Concorso per 7 ricercatori (veneto) UNIVERSITA' 'IUAV' DI VENEZIA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 7
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 62 del 06-08-2019
Sintesi: UNIVERSITA' «IUAV» DI VENEZIAConcorso (Scad. 5 settembre 2019)Procedure di selezione per la copertura di sette posti di ricercatore a tempo determinato, settore concorsuale 05/C1 - Ecologia, per il Dipartimento di culture del progetto. ...
Ente: UNIVERSITA' 'IUAV' DI VENEZIA
Regione: VENETO
Provincia: VENEZIA
Comune: VENEZIA
Data di pubblicazione 09-08-2019
Data Scadenza bando 05-09-2019
Condividi

UNIVERSITA' «IUAV» DI VENEZIA

Concorso (Scad. 5 settembre 2019)

Procedure di selezione per la copertura di sette posti di ricercatore a tempo determinato, settore concorsuale 05/C1 - Ecologia, per il Dipartimento di culture del progetto.

 
    L'Universita' IUAV  di  Venezia  indice  procedure  di  selezione
pubbliche con valutazione comparativa per la copertura di sette posti
di ricercatore a tempo determinato. 
Posto n. 1. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore: 05/C - Ecologia. 
    Settore concorsuale: 05/C1 - Ecologia. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento per  il  profilo:
BIO/07 - Ecologia. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma  3,  lettera  b)  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010 n. 240. 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo della ricerca:  il  contributo  dell'ecologia  a  supporto
delle   decisioni   nella   pianificazione   urbana,    territoriale,
paesaggistica e dello spazio marino. 
    Tema della ricerca: la pianificazione territoriale si trova  oggi
ad affrontare con urgenza sfide legate a cambiamenti globali  e  alla
crescente scarsita' delle risorse naturali, che mettono a rischio  la
conservazione degli ecosistemi e la sostenibilita' della biosfera. 
    In questo ambito, tenendo  conto  delle  competenze  del  settore
scientifico-disciplinare   di   riferimento,   il   ricercatore    si
focalizzera' in particolare sull'analisi e valutazione degli  effetti
ambientali e paesaggistici, anche in termini di benefici o perdita di
servizi ecosistemici, legati a scelte  alternative  nei  processi  di
piano, che influenzano le risposte  degli  ecosistemi.  Il  campo  di
applicazione della ricerca,  riguardera'  a  livello  territoriale  e
urbano  la  produzione  di   energia   da   fonti   rinnovabili,   le
infrastrutture verdi, i processi di  pianificazione  paesaggistica  e
dello spazio marittimo. 
    Durata della ricerca: 3 anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a 12. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso. 
    Lingua straniera di  cui  e'  richiesta  la  conoscenza:  inglese
(livello ottimo). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti: l'impegno del ricercatore nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un massimo di 120  ore  di
didattica frontale per anno accademico) e la didattica integrativa  e
di servizio agli studenti, inclusi l'orientamento, il tutorato  e  le
attivita' di verifica. 
    L'impegno nella ricerca riguardera' gli ambiti indicati dal  tema
di   ricerca   e   afferenti   quindi   principalmente   al   settore
scientifico-disciplinare BIO/07 - Ecologia, ma anche in sinergia  con
il settore scientifico-disciplinare ICAR15, con gli  strumenti  della
Landscape Ecology e con quella nel campo della pianificazione. 
Posto n. 2. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore:  08/C  -   Design   e   progettazione   tecnologica
dell'architettura. 
    Settore concorsuale: 08/C1 - Design e  progettazione  tecnologica
dell'architettura. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento per  il  profilo:
ICAR/12 - Tecnologia dell'architettura. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma  3,  lettera  b)  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010 n. 240. 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo della ricerca: architettura  sostenibile  e  progettazione
ambientale: un dialogo aperto. 
