Concorso per 1 dirigente informatico (lazio) AZIENDA OSPEDALIERA 'S. CAMILLO - FORLANINI' DI ROMA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: DIR N. 14 del 19-02-2018
Sintesi: AZIENDA OSPEDALIERA 'S. CAMILLO - FORLANINI' DI ROMA Concorso (Scad. 7 marzo 2018) Pubblica Selezione, per titoli quiz e colloquio, per l’assunzione a tempo determinato, della durata di un anno, di un Dirigente ...
Ente: AZIENDA OSPEDALIERA 'S. CAMILLO - FORLANINI' DI ROMA
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 20-02-2018
Data Scadenza bando 07-03-2018
Condividi

AZIENDA OSPEDALIERA 'S. CAMILLO - FORLANINI' DI ROMA

Concorso (Scad. 7 marzo 2018)

Pubblica Selezione, per titoli quiz e colloquio, per l’assunzione a tempo determinato, della durata di un anno, di un Dirigente Informatico – Ruolo Tecnico


In attuazione della deliberazione n. 152 del 5/02/2018, che qui si intende integralmente riprodotta, è indetta una pubblica selezione per titoli quiz e colloquio per il conferimento di un incarico a tempo determinato, della durata di un anno, per la copertura di un posto di:
DIRIGENTE INFORMATICO
ART. 1 - REQUISITI PER L’AMMISSIONE
REQUISITI GENERALI
Possono partecipare alla pubblica selezione coloro i quali sono in possesso dei seguenti requisiti: 1) cittadinanza italiana, fatte salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea.
2) idoneità fisica all’impiego, il cui accertamento sarà effettuato a cura dell’Azienda Ospedaliera prima dell’immissione in servizio.
3) Godimento dei diritti politici. Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati o destituiti dall’impiego presso pubbliche amministrazioni o interdetti da pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato.
4) Non aver superato il limite di età previsto dalla vigente normativa pei il collocamento a riposo d’ufficio.
REQUISITI SPECIFICI
a) Diploma di Laurea in Informatica, Scienze dell’Informazione, Ingegneria Informatica o altro titolo equipollente secondo le equiparazioni di cui al D.M. 9.7.2009 e s.m.i.;
b) anzianità di servizio effettivo di cinque anni corrispondente alla medesima professionalità, relativa alla selezione specifica, prestato in Enti del Servizio Sanitario Nazionale nella posizione funzionale di settimo e ottavo livello, ovvero in qualifiche funzionali di settimo, ottavo e nono livello di altre pubbliche amministrazioni ovvero esperienza lavorativa con rapporto di lavoro libero-professionale o di attività coordinata e continuativa presso Enti o Pubbliche Amministrazioni, ovvero di attività documentate presso studi professionali privati, società o istituti di ricerca, aventi contenuto analogo a quello previsto per corrispondenti profili del ruolo medesimo. (Tali esperienze o attività dovranno essere documentate all’atto della presentazione della domanda come meglio precisato nell’art. 3 del bando);
c) Iscrizione all’Albo Professionale ove previsto;
d) Abilitazione all’esercizio professionale ove prevista.
I requisiti – a pena di esclusione - devono essere posseduti alla data di scadenza del presente bando.
Ai sensi dell’art. 3, comma 6, della Legge n. 127/1997 e s.m.i. la partecipazione alle pubbliche selezioni indette da Pubbliche Amministrazioni non è soggetta a limiti di età.
Ai sensi della L. 125/1991 e s.m.i. questa Amministrazione garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro.
I candidati che hanno conseguito il titolo di studio all’estero dovranno allegare idonea documentazione attestante il riconoscimento del proprio titolo di studio con quello italiano richiesto ai fini dell’ammissione, in conformità della vigente normativa nazionale e comunitaria e indicare gli estremi del Decreto Ministeriale di riconoscimento.
La omessa indicazione anche di un solo requisito generale o specifico o di una delle dichiarazioni aggiuntive richieste dal bando, determina l’esclusione dalla procedura di che trattasi.
ART. 2 - PRESENTAZIONE DOMANDA DI AMMISSIONE
La domanda, redatta in carta semplice e senza autenticazione della firma, dovrà essere indirizzata al Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini – Circonvallazione Gianicolense, 87 – 00152 Roma – consegnata, a pena di esclusione, entro il 20^ (ventesimo) giorno successivo dalla data di pubblicazione del presente bando sul B.U.R. Lazio con una delle seguenti modalità:
1. consegna presso il Protocollo Generale dell’Azienda Ospedaliera S. Camillo Forlanini, Circonvallazione Gianicolense, 87 – 00152 Roma, rispettando il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 8,00 alle ore 14,00. Sulla busta/plico dovranno essere specificate, in carattere leggibile a stampatello, le seguenti informazioni: nome e cognome; descrizione della pubblica selezione. Nel caso di integrazione della documentazione già trasmessa aggiungere il termine “integrazione”.
