Concorso per 6 ricercatori universitari (lombardia) UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 6
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 29 del 12-04-2019
Sintesi: UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO Concorso (Scad. 12 maggio 2019) Procedure di valutazione per la copertura di sei posti di ricercatore a tempo determinato, vari settori concorsuali, per le sedi di Milano ...
Ente: UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO
Regione: LOMBARDIA
Provincia: MILANO
Comune: MILANO
Data di pubblicazione 22-04-2019
Data Scadenza bando 12-05-2019
Condividi

UNIVERSITA' CATTOLICA DEL SACRO CUORE DI MILANO

Concorso (Scad. 12 maggio 2019)

Procedure di valutazione per la copertura di sei posti di ricercatore a tempo determinato, vari settori concorsuali, per le sedi di Milano e Brescia.

 
    Ai sensi dell'art. 24 comma 3, lettere a) e b),  della  legge  n.
240/2010 e del regolamento relativo alla disciplina dei ricercatori a
tempo determinato emanato con decreto rettorale n. 3624 del 12 luglio
2017, si comunica che l'Universita'  Cattolica  del  Sacro  Cuore  ha
bandito, con decreti rettorali n. 5224 e n. 5229 del 25 marzo 2019 le
seguenti procedure di valutazione di ricercatore a tempo determinato. 
Ricercatori a tempo determinato ex art.  24,  comma  3,  lettera  A -
  (cinque posti). 
    Facolta' di scienze della formazione (un posto): 
      settore concorsuale: 10/F1 - Letteratura italiana; 
      settore scientifico-disciplinare:  L-FIL-LET/10  -  Letteratura
italiana; 
      durata del contratto: triennale, prorogabile per due anni; 
      regime d'impegno: tempo pieno; 
      ambito di ricerca: letteratura italiana  dei  secoli  XVII-XIX,
con particolare attenzione alla  teoria  letteraria,  alla  scrittura
teatrale del Settecento e all'opera di Manzoni; 
      funzioni: sul piano scientifico il  candidato  dovra'  svolgere
ricerche finalizzate allo studio e  all'edizione  di  testi  teatrali
poco noti o inediti che  possano  contribuire  a  una  piu'  completa
ricostruzione della cultura teatrale  pregoldoniana;  dovra'  inoltre
commentare  testi  teorici  sul  teatro  e  sulla  letteratura,   con
particolare attenzione a quelli manzoniani,  inserendoli  nell'ambito
della coeva  cultura  europea,  in  ispecie  francese  e  tedesca,  e
agganciandoli alla speculazione secentesca. Il candidato e'  chiamato
a collaborare ai progetti di ricerca  promossi  dal  dipartimento,  a
coordinare  convegni  e  seminari,   a   stabilire   e   incrementare
collaborazioni con studiosi, enti e istituti di rilevanza nazionale e
internazionale. Dovra' svolgere  inoltre  attivita'  didattica  e  di
assistenza agli studenti secondo quanto stabilito  dal  Consiglio  di
facolta'; 
      sede di servizio: Milano; 
      lingua straniera: francese; 
      numero massimo di pubblicazioni: dodici. 
