Nomina UNIVERSITA' DI CASSINO Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 47 del 15-06-2018

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Nomina

Nota Bene: trattandosi di 'Nomina' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.



Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Nomina
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 47 del 15-06-2018
Sintesi: UNIVERSITA' DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE Nomina Nomina della commissione giudicatrice per la rinnovazione della procedura di valutazione comparativa per la copertura di un posto di professore di ruolo di ...
Ente: UNIVERSITA' DI CASSINO
Regione: LAZIO
Provincia: FROSINONE
Comune: CASSINO
Data di pubblicazione 15-06-2018
Condividi

UNIVERSITA' DI CASSINO E DEL LAZIO MERIDIONALE

Nomina

Nomina della commissione giudicatrice per la rinnovazione della procedura di valutazione comparativa per la copertura di un posto di professore di ruolo di prima fascia, per la facolta' di scienze motorie, settore scientifico-disciplinare BIO/10 - Biochimica.

 
 
                             IL RETTORE 
 
    Vista la legge  3  luglio  1998  n.  210,  contenente  norme  sul
reclutamento dei ricercatori e dei professori universitari; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 23 marzo 2000 n.
117, contenente il «Regolamento  recante  modifiche  al  decreto  del
Presidente della Repubblica 19 ottobre 1998 n.  390,  concernente  le
modalita' di espletamento delle procedure  per  il  reclutamento  dei
professori universitari di ruolo e dei ricercatori a norma  dell'art.
1 della legge 3 luglio 1998 n. 390», ed in particolare  l'art.  3  il
quale definisce la  composizione  delle  commissioni  giudicatrici  e
dispone che la relativa nomina avvenga con decreto rettorale, nonche'
l'art. 4; 
    Vista  la  legge  9  gennaio  2009  n.  1,  di  conversione   con
modificazioni del decreto legge  10  novembre  2008  n.  180,  ed  in
particolare  l'art.  1  comma  4,  contenente  disposizioni  per   le
procedure  di  valutazione  comparativa  per  il   reclutamento   dei
professori universitari di I e II fascia della prima e della  seconda
sessione 2008, nonche' il comma 6, che rinvia  per  le  modalita'  di
svolgimento  delle  relative  elezioni  ad  un   successivo   decreto
ministeriale,  ed  il  comma  8-bis,  che  dispone:   «i   professori
universitari i quali non usufruiscono del periodo di trattenimento in
servizio di cui all'art. 16, comma  1,  del  decreto  legislativo  30
dicembre 1992, n. 503, conservano l'elettorato attivo  e  passivo  ai
fini della costituzione delle commissioni di valutazione  comparativa
per posti di professore e ricercatore universitario, e  comunque  non
oltre il 1° novembre successivo  al  compimento  del  settantaduesimo
anno di eta'»; 
    Visto il decreto del Ministro dell'istruzione, dell'universita' e
della ricerca n. 139 del 27 marzo 2009 che, in attuazione dell'art. 1
comma 6, della legge n. 1/2009, fissa  le  modalita'  di  svolgimento
delle elezioni e  del  sorteggio,  ivi  comprese  ove  necessario  le
suppletive, in relazione a quanto  disposto  dai  commi  4  e  5  del
medesimo articolo; 
    Visto  il  bando,  relativo   alla   procedura   di   valutazione
comparativa per il reclutamento di un professore di  ruolo  di  prima
fascia del settore scientifico disciplinare BIO/10: Biochimica per le
esigenze della facolta' di scienze  motorie  (oggi,  Dipartimento  di
scienze  umane,  sociali  e  della  salute)  di  questa  Universita',
approvato con decreto rettorale n. 456 del 13  giugno  2008,  il  cui
avviso e' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della  Repubblica
italiana - 4ª Serie speciale - n. 48 del 20 giugno 2008; 
    Visto il decreto rettorale n. 47 del  5  febbraio  2010,  con  il
quale e' stata costituita la commissione giudicatrice della procedura
