Rettifica-Revoca MINISTERO DELLA DIFESA Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 17 del 28-02-2020

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Rettifica-Revoca

Nota Bene: trattandosi di 'Rettifica-Revoca' la scadenza indicata non implica, in genere, la possibilità di presentare domanda ma solo la data fino alla quale questo testo sarà visibile nella banca dati.



Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Rettifica-Revoca
Posti 800
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 17 del 28-02-2020
Sintesi: MINISTERO DELLA DIFESARettifica Modifica al bando di reclutamento, per il 2020, di ottocento volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nell'Aeronautica militare. IL VICE DIRETTORE GENERALE ...
Ente: MINISTERO DELLA DIFESA
Regione: VENETO
Provincia: VENEZIA
Comune: VENEZIA
Data di pubblicazione 28-02-2020
Data Scadenza bando 30-11-00-1
Condividi

MINISTERO DELLA DIFESA

Rettifica

Modifica al bando di reclutamento, per il 2020, di ottocento volontari in ferma prefissata di un anno (VFP 1) nell'Aeronautica militare.

 
                     IL VICE DIRETTORE GENERALE 
                      per il personale militare 
 
    Visto il decreto legislativo 15 marzo 2010,  n.  66,  concernente
«Codice  dell'ordinamento  militare»  e   successive   modifiche   ed
integrazioni; 
    Visto il decreto del Presidente della Repubblica 15  marzo  2010,
n. 90, recante  «Testo  unico  delle  disposizioni  regolamentari  in
materia  di  ordinamento  militare»   e   successive   modifiche   ed
integrazioni; 
    Visto il decreto dirigenziale n. M_D GMIL REG2019 0528167  del  4
ottobre 2019  emanato  dalla  Direzione  generale  per  il  personale
militare (DGPM), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed  esami»  -  n.  83  del  18
ottobre 2019, con il quale e' stato indetto, per il  2020,  il  bando
per il reclutamento di ottocento volontari in ferma prefissata di  un
anno (VFP 1) nell'Aeronautica militare; 
    Tenuto  conto  che  l'art.  1,  comma  6   del   citato   decreto
dirigenziale n. M_D GMIL REG2019 0528167 del 4 ottobre  2019  prevede
la possibilita' di apportare modifiche al bando di reclutamento; 
    Visto il decreto ministeriale 16 gennaio 2013 -  registrato  alla
Corte dei conti il 1° marzo 2013, registro n.  1,  foglio  n.  390  -
concernente, tra l'altro, struttura  ordinativa  e  competenze  della
DGPM; 
    Visto  l'art.  5,  comma  1,  del  decreto  dirigenziale  n.  VDG
EI/2018/304  del  19  dicembre  2018,  che  prevede,  nel   caso   di
assenza/impedimento del gen. di B. Lorenzo Santella, ovvero  in  caso
di assenza  di  conferimento  di  tale  incarico,  l'attribuzione  di
competenza all'adozione di taluni atti di gestione amministrativa  in
materia di reclutamento del personale delle Forze armate e  dell'Arma
dei carabinieri, tra i quali i provvedimenti attuativi,  modificativi
e integrativi dei bandi di concorso, al vice direttore  generale  per
il personale militare, brig. gen. C.C. r.n. Croce Massimo; 
 
                              Decreta: 
 
    L'allegato D al decreto dirigenziale n. M_D GMIL REG2019  0528167
del 4 ottobre 2019, e' sostituito  con  quello  accluso  al  presente
decreto. 
    Il presente decreto sara' sottoposto al controllo ai sensi  della
normativa  vigente  e  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale   della
Repubblica italiana. 
      Roma, 14 febbraio 2020 
 
                                    Il vice direttore generale: Croce 
 
                                                           Allegato D 
 
         Accertamento dell'efficienza fisica e intellettiva 
                per il settore d'impiego «incursori» 
 
