Concorso per 1 direttori struttura complessa chirugia d'accettazione e d'urgenza (puglia) AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO CONSORZIALE DI BARI

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poichè è scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Incarico
Posti 1
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 24 del 25-03-2008
Sintesi: AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI CONCORSO   (scad.  24 aprile 2008) Avviso pubblico per il conferimento di incarico quinquennale di direttore responsabile dell'unita' operativa complessa di medicina ...
Ente: AZIENDA OSPEDALIERA POLICLINICO CONSORZIALE DI BARI
Regione: PUGLIA
Provincia: BARI
Comune: BARI
Data di inserimento: 09-04-2008
Data Scadenza bando 24-04-2008
Condividi

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO DI BARI
CONCORSO   (scad.  24 aprile 2008)
Avviso  pubblico  per  il  conferimento  di  incarico quinquennale di
direttore  responsabile dell'unita' operativa complessa di medicina e
chirurgia d'accettazione e d'urgenza del presidio policlinico.
    In  esecuzione  della deliberazione n. 101 del 31 gennaio 2008 e'
indetto,   con   l'osservanza   delle  norme  previste  e  richiamate
dall'art. 15    del    decreto-legge    n. 502/1992,   e   successive
modificazioni  ed  integrazioni,  dal  decreto  del  Presidente della
Repubblica  n. 484  del  10 dicembre  1997  e  dall'alt  10, comma 1,
lettera  c)  della  legge  regionale  n. 25 del 3 agosto 2006, avviso
pubblico  per  il  conferimento di incarico quinquennale di direttore
responsabile  dell'unita' operativa complessa di medicina e chirurgia
d'accettazione e d'urgenza del presidio policlinico.
    Ai sensi della legge 10 aprile 1991, n. 125, i posti si intendono
riferiti  ad  aspiranti  dell'uno e dell'altro sesso cui e' garantita
pari  opportunita'  per  l'accesso  al  lavoro  e  al trattamento sul
lavoro.
                               Art. 1.
                       Requisiti di ammissione
    A)    Iscrizione    all'Albo   professionale;   l'iscrizione   al
corrispondente  albo  professionale  di  uno  dei  Paesi  dell'Unione
europea  consente  la  partecipazione  alla selezione, fermo restando
l'obbligo dell'iscrizione all'Albo in Italia prima dell'assunzione in
servizio.
    B)  Anzianita'  di  servizio  di  sette anni, di cui cinque nella
disciplina   o   disciplina  equipollente  e  specializzazione  nella
disciplina  o  in  una  disciplina  equipollente ovvero anzianita' di
servizio di dieci anni nella disciplina.
    C)  Curriculum  ai  sensi  dell'art. 8 del decreto del Presidente
della  Repubblica  n. 484/1997  in  cui sia documentata una specifica
attivita'  professionale  ed adeguata esperienza ai sensi dell'art. 6
del decreto del Presidente della Repubblica n. 484/1997.
    D) Attestato di formazione manageriale.
    I  requisiti  per  la  presentazione  dell'avviso pubblico devono
essere  posseduti  alla data di scadenza del termine stabilito per la
presentazione delle domande di ammissione.
    Fino  all'emanazione dei provvedimenti di cui all'art. 6, comma 1
del  decreto del Presidente della Repubblica n. 484/1997 si prescinde
dal   requisito   della   specifica   attivita'  professionale;  fino
all'espletamento  del  primo  corso  di  formazione  manageriale  gli
incarichi   sono   attribuiti   senza   l'attestato   di   formazione
manageriale,  fermo  restando  l'obbligo di acquisire l'attestato nel
primo corso utile.

        
      
                               Art. 2.
       Modalita' e termini per la presentazione della domanda
                      d'ammissione al concorso
    Le  domande di partecipazione all'Avviso redatte in carta libera,
devono  essere  inviate  entro  il  termine  di scadenza del presente
bando,  al  Direttore  generale  -  Azienda Ospedaliero Universitaria
Consorziale  -  Ufficio  concorsi, piazza Giulio Cesare n. 11 - 70124
Bari,  trasmesse  esclusivamente tramite raccomandata con ricevuta di
ritorno.
    Sulla busta deve essere specificato: domanda per Avviso pubblico,
per   il   conferimento   di   incarico   quinquennale  di  Direttore
responsabile  dell'Unita' operativa complessa di medicina e chirurgia
d'accezzione e d'urgenza
    Il  termine  per la presentazione delle domande di partecipazione
al  presente  Avviso  scade  il trentesimo giorno successivo a quello
della  data  di  pubblicazione  del  presente  bando  nella  Gazzetta
Ufficiale   della   Repubblica  italiana  (art. 10,  legge  regionale
n. 25/2006).
    A  tal  fine  fara'  fede  il  timbro a data dell'ufficio postale
accettante.  Qualora detto giorno sia festivo il termine e' prorogato
al primo giorno successivo non festivo.