    Facolta' di scienze matematiche, fisiche e naturali (un posto): 
      settore concorsuale: 02/C1 -  Astronomia,  astrofisica,  fisica
della terra e dei pianeti; 
      settore  scientifico-disciplinare:  FIS/06  -  Fisica  per   il
sistema terra e il mezzo circumterrestre; 
      durata del contratto: triennale, prorogabile per due anni; 
      regime d'impegno: tempo pieno; 
      ambito di ricerca: l'ambito  di  ricerca  e'  ascrivibile  alla
fisica dell'atmosfera e alla micrometeorologia  e  piu'  in  generale
alla fisica ambientale e alle sue interazioni con l'ecologia generale
e applicata. Il suo carattere e' quindi fortemente  multidisciplinare
e  interdisciplinare.  In  particolare   e'   rivolto   allo   studio
dell'inquinamento atmosferico in  ambito  urbano  e  periurbano,  con
particolare riferimento a  ozono,PM  e  NOx;  alla  caratterizzazione
degli scambi di gas e di energia tra  atmosfera  ed  ecosistemi,  con
particolare riferimento alla CO2, all'acqua  e  alla  deposizione  di
inquinanti e ai loro effetti a ogni livello;  alla  caratterizzazione
delle  emissioni  e  degli  impatti  sull'atmosfera  dei  sistemi  di
produzione energetica; allo studio dei cambiamenti climatici e  degli
interventi di  contrasto  e  mitigazione.  E'  richiesta  una  solida
preparazione sui fenomeni fisici dello strato limite planetario e  in
particolare dei processi  di  deposizione.  Sono  richieste  altresi'
conoscenze approfondite sulle tecniche di  misura  -  in  particolare
l'eddy covariance, in tutte le sue  accezioni  e  varianti  -,  sulla
strumentazione  analitica  e  sulla   modellistica,   sia   di   tipo
prognostico  che  diagnostico.  Sono  indispensabili  competenze   di
elettronica, meccanica, pneumatica  e  di  programmazione  -  sia  di
computer che di datalogger  -  e  trasmissione  dati.  Le  competenze
didattiche riguardano gli ambiti della fisica generale, della  fisica
dell'atmosfera e della fisica ambientale; 
      funzioni: il candidato selezionato verra' inserito  nel  gruppo
di ricerca di fisica ambientale ed ecofisiologia del Dipartimento  di
matematica e fisica e sara' tenuto a svolgere  attivita'  di  ricerca
nelle  aree  del  settore  scientifico-disciplinare  attinenti   alla
micrometeorologia,  in  particolare  riguardo  agli  scambi  di  gas,
energia e materia tra vegetazione e atmosfera. La ricerca scientifica
sara'  svolta  prioritariamente  nell'ambito  del  progetto   europeo
BBCLEAN che prevede lo studio della distribuzione  del PM  in  ambito
alpino in relazione alle condizioni meteoclimatiche, con  particolare
riferimento al PM  fine  e  ultrafine,  e  alla  quantificazione  dei
processi di dispersione e deposizione sulle  diverse  superfici,  sia
mediante misure che modelli. Il candidato  dovra'  inoltre  occuparsi
delle misure micrometeorologiche dei flussi di CO2, H2O, O3,  NOx  ed
energia  attualmente  in  corso  presso  la   stazione   sperimentale
installata a Bosco della Fontana in Marmirolo  (MN)  nell'ambito  del
progetto  FP7  ECLAIRE,  nonche'  dello  sviluppo   di   modelli   di
deposizione di specie gassose  su  vegetali  finalizzati  alla  stima
dell'uptake stomatico e alla individuazione di relazioni  dose-danno.
Nello stesso sito il candidato  dovra'  occuparsi  della  misura  dei
flussi di emissione  e/o  deposizione  al  suolo  dei  composti  gia'
citati, mediante sistemi automatici di camere statiche  e  dinamiche.
Il candidato dovra' occuparsi della  valorizzazione  scientifica  dei
risultati della propria ricerca e delle eventuali ricerche  pregresse
delle quali verranno messi a disposizione tutti i  dati  disponibili.
E' attesa da parte del candidato la pubblicazione come  primo  autore
di almeno un articolo scientifico all'anno su  rivista  referata  nel
primo quartile del settore. Sara' infine richiesta  la  scrittura  di
progetti di ricerca innovativi sulle tematiche oggetto  del  presente
bando  finalizzati  all'acquisizione   di   finanziamenti   su   base
competitiva in  ambito  nazionale  e  internazionale.  L'insegnamento
sara'  incentrato  sui  temi   della   fisica   dell'atmosfera,   del
cambiamento climatico, della micrometeorologia, del  controllo  degli
inquinanti, delle misure e modelli  per  l'ambiente  e  della  fisica
delle emissioni dei sistemi di produzione energetica; 
      sede di servizio: Brescia; 
      lingua straniera: inglese; 
      numero massimo di pubblicazioni: dodici. 