2. a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC) reclutamento.valutazione.ao.scf@pec.it specificando l’oggetto della pubblica selezione con la specifica dell’indirizzo a cui si intende partecipare. La domanda dovrà essere scannerizzata e inviata in unico file in formato pdf.
L’utilizzo della P.E.C. è consentito solo da indirizzo di posta elettronica certificata personale. Non sarà ritenuto valido l’invio di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla P.E.C. aziendale o inviata da P.E.C. non personale. La validità della trasmissione e ricezione della corrispondenza è attestata, rispettivamente, dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna. L’Amministrazione non si assume la responsabilità in caso di impossibilità di apertura dei files.
L’invio della domanda in altro formato comporterà l’irricevibilità della domanda stessa e la conseguente esclusione dalla selezione.
L’Amministrazione declina sin d’ora ogni responsabilità per dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte dell’aspirante, oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo nella domanda, da eventuali disguidi imputabili a terzi, caso fortuito e forza maggiore. Sarà obbligo del candidato comunicare le eventuali successive variazioni di indirizzo e/o recapito.
Nella domanda di partecipazione datata e firmata, redatta seguendo le modalità dello schema esemplificativo di cui all’allegato “A” della presente selezione, gli interessati devono dichiarare, sotto la propria responsabilità e consapevoli delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000 e s.m.i., quanto segue:
a) il cognome e nome, data e luogo di nascita, residenza, eventuali indirizzi di posta elettronica (e-mail / P.E.C.), il recapito telefonico;
b) la cittadinanza posseduta, con l’indicazione, ove necessario, del titolo di equiparazione o della titolarità di regolare permesso di soggiorno e dichiarazione di adeguata conoscenza della lingua italiana;
c) il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
d) le eventuali condanne penali riportate, nonché eventuali carichi penali pendenti (la dichiarazione va resa anche se negativa);
e) di non essere stato destituito, dispensato o licenziato presso una Pubblica Amministrazione;
f) l’idoneità fisica specifica alla mansione della posizione funzionale in argomento;
g) il possesso del titolo di studio previsto nei requisiti specifici;
h) gli eventuali altri titoli di studio posseduti;
i) l’abilitazione all’esercizio professionale (ove prevista);
j) l’iscrizione all’Albo Professionale (ove previsto);
k) l’anzianità prevista nei requisiti specifici lettera b);
l) la posizione nei riguardi degli obblighi militari (per i soli candidati di sesso maschile nati prima del 31/12/1985);
m) gli eventuali titoli comprovanti il diritto di precedenza o preferenza a parità di punteggio nella graduatoria di merito (DPR 487/1994 art. 5 e s.m.i.);
n) di essere portatore di handicap ai sensi dell’art. 3 della Legge 5/2/1992 n. 104 e pertanto di avere necessità di tempi aggiuntivi, nonché di ausili;
o) il domicilio presso il quale deve, ad ogni effetto, essere data ogni necessaria comunicazione relativa alla pubblica selezione, comprensivo del codice di avviamento postale e di recapito telefonico (in mancanza verrà utilizzato l’indirizzo di residenza);
p) di accettare tutte le prescrizioni contenute nella presente selezione;
q) di autorizzare al trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 D.Lgs. 196/2003.
La mancata sottoscrizione della domanda, la omessa indicazione anche di una sola delle sopraindicate dichiarazioni o dei requisiti richiesti per l’ammissione determina l’esclusione dalla pubblica selezione.
Coloro che intendono avvalersi dei titoli di preferenza e/o preferenza dovranno farne espressa dichiarazione nella domanda di partecipazione alla selezione, presentando idonea documentazione, pena l’esclusione dal relativo beneficio.
I candidati portatori di handicap devono specificare nella domanda, ai sensi dell’art. 20 della Legge 05/02/1992 n. 104, l’ausilio necessario per l’espletamento della prova in relazione al proprio handicap, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi.
Il candidato nella domanda deve inoltre esprimere il proprio assenso all’utilizzo dei dati personali forniti per le finalità inerenti alla gestione della pubblica selezione.
