Concorso per 4 dirigenti medici disciplina medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti (sicilia) 2 dirigenti architetti (sicilia) 9 tecnici della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro (sicilia) AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 6 PALERMO

I testi riportati sono gratuiti e non hanno carattere di ufficialità: ai sensi di legge l'unico testo definitivo, che prevale in caso di discordanza, è quello pubblicato a mezzo stampa.

Concorso

Attenzione, il bando selezionato non è attivo, poich√® √® scaduto il termine per la presentazione della domanda


Tipologia Concorso
Tipologia Contratto Assunzione
Posti 15
Fonte: Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana N. 62 del 08-08-2008
Sintesi: REGIONE SICILIA CONCORSO   (scad.  8 settembre 2008) Selezione pubblica, per titoli e colloquio, per la formulazione di graduatorie per il conferimento di incarichi temporanei per la copertura di posti afferenti alla dirige ...
Ente: AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE N. 6 PALERMO
Regione: SICILIA
Provincia: PALERMO
Comune: PALERMO
Data di inserimento: 27-08-2008
Data Scadenza bando 08-09-2008
Condividi

REGIONE SICILIA
CONCORSO   (scad.  8 settembre 2008)
Selezione  pubblica,  per  titoli e colloquio, per la formulazione di
   graduatorie  per  il  conferimento  di incarichi temporanei per la
   copertura di posti afferenti alla dirigenza ed al comparto, presso
   l'azienda unita' sanitaria locale n. 6 di Palermo.
   Si  rende  noto che in esecuzione delle deliberazioni n. 750 del 9
luglio  2008  e  n.  767  del 18 luglio 2008, e' indetta la selezione
pubblica,  per titoli e colloquio, per la formulazione di graduatorie
per  la  copertura  di  posti,  mediante  conferimento  di  incarichi
temporanei,  da  destinare al Dipartimento di prevenzione medico-area
tutela  della  salute e sicurezza negli ambienti di lavoro - relativi
ai seguenti profili professionali:
    quattro  posti  di  dirigente  medico  di  medicina  del lavoro e
sicurezza degli ambienti di lavoro;
    due posti di dirigente architetto;
    nove  posti  di  collaboratore  professionale sanitario (ctg. D):
tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro.
1) Requisiti di ammissione
   Possono   partecipare  alla  selezione  coloro  che  possiedono  i
requisiti  generali e specifici prescritti dal decreto del Presidente
della  Repubblica  n.  483/97  per  la  dirigenza  e  dal decreto del
Presidente della Repubblica m. 220/01 per il personale del comparto (
Collaboratore  Professionale  Sanitario  (  Ctg.  D):  Tecnico  della
prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro).
   Detti requisiti, che devono essere posseduti alla data di scadenza
del  termine stabilito nel presente avviso per la presentazione delle
domande di ammissione, sono:
A) Requisiti generali
   1)  Cittadinanza  italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle
leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei paesi dell'Unione europea;
   2)  Idoneita'  fisica  all'impiego: il relativo accertamento sara'
effettuato,  con  l'osservanza  delle  norme  in  tema  di  categorie
protette,  prima  dell'immissione  in  servizio,  dall'Azienda unita'
sanitaria  locale o dall'Azienda ospedaliera. Il personale dipendente
dagli  istituti, ospedali ed enti di cui agli articoli 25 e 26, comma
1,  del  decreto  del  Presidente  della  Repubblica  n.  761/79,  e'
dispensato dalla visita medica.
   Non  possono  accedere agli impieghi coloro che sono stati esclusi
dall'elettorato  attivo  nonche'  coloro  che  siano stati dispensati
dall'impiego  presso una pubblica amministrazione per aver conseguito
l'impiego  stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati
da invalidita' non sanabile.
   Ai sensi dell'art. 3, comma 6, della legge 15 maggio 1997, n. 127,
recepita   con   legge   regionale   7  settembre  1998,  n.  23,  la
partecipazione  al  concorso  non  e' piu' soggetta a limiti di eta',
fermi  restando  i  limiti  previsti  dal  vigente ordinamento per il
collocamento a riposo di ufficio.
