Concorso-Riapertura per 300 notai (campania) MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso-Riapertura

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich� � scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso-Riapertura
Tipologia Contratto
Posti 300
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 48 del 18-06-2021
Sintesi: MINISTERO DELLA GIUSTIZIARETTIFICA Riapertura dei termini del concorso, per esame, a trecento posti di notaio. ...
Ente: MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
Regione: CAMPANIA
Provincia: NAPOLI
Comune: NAPOLI
Data di pubblicazione 18-06-2021
Data Scadenza bando 18-07-2021
Condividi

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

RETTIFICA

Riapertura dei termini del concorso, per esame, a trecento posti di notaio.

 
 
                        IL DIRETTORE GENERALE 
                        DEGLI AFFARI INTERNI 
 
    Visto il decreto dirigenziale 17 maggio  2021,  pubblicato  nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica  italiana  -  4ª  Serie  speciale
«Concorsi ed esami» del 18 maggio 2021, n. 39, con cui sono aumentati
di cento unita' i posti di notaio messi a concorso  in  relazione  al
bando di cui al decreto dirigenziale del 3 dicembre  2019  pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica n. 97 del 10 dicembre  2019
- 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami», per un totale complessivo di
quattrocento posti di notaio e disposta la riapertura dei termini  di
presentazione delle domande di partecipazione al concorso indetto con
decreto  dirigenziale  3  dicembre  2019  pubblicato  nella  Gazzetta
Ufficiale della Repubblica n. 97 del 10  dicembre  2019  -  4ª  Serie
speciale «Concorsi ed esami» - con  il  quale  e'  stato  indetto  il
concorso a trecento posti di notaio; 
    Rilevato che con sentenza del 3 giugno 2021 la Corte di giustizia
dell'Unione europea nella causa C 914/19 ha precisato che «l'art.  21
della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea e l'art.  6,
paragrafo  1,  della  direttiva  2000/78/CE  del  consiglio,  del  27
novembre 2000, che stabilisce un quadro generale per  la  parita'  di
trattamento in materia di occupazione  e  di  condizioni  di  lavoro,
devono essere interpretati nel senso che essi ostano a una  normativa
nazionale che fissa a cinquanta anni il  limite  di  eta'  per  poter
partecipare al concorso per l'accesso alla professione di notaio,  in
quanto  tale  normativa  non  appare  perseguire  gli  obiettivi   di
garantire la stabilita' dell'esercizio di  tale  professione  per  un
lasso temporale significativo prima del pensionamento, di  proteggere
il buon funzionamento delle prerogative notarili e  di  agevolare  il
ricambio generazionale e il ringiovanimento del notariato e, in  ogni
caso,  eccede  quanto  necessario  per  raggiungere  tali  obiettivi,
circostanze che spetta al giudice del rinvio verificare»; 
    Considerato che la menzionata sentenza della Corte  di  giustizia
dell'Unione  europea  e'  idonea  a  produrre  un   effetto   diretto
nell'ordinamento nazionale, si' che la disposizione di legge  di  cui
all'art. 1, comma 3, lettera b), della legge del 6  agosto  1926,  n.
1365, che pone il limite  dei  cinquanta  anni  per  l'ammissione  al
concorso deve essere immediatamente disapplicata; 
 
                              Decreta: 
 
 
                               Art. 1 
 
 
                         Riapertura termini 
 
 
    1. Ad integrazione del decreto dirigenziale  17  maggio  2021,  i
termini di presentazione delle domande di partecipazione al  concorso
indetto con decreto dirigenziale 3 dicembre 2019 di cui in  premessa,
sono prorogati di trenta giorni decorrenti  dalla  pubblicazione  del
presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana -
4ª Serie speciale «Concorsi ed esami». 
    2. Possono presentare la domanda anche i candidati che hanno gia'
compiuto il cinquantesimo anno di  eta',  fermi  restando  tutti  gli
altri requisiti di partecipazioni prescritti dalla legge. 
    3. Restano ferme tutte le altre previsioni contenute nel  decreto
dirigenziale 17 maggio  2021,  pubblicato  nella  Gazzetta  Ufficiale
della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale «Concorsi ed  esami»  -
del 18 maggio  2021,  n.  39,  che  si  intendono  qui  integralmente
riportate. 
      Roma, 17 giugno 2021 
 
                                         Il direttore generale: Mimmo