Concorso COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 15 del 21-02-2020

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Posti 3
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 15 del 21-02-2020
Sintesi: COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONEConcorso (Scad. 22 marzo 2020)Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di tre posti di impiegato di 1° livello, profilo economico. LA COMMISSIONE DI ...
Ente: COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE
Regione: LAZIO
Provincia: ROMA
Comune: ROMA
Data di pubblicazione 21-02-2020
Data Scadenza bando 22-03-2020
Condividi

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

Concorso (Scad. 22 marzo 2020)

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di tre posti di impiegato di 1° livello, profilo economico.

 
 
                     LA COMMISSIONE DI VIGILANZA 
                         SUI FONDI PENSIONE 
 
    Visto il decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 (di seguito:
decreto); 
    Visto l'art. 18 del  decreto,  relativo  alla  istituzione  e  al
funzionamento della Commissione di vigilanza sui fondi  pensione  (di
seguito anche COVIP); 
    Visto in particolare l'art. 18, comma 3, del decreto che  prevede
un apposito ruolo del personale della COVIP; 
    Visto altresi' l'art. 18, comma 4, del decreto che prevede che la
COVIP delibera con apposito regolamento in ordine al numero dei posti
della pianta organica; 
    Visto  il  decreto  legislativo  11  aprile  2006,  n.  198   che
garantisce pari opportunita' fra uomini  e  donne  per  l'accesso  al
lavoro; 
    Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001,  n.  165,  avente  ad
oggetto norme generali sull'ordinamento del  lavoro  alle  dipendenze
delle amministrazioni pubbliche; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9  maggio  1994,
n. 487, recante norme sull'accesso agli impieghi pubblici; 
    Visto il decreto interministeriale  9  luglio  2009,  recante  la
tabella delle equiparazioni tra vecchi e nuovi titoli di studio; 
    Visto  il  vigente  regolamento  disciplinante   il   trattamento
giuridico ed economico e l'ordinamento delle carriere  del  personale
della COVIP (di seguito regolamento del personale) esecutivo ai sensi
delle leggi vigenti; 
    Vista, in particolare, la tabella 1 allegata al  regolamento  del
personale che stabilisce la pianta organica del  personale  di  ruolo
della COVIP; 
    Visto, altresi', il titolo  III  del  regolamento  del  personale
recante «Costituzione del rapporto di lavoro»; 
    Vista la nota del servizio risorse umane del 12 marzo 2019; 
    Considerato che, nella riunione del 13 marzo  2019,  l'Organo  di
vertice ha stabilito di  procedere  al  rafforzamento  dell'Autorita'
mediante avvio di procedure concorsuali e ha  individuato  i  profili
che necessitano di potenziamento; 
    Vista la Convenzione Quadro in materia di  procedure  concorsuali
per il reclutamento del personale delle  Autorita'  indipendenti,  ex
art. 22, comma 4, decreto-legge 24 giugno  2014,  n.  90,  convertito
nella legge 11 agosto 2014, n. 114, (di seguito: Convenzione  Quadro)
la quale prevede all'art.  2,  comma  1,  che,  qualora  un'Autorita'
intenda dare luogo a una procedura concorsuale per il reclutamento di
personale, comunica alle altre il  numero  dei  posti  oggetto  della
procedura,  i  requisiti  di  partecipazione   al   concorso   e   le
caratteristiche della specifica professionalita' richiesta; 
    Visto il comma 2 dell'art. 2 della Convenzione Quadro,  ai  sensi
del quale, entro trenta giorni dalla comunicazione di cui al comma 1,
le Autorita' che intendono  aderire  alla  procedura  concorsuale  ne
danno comunicazione alle altre  Autorita',  indicando  il  numero  di
personale che ciascuna di esse ha l'esigenza di assumere; 
    Vista la comunicazione inviata da questa  Autorita'  in  data  20
dicembre 2019 alle  Autorita'  firmatarie  della  Convenzione  Quadro
relativa all'avvio della presente procedura concorsuale; 
    Considerato  che  nessuna  delle   Autorita'   firmatarie   della
Convenzione  Quadro  ha  manifestato  l'interesse  ad  aderire   alla
presente procedura concorsuale; 
    Considerato che alla data odierna risultano disponibili in pianta
organica nove posti nella carriera operativa; 
    Accertata  la  sussistenza  delle  occorrenti  risorse  ai  sensi
dell'art. 18, comma 4, del decreto; 
    Viste le note del servizio risorse umane del 10 dicembre  2019  e
del 28 gennaio 2020; 
 
                              Delibera: 
 
    Di approvare il bando del concorso pubblico, per titoli ed esami,
per l'assunzione in prova, nel ruolo organico  della  Commissione  di
vigilanza sui fondi  pensione,  di  tre  impiegati  di  1º -  profilo
economico - al primo livello stipendiale. 
    Il bando di concorso,  da  pubblicare  nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed  esami»  -
costituisce allegato alla presente deliberazione. 
 
