Nomina UNIVERSITA' 'MEDITERRANEA' DI REGGIO CALABRIA Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 50 del 04-07-2017

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Nomina

Nota Bene: trattandosi di 'Nomina' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.



Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Nomina
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 50 del 04-07-2017
Sintesi: UNIVERSITA' «MEDITERRANEA» DI REGGIO CALABRIA Nomina Sostituzione della commissione della procedura di valutazione comparativa ad un posto di ricercatore per il settore scientifico-disciplinare ...
Ente: UNIVERSITA' 'MEDITERRANEA' DI REGGIO CALABRIA
Regione: CALABRIA
Provincia: REGGIO CALABRIA
Comune: REGGIO CALABRIA
Data di pubblicazione 04-07-2017
Condividi

UNIVERSITA' «MEDITERRANEA» DI REGGIO CALABRIA

Nomina

Sostituzione della commissione della procedura di valutazione comparativa ad un posto di ricercatore per il settore scientifico-disciplinare ICAR/21 - Urbanistica.

 
                             IL RETTORE 
 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 3 ottobre  1997,
n.  386,  riguardante  il  regolamento  recante  la  disciplina   per
l'approvazione degli atti dei concorsi per ricercatore universitario; 
    Vista la legge 3 luglio 1998, n. 210; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 23  marzo  2000,
n. 117; 
    Vista la legge 9 gennaio 2009, n. 1 di conversione in legge,  con
modificazioni, del decreto-legge 10 novembre 2008,  n.  180,  recante
«Disposizioni urgenti per il diritto allo studio,  la  valorizzazione
del merito e la qualita' del sistema universitario e  della  ricerca»
e,  in  particolare,  l'art.  1  relativo  al   «reclutamento   nelle
universita' e per gli enti di ricerca»; 
    Visto il decreto ministeriale n. 89 del 28  luglio  2009  con  il
quale, in attuazione  dell'art.  1,  comma  7  del  decreto-legge  10
novembre 2008, n. 180, convertito dalla legge 9 gennaio 2009,  n.  1,
con le modifiche apportate  dall'art.  9,  comma  2,  della  legge  4
novembre 2010, n. 183 sono stati individuati i parametri riconosciuti
anche in ambito internazionale per la valutazione dei titoli e  delle
pubblicazioni dei candidati, ivi comprese le tesi  di  dottorato,  da
utilizzare per  effettuare  la  valutazione  comparativa  nell'ambito
delle procedure per il reclutamento dei ricercatori di cui all'art. 2
della legge 3 luglio 1998, n. 210, e dell'art.  1,  comma  14,  della
legge 4 novembre 2005, n. 230 bandite dopo l'entrata  in  vigore  del
decreto stesso; 
    Visto il decreto rettorale n. 439 del 23 dicembre  2010,  il  cui
avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana
del 14 gennaio 2011 - 4ª Serie speciale n. 4 , con il quale e'  stata
indetta una procedura  di  valutazione  comparativa  per  complessivi
quattro posti di ricercatore universitario, di cui un  posto  per  il
settore scientifico-disciplinare ICAR/21 - Urbanistica; 
    Visto il decreto rettorale con decreto n. 112 del 16 aprile  2012
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 37 del 15 maggio 2012, con  il
quale e' stata nominata la commissione  esaminatrice  della  suddetta
procedura; 
    Visti i verbali redatti dalla  commissione  giudicatrice,  i  cui
lavori sono iniziati il 17 luglio 2012 e  si  sono  conclusi  con  la
seduta, svolta in via telematica, del 15 marzo 2013  nella  quale  la
commissione ha preso atto «che non e'  possibile  individuare  tra  i
candidati che si sono distinti per la qualita'  dei  titoli  e  delle
pubblicazioni e per la presentazione orale, quello  che  puo'  essere
concordemente ritenuto di maggiore maturita'  e  che,  pertanto,  non
sussistono le condizioni per la formulazione  di  giudizi  collegiali
condivisi su tutti i  candidati  e  per  la  conseguente  valutazione
comparativa per l'individuazione del vincitore. Preso atto, altresi',
che in data odierna viene a scadere il termine per l'ultimazione  dei
lavori, la Commissione decide di rimettere gli atti  al  RUP  per  le
conseguenti determinazioni»; 
    Visto il ricorso innanzi al  Tribunale  amministrativo  regionale
