Concorso per 1 direttore u.o. di distretto sanitario (liguria) AZIENDA UNITA' SANITARIA N. 3 GENOVESE

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti Formazione di una graduatoria.
Fonte: DIR N. 42 del 14-06-2017
Sintesi: AZIENDA UNITA' SANITARIA N. 3 GENOVESE Concorso (Scad. 29 giugno 2017) Avviso pubblico per titoli e colloquio per il conferimento di incarichi annuali di Direttore di Distretto. In esecuzione della ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA N. 3 GENOVESE
Regione: LIGURIA
Provincia: GENOVA
Comune: GENOVA
Data di pubblicazione 16-06-2017
Data Scadenza bando 29-06-2017
Condividi

AZIENDA UNITA' SANITARIA N. 3 GENOVESE

Concorso (Scad. 29 giugno 2017)

Avviso pubblico per titoli e colloquio per il conferimento di incarichi annuali di Direttore di Distretto.


In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale n. 267 del 5.6.2017, con l’osservanza delle norme stabilite dal D. Lgs. N. 502/1992 e s.m.i. e dalla Legge Regionale n. 41 del 7/12/2006 e s.m.i., nonché dalla Deliberazione di Giunta Regionale n. 570 del 17/5/2013 ad oggetto: “Direttiva vincolante ex art. 8 comma 1 e art. 34 commi 2 e 3 della L.R. 41/2006 in materia di conferimento degli incarichi di Direttore di Distretto e del relativo trattamento economico. Abrogazione delle DGR n. 674/2012 e 21/2013” e dallo schema di Deliberazione di Giunta Regionale N. NP/8567 del 19/5/2017oggetto: “Modifica DGR n. 570/2013 “Direttiva vincolante ex art. 8 comma 1 e art. 34 commi 2 e 3 della L.R. 41/2006 in materia di conferimento degli incarichi di Direttore di Distretto e del relativo trattamento economico. Abrogazione delle DGR n. 674/2012 e 21/2013 , è indetto Avviso Pubblico per il conferimento di incarichi di Direttore di Distretto dell’Azienda e precisamente:
- Distretto 8 Ponente
- Distretto 9 Medio Ponente
- Distretto 11 Centro
- Distretto 12 Valbisagno e Valtrebbia
- Distretto 13 Levante
Ai sensi dell’art. 34 della Legge Regionale n. 41/2006, così come riformulato dall’art. 5 della Legge Regionale n. 12 del 14/5/2013 e modificato dall’art. 14 della L.R. 9 marzo 2017 n. 7, possono partecipare al presente Avviso Pubblico i Dirigenti del Servizio Sanitario Nazionale che abbiano maturato una specifica esperienza nei servizi territoriali ed un’adeguata formazione nella loro organizzazione e i Medici Convenzionati ai sensi dell’art. 8, comma 1, del D.Lgs. 502/1992 e s.m.i., da almeno dieci anni.
Ai sensi del D.P.R. 483/97, i soggetti di cui sopra devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea. I cittadini di uno dei Paesi dell’Unione Europea comunque devono essere in possesso dei seguenti requisiti: godimento di diritti civili e politici anche negli stati di provenienza e appartenenza; possesso, fatta eccezione della titolarità di cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
Ai sensi degli artt. 38 del D.Lgs. 165/2001 e 25 del D. Lgs. 251/2007, così come modificati dall’art. 7 della Legge 6 agosto 2013, n. 97, possono altresì partecipare all’avviso:
I cittadini di Stati appartenenti all’Unione Europea e i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, purché in possesso di un’adeguata conoscenza della lingua italiana
I cittadini di Paesi Terzi titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato o di protezione sussidiaria, purché in possesso di un’adeguata conoscenza della lingua italiana
b) idoneità fisica alle funzioni da conferire.
L’accertamento dell’idoneità fisica alle funzioni da conferire sarà effettuato, a cura dell’Azienda Sanitaria Locale.
Il personale dipendente da pubbliche amministrazioni ed il personale dipendente dagli istituti, ospedali ed enti, di cui agli artt. 25 e 26, comma 1, del D.P.R. 20.12.1979, n. 761, è dispensato dalla visita medica;
c) iscrizione al relativo Ordine Professionale, ove esistente.
