai sensi dell’art. 25, c.9, del D.L. 24.6.2014 n. 90, convertito con la legge 11.8.2014 n. 114, la persona affetta da invalidità uguale o superiore all’ 80% non è tenuta a sostenere al prova selettiva eventualmente prevista e pertanto è ammessa, previa verifica dei requisiti, direttamente alla selezione.
La preselezione consisterà nella risoluzione di un test basato su una serie di domande a risposta multipla:
- sulle conoscenze di base nelle materie del profilo professionale;
- sulla conoscenza, comprensione ed uso della lingua italiana nel settore professionale specifico;
- sulle capacità logiche di ragionamento;
La preselezione potrà essere effettuata anche con procedura automatizzata che preveda l’utilizzo di supporti informatici per la correzione della stessa.
Almeno 10 giorni prima della data prevista per la selezione, sul sito internet www.aslroma1.it nella apposita sezione concorsi verranno pubblicati:
- il luogo e l’orario in cui i candidati dovranno presentarsi;
- le indicazioni e le modalità di svolgimento della preselezione;
- i criteri di attribuzione dei punteggi ai fini del superamento della prova con votazione sufficiente e di correzione della preselezione stessa;
Per essere ammessi nei locali in cui si terrà la preselezione, i candidati dovranno essere muniti di valido documento di riconoscimento.
I candidati che non si presentano a sostenere la preselezione nel giorno, ora e sede prestabiliti saranno considerati rinunciatari all’avviso quali che siano le cause dell’assenza, anche indipendenti dalla loro volontà.
La preselezione si potrà svolgere in più sedi contemporaneamente e non si potrà sostenere la prova selettiva in una sede diversa da quella assegnata.
Il punteggio conseguito nella preselezione non influirà sul totale del punteggio attribuito nella valutazione delle prove relative all’avviso.
L’esito della preselezione sarà comunicato ai candidati mediante pubblicazione sul sito internet www.aslroma1.it nella sezione concorsi
I candidati che avranno superato la preselezione ed in possesso dei requisiti di ammissione saranno convocati a sostenere la prova senza invio di comunicazione al domicilio, ma tramite avviso con pubblicazione sul sito internet www.aslroma1.it nella sezione concorsi, almeno 15 giorni prima dello svolgimento della prova. Tale procedura viene considerata quale notifica a tutti gli effetti ed i candidati che non si presenteranno a sostenere la prova nel giorno, ora e sede prestabiliti saranno considerati rinunciatari all’avviso quali che siano le cause dell’assenza, anche indipendenti dalla loro volontà.
6) AMMISSIONE DEI CANDIDATI L’ammissione e l’esclusione dei candidati sono disposte con provvedimento della UOC Risorse Umane. L’esclusione verrà notificata agli interessati.
7) COMMISSIONE ESAMINATRICE E COLLOQUIO I candidati ammessi saranno valutati da un’apposita Commissione, che sarà nominata dal Direttore Generale. La selezione sarà espletata mediante la valutazione dei titoli ed un colloquio. Nella valutazione dei titoli la Commissione si atterrà ai principi stabiliti dal DPR 220/2001 e in particolare: - 20 punti per i titoli di cui: - 10 punti per titoli di carriera; - 2 punti per titoli accademici e di studio; - 1 punto per pubblicazioni e titoli scientifici; - 7 punti per il curriculum formativo e professionale. - 30 punti per il colloquio. Il colloquio si intende superato con una valutazione di almeno 21/30.
Il colloquio verterà sulla verifica e valutazione delle competenze riguardanti tutti gli argomenti dell’ordinamento didattico del Corso di Laurea previsti dal profilo professionale in oggetto, nonché dalla competenza professionale acquisita.
8) RAPPORTO DI LAVORO Sarà dichiarato vincitore il primo classificato nella graduatoria approvata dal Direttore Generale sulla base della graduatoria di merito formulata dalla Commissione Esaminatrice. La graduatoria sarà poi utilizzata per il conferimento di incarichi a tempo determinato, eventualmente rinnovabili o fino al rientro in servizio da parte del titolare sostituito assente per aspettativa senza assegni o lunga malattia. Il rapporto di lavoro sarà regolato da contratto individuale, con applicazione del trattamento giuridico/economico di cui al vigente CCNL area comparto.
9) TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Ai sensi del D.lgs. 196/2003 i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso la UOC Risorse Umane per le finalità di gestione della procedura nonché, anche successivamente all’eventuale conferimento delle funzioni, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto di lavoro stesso. Per ulteriori informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi alla U.O.C. Risorse Umane della ASL Roma 1 – telefoni 06 77307248– 0677307372.
IL DIRETTORE GENERALE
Dr. Angelo Tanese