della  Calabria  -  Sezione  di  Reggio  Calabria,  presentato  dalla
candidata arch. Celestina  Fazia  presso  l'Universita'  degli  studi
Mediterranea  di  Reggio  Calabria,  avverso  il   silenzio   serbato
dall'Universita'   nonche'   per   l'accertamento   dell'obbligo   di
provvedere con l'adozione di un provvedimento espresso; 
    Vista la sentenza  n.  215/2015  reg.  prov.  coll.  con  cui  il
Tribunale amministrativo regionale della Calabria - Sezione di Reggio
Calabria,   pronunciandosi   sul   citato   ricorso    ha    ordinato
all'Universita' di provvedere sulla richiesta  del  ricorrente  entro
sessanta giorni dalla comunicazione o notifica a cura di parte; 
    Visto il decreto rettorale n. 112 del 25 maggio 2015 con il quale
si e' preso atto che la commissione giudicatrice non  ha  individuato
nessun candidato quale vincitore e, per  l'effetto,  si  e'  disposto
l'annullamento degli atti e della procedura; 
    Vista la sentenza n. 260/2016 reg. prov. coll. con  la  quale  il
Tribunale amministrativo regionale di Reggio Calabria ha ordinato  al
rettore dell'Universita' Mediterranea di  provvedere,  in  attuazione
della sentenza n. 215/2015, a nominare una nuova commissione  per  il
completamento  dei  lavori  inerenti  alla  procedura  selettiva   in
oggetto; 
    Visto l'art. 1,  comma  5,  del  decreto-legge  n.  180/2008  che
disciplina la nomina della commissione giudicatrice, secondo cui  «le
commissioni per la  valutazione  comparativa  dei  candidati  di  cui
all'art. 2 della legge 3 luglio 1998, n. 210, e all'art. 1, comma 14,
della legge 4 novembre 2005, n. 230, sono composte da  un  professore
ordinario o da un professore associato nominato dalla facolta' che ha
richiesto il bando e da due professori ordinari  sorteggiati  in  una
lista di commissari eletti tra i professori ordinari appartenenti  al
settore disciplinare oggetto del bando, in numero triplo rispetto  al
numero dei commissari complessivamente necessari nella sessione.»; 
    Preso   atto   dell'avvenuta   cessazione   della   facolta'   di
Architettura che aveva richiesto il bando di concorso; 
    Vista la nota  protocollo  n.  14468  con  la  quale  il  rettore
dell'Universita' Mediterranea  di  Reggio  Calabria  ha  invitato  il
direttore del Dipartimento DARTE a voler trasmettere  la  nomina  del
membro designato; 
    Vista la deliberazione del consiglio congiunto di corso di  studi
e di dipartimento del 14 dicembre 2016 con la quale si  e'  proceduto
alla designazione della prof.ssa Laura Ricci,  professore  ordinario,
Universita' «La Sapienza» di Roma; 
    Visto l'esito del sorteggio svolto dal Ministero dell'istruzione,
dell'universita' e della ricerca in data 17 maggio 2017 in  cui  sono
stati estratti i seguenti professori: 
      prof.ssa Mattogno Claudia - Universita' di Roma «La Sapienza»; 
      prof.ssa Ricci Manuela - Universita' di Roma «La Sapienza»; 
 
                              Decreta: 
 
                               Art. 1 
 
    Al   fine   dell'esecuzione   delle   sentenze   del    Tribunale
amministrativo regionale della Calabria - Sezione di Reggio Calabria,
citate in premessa, e' nominata la seguente commissione: 
      prof.ssa Laura Ricci - Universita' «La Sapienza» di Roma; 
      prof.ssa Claudia Mattogno - Universita' «La Sapienza» di Roma; 
      prof.ssa Manuela Ricci - Universita' «La Sapienza» di Roma. 
                               Art. 2 
 
    La nuova commissione dovra' concludere i lavori entro il  termine
di sei mesi dalla data pubblicazione  del  decreto  di  nomina  nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana  -  4ª  Serie  speciale
«Concorsi ed esami». 
                               Art. 3 
 
    Dalla data di pubblicazione del decreto di nomina nella  Gazzetta
Ufficiale decorreranno  i  trenta  giorni  per  la  presentazione  di
eventuali istanze di ricusazione. 
      Reggio Calabria, 1° giugno 2017 
 
                                                    p. il rettore     
                                                Il prorettore vicario 
                                                       Zimbone