L’iscrizione al corrispondente Albo Professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione alla selezione, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
Nota Bene:
Il personale convenzionato dovrà, prima della stipula del contratto di Direttore di Distretto, sospendere la propria attività, ai sensi dell’art. 18, comma 2 del A.C.N. per la disciplina dei medici di medicina generale approvato in data 23/3/2005 e dell’art. 18 comma 3 lettera b) del A.C.N. per la disciplina dei rapporti con i pediatri di libera scelta del 15/12/2005, come meglio specificato nell’ultima parte del presente bando.
MODALITÀ E TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE
La domanda di ammissione al presente Avviso Pubblico deve essere rivolta al Direttore Generale; la stessa deve essere redatta in carta semplice, datata e sottoscritta dal candidato, con unita copia fotostatica di un documento valido di identità. Ai sensi dell’art. 39 D.P.R. 28.12.2000, n. 445, la firma in calce alla domanda non deve essere autenticata. La mancata sottoscrizione della domanda di ammissione comporta l’esclusione dalla procedura selettiva.
Detta domanda, contenente tutte le indicazioni richieste dal presente Avviso Pubblico e corredata dai prescritti documenti e titoli, deve essere:
- inoltrata, a mezzo del servizio pubblico postale, con lettera Raccomandata A.R., al seguente indirizzo: A.S.L. 3 - “GENOVESE” - Struttura Complessa Affari Generali/Ufficio Protocollo, Via A. Bertani n. 4 - 16125 GENOVA.
A tal fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio Postale accettante;
- presentata direttamente all’Ufficio Protocollo di questa Amministrazione dal lunedì al giovedì: dalle ore 8.00 alle ore 16.30 ed il venerdì: dalle ore 8.00 alle ore 14.00, sabato escluso.
- Con Posta Elettronica Certificata (PEC) esclusivamente all’indirizzo: protocollo@pec.asl3.liguria.it, avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato .pdf. Si precisa che la validità di Anno 48 - N. 24 BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE LIGURIA Parte IV 14.06.2017 pag. 22 tale invio, così come previsto dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata a sua volta. Non sarà, pertanto, ritenuto valido l’invio da casella di posta semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC aziendale o l’invio da casella di posta elettronica certificata della quale non è titolare.
La domanda deve essere presentata, a pena di esclusione, entro il quindicesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del presente Avviso Pubblico sul Bollettino Ufficiale della Regione Liguria.
Qualora il termine suddetto cada in giorno festivo, il termine medesimo è prorogato al primo giorno successivo non festivo.
Il termine fissato per la presentazione della domanda e dei documenti è perentorio; l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.
È esclusa ogni altra forma di presentazione o trasmissione.
Nella domanda i candidati devono dichiarare, sotto la propria responsabilità e a pena di esclusione:
- cognome e nome, data e luogo di nascita, residenza;
- possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
- Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero motivi della non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
- eventuali condanne penali riportate ovvero di non aver riportato condanne penali;
- possesso dei requisiti di ammissione.
- servizi prestati presso pubbliche amministrazioni e cause di risoluzione dei precedenti rapporti di pubblico impiego;
- domicilio presso il quale deve essere fatta ogni necessaria comunicazione, relativa al presente Avviso Pubblico e numero telefonico. L’Amministrazione declina ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni, dipendenti da inesatte indicazioni del domicilio, da parte dei candidati e da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento di domicilio, indicato nella domanda o per eventuali disguidi postali o telegrafici, non imputabili a colpa dell’Amministrazione stessa.
- l’accettazione incondizionata, in caso di nomina dell’incarico di Direttore, del Distretto Sanitario che verrà individuato dal Direttore Generale.
- l’autorizzazione all’ASL 3 al trattamento dei dati personali, ai sensi del D. Lgs. n. 196/2003, finalizzata agli adempimenti per l’espletamento della procedura stessa.
La omessa indicazione nella domanda, anche di un solo requisito richiesto per l’ammissione, determina l’esclusione dal presente Avviso Pubblico.