        
      
                               Art. 3.
        Modalita' di formulazione della domanda d'ammissione
    documentazione richiesta: forme e modalita' di presentazione
    Nella  domanda  di  ammissione  datata  e  firmata (allegato "A":
schema  di  domanda)  gli  aspiranti devono dichiarare ai sensi della
normativa  in  materia  di  autocertificazione  di cui al decreto del
Presidente della Repubblica n. 445/2000, quanto segue:
      - cognome, nome, data, luogo di nascita e residenza;
      - il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;
      -  il  comune  di  iscrizione  nelle liste elettorali, ovvero i
motivi  della  non  iscrizione  o  della  cancellazione  dalle  liste
medesime;
      - l'immunita' da condanne penali o le eventuali condanne penali
riportate;
      -  i  titoli di studio posseduti e, in particolare, il possesso
dei  requisiti specifici di ammissione indicati al precedente art. 1,
tenuto  conto  di  quanto indicato nell'ultimo capoverso del medesimo
articolo;
      -  iscrizione  all'Albo  professionale  con  indicazione  della
relativa sede provinciale;
      - la posizione nei riguardi degli obblighi militari;
      - codice fiscale;
      - di non essere escluso dall'elettorato politico attivo;
      -  di  non  essere  stato  destituito o dispensato dall'impiego
presso  una  pubblica  amministrazione  per aver conseguito l'impiego
stesso  mediante  la  produzione  di  documenti  falsi  o  viziati da
invalidita' non sanabile;
      - idoneita' fisica all'impiego.
    L'aspirante  dovra',  inoltre,  indicare  il  domicilio presso il
quale   deve,   ad   ogni  effetto,  essergli  fatta  pervenire  ogni
comunicazione  inerente  all'Avviso  pubblico.  In  caso  di  mancata
indicazione,  vale  ad  ogni  effetto,  la  residenza  dichiarata  in
domanda.
    La  mancanza della firma, o la omessa dichiarazione nella domanda
dei requisiti richiesti per l'ammissione determina l'esclusione dalla
presente procedura.
    La  presentazione della domanda implica il consenso del candidato
al  trattamento  dei propri dati personali, compresi i dati sensibili
nel  rispetto di quanto disposto dal decreto legislativo n. 196/2006,
per lo svolgimento della procedura selettiva.

        
      