    Facolta' di scienze matematiche, fisiche e naturali (un posto): 
      settore concorsuale: 09/H1  -  Sistemi  di  elaborazione  delle
informazioni; 
      settore  scientifico-disciplinare:  ING-INF/05  -  Sistemi   di
elaborazione delle informazioni; 
      durata del contratto: triennale, prorogabile per due anni; 
      regime d'impegno: tempo pieno; 
      ambito   di   ricerca:   valutazione   delle   prestazioni   di
applicazioni e infrastrutture di calcolo; 
      funzioni:  il  candidato  selezionato  e'  tenuto  a   svolgere
attivita'  di   ricerca   in   aree   caratterizzanti   del   settore
scientifico-disciplinare  e  inserirsi  nel  principale  filone  gia'
presente in Dipartimento, relativo alla valutazione delle prestazioni
di  applicazioni  e  infrastrutture  di   calcolo,   contribuendo   a
potenziarlo. A tal fine e' richiesta una  solida  preparazione  sulle
tecniche  di  valutazione  delle  prestazioni   di   applicazioni   e
infrastrutture di calcolo. Sono richieste altresi'  conoscenze  sulle
infrastrutture e applicazioni di cloud computing e sulle politiche di
bilanciamento del carico di lavoro  e  degli  algoritmi  di  resource
provisioning  e  scheduling  per  tali  ambienti  anche  in  contesto
real-time.  Il  candidato   dovra'   inoltre   possedere   competenze
sull'analisi dei dati con riferimento all'ambito del  data  mining  e
degli ambienti basati sull'intelligenza  artificiale.  Le  competenze
didattiche riguardano gli ambiti  istituzionali  dell'informatica  di
base e ambiti  piu'  avanzati  quali  data  science,  data  mining  e
tecniche di machine learning; 
      sede di servizio: Brescia; 
      lingua straniera: inglese; 
      numero massimo di pubblicazioni: dodici. 
    Facolta' di scienze politiche e sociali (due posti): 
      settore concorsuale: 14/C2 - Sociologia dei processi  culturali
e comunicativi; 
      settore  scientifico-disciplinare:  SPS/08  -  Sociologia   dei
processi culturali e comunicativi; 
      durata del contratto: triennale, prorogabile per due anni; 
      regime d'impegno: tempo pieno; 
      sede di servizio: Milano; 
      lingua straniera: inglese; 
      numero massimo di pubblicazioni: dodici. 
    Nel caso in cui dovessero presentarsi  candidati  stranieri,  nel
corso del colloquio verra' verificata l'eventuale conoscenza,  almeno
strumentale, della lingua italiana. 
Profilo n. 1. 
    Ambito di ricerca: media tradizionali e nuovi media nel  contesto
nelle disuguaglianze culturali e sociali. 
    Funzioni:   attivita'   di   ricerca   pertinente   al   settore,
organizzazione e coordinamento  di  ricerca  a  livello  nazionale  e
internazionale  nel  campo  della  sociologia  dei  media   e   della
comunicazione. In particolare, la ricerca si concentrera' sulle  reti
sociali, sull'impatto delle tecnologie sulla vita collettiva e  sulle
tematiche  delle  disuguaglianze  sociali  e  culturali.  L'attivita'
includera'  la  collaborazione  con  le   cattedre   di   riferimento
nell'attivita' didattica (cicli di esercitazioni, esami, tesi)  e  la
disponibilita'  ad  assumere  compiti  di   didattica   ufficiale   e
integrativa eventualmente assegnati dalla facolta' di appartenenza. 
Profilo n. 2. 
    Ambito di ricerca: cultura materiale con  particolare  attenzione
al rapporto tra artefatti e relazioni sociali. 
    Funzioni:  attivita'  di  ricerca  pertinente  al   settore.   In
particolare progettazione, organizzazione e coordinamento di  ricerca
a livello nazionale e internazionale nel campo della sociologia della
comunicazione e della cultura con specifica attenzione  alla  cultura
materiale, ovvero agli oggetti e ai processi nei  quali  gli  aspetti
immateriali della cultura sono incorporati e assumono forma  visibile
e durevole, soprattutto nell'ambito della moda, dell'arte, del  cibo,
dell'architettura e del design, della  citta'  e  della  vita  urbana
ecc.. La ricerca si focalizzera' sullo studio delle strutture sociali
e degli apparati simbolici che  si  celano  dietro  queste  forme  di
produzione culturale. L'attivita' includera' la  collaborazione  alle
cattedre  di   riferimento   nell'attivita'   didattica   (cicli   di
esercitazioni, esami, tesi) e la disponibilita' ad  assumere  compiti
di didattica ufficiale e integrativa  eventualmente  assegnati  dalla
facolta' di appartenenza. 