      Roma, 29 gennaio 2020 
 
                                                Il Presidente: Padula 
 
                                                             Allegato 
 
Concorso pubblico, per titoli  ed  esami,  per  l'assunzione  di  tre
  impiegati di 1º in prova nella carriera operativa del personale  di
  ruolo della Commissione di vigilanza sui  fondi  pensione  (profilo
  economico - codice identificativo I3PE) 
 
                               Art. 1. 
                               Oggetto 
 
    1. E' indetto un concorso pubblico,  per  titoli  ed  esami,  per
l'assunzione in prova di tre laureati, da inquadrare  nella  carriera
operativa del personale di ruolo della Commissione di  vigilanza  sui
fondi pensione (di seguito: COVIP), al primo  livello  della  tabella
stipendiale della qualifica di impiegato di 1º (codice identificativo
I3PE). 
 
                               Art. 2. 
             Requisiti di partecipazione e di assunzione 
 
    1. Sono richiesti i seguenti requisiti: 
      a)  cittadinanza  italiana  ovvero  di   altro   Stato   membro
dell'Unione europea ovvero cittadinanza  diversa  da  quella  di  uno
Stato  membro  dell'Unione  europea  a  condizione  di  possedere   i
requisiti stabiliti dall'art. 38 del decreto legislativo n. 165/2001; 
      b) idoneita' fisica all'impiego; 
      c) godimento dei diritti civili e politici anche nello Stato di
appartenenza o provenienza se diverso dall'Italia; 
      d) adeguata conoscenza della lingua italiana per i cittadini di
stati diversi dall'Italia; 
      e) non  essere  stato  destituito  o  dispensato  o  licenziato
dall'impiego  presso  una  pubblica  amministrazione,  anche  per  il
mancato superamento del periodo di prova  in  una  qualifica  pari  o
equiparata a quella di cui al presente bando; 
      f) non essere stato dichiarato decaduto dall'impiego presso una
pubblica  amministrazione  per  aver  conseguito  l'impiego  mediante
produzione di documenti falsi o viziati da invalidita' insanabile; 
      g) non aver riportato condanne penali, in Italia o  all'estero,
passate in  giudicato  che,  ai  sensi  delle  vigenti  disposizioni,
impediscono la nomina agli impieghi pubblici; 
      h) titoli di studio: lauree magistrali dell'ordinamento di  cui
al decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270, delle classi:  LM-16
Finanza, LM-40 Matematica, LM-56 Scienze dell'economia, LM-77 Scienze
economico-aziendali,  LM-82  Scienze  statistiche  e  LM-83   Scienze
statistiche attuariali e finanziarie o equiparato ad uno dei suddetti
titoli ai sensi del decreto interministeriale 9  luglio  2009,  ferme
restando le equipollenze previste dalla normativa vigente.  Ai  sensi
di tale decreto, il candidato che  sia  in  possesso  di  una  laurea
vecchio ordinamento che  trova  corrispondenza  con  piu'  classi  di
laurea specialistica o magistrale, alcune delle quali  non  rientrino
in quelle  indicate  ai  precedenti  punti,  dovra'  autocertificare,
contestualmente alla domanda di partecipazione, la singola  classe  a
cui  e'  equiparato  il  titolo  di  studio  posseduto.  E'  altresi'
consentita la  partecipazione  ai  possessori  di  titoli  di  studio
conseguiti all'estero o di titoli esteri conseguiti  in  Italia  che,
secondo la vigente normativa, siano riconosciuti equivalenti ai  fini
della partecipazione ai pubblici concorsi a uno dei diplomi di laurea
sopra indicati. 
    2. I requisiti indicati al comma 1 devono essere  posseduti  alla
data di scadenza del termine stabilito  per  la  presentazione  delle
domande di partecipazione al concorso; il possesso del  requisito  di
cui al comma 1, lettera d), viene verificato durante  lo  svolgimento
delle prove  di  concorso;  il  riconoscimento  dell'equivalenza  del
titolo di studio di cui al comma 1, lettera h), deve sussistere  alla
data di assunzione. 
    3. I candidati sono ammessi al concorso  con  riserva.  La  COVIP
puo', in qualsiasi momento, procedere all'accertamento dell'effettivo
possesso dei requisiti di partecipazione  e  di  assunzione,  nonche'
degli  ulteriori  titoli   previsti   dal   presente   bando,   anche
successivamente  allo  svolgimento  delle   prove   di   concorso   e
all'eventuale instaurazione del rapporto d'impiego. 
    4. La COVIP dispone l'esclusione dal concorso,  non  da'  seguito
all'assunzione ovvero procede alla risoluzione del rapporto d'impiego
nei confronti dei soggetti che risultino sprovvisti di uno o piu' dei
requisiti previsti dal  presente  bando  ovvero  che  risultino  aver
rilasciato   dichiarazioni   non   veritiere   nella    domanda    di
partecipazione.  Le  eventuali  difformita'  riscontrate  rispetto  a
quanto dichiarato o  documentato  dagli  interessati  sono  segnalate
all'Autorita' giudiziaria. 
    5. La COVIP si riserva la facolta' di sottoporre i vincitori  del
concorso  a  visita  medica  di  controllo,  attraverso   il   medico
competente di cui al decreto legislativo n. 81/2008,  per  verificare
il possesso del requisito di cui al comma 1, lettera b). 
 
