Concorso per 13 ricercatori (veneto) UNIVERSITA' 'IUAV' DI VENEZIA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 13
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 32 del 23-04-2021
Sintesi: UNIVERSITA' «IUAV» DI VENEZIACONCORSO (Scad. 23-05-2021)Procedure di selezione per la copertura di tredici posti di ricercatore a tempo determinato, vari settori concorsuali, per il Dipartimento di culture del progetto.
Ente: UNIVERSITA' 'IUAV' DI VENEZIA
Regione: VENETO
Provincia: VENEZIA
Comune: VENEZIA
Data di pubblicazione 23-04-2021
Data Scadenza bando 23-05-2021
Condividi

UNIVERSITA' «IUAV» DI VENEZIA

CONCORSO (Scad. 23-05-2021)

Procedure di selezione per la copertura di tredici posti di ricercatore a tempo determinato, vari settori concorsuali, per il Dipartimento di culture del progetto.

 
    L'Universita' IUAV di Venezia indice una procedura  di  selezione
pubblica, con valutazione comparativa  per  la  copertura  di  numero
tredici posti di ricercatore a tempo determinato -  Sigla  del  bando
RICTDB-2021-02. 
    Posto numero uno. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore: 07/A - Economia agraria ed estimo. 
    Settore concorsuale: 07/A1 - Economia agraria ed estimo. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento  per  il  profilo
(settore  scientifico-disciplinare)  AGR/01  -  Economia  ed   estimo
rurale. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma 3,  lettera  b),  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010, n. 240. 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo della ricerca: «Prospettive per l'agricoltura di fronte  a
nuove domande in contesti urbani e rurali». 
    Tema della  ricerca:  L'attivita'  di  ricerca  considerera',  in
un'ottica analitica e per la definizione di piani e politiche, alcune
specifiche funzioni dell'agricoltura, con particolare  riferimento  a
produzione di cibo, mitigazione del cambiamento climatico, produzione
di  paesaggio  e  tutela  della  biodiversita'.   Il/la   candidato/a
sviluppera' il tema di ricerca sia alla  scala  territoriale,  sia  a
quella urbana, ipotizzando, in quest'ultimo caso,  un  supporto  alla
definizione di politiche urbane del cibo (coniugando  i  concetti  di
economia circolare e di metabolismo urbano) e a piani di  adattamento
al  cambiamento  climatico  (considerando  il  nesso   acqua,   cibo,
energia). Nell'ambito delle attivita'  di  ricerca  si  utilizzeranno
metodiche di valutazione, a supporto di decisioni del  policy  maker,
evidenziando benefici economico-finanziari e ambientali. Il candidato
dovra' essere in grado di relazionarsi con i percorsi  di  ricerca  e
didattici finalizzati alla pianificazione urbanistica e territoriale,
presenti nell'ateneo. Durata della ricerca: tre anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a dodici. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso lingua  straniera
di cui e' richiesta la conoscenza: inglese (livello buono). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti: impegno del  ricercatore  nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un  massimo  di centoventi
ore di  didattica  frontale  per  anno  accademico)  e  la  didattica
integrativa e di servizio agli studenti, inclusi  l'orientamento,  il
tutorato  e  le  attivita'  di  verifica.  L'impegno  nella   ricerca
riguardera' gli ambiti indicati  dal  tema  di  ricerca  e  afferenti
quindi principalmente al settore  scientifico-disciplinare  AGR/01  -
Economia ed estimo rurale. 
    Posto numero due. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore: 08/C - Design e progettazione tecnologica. 
    Settore concorsuale: 08/C1 - Design e progettazione tecnologica. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento  per  il  profilo
(s.s.d.) ICAR/12 - Tecnologia dell'architettura. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma 3,  lettera  b),  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010, n. 240 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo della ricerca:  progettazione  ambientale,  accessibilita'
ambientale. 