B) Requisiti specifici
   Dirigente medico di medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti
di lavoro:
    a) laurea in medicina e chirurgia;
    b)  specializzazione  nella  disciplina  oggetto dell'avviso e in
disciplina equipollente;
    c) iscrizione all'albo dell'ordine dei medici chirurghi.
   Il personale dirigenziale del ruolo sanitario in servizio di ruolo
alla  data  di  entrata  in  vigore  del decreto del Presidente della
Repubblica  10 dicembre 1997, n. 483, per effetto di quanto stabilito
dall'art.  56,  comma  2,  dello  stesso decreto del Presidente della
Repubblica    n.    483/97,   e'   esentato   dal   requisito   della
specializzazione  nella  disciplina  relativa  al posto di ruolo gia'
ricoperto alla predetta data per la partecipazione a concorsi, presso
le unita' sanitarie locali e le aziende ospedaliere diverse da quella
di appartenenza.
   La   specializzazione  nella  disciplina  puo'  essere,  altresi',
sostituita  dalla  specializzazione in disciplina affine (art. 74 del
decreto  del  Presidente  della Repubblica 10 dicembre 1997, n. 483 e
art. 8, comma 1, lettera b) del d.lgs. n. 254 del 28 luglio 2000).
   Dirigente architetto:
    a)  diploma  di  laurea in architettura ( conseguita ai sensi del
vecchio  ordinamento), nonche' le equiparate alla stessa ai sensi del
Decreto  Interministeriale  5  maggio 2004, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica Italiana del 21 agosto 2004, n. 196;
    b) abilitazione all'esercizio professionale;
    c) cinque anni di servizio effettivo corrispondente alla medesima
professionalita',  relativa  al  concorso specifico, prestato in enti
del  servizio  sanitario  nazionale  nella  posizione  funzionale  di
settimo  e  ottavo  livello  (oggi  Ctg.  "D"  e  "Ds")  ,  ovvero in
qualifiche  funzionali  di  settimo,  ottavo  e nono livello di altre
pubbliche  amministrazioni,  ovvero possesso di esperienze lavorative
non  inferiori a 5 anni con rapporto di lavoro libero professionale o
di  attivita'  coordinata  e continuata non inferiore a 5 anni presso
enti  o pubbliche amministrazioni, ovvero di avere svolto non meno di
5  anni  di attivita' documentate presso studi professionali privati,
societa'  o  istituti  di  ricerca, aventi contenuto analogo a quello
previsto  per  il  profilo  professionale  "  architetto"  del  ruolo
professionale messo a concorso;
    d) iscrizione all'albo professionale degli architetti.
   Collaboratore  Professionale  Sanitario  (ctg.  D):  tecnico della
prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro:
    a)   diploma   universitario   di   abilitazione  alla  specifica
professione  conseguito  ai  sensi  dell'art. 6, comma 3, del decreto
legislativo  30/12/92,  n.  502  e successive modificazioni, ovvero i
diplomi  e  attestati  conseguiti  in base al precedente ordinamento,
riconosciuti  equipollenti,  ai  sensi delle vigenti disposizioni, al
diploma    universitario    conseguito    ai    fini   dell'esercizio
dell'attivita' professionale e dell'accesso ai pubblici uffici;
    b) iscrizione al relativo albo professionale, ove esistente.