                               Art. 3. 
   Domanda di partecipazione. Termine e modalita' di presentazione 
 
    1. La domanda di partecipazione deve essere presentata, a pena di
esclusione, entro  il  trentesimo  giorno  successivo  alla  data  di
pubblicazione del  presente  bando  nella  Gazzetta  Ufficiale  della
Repubblica italiana  -  4ª  Serie  speciale  «Concorsi  ed  esami»  -
seguendo la procedura sotto indicata: 
      a) compilare il modulo della domanda di partecipazione allegato
al presente bando e sottoscriverlo. La mancata  sottoscrizione  della
domanda comporta l'esclusione dal concorso; 
      b) spedire la domanda di partecipazione di cui alla lettera a),
compilata  e  sottoscritta,  mediante  raccomandata  con  avviso   di
ricevimento, indicando  sulla  busta  il  codice  identificativo  del
presente concorso, a: Commissione di vigilanza  sui  fondi  pensione,
servizio risorse umane - piazza  Augusto  Imperatore  n.  27 -  00186
Roma, entro il termine perentorio di cui al comma 1, unitamente  alla
fotocopia non autenticata di un documento di identita'  in  corso  di
validita'; 
      c) in alternativa a quanto previsto alla lettera b), inviare la
domanda di  partecipazione  mediante  posta  elettronica  certificata
(pec) entro il termine perentorio di cui al  comma  1,  all'indirizzo
protocollo@pec.covip.it da un indirizzo pec intestato al candidato le
cui  credenziali   di   accesso   siano   state   rilasciate   previa
identificazione del titolare come previsto dall'art. 65  del  decreto
legislativo n. 82/2005; non  sara'  ritenuta  valida  la  domanda  di
partecipazione trasmessa da un indirizzo  di  posta  elettronica  non
certificata. Unitamente alla domanda di partecipazione dovra'  essere
allegato un file di una fotocopia non autenticata di un documento  di
identita' in corso di validita'. 
    2. Ai fini della data di  spedizione  fara'  fede,  nel  caso  di
raccomandata con avviso di ricevimento, il timbro postale e, nel caso
di pec,  la  data  e  l'ora  di  invio  all'indirizzo  sopraindicato,
risultanti dalla ricevuta di avvenuta consegna generata dal sistema. 
    3. Nella domanda di  partecipazione  al  concorso  il  candidato,
consapevole delle sanzioni penali previste dall'art. 76  del  decreto
del Presidente della  Repubblica  n.  445/2000,  per  le  ipotesi  di
falsita' in atti e dichiarazioni mendaci, dichiara,  ai  sensi  degli
articoli 46 e 47 dello stesso decreto del Presidente della Repubblica
n.  445/2000,  il  possesso  dei  requisiti   di   partecipazione   e
assunzione,  di  eventuali  titoli  di  precedenza  e/o   riserva   e
preferenza  come  individuati  dal  decreto  del   Presidente   della
Repubblica n. 487/1994, nonche'  dei  titoli  rientranti  tra  quelli
indicati all'art. 6, comma 12, del presente bando. Non saranno  presi
in considerazione e  non  saranno  pertanto  valutati  i  titoli  non
dichiarati nella predetta domanda. 
    4.  Non  sono  tenute  in  considerazione  e  comportano   quindi
l'esclusione dal concorso le  domande  dalle  quali  non  risulti  il