    Tema della  ricerca:  la  ricerca  mira  a  delineare  un  quadro
conoscitivo  e  operativo  dei   temi   legati   alla   progettazione
sostenibile alla scala urbana e  architettonica  per  definire  delle
strategie  di  intervento,  nel  nuovo  e  nel   recupero,   per   il
miglioramento dell'efficienza energetica e della qualita'  ambientale
dello   spazio   costruito.   L'obiettivo   sara'   perseguito    con
l'individuazione di soluzioni che coniughino le prestazioni  tecniche
con le  caratteristiche  formali  ed  espressive  dei  manufatti  per
garantire  la  qualita'  degli  stessi  e  dell'ambiente  in  cui  si
inseriscono. La ricerca riguardera': 
      l'analisi   del   comportamento   energetico   e   dell'impatto
ambientale degli edifici nei contesti urbani; 
      la definizione  di  strumenti  e  strategie  a  supporto  della
progettazione tecnologica  di  edifici  sostenibili:  energeticamente
efficienti e in dialogo con l'ambiente di vita e il contesto urbano. 
    La    ricerca    si    svolgera'    nell'ambito    del    settore
scientifico-disciplinare ICAR12, ma avra' carattere interdisciplinare
e si relazionera' con ING/IND-11 e ICAR14. 
    Durata della ricerca: 3 anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a 12. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso. 
    Lingua straniera di  cui  e'  richiesta  la  conoscenza:  inglese
(livello buono). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti l'impegno del ricercatore  nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un massimo di 120  ore  di
didattica frontale per anno accademico) e la didattica integrativa  e
di servizio agli studenti, inclusi l'orientamento, il tutorato  e  le
attivita'  di  verifica.  La  didattica  frontale   sara'   orientata
all'insegnamento della  tecnologia  dell'architettura  sia  in  corsi
monodisciplinari che in  laboratori  integrati  di  progettazione  in
collaborazione con altre discipline. 
    L'impegno nella ricerca riguardera' gli ambiti indicati dal  tema
di   ricerca   e   afferenti   quindi   principalmente   al   settore
scientifico-disciplinare ICAR12, in sinergia con i settori ING/IND-11
e ICAR/14. 
Posto n. 3. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore:  08/C  -   Design   e   progettazione   tecnologica
dell'architettura. 
    Settore concorsuale: 08/C1 - Design e  progettazione  tecnologica
dell'architettura. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento per  il  profilo:
ICAR/13 - Disegno industriale. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma  3,  lettera  b)  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010 n. 240. 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo  della  ricerca:  l'apporto   dell'exhibit   design   alla
comprensione, fruizione e diffusione del design. 
    Tema della ricerca: la ricerca intende  riflettere  sul  rapporto
fra il design e le pratiche progettuali che  si  occupano  della  sua
tutela, valorizzazione e fruizione. In particolare, vertera' sui modi
di  presentare,  esporre  e  interpretare  tali  artefatti  e   sulle
modalita' della loro fruizione da parte di pubblici diversi. 
    Nella prima fase, lo studio si concentrera' sull'indagine storica
dei «modelli» espositivi che si  sono  occupati  di  interpretare  le
mutazioni nel tempo dei caratteri del design, inteso come  traduzione
di contesti sociali,  economici,  esecutivi  e  culturali  che  hanno
prodotto i suoi artefatti. Nella seconda fase sara'  approfondito  il
ruolo del progetto nella costruzione di strumenti, fisici o digitali,
di tutela e  fruizione,  soffermandosi  sulle  relazioni  fra  figure
professionali. Nella terza fase, l'indagine  interessera'  invece  le
«reazioni»  delle  categorie  di  fruitori  al  contatto   con   tali
materiali, con particolare attenzione per le esperienze di  didattica
museale. 