    Tema della ricerca La ricerca  intende  riflettere  sul  progetto
consapevole e sul contributo proveniente dall'ambito disciplinare  di
riferimento,   declinato   sui    temi    della    progettazione    e
dell'accessibilita' ambientale. L'ambito di  indagine  delineera'  un
quadro conoscitivo e operativo del suddetto tema alla scala urbana  e
architettonica per definire delle  strategie  di  intervento  atte  a
migliorare la qualita' ambientale dello spazio costruito,  sul  piano
della sostenibilita' e dell'inclusione. L'obiettivo sara'  perseguito
con l'individuazione  di  soluzioni  che  coniughino  le  prestazioni
tecniche con le caratteristiche formali ed espressive dei materiali e
dei sistemi costruttivi per garantire la  qualita'  dei  manufatti  e
dell'ambiente in cui si inseriscono, alla ricerca di una coerenza tra
linguaggio costruttivo e architettonico.  Il  campo  di  applicazione
riguardera' la qualita' ambientale, del  benessere,  del  comfort,  e
dell'accessibilita', nonche' dell'efficienza  ecologica  dei  sistemi
urbani e degli edifici. 
    Durata della ricerca: tre anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a dodici. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso Lingua  straniera
di cui e' richiesta la conoscenza: inglese (livello buono). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti: l'impegno del ricercatore nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un  massimo  di centoventi
ore di  didattica  frontale  per  anno  accademico)  e  la  didattica
integrativa e di servizio agli studenti, inclusi  l'orientamento,  il
tutorato  e  le  attivita'  di  verifica.  L'impegno  nella   ricerca
riguardera' gli ambiti indicati  dal  tema  di  ricerca  e  afferenti
quindi principalmente al settore scientifico-disciplinare ICAR/12, ma
anche al settore scientifico-disciplinare ING/IND-11 - Fisica tecnica
ambientale. 
    Posti numeri tre e quattro. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore:  08/C  -   Design   e   progettazione   tecnologica
dell'architettura. 
    Settore concorsuale: 08/C1 - Design e  progettazione  tecnologica
dell'architettura. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento  per  il  profilo
(settore scientifico-disciplinare) ICAR/13 - Disegno industriale. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma 3,  lettera  b),  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010, n. 240 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo della ricerca: Interior design  per  valorizzazione  degli
spazi civici e del patrimonio culturale e territoriale. 
    Tema della ricerca La ricerca riflette sulle interpretazioni  del
design  come  pratica  progettuale  di  intervento  negli  spazi   di
fruizione pubblica e come modalita' di valorizzazione del  patrimonio
culturale, socio-tecnico e  territoriale  per  favorirne  conoscenza,
accessibilita', utilizzo condiviso e tutela. In particolare, vertera'
sulla  comprensione  delle  condizioni  culturali,  sociotecniche  ed
economiche necessarie per poter agire in modalita'  interdisciplinare
allo  scopo  di  concepire  soluzioni  appropriate   alle   rinnovate
tecnologie, specialmente digitali, e alle declinazioni  disciplinari,
metodologiche e strumentali del  design,  sempre  piu'  attente  alla
dimensione  dell'inclusivita'  sociale.  L'obiettivo   a   ricercare,
scegliere, tradurre e  verificare  diverse  strategie  di  intervento
progettuale del design, nonche' modalita' di  fruizione,  ispirate  a
principi di usabilita' allargata e  sensibili  alle  questioni  della
qualificazione degli spazi  interni  e  pubblici,  in  un  quadro  di
sostenibilita' ambientale e territoriale. 
    Durata della ricerca: tre anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a dodici. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso lingua  straniera
di cui e' richiesta la conoscenza: inglese (livello buono). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti: l'impegno del ricercatore nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un  massimo  di centoventi
ore di  didattica  frontale  per  anno  accademico)  e  la  didattica
integrativa e di servizio agli studenti, inclusi  l'orientamento,  il
tutorato  e  le  attivita'  di  verifica.  L'impegno  nella   ricerca
riguardera' gli ambiti indicati  dal  tema  di  ricerca  e  afferenti
quindi principalmente al settore scientifico-disciplinare ICAR/13. 
    Posti numero cinque e sei. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore:  08/D  -   Macrosettore:   08/D   -   Progettazione
architettonica. 
    Settore concorsuale: 08/D1 - Progettazione architettonica. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento  per  il  profilo
(settore    scientifico-disciplinare)    ICAR/14    -    Composizione
architettonica e urbana. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma 3,  lettera  b),  (contratto
senior), della legge 30 dicembre 2010, n. 240 
    Regime di impegno: tempo pieno. 