                               Art. 4.
      Documentazione da allegare alla domanda di partecipazione
    Alla  domanda  di  partecipazione all'Avviso pubblico i candidati
devono allegare:
      1) copia di un documento di identita' in corso di validita';
      2)  certificazione,  redatta  ai  sensi  di  legge, dalla quale
risulti  l'anzianita'  di  servizio  richiesta  per l'ammissione alla
selezione;
      3)  curriculum  formativo e professionale regolarmente datato e
firmato,  corredato di tutte le certificazioni relative ai titoli che
il  candidato  ritenga opportuno presentare ai fini della valutazione
di merito.
    Nei  certificati  di servizio devono essere indicate le posizioni
funzionali  o  le  qualifiche attribuite, le discipline nelle quali i
servizi sono stati prestati, nonche' le date iniziali e terminali dei
relativi periodi di attivita'.
    I  contenuti  del  curriculum professionale ai sensi dell'art. 8,
comma  3  del  decreto  del  Presidente  della Repubblica n. 484/1997
concernono     le     attivita'     professionali,     di     studio,
direzionali-organizzative con riferimento:
      a) alla  tipologia  delle  istituzioni  in cui sono allocate le
strutture  presso  le quali il candidato ha svolto la sua attivita' e
alla tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime;
      b) alla  posizione  funzionale  del candidato nelle strutture e
alle  sue competenze con indicazione di eventuali specifici ambiti di
autonomia professionale con funzioni di direzione;
      c) alla  tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni
effettuate dal candidato;
      d) ai  soggiorni di studio e di addestramento professionale per
attivita' attinenti alla disciplina in rilevanti strutture italiane o
estere di durata non inferiore a tre mesi con esclusione dei tirocini
obbligatori;
      e) alla  attivita'  didattica  presso  corsi  di  studio per il
conseguimento    di   diploma   universitario,   di   laurea   o   di
specializzazione  ovvero presso scuole per la formazione di personale
sanitario con indicazione delle ore annue di insegnamento;
      f) alla partecipazione a corsi, congressi, convegni e seminari,
anche  effettuati  all'estero,  valutati  secondo  i  criteri  di cui
all'art. 9  del  decreto del Presidente della Repubblica n. 484/1997,
nonche' alle pregresse idoneita' nazionali.
    Nella  valutazione  del  curriculum  e'  presa in considerazione,
altresi',  la  produzione  scientifica  strettamente  pertinente alla
disciplina,    pubblicata    su   riviste   italiane   o   straniere,
caratterizzate  da  criteri  di  filtro nell'accettazione dei lavori,
nonche' il suo impatto sulla comunita' scientifica.
    I   contenuti   del  curriculum,  esclusi  quelli  relativi  alla
tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal
candidato, possono essere autocertificati ai sensi delle disposizioni
di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000;
      4) pubblicazioni.
    Le  pubblicazioni  devono essere edite a stampa; possono tuttavia
essere presentate anche in fotocopia ed autenticate dal candidato, ai
sensi  dell'art. 19  del  decreto  del  Presidente  della  Repubblica
n. 445/2000,  purche'  il  medesimo  attesti,  mediante dichiarazione
sostitutiva  dell'atto di notorieta', corredata da fotocopia semplice
di  un  proprio  documento  di  identita' personale, che le copie dei
lavori   specificamente   richiamati   nell'autocertificazione   sono
conformi agli originali;
      5)  un  elenco, in triplice copia, contenente l'indicazione dei
documenti e dei titoli allegati alla domanda di partecipazione.
    Tutti  i  documenti  allegati alla domanda devono essere numerati
progressivamente;  tali  numeri  dovranno corrispondere esattamente a
quelli riportati nel citato elenco.
    Non   saranno   presi   in  considerazione  documenti,  titoli  o
pubblicazioni  che  perverranno  a  questa  Amministrazione  dopo  il
termine  ultimo  per la presentazione della domanda di partecipazione
all'avviso pubblico.
    I  titoli  redatti in lingua straniera devono essere corredati da
una  traduzione  in  lingua  italiana  certificata, conforme al testo
straniero,  redatta  dalla  competente  rappresentanza  diplomatica o
consolare, ovvero da un traduttore ufficiale.
    Nella   documentazione   relativa  ai  servizi  svolti  anche  se
documentati  mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorieta'
ai  sensi  dell'art. 47  del  decreto del Presidente della Repubblica
n. 445/2000  (allegato C) devono essere attestate se ricorrano o meno
le  condizioni  di  cui all'ultimo comma dell'art. 46 del decreto del
Presidente  della  Repubblica  20 dicembre  1979, n. 761, in presenza
delle  quali  il punteggio di anzianita' deve essere ridotto. In caso
positivo, l'attestazione deve precisare la misura della riduzione del
punteggio.
                         Autocertificazione
    Si  precisa  che  il  candidato,  in  luogo  della certificazione
rilasciata   dall'Autorita'  competente,  puo'  presentare  in  carta
semplice e senza autentica di firma:
      a) "dichiarazione  sostitutiva di certificazione" (allegato B):
nei   casi  tassativamente  indicati  nell'art. 46  del  decreto  del
Presidente   della  Repubblica  n. 445/2000  (ad  esempio:  stato  di
famiglia,  iscrizione  all'albo professionale, possesso del titolo di
studio, di specializzazione, di abilitazione, ecc.);
      b) "dichiarazione    sostitutiva    dell'atto   di   notorieta"
(allegato C):  per  tutti  gli  stati, fatti e qualita' personali non
compresi  nell'elenco  di  cui  al  citato  art. 46  del  decreto del
Presidente della Repubblica n. 445/2000 (ad esempio: borse di studio,
attivita'  di  servizio, incarichi libero-professionali, attivita' di
docenza, frequenza a corsi di formazione e di aggiornamenti.
    La  dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorieta' deve essere
corredata   da  fotocopia  semplice  di  un  documento  di  identita'
personale.
    In  ogni  caso,  la  dichiarazione resa dal candidato - in quanto
sostitutiva a tutti gli effetti della certificazione - deve contenere
tutti  gli  elementi  necessari  alla  valutazione  del titolo che il
candidato  intende  produrre;  l'omissione  anche di un solo elemento
comporta la non valutazione del titolo autocertificato.
    L'amministrazione  e' tenuta ad effettuare idonei controlli sulla
veridicita'  del contenuto delle dichiarazioni sostitutive ricevute e
si  precisa  che,  oltre  alla  decadenza  dai benefici eventualmente
conseguiti   dall'interessato,   sulla   base  di  dichiarazione  non
veritiera,  sono  applicabili  le  sanzioni  penali  previste  per le
ipotesi di falsita' in atti e dichiarazioni mendaci.