    L'accertamento  iniziale  delle  idoneita'   dei   candidati   e'
effettuato valutando le seguenti aree: 
      area efficienza fisica; 
      area efficienza intellettiva, 
e si svolgera' presso il  Comando  aeroporto/Centro  storiografico  e
sportivo dell'Aeronautica militare di Vigna di Valle, il  17°  Stormo
di Furbara e l'Istituto  di  medicina  aerospaziale  dell'Aeronautica
militare di Roma. 
    I candidati devono presentarsi con certificato medico,  in  corso
di  validita'  (il  certificato  deve   avere   validita'   annuale),
attestante  l'idoneita'   all'attivita'   sportiva   agonistica   per
l'atletica leggera e il nuoto. 
a. Prove di valutazione dell'area efficienza fisica 
    Il candidato sosterra' le seguenti prove fisiche: 
      1. corsa piana 400 mt; 
      2. trazioni alla sbarra; 
      3. piegamenti sulle braccia; 
      4. plank; 
      5. stacchi da terra; 
      6. affondi camminati; 
      7. corsa piana metri 3000; 
      8. salita alla fune; 
      9. trasporto ferito; 
      10. nuoto mt. 100 a stile libero; 
      11. tuffo da piattaforma 5 mt; 
      12. galleggiamento; 
      13. rana subacquea; 
      14. zavorrata 20 km. 
    Le modalita', i tempi/ripetizioni con relativi punteggi,  i  casi
di idoneita'/non idoneita' sono riportati in «Appendice». 
b. Prove di valutazione dell'area efficienza intellettiva 
    Durante   la   selezione   sara'   effettuata   la    valutazione
dell'efficienza intellettiva, attraverso un colloquio individuale. 
    Le modalita' e i casi di idoneita'/non idoneita'  sono  riportati
in «Appendice». 
 