2) Domanda di ammissione
    a) Dichiarazioni da rendere
   Nella  domanda gli aspiranti dovranno dichiarare, sotto la propria
responsabilita'   e   consapevoli   delle  sanzioni  penali  previste
dall'art. 76 del decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000,
per le ipotesi di falsita' in atti e dichiarazioni mendaci:
    cognome e nome, data, luogo di nascita e residenza;
    il  possesso  della cittadinanza italiana, salve le equiparazioni
stabilite  dalle  leggi  vigenti,  o  cittadinanza  di  uno dei paesi
dell'Unione europea;
    il  Comune  di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi
della non iscrizione, o della cancellazione dalle liste medesime;
    le  eventuali  condanne  penali  riportate  ovvero  di  non avere
riportato condanne penali;
    gli eventuali procedimenti penali pendenti;
    i  titoli  di  studio posseduti, nonche' i requisiti specifici di
ammissione  richiesti  per l'ammissione alla selezione cui si intende
partecipare;
    per  i  candidati  di  sesso  maschile, la posizione nei riguardi
degli obblighi militari;
    il possesso della idoneita' fisica all'impiego;
    i servizi prestati presso le pubbliche amministrazioni e le cause
di risoluzione dei precedenti rapporti di pubblico impiego, ovvero di
non  avere mai prestato servizio presso pubbliche amministrazioni, di
essere stati dichiarati decaduti dall'impiego per avere conseguito lo
stesso  mediante  la  produzione  di  documenti  falsi  o  viziati da
nullita' insanabile;
    il  domicilio  presso  il quale deve essere fatta ogni necessaria
comunicazione inerente il concorso;
    di  essere disposto ad assumere servizio presso la sede di lavoro
spettantegli  ed assegnata, e di accettare le condizioni previste, in
materia   di  impiego  presso  le  Aziende  sanitarie  dalle  vigenti
normative, incluse quelle concernenti divieti o limitazioni al libero
esercizio della professione.
   I titoli devono essere posseduti alla data di scadenza del termine
utile  per  la  presentazione  della  domanda  di  partecipazione  al
concorso.
   La firma in calce alla domanda non necessita di autenticazione, ai
sensi della legge 15 maggio 1997, n. 127.
   La  omessa  indicazione  nella  domanda anche di un solo requisito
generale  o  specifico,  la  mancata  sottoscrizione  della  medesima
domanda determina l'esclusione dalla selezione.
   Per   finalita'   di   carattere   esclusivamente   organizzativo,
all'esterno  della  busta  utilizzata  per  l'invio  della domanda di
partecipazione  alla  selezione,  dovra'  essere  apposta la dicitura
"Istanza      di      partecipazione      alla      selezione     per
..............................     (si    indichera'    il    profilo
professionale e/o disciplina per la quale si concorre).
   Compilare  una  distinta domanda per ciascun profilo professionale
cui si intende concorrere.
   Nel  caso  di  domande  plurime,  allegare  la  documentazione  in
originale  ad  una  sola domanda, e le fotocopie semplici nelle altre
eventuali  istanze,  nelle  quali  verra' specificata la domanda alla
quale e' stata acclusa la documentazione in originale.
   L'Azienda  non  si  assume  alcuna responsabilita' per disguidi di
notifiche   determinati   da   mancata  o  errata  comunicazione  del
domicilio,  ovvero  del  suo  cambiamento  in  tempi  successivi alla
presentazione della domanda, e non comunicato all'amministrazione.
   Alla  domanda  di partecipazione gli aspiranti devono allegare , a
pena di esclusione, i seguenti documenti:
    la documentazione comprovante il possesso dei requisiti specifici
di ammissione di cui al sopracitato punto 1/B;
    elenco,  datato  e  firmato,  dei  documenti prodotti nel proprio
interesse   agli   effetti   della  valutazione  di  merito  e  della
formulazione della graduatoria.
   Le eventuali pubblicazioni dovranno essere edite a stampa.
   Alla  domanda  di partecipazione dovra', altresi', essere allegato
il  curriculum  formativo  e professionale redatto in carta semplice,
datato e firmato dal concorrente;
   Gli  stessi  titoli  e  le pubblicazioni devono essere prodotti in
originale  o  in  copia legale o autenticata ai sensi di legge ovvero
autocertificati  ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica
445/2000.
   b) Modalita' e termini di presentazione
   Le  domande  di  partecipazione  alla  selezione, redatte in carta
semplice,  secondo  l'allegato  schema "A", devono essere indirizzate
all'Azienda  unita' sanitaria n. 6 di Palermo, presso il Dipartimento
gestione  delle  risorse  umane,  via Pindemonte n. 88, padiglione 23
- 90129  Palermo,  e  spedite, a pena di esclusione, entro il termine
perentorio   del   trentesimo   giorno   successivo   alla   data  di
pubblicazione  del  presente  avviso  nella  Gazzetta Ufficiale della
Repubblica Italiana.