Le dichiarazioni contenute nella domanda, al fine di avere valore di sostitutività di certificazione, devono essere precedute dalla formula di conoscenza di quanto previsto dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, come indicato nello schema di domanda (all. 1)
Ai sensi del D.Lgs. 30.6.2003, n. 196, i dati forniti dai candidati saranno raccolti presso la Struttura Complessa Servizio Amministrazione del Personale - Settore Selezione del Personale e Procedure Concorsuali per le finalità di gestione del presente Avviso Pubblico e saranno trattati, anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio, ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dalla procedura medesima. Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle amministrazioni pubbliche direttamente interessate alla posizione giuridico-economica del candidato.
Alla domanda di partecipazione all’Avviso Pubblico i concorrenti devono altresì allegare:
- le certificazioni comprovanti il possesso dei requisiti previsti per accedere all’avviso rese mediante dichiarazioni sostitutive di certificazioni per gli stati, qualità personali e fatti elencati nell’art. 46 del D.P.R. 445/2000 e le dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà di cui all’art. 47 del D.P.R. 445/2000;
- curriculum formativo e professionale, formulato ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, datato e firmato che dovrà essere documentato;
- elenco datato e firmato dei documenti presentati numerati progressivamente;
- elenco datato e firmato delle pubblicazioni, allegate alla domanda di partecipazione all’Avviso Pubblico, di cui il candidato risulta essere autore o coautore, numerate progressivamente;
- fotocopia fronte e retro di documento di identità o di riconoscimento in corso di validità.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa.
Si fa presente che in ordine all’art. 15 della Legge 183/2011 non potranno essere accettate certificazioni rilasciate dalla Pubblica Amministrazione o da gestori di pubblici servizi e/o ritenute utili ai fini della valutazione di merito. Pertanto il candidato deve presentare dichiarazioni sostitutive per:
a) dichiarazione sostitutiva di certificazione: art. 46 D.P.R. 28.12.2000, n. 445 (stato di famiglia, iscrizione all’Albo Professionale, possesso del titolo di studio, di specializzazione, di abilitazione);
b) dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà: art. 47 D.P.R. 28.12.2000, n. 445 per tutti gli stati, fatti e qualità personali non compresi nell’elenco di cui al precedente art. 46 (attività di servizio, borse di studio, incarichi libero professionali, docenze).
Si precisa inoltre che la conformità di una copia all’originale può essere dichiarata solo con dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi degli artt. 19 e 47 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445.
MODALITÀ DI SELEZIONE E CONFERIMENTO DELL’INCARICO
L’accertamento del possesso dei requisiti dei candidati è effettuato dal Direttore Amministrativo e dal Direttore Sanitario della ASL 3.
Il Direttore Amministrativo e il Direttore Sanitario procederanno ad individuare una rosa di candidati idonei, senza dar luogo a graduatoria, sulla base:
- della valutazione comparativa dei curricula presentati dai candidati;
- degli esiti di un colloquio diretto alla valutazione delle capacità professionali dei candidati con specifico riferimento alla maturazione, da parte degli stessi, di una specifica esperienza nei servizi territoriali e un’adeguata formazione nella loro organizzazione, nonché all’accertamento delle capacità gestionali, organizzative e di direzione con riferimento all’incarico da svolgere.
Il Direttore di Distretto è nominato dal Direttore Generale, con indicazione del Distretto di assegnazione, sulla base dell’elenco dei candidati dichiarati idonei dal Direttore Amministrativo e dal Direttore Sanitario.
Il rapporto di lavoro del Direttore di Distretto è esclusivo per tutta la durata dell’incarico ai sensi dell’art. 34 comma 3 della Legge Regionale n. 41/2006 e dall’art. 19 comma 6 del D.Lgs. 165/2001 e, pertanto, è incompatibile con ogni altro rapporto di lavoro dipendente o in convenzione con altre strutture pubbliche o private.
Il rapporto di lavoro del Direttore di Distretto ha durata di un anno. L’incarico può essere rinnovato.
Il rapporto di lavoro è regolato da un contratto redatto ai sensi dell’art. 19 comma 6 D.Lgs. n. 165/2001.
In caso di nomina di soggetti esterni all’organizzazione aziendale si procede al contestuale congelamento di un corrispondente posto di organico della dirigenza sanitaria.
Il conferimento dell’incarico avverrà nel rispetto di quanto stabilito dal comma 5 dell’art. 48 della Legge Regionale n. 41/2006 in termini di limiti di età.