    Titolo della ricerca: Progetto e teoria. 
    Tema della  ricerca:  «Progetto  e  teoria»  a  una  ricerca  che
affrontera' gli assunti teorici dell'architettura del nuovo millennio
e il complesso rapporto tra  il  pensiero  e  la  sua  traduzione  in
immagine e in forma concreta.  Il  rapporto  tra  progetto  e  teoria
definisce due  architetture  possibili:  quella  concepita  e  quella
compiuta. In alcuni casi la realizzazione diventa materia,  in  altri
casi  il  portato  teorico  diventa  architettura  scritta,  o  viene
esplicitato attraverso immagini o disegni. La produzione  teorica  in
architettura  si  declina  nel  dialogo  con  la   storia,   con   la
rappresentazione, con le  diverse  forme  della  narrazione  e  della
critica, con l'osservazione della realta'. Mostre, concorsi, seminari
sono occasioni per confrontare teorie,  per  sottolineare  differenti
interpretazioni del ruolo del  progetto  e  dei  suoi  strumenti.  La
ricerca indaghera' le diverse posizioni teoriche,  le  modalita'  con
cui queste posizioni sono prodotte e restituite, le loro ricadute  in
termini progettuali. 
    Durata della ricerca: tre anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a dodici. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso Lingua  straniera
di cui e' richiesta la conoscenza: inglese (livello buono). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti: l'impegno del ricercatore nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un  massimo  di centoventi
ore di  didattica  frontale  per  anno  accademico)  e  la  didattica
integrativa e di servizio agli studenti, inclusi  l'orientamento,  il
tutorato  e  le  attivita'  di  verifica.  L'impegno  nella   ricerca
riguardera' gli ambiti indicati  dal  tema  di  ricerca  e  afferenti
quindi principalmente al settore scientifico-disciplinare ICAR/14  ma
con   possibilita'   anche   di   approfondimenti   con   i   settore
scientifico-disciplinare ICAR/15  -  Architettura  del  paesaggio,  e
ICAR/16 - Architettura degli interni e allestimento. 
    Posto numero sette. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore:    08/E    -    Disegno,    restauro    e    storia
dell'architettura. 
    Settore concorsuale: 08/E2 - Disegno. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento  per  il  profilo
(settore scientifico-disciplinare) ICAR/17 - Disegno. 
    Titolo della  ricerca:  Rappresentazione:  codici  scientifici  e
nuove tecnologie 
    Tema della ricerca: La  ricerca  si  concentra  sulle  teorie,  i
metodi e le pratiche della rappresentazione nell'ambito del Disegno e
delle  sue  relazioni  con  le  altre  discipline.  L'impiego   degli
specifici strumenti contemporanei per l'acquisizione di  informazioni
metriche, morfologiche e parametriche, per la loro visualizzazione  e
per altre forme di rappresentazione multisensoriale,  nei  molteplici
contesi in cui lo studioso di Disegno e' chiamato ad operare,  dovra'
essere sostenuto da un approccio critico fondato sulla  capacita'  di
riconoscere e identificare la storia,  le  genealogie  e  le  plurime
ricadute delle piu'  avanzate  tecnologie  per  il  rilievo,  per  la
modellazione digitale  e  per  la  multimedialita',  con  particolare
riferimento  alle  questioni  proprie  della  rappresentazione  negli
ambiti delle interfacce digitali, della mappatura dei  dati  e  delle
tecnologie immersive. 
    Durata della ricerca: tre anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a dodici. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso Lingua  straniera
di cui e' richiesta la conoscenza: inglese (livello buono) 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti: l'impegno del ricercatore nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un massimo di 120  ore  di
didattica frontale per anno accademico) e la didattica integrativa  e
di servizio agli studenti, inclusi l'orientamento, il tutorato  e  le
attivita' di verifica. L'impegno nella ricerca riguardera' gli ambiti
indicati dal tema di ricerca e  afferenti  quindi  principalmente  al
settore scientifico-disciplinare ICAR/17. 
    Posto numero otto. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore:    08/E -    Disegno,     restauro     e     storia
dell'architettura. 