possesso di uno o piu' dei requisiti prescritti per la partecipazione
al concorso. 
    5. I candidati devono indicare nella domanda di partecipazione un
indirizzo al quale la COVIP inviera'  le  comunicazioni  inerenti  al
concorso.   Eventuali    variazioni    di    indirizzo    intervenute
successivamente alla data di scadenza del  termine  di  presentazione
delle domande dovranno  essere  comunicate  tempestivamente  a  mezzo
raccomandata con avviso di ricevimento a:  Commissione  di  vigilanza
sui  fondi  pensione,  servizio  risorse  umane  -   piazza   Augusto
Imperatore n. 27 - 00186 Roma,  ovvero  a  mezzo  pec,  all'indirizzo
protocollo@pec.covip.it 
    6.  La   COVIP   comunica   formalmente   agli   interessati   il
provvedimento di  esclusione  a  mezzo  raccomandata  con  avviso  di
ricevimento all'indirizzo indicato nella  domanda  di  partecipazione
ovvero mediante pec all'indirizzo di  posta  elettronica  certificata
utilizzata dall'interessato per l'invio della domanda. La  COVIP  non
assume alcuna responsabilita' per  lo  smarrimento  di  comunicazioni
dipendente  da  inesatte  indicazioni  dell'indirizzo  da  parte  del
candidato o da  mancata  o  tardiva  comunicazione  della  variazione
dell'indirizzo indicato nella domanda,  ne'  per  eventuali  disguidi
postali o informatici non imputabili alla  COVIP  stessa  o  comunque
imputabili a fatto di terzi, caso fortuito o forza maggiore. 
    7. Per il riconoscimento  dei  benefici  previsti  dall'art.  20,
comma 1, della legge n. 104/1992, i candidati portatori di  handicap,
ai sensi dell'art. 3 della medesima legge, devono  specificare  nella
domanda di partecipazione la necessita' di tempi  aggiuntivi  e/o  di
ausili per lo svolgimento delle prove del concorso, in relazione allo
specifico handicap posseduto. E' facolta'  della  COVIP  chiedere  al
candidato la produzione di idonea certificazione medica.  Qualora  la
COVIP  riscontri  la  non  veridicita'  di  quanto   dichiarato   dal
candidato, procede all'esclusione dal concorso. 
    8. I candidati affetti da invalidita' uguale o  superiore  all'80
per cento non sono tenuti a sostenere l'eventuale prova preselettiva,
ai sensi dell'art. 20, comma 2-bis, della legge n.  104/1992;  a  tal
fine devono farne espressa richiesta nella domanda di partecipazione.
Per la verifica della sussistenza delle condizioni per l'esonero,  la
COVIP chiedera' la presentazione della documentazione comprovante  il
riconoscimento  della  suddetta  invalidita';  detta   documentazione
dovra'  pervenire  prima  della  data  fissata  per  lo   svolgimento
dell'eventuale prova preselettiva, pena la decadenza  dal  beneficio.
In ogni caso, qualora la COVIP riscontri, anche  successivamente,  la
non  veridicita'  di  quanto  dichiarato   dal   candidato,   procede
all'esclusione dal concorso. 
    9. In caso di presentazione  di  istanze,  atti  o  documenti  in
lingua straniera, deve  essere  allegata  una  traduzione  in  lingua
italiana, certificata conforme al testo straniero come  da  normativa
vigente in materia. 
 