Il trattamento economico del Direttore di Distretto è pari al novanta per cento di quello percepito dal Direttore Sanitario dell’Azienda.
Il trattamento economico può essere integrato di un’ulteriore quota fino al 20% dello stesso, sulla base dei risultati di gestione ottenuti e della realizzazione degli obiettivi fissati dal Direttore Generale.
Per quanto concerne il personale convenzionato ex art. 8 comma 1 del D.Lgs. n. 502/92 e s.m.i. che intende partecipare al presente Avviso Pubblico si precisa, inoltre, quanto segue:
• l’impegno orario per lo svolgimento dell’attività di che trattasi viene fissato in non meno di ore 38 settimanali;
• il rapporto di lavoro di Direttore di Distretto è esclusivo;
• l’art. 18, comma 2, lett. B del A.C.N. per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale approvato in data 23/3/2005 e l’art. 18, comma 3, lett. B del ACN per la disciplina dei rapporti con i pediatri di libera scelta del 15/12/2005 prevedono in tale fattispecie la sospensione dell’attività di medicina generale o di pediatra di libera scelta nel caso di attribuzione ed accettazione da parte del medico di incarico di Direttore di distretto per tutta la durata dell’incarico e fino alla cessazione dello stesso;
• l’art. 37, comma 9 del ACN per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale approvato in data 23/3/2005 e l’art. 36, comma 9 del ACN per la disciplina dei rapporti con i pediatri di libera scelta del 15/12/2005, nel caso di provvedimento di sospensione, prevedono che le scelte restino comunque in carico al medico sospeso, salvo che i singoli aventi diritto avanzino richiesta di variazione del medico di fiducia, variazione che in ogni caso non può essere fatta in favore del medico incaricato della sostituzione per tutta la durata della stessa;
• l’indicazione del medico sostituto rientra nelle attribuzioni del medico titolare .
FALSE DICHIARAZIONI
Si rammenta che, ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445: “
1. Chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso nei casi previsti nel presente testo unico è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia.
2. L’esibizione di un atto contenente dati non più rispondenti a verità equivale ad uso di atto falso.
3. Le dichiarazioni sostitutive rese ai sensi degli articoli 46 e 47 e le dichiarazioni rese per conto delle persone indicate nell’articolo 4, comma 2, sono considerate come fatte a pubblico ufficiale.
4. Se i reati indicati nei commi 1, 2 e 3 sono commessi per ottenere la nomina ad un pubblico ufficio o l’autorizzazione all’esercizio di una professione o arte, il giudice, nei casi più gravi, può applicare l’interdizione temporanea dai pubblici uffici o dalla professione e arte.”
Ai sensi dell’art. 55-quater del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i.:
• in caso di falsità documentali o dichiarative commesse ai fini o in occasione dell’instaurazione del rapporto di lavoro ovvero di progressione di carriera si applica comunque la sanzione disciplinare del licenziamento.
Così come previsto dall’art. 71 del D.P.R. n. 445/2000, l’Amministrazione procederà ad effettuare controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive presentate.
In caso di dichiarazioni non veritiere, il dichiarante decadrà dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento, emanato sulla base delle dichiarazioni non veritiere, secondo quanto disposto dall’art. 75 del D.P.R. n. 445/2000.
NORME FINALI
Il Direttore Generale si riserva la facoltà di prorogare, sospendere, revocare o modificare in tutto o in parte il presente Avviso Pubblico, dandone comunicazione agli interessati, qualora ne rilevasse la necessità o l’opportunità per ragioni di pubblico interesse.
L’Azienda garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro per il relativo trattamento sul lavoro, ai sensi dell’art. 57 del Decreto Legislativo 30.3.2001, n. 165.
Per quanto non espressamente previsto nel presente bando è fatto rinvio al D.P.R. n. 484/1997 nonché alle vigenti disposizioni normative e contrattuali in materia.
Per eventuali ulteriori informazioni gli interessati potranno rivolgersi alla Struttura Complessa “Servizio Amministrazione del Personale” della ASL 3 tutti i giorni feriali, escluso il sabato, dalle ore 11,00 alle ore 12,30.
IL DIRETTORE GENERALE
Dott. Luigi Carlo Bottaro