   Lo  stesso  avviso,  per estratto, sara' pubblicato sulla Gazzetta
Ufficiale della Regione siciliana.
   Qualora detto giorno sia festivo, il termine e' prorogato al primo
giorno successivo non festivo.
   Le  domande  dovranno  essere  inoltrate  esclusivamente  a  mezzo
raccomandata   con   avviso   di   ricevimento   entro   il   termine
sopraindicato.
   A  tal  fine  fara'  fede  il  timbro  a data dell'ufficio postale
accettante.  E'  esclusa  ogni  altra  forma  di  presentazione  o di
trasmissione.  Non  saranno  imputabili all'amministrazione eventuali
disguidi postali.
   Il  termine  fissato  per  la  presentazione  delle  domande e dei
documenti e' perentorio.
3) Modalita' di selezione
   I  titoli  saranno  valutati ai sensi delle disposizioni contenute
nel  richiamato decreto del Presidente della Repubblica n. 483/97 per
la  dirigenza e del decreto del Presidente della Repubblica n. 220/01
per  il  comparto,  nonche'  del  regolamento  aziendale  di cui alla
deliberazione n. 2474 del 29 settembre 2005 e successive modifiche ed
integrazioni.
   I titoli saranno valutati dalla commissione esaminatrice.
Per la dirigenza:
   I  punteggi  per  i titoli e il colloquio sono complessivamente 40
cosi' ripartiti:
    20 punti per i titoli;
    20 punti per il colloquio.
   I  punti  per  le  valutazioni  dei  titoli  sono ripartiti fra le
seguenti categorie:
    titoli di carriera, punti 10,00;
    titoli accademici e di studio, punti 3,00;
    pubblicazioni e titoli scientifici, punti 3,00;
    curriculum
formativo e professionale, punti 4,00.
   Per  il profilo di Collaboratore professionale sanitario (ctg. D):
tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro:
   I  punteggi  per  i titoli e il colloquio sono complessivamente 50
cosi' ripartiti:
    30 punti per i titoli;
    20 punti per il colloquio.
   I  punti  per  le  valutazioni  dei  titoli  sono ripartiti fra le
seguenti categorie:
    titoli di carriera, punti 10,00;
    titoli accademici e di studio, punti 10,00;
    pubblicazioni e titoli scientifici, punti 5,00;
    curriculum formativo e professionale, punti 5,00.
   I  candidati  dovranno  sostenere  una prova colloquio vertente su
argomenti  attinenti  alla  disciplina  di  «Medicina  del  lavoro  e
sicurezza negli ambienti di lavoro», nonche' su compiti connessi alla
funzione da conferire.
   Con   riferimento  alla  valutazione  complessiva  (  sia  per  il
curriculum   che   per  la  prova  colloquio)  la  commissione  dara'
particolare   rilievo  al  possesso  da  parte  dei  candidati  delle
capacita'  e  dei  requisiti  professionali previsti dall'art. 32 del
d.lgs. n. 81/08.
   I  candidati  che  non  si  presenteranno  a  sostenere  la  prova
colloquio  saranno  dichiarati decaduti dalla selezione qualunque sia
la causa dell'assenza anche se indipendente dalla loro volonta'.
   Per   il   superamento   dell'esame  colloquio  e'  necessario  il
conseguimento della votazione minima di 14/20.
   Il  candidato  che  non  raggiungera' detto punteggio minimo sara'
ritenuto  non  idoneo  e  quindi  non  potra'  essere  inserito nelle
graduatorie.
   Le  graduatorie  verranno formulate dalla commissione esaminatrice
sulla  base  della sommatoria del punteggio riportato nel colloquio e
da quello derivante dalla valutazione dei titoli.