    Durata della ricerca: 3 anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a 12. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso 
    Lingua straniera di  cui  e'  richiesta  la  conoscenza:  inglese
(livello buono). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli  studenti  L'impegno  del  ricercatore  riguardera'  gli  ambiti
indicati dal tema di ricerca relativi all'interior  design,  inerenti
quindi principalmente al settore scientifico-disciplinare  ICAR/13  -
Disegno industriale, e le attivita' didattiche (fino a un massimo  di
120 ore di didattica frontale per anno accademico) il  cui  contenuto
risulti collegabile al tema di ricerca, di didattica integrativa e di
servizio agli studenti, inclusi l'orientamento, il tutorato,  nonche'
le attivita' di verifica dell'apprendimento. Sono  previste  altresi'
attivita' quali workshop e seminari. 
Posto n. 4. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore: 08/D - Progettazione architettonica. 
    Settore concorsuale: 08/D1 - Progettazione architettonica. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento per  il  profilo:
ICAR/14 - Composizione architettonica e urbana. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma  3,  lettera  b)  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010 n. 240. 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo  della  ricerca:  tra  disegno  e  materia.  Forme   della
figurazione e forme della costruzione. 
    Tema della ricerca:  il  candidato  dovra'  svolgere  la  propria
attivita'   di    ricerca    su    temi    afferenti    al    settore
scientifico-disciplinare ICAR14, ponendo  specifica  attenzione  alla
centralita' del progetto architettonico come momento di  sintesi  tra
livelli di riflessione diversi. 
    Piu' nel dettaglio la  ricerca  sara'  indirizzata  a  riflettere
sugli stretti legami che esistono nella formulazione  del  linguaggio
architettonico tra forme della figurazione e forme della costruzione.
Attraverso  la  lettura  di  esempi   significativi   della   pratica
architettonica moderna  e  contemporanea  si  dovranno  far  emergere
aspetti metodologici, analitico strumentali e compositivo-progettuali
utili a precisare i modi secondo i quali si definisce il rapporto tra
concezione e costituzione materiale dell'opera. 
    Durata della ricerca: 3 anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a 12. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso. 
    Lingua straniera di  cui  e'  richiesta  la  conoscenza:  inglese
(livello buono). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti l'impegno del ricercatore  nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un massimo di 120  ore  di
didattica frontale per anno accademico) e la didattica integrativa  e
di servizio agli studenti, inclusi l'orientamento, il tutorato  e  le
attivita' di verifica. 
    L'impegno nella ricerca riguardera' gli ambiti indicati dal  tema
di   ricerca   e   afferenti   quindi   principalmente   al   settore
scientifico-disciplinare    ICAR/14    ma    anche     al     settore
scientifico-disciplinare ICAR/16. 
Posto n. 5. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore: 08/E - Disegno, restauro e storia dell'architettura 
    Settore concorsuale: 08/E1 - Disegno. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento per  il  profilo:
ICAR/17 - Disegno. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma  3,  lettera  b)  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010 n. 240. 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo della ricerca: la rappresentazione  dell'architettura:  il
disegno dello spazio, tra tradizione e new media. 
    Tema della ricerca: l'ambito della ricerca e' la rappresentazione
architettonica, nei suoi plurimi aspetti  disciplinari,  legati  alla
pratica  del  disegno.  Da  un  lato,  la  ricerca  prevede  profonde
esplorazioni    critiche    nell'ambito    della    scienza     della
rappresentazione, nelle  sue  declinazioni  geometrico-descrittive  e
proiettive, dall'altro nei contenuti storici che ne hanno determinato
lo  sviluppo  e  che  ancora  oggi  ne  influenzano  il  destino.  In
particolare, la ricerca affrontera' un esame critico  delle  tecniche
storicamente consolidate di  rappresentazione,  ma  anche  delle  sue
possibili  ibridazioni  con   le   nuove   tecnologie   digitali   di
figurazione, nell'ambito della modellazione digitale,  parametrica  e
del rilievo architettonico assistito, con particolare attenzione  nei
confronti delle possibilita'  che  gli  ambiti  del  virtuale  e  del
multimediale  consentono.  La  ricerca  si  svolgera'   nel   settore
scientifico-disciplinare   ICAR/17   -   Disegno,    con    possibili
addentellati con ICAR/18  -  Storia  dell'architettura  e  ICAR/19  -
Restauro. 