Il termine stabilito per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio e, pertanto, non saranno prese in considerazione le domande che, per qualsiasi ragione, vengano inoltrate prima o oltre il termine stesso. L’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto.
ART. 3 - DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA
Alla domanda di ammissione redatta come da facsimile Allegato A, devono essere allegate:
a) la dichiarazione sostitutiva/atto notorio redatto utilizzando il fac simile Allegato B;
b) tutte le certificazioni relative ai titoli che i candidati ritengano opportuno presentare agli effetti della formazione della graduatoria;
c) idonea documentazione comprovante il possesso dell’anzianità di servizio ovvero dell’esperienza lavorativa di cui all’art. 1 lett. b) dei “Requisiti di Ammissione” e più precisamente:
- relativamente ai rapporti di lavoro libero professionali o alle attività coordinate e continuative presso enti o pubbliche amministrazioni dovrà esser allegata una dichiarazione sostituiva di atto di notorietà attestante l’effettivo svolgimento dell’attività ed il profilo cui la stessa può essere ricondotta e l’esatta denominazione e indirizzo dell’Amministrazione dove possono essere reperite le informazioni.
- relativamente alla attività svolta presso studi professionali privati, società o istituti di ricerca dovrà essere allegata una dichiarazione nella quale venga precisata la tipologia dell’attività professionale svolta, la posizione ricoperta dall’aspirante (dipendente, collaboratore, socio professionista) nonché le prestazioni effettivamente svolte dallo stesso (a quale profilo è riconducibile l’attività, il committente, la data inizio e conclusione della prestazione, il grado di partecipazione).
d) un curriculum formativo e professionale, redatto su carta semplice, datato e firmato dal candidato;
e) saranno oggetto di valutazione le pubblicazioni degli ultimi 5 anni che devono essere prodotte in originale o edite a stampa, ovvero possono essere presentate in fotocopia semplice unitamente ad una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, di conformità all’originale, ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445/2000;
f) un elenco in carta semplice, datato e firmato, dei documenti e titoli presentati numerato progressivamente in relazione al corrispondente titolo;
g) la documentazione sanitaria comprovante la necessità di ausilii o tempi aggiuntivi per lo svolgimento dalla prova in relazione al proprio handicap;
h) la fotocopia (fronte retro) di un documento di riconoscimento in corso di validità.
ART. 4 - AUTOCERTIFICAZIONE
Tutti i requisiti ed i titoli che si intendono far valere debbono essere prodotti, in applicazione del D.P.R. 28/12/2000, n. 445 artt. 19, 46, 47 e s.m.i., esclusivamente sotto forma di autocertificazione.
In ogni caso la dichiarazione resa dal candidato – in quanto sostitutiva a tutti gli effetti della certificazione – deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo che il candidato intende produrre, l’omissione anche di un solo elemento comporta la non valutazione o la parziale valutazione del titolo autocertificato.
In particolare, con riferimento al servizio prestato, la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, resa con le modalità sopraindicate, deve contenere l’esatta denominazione dell’Ente presso il quale il servizio è stato prestato, il profilo ricoperto, il tipo di rapporto di lavoro (tempo indeterminato, determinato, part-time, ecc..), l’orario di lavoro, le date di inizio e conclusione del servizio prestato nonché le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare, ecc.) e quant’altro necessario per valutare il servizio stesso. Anche nel caso di autocertificazione di periodi di attività svolta in qualità di borsista, di docente, di incarichi liberoprofessionali ecc. occorre indicare con precisione tutti gli elementi indispensabili alla valutazione (tipologia dell’attività, periodo e sede di svolgimento della stessa).
Per i periodi di servizio prestati all’estero presso organismi internazionali, valutabili nei titoli di carriera ai sensi dell’art. 23 del DPR 483/1997, è necessario che gli interessati specifichino la data di inizio e dell’eventuale cessazione, eventuali interruzioni del rapporto di impiego, i motivi di cessazione, il profilo professionale e la disciplina di inquadramento. Il predetto servizio deve avere ottenuto, entro la data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione alla selezione, il necessario riconoscimento, ai fine della valutazione, rilasciato dalle competenti autorità ai sensi della normativa vigente (indicare estremi del provvedimento di riconoscimento).