                               Art. 4. 
                        Prova di preselezione 
 
    1. Al  fine  di  assicurare  l'efficacia  e  la  celerita'  della
procedura concorsuale, in considerazione del  numero  di  domande  di
partecipazione pervenute, la COVIP si riserva la facolta' di attivare
una prova di preselezione consistente nella soluzione  di  quesiti  e
test con opzione di scelta fra risposte predefinite, una  sola  delle
quali esatta, che verteranno sulle materie oggetto della prova  orale
e saranno altresi' volte a valutare le  capacita'  psico-attitudinali
dei candidati. 
    2. La data e il luogo  di  svolgimento  dell'eventuale  prova  di
preselezione sono pubblicati esclusivamente sul sito web della  COVIP
www.covip.it entro il mese di maggio 2020 ed almeno  quindici  giorni
prima dello svolgimento della prova stessa. 
    3. La pubblicazione sul sito web della COVIP, ai sensi del  comma
2, ha valore di notifica a ogni effetto di legge  nei  confronti  dei
candidati  ai  quali  non  sia  stata  comunicata  l'esclusione   dal
concorso. 
    4. L'assenza del candidato alla prova comporta  l'esclusione  dal
concorso. 
    5. Durante lo svolgimento della  prova  di  preselezione  non  e'
consentito comunicare  con  altri  candidati,  ne'  utilizzare  carta
diversa da quella fornita, appunti e pubblicazioni  di  ogni  specie,
nonche' telefoni cellulari, apparecchiature elettroniche  o  macchine
da calcolo. Per lo svolgimento della prova di preselezione non e'  in
ogni caso consentito l'utilizzo di alcun materiale di supporto. 
    6. Il candidato che non osservi le suddette disposizioni e quelle
impartite in aula e' escluso dalla prova da parte  della  commissione
esaminatrice di cui all'art. 5. 
    7. La gestione della prova  di  preselezione  o  di  parte  della
stessa puo' essere affidata a soggetti esterni alla COVIP  dotati  di
comprovata  professionalita'  ed  esperienza  in  tale  ambito.   Gli
elaborati sono valutati  in  forma  anonima,  anche  con  l'eventuale
ausilio  di  sistemi  elettronici.  I  criteri  di  attribuzione  del
punteggio  per  ciascuna  risposta  esatta,  omessa  o  errata   sono
comunicati prima dell'inizio della prova. Sulla  base  dei  risultati
della prova di preselezione e' formata una graduatoria. Sono  ammessi
alla prova scritta i candidati classificatisi  nelle  prime  sessanta
posizioni nonche' gli eventuali ex aequo nell'ultima posizione utile. 
    8. I candidati che alla data di pubblicazione del presente  bando
nella Gazzetta Ufficiale - 4ª  Serie  speciale  «Concorsi  ed  esami»
- siano in servizio di ruolo, o abbiano  prestato  servizio  a  tempo
determinato o con contratto di lavoro flessibile  per  almeno  dodici
mesi presso la COVIP sono ammessi di diritto alla prova scritta. 
    9. Il risultato conseguito nella prova di preselezione da ciascun
candidato e' pubblicato sul sito web della COVIP,  www.covip.it  Tale
pubblicazione assume valore di notifica ad ogni effetto di legge. 
    10. Il punteggio  conseguito  nella  prova  di  preselezione  non
concorre alla formazione del  punteggio  complessivo  utile  ai  fini
della graduatoria di merito. 
 
                               Art. 5. 
                      Commissione esaminatrice 
 
    1. La commissione esaminatrice del concorso,  costituita  da  tre
componenti da nominarsi con successiva delibera ai sensi dell'art. 9,
comma 2, del regolamento del personale della  COVIP,  e'  formata  da
dirigenti e funzionari della COVIP,  docenti  universitari  ed  altri
esperti  nelle  materie  di  concorso,  che  non   siano   componenti
dell'organo  di  vertice  della  COVIP,  che  non  ricoprano  cariche
politiche e che non siano rappresentanti sindacali o designati  dalle
confederazioni  ed  organizzazioni  sindacali  o  dalle  associazioni
professionali.  Almeno  un  terzo  dei  posti  di  componente   della
commissione esaminatrice e' riservata alle donne. 
    2. La commissione esaminatrice puo' essere integrata  da  esperti
per  l'esame  della  lingua  inglese  e  per   l'accertamento   delle
conoscenze  dell'uso  delle  apparecchiature  e  delle   applicazioni
informatiche piu' diffuse. 
    3. Le  funzioni  di  segretario  possono  essere  affidate  a  un
dipendente scelto fra il  personale  della  COVIP  da  nominarsi  con
delibera. 
    4.  La  commissione   esaminatrice   puo'   effettuare   riunioni
utilizzando sistemi di audio conferenza o audio-videoconferenza. 
 