    Durata della ricerca: 3 anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a 12. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso. 
    Lingua straniera di  cui  e'  richiesta  la  conoscenza:  inglese
(livello buono). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti l'impegno del ricercatore  nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un massimo di 120  ore  di
didattica frontale per anno accademico) e la didattica integrativa  e
di servizio agli studenti, inclusi l'orientamento, il tutorato  e  le
attivita' di verifica. 
    L'impegno nella ricerca riguardera' gli ambiti indicati dal  tema
di   ricerca   e   afferenti   quindi   principalmente   al   settore
scientifico-disciplinare ICAR 17  -  Disegno,  ma  anche  ai  settore
scientifico-disciplinare ICAR/18 - Storia dell'architettura e ICAR/19
- Restauro. 
Posto n. 6. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore: 10/C - Musica, teatro, cinema, televisione e  media
audiovisivi. 
    Settore concorsuale: 10/C1 - Teatro, musica, cinema,  televisione
e media audiovisivi. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento per  il  profilo:
L-ART/05 - Discipline dello spettacolo. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma  3,  lettera  b)  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010 n. 240. 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo   della   ricerca:   temporalita'   queer   della    scena
performativa. 
    Tema della ricerca: la ricerca investiga le  relazioni  tra  arti
performative, neomaterialismo e queer choreography con l'obiettivo di
tracciare un'aggiornata epistemologia della scena contemporanea. 
    Negli ultimi decenni, le arti performative si  sono  sempre  piu'
affermate come forma di pensiero critico, come  teorie  del  corpo  e
sperimentazioni di grammatiche. D'altra parte, il pensiero femminista
e queer ha  contribuito  a  ripensare  radicalmente  il  corpo  e  la
corporeita', introducendo epistemologie e metodologie di ricerca  che
possono essere utilizzate come  strumenti  nell'indagine  sulle  arti
performative. A partire da questi presupposti storico-teorici,  il/la
candidato/a indaghera' le tendenze in atto nella scena  contemporanea
tra natura/cultura, temporalita', materia, animalita', ambienti. 
    Durata della ricerca: 3 anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a 12. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso. 
    Lingua straniera di  cui  e'  richiesta  la  conoscenza:  inglese
(livello ottimo). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti: l'impegno del ricercatore nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un massimo di 120  ore  di
didattica frontale per anno accademico) e la didattica integrativa  e
di servizio agli studenti, inclusi l'orientamento, il tutorato  e  le
attivita' di  verifica.  E'  previsto  lo  svolgimento  di  attivita'
didattiche nei corsi di laurea di primo e  secondo  livello,  incluse
attivita'  formative  di  carattere  laboratoriale.  L'impegno  nella
ricerca riguardera'  gli  ambiti  indicati  dal  tema  di  ricerca  e
afferenti quindi principalmente al  settore  scientifico-disciplinare
L-ART05 ma anche al settore scientifico-disciplinare L-FIL-LET/14. 
Posto n. 7. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore: 10/C - Musica, teatro, cinema, televisione e  media
audiovisivi. 
    Settore concorsuale: 10/C1 - Teatro, musica, cinema,  televisione
e media audiovisivi. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento per  il  profilo:
L-ART/06 - Cinema, fotografia e televisione. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma  3,  lettera  b)  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010 n. 240. 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo della ricerca: pratiche e teorie mediali nella costruzione
del paesaggio italiano del dopoguerra. Per una geografia visuale  del
territorio. 