    Settore concorsuale: 08/E2 - Restauro e storia dell'architettura. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento  per  il  profilo
(settore scientifico-disciplinare) ICAR/18 - Storia contemporanea. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma 3,  lettera  b),  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010, n. 240. 
    Titolo della ricerca: Architettura in eta' contemporanea. 
    Tema della ricerca: La ricerca si pone l'obiettivo di individuare
e  analizzare,  attraverso  casi  esemplari,  i  nodi  tematici   che
contraddistinguono l'architettura dell'Otto- e Novecento,  attraverso
un'indagine intorno a interrogativi e protagonisti che hanno  segnato
le vicende dell'architettura di tale  periodo.  La  ricerca  utilizza
strumenti che hanno familiarita' con i metodi di analisi delle  opere
architettoniche e con la storiografia del periodo  storico  proposto,
consapevolezza dei processi costruttivi nonche' delle interazioni tra
le ricerche architettoniche,  artistiche  e  letterarie  in  un  arco
cronologico  compreso  tra  la  rivoluzione  industriale  del   primo
ottocento e la rivoluzione digitale dei nostri  giorni.  Partendo  da
tali  premesse  la  ricerca  affrontera'   i   cambiamenti   avvenuti
nell'architettura e nella professione dell'architetto  come  risposta
alle  radicali  trasformazioni  sociali,   economiche   e   culturali
intervenute. 
    Durata della ricerca: tre anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a dodici. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso Lingua  straniera
di cui e' richiesta la conoscenza: inglese (livello buono). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti: l'impegno del ricercatore nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un massimo di 120  ore  di
didattica frontale per anno accademico) e la didattica integrativa  e
di servizio agli studenti, inclusi l'orientamento, il tutorato  e  le
attivita' di verifica. L'impegno nella ricerca riguardera' gli ambiti
indicati dal tema di ricerca e  afferenti  quindi  principalmente  al
settore scientifico-disciplinare ICAR/18. 
    Posto numero nove. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore: 08/F - Pianificazione e progettazione urbanistica e
territoriale. 
    Settore  concorsuale:  08/F1  -  Pianificazione  e  progettazione
urbanistica e territoriale. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento  per  il  profilo
(settore scientifico-disciplinare ICAR/20 - Tecnica e  pianificazione
urbanistica. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma 3,  lettera  b),  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010, n. 240 
    Titolo   della   ricerca:   La   pianificazione   urbanistica   e
territoriale in un'epoca di transizione globale 
    Tema  della  ricerca:  Il  campo   di   sperimentazione   rientra
nell'ambito delle tecniche e degli strumenti digitali avanzati  (ICT)
per l'analisi, la programmazione, la pianificazione, la progettazione
e gestione degli interventi di trasformazione di ambiente, paesaggio,
sistemi urbani e territoriali, strutture organizzative  e  morfologie
degli  insediamenti  umani.  La  ricerca  si  confrontera'   con   le
trasformazioni  urbane  e  territoriali  nel  contesto  nazionale   e
internazionale in relazione agli strumenti strategici e regolativi di
pianificazione nell'attuale  contesto  di  transizione  che  ha  reso
sempre  piu'   evidente   un   ripensamento   del   paradigma   della
pianificazione  growth-dependent  e   una   nuova   agenda   per   la
pianificazione. Piu' nello specifico la ricerca si concentrera' sulla
necessita'  di  un  passaggio  degli   obiettivi   del   sistema   di
pianificazione  verso  la  resilienza,  da  quelli  concepiti  in  un
contesto  di  crescita  costante,  a  quelli  possibili  nell'attuale
contesto di crescita ridotta. 