                               Art. 6. 
                      Svolgimento del concorso 
 
    1. Il concorso e' articolato, oltre che nell'eventuale  prova  di
preselezione  di  cui  all'art.  4,  in  una  prova  scritta,   nella
valutazione  dei  titoli  e  in  una  prova  orale,   nelle   materie
specificate nel comma 13. 
    2. La data e il luogo di svolgimento  della  prova  scritta  sono
pubblicati esclusivamente sul sito web della COVIP www.covip.it entro
il mese  di  giugno  2020  ed  almeno  quindici  giorni  prima  dello
svolgimento della prova stessa. La citata pubblicazione ha valore  di
notifica a ogni effetto di legge nei confronti dei candidati  ammessi
a sostenere la prova. 
    3. La durata della prova scritta e' stabilita  dalla  commissione
esaminatrice fino a un massimo di cinque ore. Le prove  in  questione
sono corrette in forma anonima. 
    4. Durante lo  svolgimento  della  prova  scritta  e'  consentita
esclusivamente  la  consultazione  di  testi  di  normativa  primaria
nazionale e dell'Unione europea non commentati ne' annotati, solo  in
forma cartacea. Non e' consentito comunicare con altri candidati, ne'
utilizzare carta diversa da quella in  dotazione,  appunti,  telefoni
cellulari e apparecchiature elettroniche o macchine da  calcolo.  Non
e' in ogni caso consentito l'utilizzo di alcun materiale di supporto. 
    5. Il candidato che non osservi le suddette disposizioni,  ovvero
quelle impartite in aula, e'  escluso  dalle  prove  da  parte  della
commissione esaminatrice. 
    6. La commissione esaminatrice prima della correzione delle prove
scritte effettua la valutazione dei titoli di studio e di servizio di
cui  al  comma  12  dichiarati  dai  candidati   nella   domanda   di
partecipazione,  secondo  i  criteri  dalla  stessa   in   precedenza
determinati. 
    7. Sono ammessi a  sostenere  la  prova  orale  i  candidati  che
abbiano ottenuto nella prova scritta un  punteggio  non  inferiore  a
28/40. 
    8. Il risultato  conseguito  da  ciascun  candidato  nella  prova
scritta e nella  valutazione  dei  titoli  di  cui  al  comma  12  e'
pubblicato sul sito web della COVIP www.covip.it  Tale  pubblicazione
assume valore ad ogni effetto di legge. 
    9. Ai candidati che  abbiano  superato  la  prova  scritta,  sono
comunicati, con la modalita' di cui al comma 8  e  con  almeno  venti
giorni di anticipo, l'ammissione alla prova orale, la data e il luogo
di svolgimento della stessa. 
    10. La prova orale si intende superata se  il  candidato  riporta
una votazione non inferiore a 28/40. 
    11. Il risultato conseguito  da  ciascun  candidato  nella  prova
orale  e'  pubblicato,  contestualmente  alla   pubblicazione   della
graduatoria finale relativa al concorso, sul  sito  web  della  COVIP
www.covip.it ai sensi dell'art. 8, comma 6. 
    12. I titoli di studio, fino a un massimo di 12 punti, e i titoli
di servizio, fino a un  massimo  di  8  punti,  sono  valutati  dalla
commissione esaminatrice che attribuira' i relativi punteggi come  di
seguito specificato: 
      1) titoli di studio: 
        a) fino a 4 punti se si e' conseguita la laurea richiesta per
partecipare al presente concorso con voto compreso tra  95  e  100  e
lode per i diplomi di laurea che prevedono votazione massima  pari  a
100 e lode ovvero tra 105 e 110  e  lode  per  quelli  che  prevedono
votazione massima pari a 110 e lode; 
        b) fino a 4 punti per  il  dottorato  di  ricerca  di  durata
almeno triennale; e fino a 2 punti per  il  master  universitario  di
secondo livello di durata almeno annuale o corso di  specializzazione
universitario di durata almeno annuale. E' preso in considerazione un
solo diploma per ciascuna tipologia di titolo; 
        c) fino a 2 punti per il superamento degli esami di Stato per
l'esercizio di professioni che hanno come requisito il  conseguimento
dei titoli di studio richiesti  per  la  partecipazione  al  presente
concorso. E' presa in considerazione una sola abilitazione; 
      2) titoli di servizio: 
        documentata esperienza lavorativa,  maturata  successivamente
al conseguimento del titolo di studio di cui  all'art.  2,  comma  1,
lettera  h),  in  materie  economico-finanziarie  o  attuariali   con
particolare riferimento  al  settore  previdenziale  o  assicurativo,
presso   Autorita'   amministrative    indipendenti    o    pubbliche
amministrazioni di cui agli articoli 1, comma 2, e 3,  comma  1,  del
decreto legislativo n. 165/2001  o  enti,  istituzioni  o  imprese  a
carattere nazionale, comunitario o internazionale: 2 punti  per  ogni
anno di servizio, fino ad un massimo di punti 8. Le frazioni di  anno
superiori a sei mesi sono considerate anno intero. 
    13. Le prove, scritta e orale, vertono sugli argomenti di seguito
specificati: 
      la prova scritta, a contenuto teorico,  verte  su  una  o  piu'
delle seguenti materie:  economia  e  tecnica  dei  mercati  e  degli
intermediari finanziari; elementi di micro e macro economia; elementi
di finanza; elementi  di  matematica  finanziaria  e  di  statistica;
elementi di  previdenza  sociale  con  particolare  riferimento  alla
previdenza complementare; 
      la prova orale  riguardera'  le  materie  oggetto  della  prova
scritta, i compiti e la struttura organizzativa della COVIP,  nonche'
l'accertamento delle conoscenze della lingua inglese e dell'uso delle
apparecchiature e delle applicazioni informatiche piu' diffuse,  come
previsto dall'art. 37 del decreto legislativo n. 165/2001. 
 