                                                            Appendice 
 
1.  Prove  di  efficienza  fisica   e   valutazione   dell'efficienza
                            intellettiva 
 
a. Modalita' di esecuzione 
(1) Corsa piana mt 400 
    La prova consiste nell'eseguire una corsa piana di 400  metri  in
velocita'  in  un  tempo  massimo  di  75  secondi.   Un   membro   o
collaboratore della commissione cronometrera' il tempo impiegato  dai
candidati. 
(2) Trazioni alla sbarra 
    La prova consiste nell'effettuare minimo 8 trazioni complete alla
sbarra. Il candidato, partendo dalla posizione verticale con il corpo
completamente sospeso a una sbarra orizzontale, con le mani in  presa
frontale (palmo delle mani in avanti) e ampiezza pari alla  larghezza
delle spalle, braccia completamente tese, dovra'  sollevarsi  fino  a
superare, con il mento, il livello superiore della  sbarra,  per  poi
tornare nella posizione iniziale. Non e' consentito cambiare la presa
delle mani sulla sbarra e toccare il suolo o eventuale altro appiglio
(pali o muri laterali) con le scarpe. 
(3) Piegamenti sulle braccia 
    La prova consiste  nell'effettuare  minimo  15  piegamenti  sulle
braccia senza interruzioni indossando un giubbotto  zavorrato  di  20
kg. Il  candidato,  partendo  dalla  posizione  prona,  completamente
disteso con il palmo delle mani poggiato sul suolo, le gambe unite  e
la punta dei piedi in appoggio a terra, dovra' sollevare da terra  il
corpo con tronco e arti inferiori allineati, estendendo completamente
le braccia; una volta raggiunta la posizione  di  massima  estensione
delle braccia,  abbassare  il  corpo,  piegando  le  braccia  fino  a
sfiorare il pavimento con il petto. 
(4) Plank 
    La prova consiste nell'effettuare l'esercizio plank. 
    Partendo dalla posizione sdraiati a pancia in giu' e piegando  le
braccia in modo che gli avambracci  siano  appoggiati  al  pavimento,
paralleli  tra  loro  e  in  linea  retta   con   le   spalle.   Solo
successivamente ci si sollevera' sui piedi, avendo cura di tenere  le
gambe dritte e unite e di posizionare il collo in linea con il  resto
del corpo. I glutei, in particolare, dovranno essere sostenuti  dalla
contrazione addominale. 
    Una volta trovata la posizione corretta la prova avra'  inizio  e
bisognera' mantenere la posizione per un minimo di 150 secondi. 
(5) Stacchi da terra 
    La prova consiste nell'effettuare  almeno  15  stacchi  da  terra
sollevando 2 kettlebells (attrezzo ginnico consistente in un peso  di
forma sferica con una maniglia) da 24 kg ognuno  (tot.  48  kg).  Una
ripetizione sara' ritenuta valida quando il candidato avra' sollevato
i 2 kettlebells da 24 kg e si ritrovera' in piedi  con  le  ginocchia
distese ed il bacino completamente disteso. 
(6) Affondi camminati 
    La prova consiste nell'effettuare  minimo  20  affondi  camminati
continuativi e alternati in avanti per gamba indossando un  giubbotto
zavorrato di 20 kg. Ogni ripetizione sara' ritenuta valida quando  il
candidato si ritrovera' in piedi  con  le  ginocchia  distese  ed  il
bacino completamente disteso. 
(7) Corsa piana 3000 mt 
    La prova consiste nell'eseguire una corsa piana sulla distanza di
3000 metri in un tempo massimo di 900 secondi. Un collaboratore della
commissione cronometrera' il tempo impiegato  dal  candidato  per  il
completamento dell'esercizio. 
(8) Salita alla fune 
    La prova consiste nell'arrampicarsi su una corda alta  5  mt  con
tecnica a scelta del candidato. Per superare la prova  il  candidato,
alla ricezione dell'apposito segnale (che coincidera'  con  lo  start
del cronometro), dovra' effettuare, entro il  limite  massimo  di  15
secondi, la salita alla fune, fino  a  raggiungere,  con  almeno  una
mano, l'apposito contrassegno posto sulla fune in corrispondenza  dei
5 metri. Un collaboratore della commissione  cronometrera'  il  tempo
impiegato dal candidato per il completamento dell'esercizio. 
    Ogni candidato ha diritto a tre tentativi per  il  raggiungimento
dell'obiettivo, falliti i  quali  lo  stesso  sara'  dichiarato  «Non
idoneo». 
(9) Trasporto ferito 
    La prova consiste nel trasporto in un tempo massimo di 75 secondi
di una persona di circa  75/80  kg  per  un  tratto  di  200  mt.  Un
collaboratore della commissione cronometrera' il tempo impiegato  dal
candidato per il completamento dell'esercizio. 
(10) Nuoto mt 100 
    La prova consiste  nel  tuffarsi,  alla  ricezione  dell'apposito
segnale (che coincidera' con lo start del cronometro), dal blocco  di
partenza e nuotare per 100 metri continuati  a  stile  libero  (stile
crawl), senza fermarsi  e  senza  ricorrere  ad  alcun  appoggio  sui
galleggianti divisori di corsia,  eventualmente,  presenti  (pena  il
giudizio di inidoneita' alla prova), percorrendo la  distanza  in  un
tempo inferiore ai 145 secondi. 
(11) Galleggiamento 
    La prova non prevede l'uso di particolari tecniche e deve  essere
eseguita sostenendo con le  braccia  verso  l'alto  un  simulacro  di
fucile (o oggetto similare). 
    L'inizio del conteggio del tempo e'  dato  dal  candidato  quando
pronto e gia' in fase di galleggiamento. 
    La prova non puo' essere eseguita in regime respiratorio di apnea
e durante la prova il  candidato  non  deve  evidenziare  particolari
difficolta' nella gestione dell'assetto e della respirazione. Qualora
questo  si   verifichi,   il   membro   tecnico   della   commissione
interrompera' l'esecuzione dichiarando il tentativo fallito. 
    Il raggiungimento dei 40 secondi di  galleggiamento  sancisce  il
superamento della prova. 
    Ogni candidato ha diritto a tre tentativi per  il  raggiungimento
dell'obiettivo, falliti i  quali  lo  stesso  sara'  dichiarato  «Non
idoneo». 
(12) Tuffo da piattaforma 
    La prova  consiste  nell'eseguire  un  tuffo  a  candela  da  una
piattaforma rialzata fissa, posta a un'altezza di 5 metri. 
(13) Prova 25 mt rana subacquea 
    La prova consiste nell'eseguire un nuoto subacqueo di 25 metri in
apnea in stile rana. 
(14) Zavorrata 20 km 
    La prova consiste nell'effettuare una marcia di 20 km,  lungo  un
percorso prestabilito, con uno zaino, fornito dal 17° Stormo. 
b. Abbigliamento 
    L'abbigliamento previsto per le prove: 
      a terra: scarpe ginniche personali e abbigliamento sportivo; 
      in acqua: costume da bagno, ciabatte, cuffia  e  occhialini  da
piscina (questi ultimi facoltativi). 
c. Criteri di valutazione per l'efficienza fisica 
    Al termine  di  ogni  prova  ai  candidati  sara'  attribuito  un
punteggio da uno a tre punti. Nel caso in cui la somma  dei  punteggi
sia inferiore a 13/33 punti il candidato sara' giudicato «non idoneo»
ed escluso dalla procedura di selezione. 
    I concorrenti che riporteranno un  esito  sfavorevole  (0  punti)
anche  in  una  sola  delle  suddette  prove  saranno  esclusi  dalla
prosecuzione del concorso. 
    Al concorrente che, durante lo svolgimento di una prova sportiva,
incorrera'  in  un  infortunio,  accusera'  malessere,  cadra'  o  si
fermera' non sara' consentita la ripetizione della  prova  che  sara'
ritenuta in ogni caso sostenuta. 
    Al concorrente che sara' manifestamente danneggiato  a  causa  di
altro concorrente durante lo svolgimento della prova di corsa piana o
di nuoto sara' consentita la ripetizione della prova stessa  comunque
non oltre la data di prevista conclusione delle prove  stabilita  dal
calendario fissato dalla commissione esaminatrice. 
    I centesimi di secondo saranno  arrotondati  per  eccesso  quando
uguali o superiori a 0,50" e per difetto quando inferiori a 0,50". 
    Segue tabella dei punteggi. 
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
      2. Prove di valutazione dell'area efficienza intellettiva 
 