   A  parita'  di  punteggio  nelle  graduatorie opereranno i criteri
previsti  dall'art.  5  del  decreto  del Presidente della Repubblica
484/94  e  successive  modificazioni  ed integrazioni, e dall'art. 3,
comma  7, della legge 127/1997, come modificato dall'art. 2, comma 9,
della legge n. 191/1998.
4) Composizione commissione
   La  commissione esaminatrice sara' nominata dal direttore generale
con la sotto elencata composizione:
   Per il profilo di dirigente medico:
    Presidente:  il direttore del servizio di prevenzione e sicurezza
negli ambienti di lavoro;
    Componenti: due direttori di medicina del lavoro;
    Segretario:   un  funzionario  amministrativo  di  categoria  non
inferiore alla "D".
   Per il profilo di dirigente architetto:
    Presidente:   il   direttore  amministrativo  o,  su  delega,  un
dirigente amministrativo responsabile di struttura complessa;
    Componenti: due dirigenti architetti;
    Segretario:   un  funzionario  amministrativo  di  categoria  non
inferiore alla "D".
   Per  il profilo di collaboratore professionale sanitario (Ctg. D):
tecnico della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro:
    Presidente:  il direttore del servizio di prevenzione e sicurezza
negli ambienti di lavoro;
    Componenti:  due  collaboratori  professionali sanitari (Ctg. D):
tecnici della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro;
    Segretario:   un  funzionario  amministrativo  di  categoria  non
inferiore alla "C".
5) Conferimento incarichi
   Relativamente  all'utilizzazione  della  graduatoria  ai  fini del
conferimento degli incarichi saranno applicati i seguenti criteri:
    a)  gli  incarichi saranno conferiti tenendo conto dell'ordine di
graduatoria,  la  quale  dovra' essere utilizzata fino ad esaurimento
prima che l'amministrazione proceda ad eventuale riutilizzazione;
    b)  i  candidati  saranno  convocati  per  esprimere  la  propria
disponibilita'  all'accettazione dell'incarico mediante pubblicazione
di  apposito  avviso  che  avverra' il primo e terzo venerdi' di ogni
mese  sia  sul  sito internet aziendale che all'albo del Dipartimento
gestione delle risorse umane;
    c)  i  candidati interessati e utilmente collocati nella relativa
graduatoria    dovranno    dare   la   propria   disponibilita'   per
l'accettazione   dell'incarico  entro  il  giovedi'  successivo  alla
pubblicazione  a  mezzo  fax 0917033934  e/o  recandosi personalmente
presso  i  locali  del  dipartimento  gestione  delle risorse umane -
Servizio  stato  giuridico  Azienda  USL  n.  6,  via Pindemonte, 88,
Padiglione 23, piano 1 - Palermo;
    d)   non  saranno  prese  in  considerazione  disponibilita'  che
perverranno  successivamente  al  suddetto giorno ( giovedi), salvo i
casi  in  cui  entro il predetto giorno non dovessero pervenire altre
disponibilita';
    e)  non  verranno  riscontrate  le  istanze di disponibilita' che
eventualmente  dovessero  pervenire da parte di cittadini non inclusi
nella graduatoria;
    f)  l'incarico  a tempo determinato sara' conferito ai candidati,
che  danno  la  propria  disponibilita',  utilmente  collocati  nelle
rispettive graduatorie;
    g)  il  candidato  dichiarato  vincitore  della selezione che non
accetti  la  nomina  o  che  non  prenda servizio, senza giustificato
motivo,  alla data prestabilita nel contratto individuale di lavoro o
si  dimetta  dall'incarico  senza  rispettare i termini di preavviso,
decadra' dalla relativa graduatoria;
    h)  il candidato che non dara' riscontro di disponibilita' e/o di
indisponibilita',  sia  personalmente  che  a  mezzo  fax,  alla data
stabilita  ai  fini  della  nomina  sara'  considerato  rinunciatario
dell'incarico;
    i)   il  candidato  che  ha  dato  la  propria  disponibilita'  (