                               Art. 7. 
            Adempimenti per la partecipazione alle prove 
 
    1. La prova di preselezione di cui  all'art.  4  e  le  prove  di
svolgimento del concorso di cui all'art. 6 si svolgono a Roma. 
    2. Per sostenere le prove i candidati devono essere muniti di uno
dei documenti di riconoscimento previsti dall'art. 35 del decreto del
Presidente della Repubblica n. 445/2000. I cittadini di  altri  stati
devono essere muniti di un documento equipollente. In entrambi i casi
il documento deve essere in corso di validita' secondo le  previsioni
di legge. Sono esclusi i candidati che non sono in grado  di  esibire
alcuno dei suddetti documenti. 
 
                               Art. 8. 
                         Graduatoria finale 
 
    1. Espletate le prove del concorso, la  commissione  esaminatrice
forma  la  graduatoria  di  merito  con  l'indicazione  dei  punteggi
conseguiti dai candidati. Il  punteggio  complessivo  e'  dato  dalla
somma: 
      del voto riportato nella prova scritta; 
      del punteggio relativo ai titoli posseduti; 
      del voto riportato nella prova orale. 
    2. La COVIP forma la graduatoria finale in base alla  graduatoria
di merito e  agli  eventuali  titoli  di  precedenza  e/o  riserva  e
preferenza  stabiliti  dalla  normativa  vigente  e  dichiarati   dai
candidati nella domanda di partecipazione. 
    3. Fatte salve le precedenze  e  le  preferenze  stabilite  dalla
normativa vigente, costituiscono titolo di preferenza, nell'ordine  e
a parita' di merito, la qualita' di dipendente o ex dipendente  della
COVIP con riguardo al servizio prestato. 
    4. Fermo restando quanto disposto ai commi 2 e 3, qualora  due  o
piu' candidati risultino in graduatoria nella medesima posizione,  e'
preferito il candidato piu' giovane di eta'. 
    5. La COVIP approva la  graduatoria  finale  del  concorso  sotto
condizione  dell'accertamento   del   possesso   dei   requisiti   di
partecipazione e  assunzione  nonche'  dei  titoli  di  studio  e  di
servizio e  degli  eventuali  titoli  di  precedenza  e/o  riserva  e
preferenza e, conseguentemente, dichiara  vincitori  del  concorso  i
primi classificati in relazione al numero dei posti messi a concorso. 
    6. La graduatoria finale del concorso e' pubblicata sul sito  web
della COVIP, www.covip.it dell'approvazione della graduatoria e della
sua pubblicazione sul sito e' data notizia nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». 
    7. In caso di rinuncia di uno  o  piu'  vincitori,  la  COVIP  si
riserva la facolta' di assegnare ai candidati idonei i  posti  resisi
disponibili, seguendo l'ordine della graduatoria finale. 
    8. La COVIP si riserva la facolta' di utilizzare  la  graduatoria
nel termine di due anni dalla data di  pubblicazione  dell'avviso  di
cui al comma 6 nella Gazzetta Ufficiale. 
 
                               Art. 9. 
                        Nomina e assegnazione 
 
    1. I vincitori del concorso sono assunti in prova nella  carriera
operativa del personale  di  ruolo  della  COVIP,  con  qualifica  di
impiegato di 1º al primo livello stipendiale. 
    2. L'accettazione della nomina in prova non puo' essere in  alcun
modo condizionata. 
    3.  In  seguito  al  conferimento  della  nomina  in  prova,  gli
interessati devono presentarsi presso la sede della COVIP nel  giorno
indicato. Eventuali differimenti della data  di  presa  in  servizio,
che, di norma, non puo' essere posticipata oltre il trentesimo giorno
successivo alla prima data  stabilita  dalla  COVIP,  possono  essere
concessi solo per giustificati e documentati motivi. 
    4. Coloro che rinunciano espressamente  alla  nomina  o  che,  in
mancanza di giustificati e documentati motivi, non prendono  servizio
presso la sede di lavoro nella data stabilita decadono dalla nomina. 
    5. Al termine del periodo di prova di sei mesi,  ove  questo  sia
stato giudicato positivamente dalla COVIP, i vincitori sono  nominati
in ruolo secondo l'ordine della graduatoria del concorso. Il  periodo
di prova non si applica  agli  eventuali  vincitori  gia'  dipendenti
della COVIP da almeno sei mesi alla data dell'assunzione nella stessa
qualifica di quella di cui al presente bando. 
 