Per i periodi di effettivo servizio militare di leva, di richiamo alle armi, di ferma volontaria e di rafferma, valutabili nei titoli di carriera ai sensi dell’art. 20, comma 2, del D.P.R. 483/1997, è necessario che gli interessati specifichino, oltre all’esatto periodo di servizio prestato, anche se il servizio stesso sia stato svolto o meno nella qualifica oggetto della selezione;
Per i periodi di servizio prestati presso gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico di diritto privato, ai fini della relativa valutazione, nell’autocertificazione deve essere attestato se detti Istituti abbiano provveduto o meno all’adeguamento dei propri ordinamenti del personale come previsto dall’art. 25 del DPR 761 del 20/12/1979, in caso contrario saranno valutati per il 25% della rispettiva durata.
Le autocertificazioni attestanti il servizio prestato presso Case di Cura private devono espressamente contenere l’indicazione del regime di accreditamento con il SSN; in assenza di tale indicazione il servizio prestato, non sarà considerato nei titoli di carriera ma eventualmente nel curriculum formativo e professionale.
Le pubblicazioni devono essere edite a stampa e prodotte in originale, ovvero possono essere presentate in fotocopia semplice unitamente ad una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, di conformità all’originale, ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445/2000. Non possono essere valutate le pubblicazioni dove non risulti l’apporto del candidato.
Ai fini della presente selezione, certificazioni allegate rilasciate da pubbliche amministrazioni non verranno prese in considerazione.
Questa Amministrazione è tenuta ad effettuare, ai sensi dell’art. 71 del DPR 445/2000 e dell’art. 15 della legge 183 del 12/11/2011, idonei controlli, anche a campione, e in tutti i casi in cui sorgano fondati dubbi sulla veridicità della dichiarazione sostitutiva di cui agli articoli 19 – 46 – 47 ed a trasmettere le risultanze all’autorità competente, in base a quanto previsto dalla normativa in materia.
Fermo restando quanto previsto dall’art. 76 del citato DPR 445/2000 e s.m.i. circa le sanzioni penali previste per le dichiarazioni false, qualora emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguiti a seguito del provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
ART. 5 – AMMISSIONE /ESCLUSIONE
L’ammissione e/o l’eventuale esclusione è disposta con provvedimento immediatamente efficace dal Direttore della U.O.C Gestione Risorse Umane. La comunicazione viene effettuata esclusivamente tramite pubblicazione sul sito www.scamilloforlanini.rm.it nella sezione “Concorsi”.
ART. 6 - COMMISSIONE ESAMINATRICE.
La Commissione esaminatrice sarà nominata con separato atto deliberativo dal Direttore Generale.
ART. 7 – CONVOCAZIONE DEI CANDIDATI (esclusivamente su sito aziendale)
Il diario della prova scritta verrà pubblicato, non meno di 15 giorni prima della data di effettuazione, unicamente sul sito aziendale www.scamilloforlanini.rm.it nella sezione “Concorsi”.
Il diario dello svolgimento del colloqui verrà pubblicato, non meno di 20 giorni prima della data di effettuazione, unicamente sul sito aziendale www.scamilloforlanini.rm.it nella sezione “Concorsi”.
Le suddette convocazioni con l’indicazione della data, dell’ora e del luogo di svolgimento costituisce a tutti gli effetti formale notifica nei confronti dei candidati ammessi alla procedura in parola. Non seguiranno ulteriori comunicazioni in merito
Ai candidati che conseguono l’ammissione al colloquio sarà data comunicazione con l’indicazione del voto riportato nella suddetta prova esclusivamente sul sito aziendale www.scamilloforlanini.rm.it nella sezione “Concorsi”.
Il risultato della valutazione dei titoli sarà affisso nel locale adibito al colloquio prima dell’effettuazione dello stesso.
I candidati all’atto di presentarsi alla prova d’esame, dovranno esibire un valido documento di riconoscimento.
Il risultato del colloquio sarà pubblicato sul sito aziendale www.scamilloforlanini.rm.it nella sezione “Concorsi”.
I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove scritta ed il colloquio nel giorno, nell’ora e nella sede stabiliti, saranno dichiarati decaduti dalla pubblica selezione, quale sia la causa dell'assenza anche se non dipendente dalla loro volontà.
La prova della selezione non può aver luogo nei giorni festivi, né nei giorni di festività religiose ebraiche o valdesi.
ART. 8 - TITOLI VALUTABILI E CRITERI DI VALUTAZIONE
La commissione esaminatrice, dispone, complessivamente, di 100 punti così ripartiti:
a) 75 punti per le prove di esame;
b) 25 punti per i titoli.
Gli 75 punti per la valutazione delle prove di esame sono così ripartiti:
a) 25 punti per la prova scritta;
b) 50 punti per il colloquio.