    Durata della ricerca: tre anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a dodici. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso Lingua  straniera
di cui e' richiesta la conoscenza: inglese (livello buono). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti: l'impegno del ricercatore nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un  massimo  di centoventi
ore di  didattica  frontale  per  anno  accademico)  e  la  didattica
integrativa e di servizio agli studenti, inclusi  l'orientamento,  il
tutorato  e  le  attivita'  di  verifica.  L'impegno  nella   ricerca
riguardera' gli ambiti indicati  dal  tema  di  ricerca  e  afferenti
quindi principalmente al settore scientifico-disciplinare  ICAR20  ma
anche  al  settore  scientifico-disciplinare   ICAR21 -   Urbanistica
l'impegno del ricercatore nelle attivita' didattiche  riguardera'  la
didattica frontale (fino ad un massimo di centoventi ore di didattica
frontale per  anno  accademico)  e  la  didattica  integrativa  e  di
servizio agli studenti, inclusi  l'orientamento,  il  tutorato  e  le
attivita' di verifica. L'impegno nella ricerca riguardera' gli ambiti
indicati dal tema di ricerca e  afferenti  quindi  principalmente  al
settore  scientifico-disciplinare  ICAR20   ma   anche   al   settore
scientifico-disciplinare ICAR21 - Urbanistica. 
    Posto numero dieci. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore: 01/13 - Informatica. 
    Settore concorsuale: 01/131 - Informatica. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento  per  il  profilo
(settore scientifico-disciplinare) INF/01 - Informatica. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma 3,  lettera  b),  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010, n. 240 
    Titolo della ricerca: Tecnologie  informatiche  per  processi  di
progettazione. 
    Tema  della  ricerca:   Per   l'innovazione   dei   processi   di
progettazione  e  produttivi,  risulta  fondamentale  lo  studio  dei
problemi legati alla specifica, alla progettazione, allo  sviluppo  e
all'utilizzo  di  sistemi  informatici.  La  ricerca  si  propone  di
coniugare le logiche dell'informatica  e  della  progettazione  negli
ambiti della realizzazione di sistemi software, dell'elaborazione  di
immagini e suoni, del riconoscimento  e  della  visione  artificiale,
dell'intelligenza artificiale e del  soft  computing,  della  grafica
computazionale, nonche'  dell'interazione  utente-elaboratore  e  dei
sistemi multimediali.  Le  ricadute  della  ricerca  dovranno  essere
trasferibili nella didattica dei Laboratori  previsti  nei  corsi  di
studio dell'Ateneo. L'attivita'  scientifica  dovra'  contribuire  al
potenziamento della produzione scientifica  dell'Ateneo,  promuovendo
progetti di ricerca nazionali e  internazionali,  anche  a  carattere
interdisciplinare, e attivita' di trasferimento tecnologico. 
    Durata della ricerca: tre anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a dodici. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso Lingua  straniera
di  cui  e'  richiesta  la  conoscenza:   inglese   (livello   buono)
Svolgimento attivita' didattiche, anche  integrative  e  di  servizio
agli studenti: l'impegno del ricercatore nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un massimo di 120  ore  di
didattica frontale per anno accademico) e la didattica integrativa  e
di servizio agli studenti, inclusi l'orientamento, il tutorato  e  le
attivita' di verifica. L'impegno nella ricerca riguardera' gli ambiti
indicati dal tema di ricerca e  afferenti  quindi  principalmente  ai
settore scientifico-disciplinare INF/01  e  ING-INF/05 -  Sistemi  di
elaborazione delle informazioni. 
    Posto numero undici. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore: 10/B - Storia dell'arte. 
    Settore concorsuale: 10/B1 - Storia dell'arte. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento  per  il  profilo
(settore  scientifico-disciplinare):  L-ART/03  -  Storia   dell'arte
contemporanea Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato
a tempo determinato ai  sensi  dell'art.  24,  comma  3,  lettera  b)
(contratto senior) della legge 30 dicembre 2010, n. 240. 
    Titolo  della  ricerca:  L'esposizione  come  forma  di   ricerca
nell'arte contemporanea. 
    Tema della  ricerca:  La  ricercatrice  o  il  ricercatore  sara'
chiamato e studiare le modalita' della ricerca sperimentale  condotta
attraverso la costruzione di esposizioni nel panorama  internazionale
dell'arte contemporanea.  La  problematica  dell'allestimento  e  gli
effetti di conoscenza che si  producono  nel  dialogo  tra  le  opere
esposte sara' quindi uno  degli  assi  della  ricerca.  Un'attenzione
particolare  sara'  dedicata  ai  dispositivi  d'implicazione   dello
spettatore nella loro concreta effettuazione, ma anche alle questioni
di ordine teorico  sollevate  dal  dibattito  attuale  sullo  statuto
dell'arte  contemporanea,  impegnata  a  investire  territori  sempre
nuovi. In questa prospettiva la ricercatrice o il ricercatore  dovra'
contribuire allo studio della figura del curatore e del suo  rapporto
con gli artisti, con i committenti e con i dispositivi di mediazione. 