di valutazione  comparativa  suindicata,  pubblicato  nella  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi  ed
esami» - n. 15 del 23 febbraio 2010; 
    Visto il decreto rettorale n. 334 del  29  giugno  2010,  con  il
quale e' stata concessa alla commissione una proroga di quattro  mesi
per la conclusione dei lavori; 
    Visto il decreto rettorale n. 793 del  6  dicembre  2010  con  il
quale sono stati approvati gli atti  della  commissione  giudicatrice
della  procedura  di  valutazione  comparativa  suindicata,  con   la
indicazione dei candidati dichiarati idonei; 
    Visto il ricorso di  primo  grado,  n.  354/2011,  presentato  al
T.A.R. Latina dal  prof.  Agostinelli  Enzo  per  l'annullamento  del
surrichiamato decreto rettorale n. 739 del 6 dicembre 2010 e di  ogni
altro   atto   e/o   provvedimento    presupposto,    connesso    e/o
consequenziale; 
    Vista la sentenza del Tribunale  amministrativo  regionale  Lazio
sezione staccata di Latina - sez. I - n. 00180/2012,  che  respingeva
il ricorso 354/2011 del prof. Agostinelli; 
    Vista la sentenza n. 5865 del 16 novembre 2017, acquisita  -  per
il tramite dell'Avvocatura generale dello Stato, con  nota  prot.  n.
24492 del 17 gennaio 2018 - dal protocollo  generale  dell'ateneo  in
data 18 gennaio 2018 al n. 1167, con la quale il Consiglio di  Stato,
accogliendo  il  ricorso  n.  8104/2012,  proposto  dal  prof.   Enzo
Agostinelli   per   la   riforma   della   sentenza   del   Tribunale
amministrativo  regionale  Lazio -  sez.  staccata   di   Latina   n.
00180/2012, dispone che va  accolto  il  ricorso  di  primo  grado  e
annullati gli atti ivi impugnati, con «l'effetto  conformativo  della
reiterazione della valutazione comparativa  in  esame,  emendata  dai
vizi di illegittimita' qui  condivisi,  e  da  operarsi,  secondo  il
criterio corrispondente alla  consolidata  giurisprudenza  di  questo
Consiglio, mediante l'attivita' affidata ad  una  nuova  commissione,
nominata dagli organi competenti in diversa composizione»; 
    Ravvisata la necessita' di dare applicazione  alla  surrichiamata
sentenza del Consiglio di Stato, affidando ad una  nuova  commissione
la valutazione comparativa dei candidati, la  cui  procedura  sia  in
particolare emendata dei seguenti vizi di  illegittimita',  sollevati
dal ricorrente e condivisi dal Consiglio di Stato: 
      fissazione dei criteri di valutazione, prima che ai  commissari
siano comunicati i nominativi dei candidati; 
      formulazione dei giudizi  individuali  di  tutti  i  candidati,
prima della formulazione dei rispettivi giudizi collegiali; 
      un'attenta valutazione  delle  cause  di  incompatibilita'  dei
commissari; 
      esplicitazione nel verbale della valutazione comparativa finale
di come ciascun commissario ha votato; 
    Visto il decreto rettorale n. 437 del 28 marzo  2018,  pubblicato
nella  Gazzetta  Ufficiale  della  Repubblica  italiana  -  4ª  Serie
speciale - n. 36 dell'8 maggio 2018, con il  quale  -  in  esecuzione
della sentenza del Consiglio di Stato n. 5865 del 16 novembre 2017  -
si e' provveduto ad annullare  gli  atti  e  dichiarare  decaduta  la
commissione giudicatrice della procedura di valutazione  comparativa,
di cui sopra, nominata con decreto rettorale n.  47  del  5  febbraio
2010; 
    Vista la nota prot. n. 9055 del 3 maggio 2018, con  la  quale  il
Direttore del Dipartimento di scienze umane, sociali e  della  salute
ha trasmesso l'estratto di verbale del consiglio di Dipartimento che,
nella seduta del 2 maggio 2018, ha indicato  quale  membro  designato
della Commissione in questione, ai fini della sua ricostituzione,  il
prof.  Bellelli  Andrea,  ordinario  per   il   settore   scientifico
disciplinare BIO/10: Biochimica presso  il  Dipartimento  di  scienze
biochimiche «Alessandro Rossi Fanelli» dell'Universita'  degli  studi
di Roma «Sapienza»; 
    Vista la  nota  del  18  maggio  2018,  acquisita  al  protocollo