        
      
                               Art. 5.
                       Modalita' di selezione
    L'accertamento  del  possesso  dei requisiti di cui al precedente
art. 1)   e'   effettuato   dalla   competente   Commissione  di  cui
all'art. 15-ter  del  decreto  legislativo  n. 502/1992, e successive
modificazioni ed integrazioni.
    La  competente  commissione  provvedera'  a convocare i candidati
ammessi  per  l'effettuazione  del colloquio con lettera raccomandata
con  avviso di ricevimento almeno venti giorni prima di quello in cui
essi devono sostenerlo.
    La  competente  Commissione  accertata  l'idoneita' dei candidati
sulla base:
      a) di  un  colloquio  diretto  alla valutazione delle capacita'
professionali   del   candidato   nella   specifica   disciplina  con
riferimento  anche alle esperienze professionali documentate, nonche'
all'accertamento  delle  capacita'  gestionali,  organizzative  e  di
direzione  del  candidato  stesso  con  riferimento  all'incarico  da
svolgere;
      b) della     valutazione     del    curriculum    professionale
dell'aspirante.
    Ai  sensi dell'art. 10, comma 1, lettera c) della legge regionale
n. 25  del  3 agosto 2006 la competente Commissione costituita per la
valutazione  tecnica  effettua una valutazione comparativa sulla base
dei   titoli,   del  curriculum  e  del  colloquio  e  individua  tre
nominativi,  fra gli idonei, che propone al Direttore generale per la
nomina   entro   novanta  giorni  dal  termine  di  scadenza  per  la
presentazione delle domande.
    Prima   di   procedere  al  colloquio  ed  alla  valutazione  del
curriculum, la Commissione stabilisce i criteri di valutazione tenuto
conto della specificita' proprie del posto da ricoprire.
    I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel
giorno   e   all'ora  stabiliti,  dovranno  ritenersi  esclusi  dalla
selezione.

        
      
                               Art. 6.
                       Conferimento incarichi
    L'incarico   verra'   conferito   dal   Direttore   generale  con
provvedimenti  motivati  entro  e  non  oltre  quindici  giorni dalla
ricezione della terna degli idonei.
    Il  dirigente  medico  al quale verra' conferito l'incarico sara'
assoggettato al rapporto di lavoro esclusivo.
    Il  dirigente  medico al quale verra' conferito l'incarico dovra'
presentare,   entro  il  termine  di  giorni  trenta  dalla  data  di
comunicazione,  a pena di decadenza, certificazione, resa ai sensi di
legge, indicata nella relativa richiesta.
    Per  tutto  quanto non espressamente indicato nel bando si rinvia
alle disposizioni di legge vigenti in materia.
    L'Amministrazione   si   riserva   la   facolta'   di  prorogare,
sospendere,  revocare  in  tutto  o in parte o modificare il presente
Avviso.
    Per  ulteriori  informazioni  gli  aspiranti  candidati  potranno
rivolgersi     all'Ufficio    concorsi    dell'Azienda    Ospedaliero
Universitaria  Consorziale  Policlinico, piazza Giulio Cesare n. 11 -
70124. Tel. 080/5592616-668-507.