personalmente  e/o  a  mezzo  fax  )  e  non  prende  servizio, senza
giustificato motivo, alla data stabilita nel contratto individuale di
lavoro  e/o  si  dimette  dall'incarico senza rispettare i termini di
preavviso  e'  tenuto,  altresi', a corrispondere all'amministrazione
un'indennita'  pari  all'importo  della retribuzione spettante per il
periodo di mancato preavviso, nei termini appresso indicati:
     cinque giorni per contratti di durata sino a gg. 30;
     dieci giorni per contratti di durata sino a gg. 60;
     quindici giorni per contratti di durata o superiori a mesi tre;
    l)  il  personale incaricato in servizio presso l'Azienda durante
il  periodo  di  incarico  non  avra' titolo al conferimento di altro
incarico  ne' per lo stesso profilo professionale e disciplina per il
quale  risulta  incaricato  ne'  per  altro  profilo  professionale e
disciplina;
    m)  il  personale  dipendente a tempo indeterminato dell' Azienda
non  avra' diritto al conferimento di incarichi per lo stesso profilo
e disciplina che in atto ricopre;
    n)  le  graduatorie  avranno  validita'  di  anni  uno dalla loro
approvazione  e potranno essere utilizzate anche successivamente fino
all'approvazione di nuove graduatorie e per eventuali altri incarichi
e/o  supplenze  in  ambito  aziendale, significando che dalla data di
approvazione  delle  stesse  perderanno  efficacia, seppur valide, le
altre   graduatorie   afferenti  ai  profili  professionali  messi  a
concorso.
   L'incarico  decorrera'  dalla data di effettiva presa di servizio,
previa stipula di contratto individuale nel quale saranno previste le
modalita'  e  le condizioni che regolano e regoleranno il rapporto di
lavoro.
   I  candidati  selezionati  per  la  copertura  dei  posti  messi a
concorso  con  il  presente  avviso saranno assegnati presso l'U.O.C.
"Servizio  di  prevenzione  e  sicurezza negli ambienti di lavoro" ed
adibiti  ad  attivita'  di vigilanza comportanti incompatibilita' con
attivita' di consulenza cosi' come stabilito dagli articoli 13, comma
5, e 39, comma 3, del d.lgs. n. 81/08.
   Per  i  dirigenti  medici  il  rapporto di lavoro sara' esclusivo,
cosi'  come  previsto  dall'art. 15-quater del decreto legislativo n.
502/92.
   Per  tutto  quanto  non  contemplato dal presente bando, si rinvia
alle disposizioni di legge vigenti in materia.
   L'Azienda  unita'  sanitaria  locale  si  riserva  la  facolta' di
modificare,  prorogare,  sospendere,  revocare  il presente bando, in
relazione  a  nuove disposizioni di legge o per comprovate ragioni di
pubblico  interesse senza che i candidati possano sollevare eccezione
o vantare diritti di sorta.
   L'Azienda  unita'  sanitaria  locale  garantisce  parita'  e  pari
opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al lavoro, ai sensi del
d.lgs. n. 165/2001.
   Ai  sensi  e  per effetto della legge n. 675 del 31 dicembre 1996,
l'Azienda  unita'  sanitaria locale e' autorizzata al trattamento dei
dati  personali  dei  concorrenti,  finalizzato  agli adempimenti per
l'espletamento della presente procedura.
   Per  eventuali  informazioni, gli aspiranti potranno rivolgersi al
dipartimento   gestione   delle   risorse  umane,  U.O.  «Concorsi  e
assunzioni - Gestione giuridica della pianta organica e mobilita», di
questa  Azienda  unita'  sanitaria  locale n. 6, sito in Palermo, via
Pindemonte,          88, padiglione         21         -         tel.
091-7033942-3932-3935-3938-3939-3940.
   Ai  sensi  della  legge  7 agosto 1990, n. 241 il responsabile del
procedimento  concorsuale, di cui al presente avviso, e' il dirigente
responsabile  della  citata  unita' operativa: dott.ssa Badala' Maria
Teresa.
   Copia  del presente bando puo' consultarsi presso il sito internet
 http://www.ausl6palermo.org