generale dell'ateneo in pari data  al  n.  10572,  con  la  quale  il
M.I.U.R. ha comunicato l'esito del sorteggio,  tenutosi  in  data  17
maggio  2018,  per  la  ricostituzione  della  commissione,  di   cui
trattasi; 
    Considerato che, ai sensi dell'art. 3 del decreto del  Presidente
della Repubblica 23 marzo 2000, n. 117, cosi' come innovato dall'art.
1  comma  4  della  legge  9  gennaio  2009,  n.  1,  le  commissioni
giudicatrici  delle  procedure  di  valutazione  comparativa  per  il
reclutamento di professori di ruolo di prima fascia  sono  costituite
da un professore ordinario, nominato dalla facolta' che ha  richiesto
il  bando,  e  da  quattro  professori  ordinari,  non   appartenenti
all'universita' che ha richiesto il bando, sorteggiati da  una  lista
di professori  ordinari,  pari  al  triplo  dei  commissari  elettivi
complessivamente necessari nella sessione; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
    In esecuzione della sentenza del Consiglio di Stato n.  5865  del
16 novembre 2017, illustrata in premessa, la commissione giudicatrice
per la rinnovazione della procedura di valutazione comparativa per il
reclutamento di un professore di ruolo di prima  fascia  del  settore
scientifico disciplinare BIO/10: Biochimica  per  le  esigenze  della
facolta' di Scienze motorie (oggi,  Dipartimento  di  scienze  umane,
sociali e della salute) di questa universita', approvata con  decreto
rettorale n. 456 del 13 giugno  2008,  il  cui  e'  avviso  e'  stato
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana  -  4ª
Serie speciale - n. 48 del  20  giugno  2008,  e'  ricostituita  come
segue: 
      Dipartimento di Scienze umane, sociali  e  della  salute  (gia'
facolta' di Scienze motorie); 
      settore scientifico-disciplinare BIO/10: Biochimica; 
      prof.   Bellelli   Andrea,    ordinario    per    il    settore
scientifico-disciplinare BIO/10: Biochimica, presso  il  Dipartimento
di scienze biochimiche «Alessandro  Rossi  Fanelli»  dell'Universita'
degli studi di Roma «Sapienza» (designato dalla facolta'); 
      prof. Sarti Paolo,  ordinario  in  quiescenza  per  il  settore
scientifico-disciplinare BIO/10: Biochimica, gia' in servizio  presso
l'Universita' degli studi di Roma «Sapienza»; 
      prof.ssa   Palmieri   Marta,   ordinario   per    il    settore
scientifico-disciplinare BIO/10: Biochimica, presso  il  Dipartimento
di neuroscienze, biomedicina e movimento dell'Universita' degli studi
di Verona; 
      prof.   Corazzi   Lanfranco,   ordinario   per    il    settore
scientifico-disciplinare BIO/10: Biochimica, presso  il  Dipartimento
di medicina sperimentale dell'Universita' degli studi di Perugia; 
      prof.   Maccarrone   Mauro,   ordinario    per    il    settore
scientifico-disciplinare  BIO/10:  Biochimica,  presso  l'Universita'
«Campus Bio-Medico» di Roma. 
      La commissione dovra' procedere secondo quanto  statuito  nella
sentenza del Consiglio  di  Stato  n.  5865  del  16  novembre  2017,
richiamata in premessa. 
    La Commissione dovra' concludere i lavori entro  sei  mesi  dalla
data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del  presente  decreto
di nomina. Con le modalita', di cui all'art.  6,  ultimo  comma,  del
bando di concorso, e' consentita una sola proroga e per non  piu'  di
quattro mesi. 
                               Art. 2 
 
 
    Dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del presente
decreto decorre il termine di trenta giorni, previsto dall'art. 5 del
bando di concorso, per la presentazione  al  rettore,  da  parte  dei
candidati, di eventuali istanze di ricusazione dei commissari. 
    Il presente decreto, acquisito agli atti della raccolta  interna,
e' pubblicato nella Gazzetta Ufficiale e adeguatamente  pubblicizzato
anche per via telematica. 
      Cassino, 25 maggio 2018 
 
                                                    Il rettore: Betta