Ricercatore a tempo determinato ex art. 24, comma 3, lettera B  - (un
  posto): 
    Facolta' di scienze della formazione (un posto): 
      settore concorsuale: 11/D2 - Didattica,  pedagogia  speciale  e
ricerca educativa; 
      settore  scientifico-disciplinare:  M-PED/03  -   Didattica   e
pedagogia speciale; 
      durata del contratto: triennale; 
      regime d'impegno: tempo pieno; 
      ambito  di  ricerca:  didattica  ed  educazione  mediale,   con
particolare  riferimento  alla  formazione  degli  adulti  (genitori,
insegnanti, operatori) e alle implicazioni per la pastorale; 
      funzioni: il ricercatore sara' chiamato a coprire  insegnamenti
di didattica e di tecnologie dell'istruzione, coordinare attivita' di
formazione  degli  insegnanti,  degli  educatori  e  degli  operatori
pastorali, sviluppare e seguire progetti di ricerca e intervento  sul
territorio in partnership con altri enti  e  in  particolare  con  la
Conferenza Episcopale Italiana. Riabilitazione e tecnologia positiva; 
      sede di servizio: Milano; 
      lingua straniera: inglese; 
      numero massimo di pubblicazioni: dodici. 
    Finanziamento:  Centro  di  ricerca  sull'educazione  ai   media,
all'informazione e alla tecnologia (CREMIT) e Associazione  Webmaster
cattolici (Weca). 
    Per i posti da ricercatore a tempo determinato ex art. 24,  comma
3, lettera a, sono ammessi alle procedure di valutazione i  candidati
in possesso del titolo di dottore di ricerca o titolo equivalente. 
    Per i posti da ricercatore a tempo determinato ex art. 24,  comma
3, lettera b, sono ammessi alle procedure di valutazione i  candidati
in possesso del titolo di dottore di  ricerca  o  titolo  equivalente
che: 
      a)  hanno  usufruito  dei  contratti   di   durata   triennale,
prorogabili per soli due anni, di cui all'art. 24, comma 3 lettera a)
della legge 30 dicembre 2010, n. 240; 
      b) hanno conseguito l'abilitazione scientifica  nazionale  alle
funzioni di professore di prima o di seconda fascia di  cui  all'art.
16 della legge 30 dicembre 2010, n. 240; 
      c) sono in possesso del titolo di specializzazione medica; 
      d) hanno usufruito per almeno tre anni anche non consecutivi: 
        di contratti ai sensi dell'art. 1, comma 14,  della  legge  4
novembre 2005, n. 230; 
        di assegni di ricerca ai sensi dell'art. 51, comma  6,  della
legge 27 dicembre 1997, n. 449; 
        di assegni di ricerca ai sensi dell'art. 22  della  legge  30
dicembre 2010, n. 240; 
        di borse post dottorato ai sensi dell'art. 4 della  legge  30
novembre 1989, n. 398; 
        di analoghi contratti, assegni o borse in atenei stranieri. 
    I requisiti per ottenere  l'ammissione  devono  essere  posseduti
alla data di scadenza del termine utile per  la  presentazione  delle
domande. 
    Dal giorno successivo a quello della pubblicazione  del  presente
avviso nella Gazzetta Ufficiale -  4  Serie  speciale  Concorsi  ed
esami  decorre  il  termine  perentorio  di  trenta  giorni  per  la
presentazione delle domande di partecipazione  secondo  le  modalita'
stabilite dai bandi. 
    I testi integrali dei bandi, con  allegati  il  fac-simile  della
domanda e con  l'indicazione  dei  requisiti  e  delle  modalita'  di
partecipazione  alle  sopraindicate  procedure  di  valutazione,   e'
disponibile presso l'Ufficio amministrazione concorsi  -  Universita'
Cattolica del Sacro Cuore, largo A. Gemelli, n. 1 -  20123  Milano  e
per      via      telematica       al       seguente       indirizzo:
http://progetti.unicatt.it/progetti-ateneo-milano-brescia-piacenza-e-
cremona-ricercatori-a-tempo-determinato-legge-240-2010-art-24#content 
    I  bandi  sono  altresi'   consultabili   sul   sito   del   MIUR
all'indirizzo:  http://bandi.miur.it  oppure  sul  sito   dell'Unione
europea all'indirizzo: http://ec.europa.eu/euraxess