    Durata della ricerca: tre anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a dodici. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso Lingua  straniera
di cui e' richiesta la conoscenza: inglese (livello buono) 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti: l'impegno del ricercatore nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un massimo di 120  ore  di
didattica frontale per anno accademico) e la didattica integrativa  e
di servizio agli studenti, inclusi l'orientamento, il tutorato  e  le
attivita' di verifica. L'impegno nella ricerca riguardera' gli ambiti
indicati dal tema di ricerca e  afferenti  quindi  principalmente  al
settore scientifico-disciplinare L-ART/03. 
    Posto numero dodici. 
    Struttura: Dipartimento di culture e progetto. 
    Macrosettore: 10/C - Musica, teatro, cinema, televisione e  media
audiovisivi. 
    Settore concorsuale: 10/C1 - Teatro, musica, cinema,  televisione
e media audiovisivi. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento  per  il  profilo
(s.s.d.): L-ART/05 - Discipline dello spettacolo. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma 3,  lettera  b),  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010 n. 240 
    Titolo della ricerca: La scena come forma  che  pensa.  Estetica,
pratiche e pensiero critico nel contesto modernista e contemporaneo 
    Tema della ricerca: La vincitrice/il  vincitore  dovra'  svolgere
ricerca  nell'ambito   dell'estetica   della   scena   modernista   e
contemporanea, con particolare riferimento al teatro di regia e  alle
relazioni  tra  pensiero  critico  e  pratiche  sceniche,  a  partire
dall'assunto che la scena sia una forma che  pensa  in  se',  non  un
luogo d'applicazione o verifica di un pensiero prodotto in  astratto.
La ricerca si pone nell'ambito degli studi  teorici  piu'  aggiornati
per i quali le pratiche non sono piu' considerate oggetto di  studio,
ma atto del pensiero in forma di elaborazione autonoma di concetti ed
epistemologie. La ricercatrice/il ricercatore dovra'  contribuire  al
disegno di una cartografia degli strumenti teorici e dei  dispositivi
ermeneutici,  volto  a  ridefinire  e  riattivare  la  relazione  tra
composizione artistica e lavoro critico. Una  particolare  attenzione
dovra' essere  riservata  alle  linee  di  confine  e  ai  limiti  di
definizione di estetiche e pratiche tra scena occidentale e  pensiero
post-coloniale 
    Durata della ricerca: tre anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a dodici. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso Lingua  straniera
di cui e' richiesta la conoscenza: inglese (livello buono) 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti: l'impegno del ricercatore nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un massimo  di  centoventi
ore di  didattica  frontale  per  anno  accademico)  e  la  didattica
integrativa e di servizio agli studenti, inclusi  l'orientamento,  il
tutorato e le attivita' di verifica. 
    L'impegno nella ricerca riguardera' gli ambiti indicati dal  tema
di   ricerca   e   afferenti   quindi   principalmente   al   settore
scientifico-disciplinare L-ART/05 - Discipline dello spettacolo. 
    Posto numero tredici. 
    Struttura: Dipartimento di culture del progetto. 
    Macrosettore: 11/A - Discipline storiche. 
    Settore concorsuale: 11/A5 - Scienze demoetnoantropologiche. 
    Settore scientifico-disciplinare di riferimento  per  il  profilo
(settore    scientifico-disciplinare)    M-DEA/01    -     Discipline
demoetnoantropologiche. 
    Tipologia di contratto: contratto di lavoro subordinato  a  tempo
determinato ai sensi dell'art. 24, comma 3,  lettera  b),  (contratto
senior) della legge 30 dicembre 2010, n. 240 
    Titolo della ricerca: Genere e politiche del lavoro: antropologia
dell'impresa, tra de-localizzazione e  ri-localizzazione  Tema  della
ricerca: Il/la candidato/a svolgera' la propria attivita' di  ricerca
su temi  afferenti  al  settore  scientifico-disciplinare  M-DEA  01.