                              Art. 10. 
                   Trattamento dei dati personali 
 
    1.  Ai  sensi  dell'art.  13  del  regolamento   generale   sulla
protezione  dei  dati  (regolamento  UE)  2016/679  si  informano   i
candidati che il trattamento dei dati personali da  essi  forniti  in
sede di partecipazione alla presente procedura o  comunque  acquisiti
dalla COVIP  nell'ambito  della  medesima  procedura  e'  finalizzato
unicamente all'espletamento delle attivita' concorsuali e avverra', a
cura del  personale  della  COVIP  preposto  alla  procedura  stessa,
nonche' dei componenti della  commissione  esaminatrice,  presso  gli
uffici della Commissione di vigilanza sui fondi pensione - in  piazza
Augusto Imperatore n. 27 - 00186 Roma, con  l'utilizzo  di  procedure
anche informatizzate, nei modi e nei limiti necessari per  perseguire
le predette finalita', anche in caso  di  eventuale  comunicazione  a
terzi. In particolare,  i  dati  personali  conferiti  dai  candidati
potranno essere comunicati a soggetti terzi che forniscono  specifici
servizi di  elaborazione  informatizzata  di  dati  strumentali  allo
svolgimento della procedura stessa. 
    2.  Il  conferimento  dei  dati  personali  e'   necessario   per
verificare i  requisiti  di  partecipazione  e  di  assunzione  e  il
possesso  di  titoli;  la  loro  mancata  indicazione  preclude  tale
valutazione. 
    3. Titolare  del  trattamento  dei  dati  e'  la  Commissione  di
vigilanza sui fondi pensione (COVIP). 
    4. Ai candidati sono riconosciuti i diritti di cui agli  articoli
15 e ss. del  citato  regolamento  2016/679  e,  in  particolare,  il
diritto di  accedere  ai  propri  dati  personali,  di  chiederne  la
rettifica, la cancellazione, la limitazione del trattamento,  nonche'
di  opporsi  al  loro  trattamento,  rivolgendo  le  richieste   alla
Commissione  di  vigilanza  sui  fondi  pensione  -  piazza   Augusto
Imperatore n. 27 - 00186 Roma (Italia). Gli interessati, ricorrendone
i presupposti, hanno altresi'  il  diritto  di  proporre  reclamo  al
Garante per la protezione dei  dati  personali,  quale  Autorita'  di
controllo nazionale, secondo le procedure previste dall'art.  77  del
regolamento, o di adire le opportune sedi giudiziarie  (art.  79  del
regolamento). 
    5. Il responsabile della protezione dei dati (RPD) della COVIP e'
raggiungibile inviando una e-mail all'indirizzo  rpd@covip.it  oppure
una pec all'indirizzo rpd@pec.covip.it ovvero al  predetto  indirizzo
di Roma (Italia) - piazza Augusto Imperatore n. 27 - 00186. 
 
                              Art. 11. 
                    Responsabile del procedimento 
 
    1.  La  struttura  organizzativa  responsabile  del  procedimento
relativo  al  presente  bando  e'  il  servizio  risorse  umane.   Il
responsabile del procedimento e' il responsabile di tale servizio. 
 
                              Art. 12. 
                         Disposizioni finali 
 
    1. La COVIP si riserva la facolta' di revocare il presente  bando
di concorso, di sospendere o rinviare le prove concorsuali ovvero  di
sospendere o  di  non  procedere  all'assunzione  dei  vincitori,  in
ragione di esigenze attualmente non valutabili ne' prevedibili. 
    2. La COVIP garantisce pari opportunita' tra uomini e  donne  per
l'accesso alle posizioni oggetto del presente bando. L'uso del genere
maschile per indicare  le  persone  e'  dovuto  solo  a  esigenze  di
semplicita' del testo. 
Domanda di partecipazione 
 

              Parte di provvedimento in formato grafico