    Tema  della  ricerca:  il  cinema,  la  fotografia  e   i   media
restituiscono, sin  dal  secondo  dopoguerra,  un'immagine  complessa
dell'Italia. Nel cinema e nella fotografia, il riemergere di «formule
patetiche» e di una memoria visiva  che  ha  attraversato  la  storia
delle arti disegna un  progetto  di  conoscenza  del  territorio  che
anticipa alcune linee del  dibattito  architettonico,  urbanistico  e
politico degli anni della ricostruzione e del boom economico. Tenendo
conto  delle  competenze  scientifiche  e  disciplinari  del  settore
L-ART/06,  il  ricercatore  analizzera',   nei   linguaggi   mediali,
l'oggetto del paesaggio italiano  nella  sua  accezione  piu'  vasta,
attraverso il lavoro di autori e tendenze dal dopoguerra a oggi,  per
delineare una geo-filosofia per immagini  del  territorio  nelle  sue
declinazioni urbane, naturali, culturali, estetiche.  La  ricerca  si
situa nell'area dei Visual Studies, in una  dimensione  transmediale,
con riferimento all'orizzonte di  riflessione  proprio  della  teoria
delle arti e dell'immagine. 
    Durata della ricerca: 3 anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a 12. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso. 
    Lingua straniera di  cui  e'  richiesta  la  conoscenza:  inglese
(livello ottimo). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti L'impegno di didattica  previsto  e'  pari  a  120  ore
frontali, assieme  alle  attivita'  di  didattica  integrativa  e  di
servizio agli studenti, inclusi orientamento, tutorato e attivita' di
verifica. 
    L'impegno della ricerca triennale riguardera' gli ambiti indicati
dal    tema    di    ricerca    afferenti    quindi    al     settore
scientifico-disciplinare  indicato,  in  collaborazione  con  settori
affini delle  arti  e  con  strutture  e  infrastrutture  di  ricerca
dell'Ateneo operanti nell'area di studi indicata. 
    Le  domande  di  partecipazione  alle  procedure   pubbliche   di
selezione per il conferimento dei  contratti  per  la  copertura  dei
posti di ricercatore a tempo determinato sopra descritti, redatte  in
carta libera, devono essere indirizzate al  rettore  dell'Universita'
IUAV di Venezia, Santa Croce, 191 -  Tolentini  -  30135  Venezia,  e
presentate con le modalita' previste dal bando entro e non  oltre  il
termine perentorio di trenta giorni dalla pubblicazione del  presente
avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª  Serie
speciale «Concorsi ed esami». Le domande e relativi allegati dovranno
essere inviati, esclusivamente, valendosi di un  indirizzo  di  posta
elettronica         certificata         (pec),          all'indirizzo
ufficio.protocollo@pec.iuav.it 
    I dati personali  trasmessi  dai  candidati  con  la  domanda  di
partecipazione alla presente procedura, ai sensi di  quanto  previsto
dal decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e dal  regolamento  UE
2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del  27  aprile  2016
(Regolamento generale sulla protezione dei dati) saranno trattati per
le  finalita'  di   gestione   della   procedura   e   dell'eventuale
procedimento di stipulazione del  contratto.  L'informativa  completa
sul trattamento dei dati personali e' consultabile alla pagina web di
ateneo dedicata alla privacy: http://www.iuav.it/privacy 
    Il testo integrale del bando, con l'indicazione dei requisiti  di
accesso alla selezione con valutazione comparativa e delle  modalita'
di partecipazione alla procedura medesima, e con allegato  il  modulo
scaricabile per la compilazione della domanda di  partecipazione,  e'
pubblicato all'albo ufficiale dell'Universita'  IUAV  di  Venezia,  e
disponibile per  via  telematica  sul  sito  dell'ateneo,  reperibile
all'indirizzo:
http://www.iuav.it/Lavora-con/CONCORSI1/personale-/index.htm 
    Sigla del bando: RIC TD 04-2019. 
    Responsabile  del  procedimento  di  selezione  con   valutazione
comparativa del  presente  bando  e'  la  responsabile  del  servizio
concorsi e carriere del personale docente e ricercatore: Leda Falena. 
    Ogni  informazione  circa  la  suddetta  procedura  puo'   essere
richiesta   al   servizio    suindicato    ai    numeri    telefonici
041/2571850-1724, e-mail: personale.docente@iuav.it