Muovendo  dall'antropologia  degli  studi  di  genere,   la   ricerca
affrontera' le forme del lavoro e le pratiche di  delocalizzazione  e
rilocalizzazione della  produzione  nel  contesto  delle  catene  del
valore  europeo,  delle  reti  di  migrazione,  della  mobilita'   in
generale. Indagando cosi' sia la soggettivita' del  lavoro  salariato
che il sistema dei valori culturali e di mercato  implicito  nell'uso
del lavoro creativo, nella logica di produzione e circolazione  delle
merci, nell'impatto coi consumi  e  gli  stili  di  vita.  Il  lavoro
etnografico atteso sara' una cartografia dal  basso  delle  pratiche,
delle ideologie, dei valori  culturali  ed  economici  delle  diverse
figure impegnata nei processi del mercato e della cultura di  impresa
che lo agisce e informa, come definito dalla tradizione contemporanea
della ricerca antropologica 
    Durata della ricerca: tre anni. 
    Pubblicazioni: numero massimo di pubblicazioni presentabili  pari
a dodici. 
    Tali  pubblicazioni  andranno  presentate  in  formato  pdf,   in
allegato alla domanda di partecipazione al concorso Lingua  straniera
di cui e' richiesta la conoscenza: inglese (livello buono). 
    Svolgimento attivita' didattiche, anche integrative e di servizio
agli studenti: l'impegno del ricercatore nelle  attivita'  didattiche
riguardera' la didattica frontale (fino ad un massimo di 120  ore  di
didattica frontale per anno accademico) e la didattica integrativa  e
di servizio agli studenti, inclusi l'orientamento, il tutorato  e  le
attivita' di verifica. L'impegno nella ricerca riguardera' gli ambiti
indicati  dal  tema  di  ricerca  e  afferenti  quindi   al   settore
scientifico-disciplinare M-DEA-01. 
    La domanda di  partecipazione  alla  selezione  pubblica  per  il
conferimento dei contratti per  la  copertura  di  tredici  posti  di
ricercatore  a  tempo  determinato  sopra   descritto   deve   essere
presentata con le modalita' previste dal bando entro e non  oltre  le
ore 13,00 (ora italiana) del trentesimo giorno decorrente dal  giorno
successivo alla pubblicazione  del  presente  avviso  nella  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi  ed
esami». Qualora il termine  di  trenta  giorni  scada  in  un  giorno
festivo, il termine di presentazione delle domande  e'  prorogato  al
primo giorno successivo non festivo. 
    La domanda di partecipazione alla selezione pubblica,  nonche'  i
titoli posseduti, le pubblicazioni e ogni  altro  documento  ritenuto
utile per la procedura devono essere presentati a pena di esclusione,
unicamente per via telematica, utilizzando l'applicazione informatica
dedicata sul sito https://pica.cineca.it/  al  link  specificato  nel
bando. 
    Non sono ammesse altre forme di invio della domanda. 
    I dati personali  trasmessi  dai  candidati  con  la  domanda  di
partecipazione alla presente procedura, ai sensi di  quanto  previsto
dal decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 e dal  regolamento  UE
2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del  27  aprile  2016
(regolamento generale sulla protezione dei dati) saranno trattati per
le  finalita'  di   gestione   della   procedura   e   dell'eventuale
procedimento di stipulazione del contratto. 
    Il testo integrale del bando, con l'indicazione dei requisiti  di
accesso alla selezione con valutazione comparativa e delle  modalita'
di partecipazione alla  procedura  medesima,  a  pubblicato  all'albo
ufficiale dell'Universita' Iuav di Venezia, e disponibile al seguente
indirizzo:
http://www.iuav.it/Lavora-con/CONCORSI1/personale-/index.htm 
    Sigla del bando: RICTDB-2021-02 
    Responsabile  del  procedimento  di  selezione  con   valutazione
comparativa del  presente  bando  e'  la  responsabile  del  servizio
concorsi e carriere del personale docente: Leda Falena. 
    Ogni  informazione  circa  la  suddetta  procedura  puo'   essere
richiesta al servizio suindicato ai  numeri  telefonici  041/2571850-
1724, e-mail: personale.docente@iuav.it