I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:
- Titoli di carriera : 10
- Titoli accademici e di studio : 5
- Pubblicazioni e titoli scientifici : 5
- Curriculum formativo e professionale : 5
ART. 9 – PROVE D’ESAME
Gli esami consisteranno nelle seguenti prove:
PROVA SCRITTA: somministrazione di quiz a risposta sintetica in misura non inferiore a quattro su argomenti inerenti il profilo messo a selezione;
COLLOQUIO: sulle materie inerenti il profilo messo a selezione, nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire.
L’ammissione al colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza della prova scritta , espressa in termini numerici di almeno 15/25.
Il superamento del colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza , espressa in termini numerici, di almeno 30/50.
ART. 10 - GRADUATORIA
La graduatoria dei candidati idonei sarà formulata dalla Commissione esaminatrice, tenuto anche conto degli eventuali titoli comprovanti il diritto di precedenza o preferenza presentati dai candidati con la domanda di partecipazione secondo quanto previsto dalle vigenti disposizioni di legge in materia. E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito in ciascuna delle prove di esame la prevista valutazione di sufficienza.
La graduatoria di merito, sarà approvata con deliberazione del Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini e sarà pubblicata sul sito aziendale www.scamilloforlanini.rm.it nella sezione “Concorsi” nonché sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio.
Il vincitore sarà invitato ad assumere servizio entro i termini stabiliti dalla normativa contrattuale vigente e dalle norme regionali. Ai fini giuridici ed economici l’assunzione decorrerà dalla data dell’effettiva immissione in servizio.
ART. 11 - TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ai sensi del D. Lgs 30/06/2003 n. 196, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso la U.O.C. Gestione Risorse Umane dell’Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, per le finalità di gestione della pubblica selezione e saranno trattati anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione.
Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle Amministrazioni Pubbliche direttamente interessate alla posizione giuridico-economica del candidato.
L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del citato D.Lgs tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni diritti complementari tra cui il diritto di far rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti del Direttore U.O.C. Gestione Risorse Umane dell’Azienda Ospedaliera.
ART. 12 - ADEMPIMENTI DEL VINCITORE
L’immissione in servizio del vincitore resta subordinata all’esito della visita medica di idoneità alla specifica mansione da effettuarsi a cura del Medico Competente di questa Azienda.
In applicazione degli articoli 6 e 13 del D.P.R. n. 62/2013 (Regolamento recante Codice di Comportamento dei Dipendenti Pubblici) si fa presente che il concorrente vincitore dovrà rendere le dichiarazioni previste dalla normativa introdotta in materia di anticorruzione, come da apposito modulo da sottoscrivere obbligatoriamente prima della stipulazione del contratto individuale di lavoro.
Con l’assunzione in servizio è implicita l’accettazione senza riserve di tutte le disposizioni che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico dei dipendenti di questa Azienda.
L’Azienda provvederà ad effettuare i controlli sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di certificazioni o di documentazione, acquisendone direttamente i dati qualora in possesso di altre Amministrazioni e l’accertata carenza di uno dei requisiti prescritti per l’assunzione determinerà la risoluzione immediata del rapporto di lavoro.
Al candidato assunto in servizio verrà attribuito il trattamento economico previsto, per il corrispondente profilo professionale, dal contratto collettivo nazionale di lavoro del Servizio Sanitario Nazionale.
ART. 13 - NORME FINALI
Per quanto non espressamente previsto nel presente bando, si intendono richiamate le disposizioni legislative vigenti.
Il presente bando sarà integralmente pubblicato sul sito internet aziendale all’indirizzo www.scamilloforlanini.rm.it nella sezione “Concorsi” nonché sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio.
L’Azienda Ospedaliera San Camillo – Forlanini si riserva piena facoltà di prorogare e riaprire i termini, revocare, sospendere e modificare il presente bando, ove ricorrano motivi di pubblico interesse, escludendo per i candidati qualsiasi pretesa o diritto, nonché di sospendere o revocare il procedimento di assunzione anche dopo l’espletamento delle prove e l’approvazione della graduatoria qualora ne ravvisasse la necessità per ragioni di pubblico interesse.
Per eventuali chiarimenti gli interessati potranno rivolgersi presso l’U.O.C. Gestione Risorse Umane dell’Azienda Ospedaliera San Camillo – Forlanini – Circonvallazione Gianicolense, 87 - 00152 Roma, telefono 06/58702552 - sito internet: www.scamilloforlanini.rm.it.
IL DIRETTORE GENERALE
(Dott. Fabrizio d’Alba)