Concorso per 1 professore di prima fascia (lazio) UNIVERSITA' LA SAPIENZA DI ROMA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 2 del 07-01-2020
Sintesi: UNIVERSITA' «LA SAPIENZA» DI ROMAConcorso (Scad. 6 febbraio 2020)Procedura di selezione per la chiamata di un professore di prima fascia, settore concorsuale 07/I1, per il Dipartimento di biologia ambientale. Si comunica che ...
Ente: UNIVERSITA' LA SAPIENZA DI ROMA
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 07-01-2020
Data Scadenza bando 06-02-2020
Condividi

UNIVERSITA' «LA SAPIENZA» DI ROMA

Concorso (Scad. 6 febbraio 2020)

Procedura di selezione per la chiamata di un professore di prima fascia, settore concorsuale 07/I1, per il Dipartimento di biologia ambientale.

 
    Si comunica che presso l'Universita' di  Roma  «La  Sapienza»  e'
indetta, ai sensi dell'art. 18, comma  4,  della  legge  30  dicembre
2010, n. 240, la procedura selettiva di  chiamata  per  un  posto  di
professore di prima fascia presso il Dipartimento sottoindicato: 
      Dipartimento di  biologia  ambientale  -  facolta'  di  scienze
matematiche, fisiche e naturali: settore concorsuale 07/I1 -  settore
scientifico-disciplinare  AGR/16  -  un   posto.   (Codice   concorso
2019POE009). 
    Numero massimo di pubblicazioni selezionabili per la  valutazione
di merito nell'ambito della propria  intera  produzione  scientifica:
non superiore a sedici. Resta fermo l'obbligo di presentare,  a  pena
di esclusione dalla  procedura,  anche  pubblicazioni  relative  agli
ultimi cinque  anni,  a  partire  dal  1°  gennaio  del  quinto  anno
anteriore all'anno di pubblicazione del bando. 
    Alla procedura non possono  partecipare  coloro  che  nell'ultimo
triennio abbiano prestato servizio, o siano stati titolari di assegni
di ricerca, ovvero iscritti  a  corsi  universitari  nell'Universita'
degli studi di Roma «La Sapienza». 
    Le domande di ammissione alla procedura  di  cui  sopra,  redatte
secondo  il  modello  disponibile   nella   pagina   web   del   sito
https://web.uniroma1.it/trasparenza/albo-pretorio relativa  ai  bandi
di professore di prima fascia ex art. 18, comma 4, legge n. 240/2010,
dovranno essere inviate per via  telematica  al  seguente  indirizzo:
protocollosapienza@cert.uniroma1.it entro il termine  perentorio  del
trentesimo  giorno  successivo  alla  data  di  pubblicazione   nella
Gazzetta Ufficiale - 4ª Serie speciale  «Concorsi  ed  esami»  -  del
presente avviso di indizione della selezione. 
    Nel caso in cui la modalita' di invio  telematico  della  domanda
non fosse possibile (per comprovati motivi da esplicitare al punto 11
del modello di domanda), la stessa  potra'  essere  spedita  a  mezzo
raccomandata postale con avviso di ricevimento al seguente indirizzo:
Universita' degli studi di Roma  «La  Sapienza»  -  settore  concorsi
personale docente - area risorse umane - p.le Aldo Moro n. 5 -  00185
Roma, entro il termine perentorio di trenta giorni  a  decorrere  dal
giorno successivo a quello di pubblicazione nella Gazzetta  Ufficiale
- 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami»  -  del  presente  avviso  di
selezione. A tal fine fara' fede il timbro dell'ufficio postale. 
    Qualora il  termine  di  scadenza  indicato  cada  in  un  giorno
festivo, la scadenza viene posticipata al primo giorno feriale utile. 
    Il bando relativo alla procedura  sara'  reso  disponibile  nella
pagina                 web                 del                  sito:
https://web.uniroma1.it/trasparenza/albo-pretorio relativa  ai  bandi
di professore di prima fascia ex art. 18, comma 4, legge n. 240/2010. 
    Il bando sara' inoltre disponibile sui  siti  web  del  Ministero
dell'istruzione,  dell'universita'  e  della  ricerca  e  dell'Unione
europea.