a. Finalita' 
    Durante la selezione sara' effettuata la valutazione attitudinale
con un colloquio collegiale. 
    Il   colloquio   individuale   sara'    condotto    dal    membro
tecnico-attitudinale e si svolgera' alla presenza  del  Presidente  e
dell'intera Commissione. Esso e' prevalentemente  finalizzato  a  far
emergere gli elementi motivazionali e attitudinali del candidato. 
b. Criteri di valutazione 
    Al termine del colloquio,  sulla  scorta  degli  elementi  emersi
durante la prova, ciascun membro  della  commissione  presente  e  il
membro  tecnico  tecnico-attitudinale  in  supporto  esprimeranno  un
punteggio variabile tra 1 e 10 punti. 
    Nel caso in cui la somma dei punteggi sia inferiore a  sedici  su
quaranta punti il candidato sara' giudicato «non idoneo»  ed  escluso
dalla procedura di selezione. 
    Un punteggio uguale o maggiore a sedici su quaranta  punti  sara'
ritenuto sufficiente per il superamento della prova. 
 
              3. Giudizio di idoneita' o non idoneita' 
 
    In esito ai risultati conseguiti e alle  valutazioni  effettuate,
per ciascun concorrente si esprimera' un giudizio di idoneita'  o  di
inidoneita'. 
 

              Parte di provvedimento in formato grafico

 
    I concorrenti giudicati inidonei per il mancato  superamento  dei
limiti minimi sopra indicati per le prove di efficienza fisica e/o di
efficienza  intellettiva,  o  che  comunque  riporteranno  un   esito
sfavorevole in almeno una delle prove di efficienza  fisica  indicate
al  precedente  punto  1   saranno   immediatamente   esclusi   dalla
prosecuzione del concorso quale  VFP1  -  per  il  settore  d'impiego
«Incursori».